Crolli costa: Vitto scrive a Renzi e denuncia la Sovrintendenza - LETTERA INTEGRALE

matteo renzi franceschini vitto

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese", in edicola a Polignano dal 17 ottobre.


Dopo i fatti di Genova e dopo i crolli della costa di Polignano, il sindaco Vitto accusa la Sovrintendenza che "blocca" i lavori di consolidamento della costa e scrive al premier Matteo Renzi.

IN BASSO IL PDF DELLA LETTERA INTEGRALE DI VITTO A RENZI E FRANCESCHINI

 

Ok ai lavori della fogna agli Aschitelli.

 

Martedì 14 ottobre, il sindaco Domenico Vitto ha inviato una lettera al premier Matteo Renzi, per denunciare gli ostruzionismi messi in atto dagli uffici della Sovrintendenza che non dà il via ai lavori per il consolidamento del costone roccioso pericolante del bastione di Santo Stefano.

“La Sovrintendeza – spiega ai nostri microfoni – ci sta creando ostacoli. Quel tratto di costa è pericolante, e non lo diciamo noi, ma ci sono studi e ricerche a dimostrarlo. Dopo i nubifragi a Genova e nel Nord Italia, e dopo l’alluvione del 2006 a Polignano, non si può dormire tranquilli. Per questo ho sentito il dovere di scrivere a Renzi, a Vendola, all’Assessore regionale alle Infrastrutture Giovanni Giannini, e all’on. Dario Francescini, Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Purtroppo i lavori al bastione non partono a causa delle lungaggini burocratiche della Sovrintendenza, quelle stesse lungaggini che hanno causato il disastro a Genova”.

“Il Comune – scrive Vitto nella lettera, ripercorrendo tute le tappe – è beneficiario di un finanziamento di ben 5milioni di € per la messa in sicurezza geomorfologica della costa alta del litorale polignanese… dopo aver avviato le operazioni di gara e aggiudicato l’appalto, l’Amministrazione ha inviato il progetto definitivo… l’iter ha poi subito una brusca interruzione, tanto in ragione del fato che la Soprintendenza per i Beni architettonici e Paesaggistici per le province di Bari, BAT e Foggia… lo scorso 11 luglio ha espresso il proprio parere negativo all’opera di consolidamento strutturale…”.

Tuttavia, la vera notizia è che questa settimana, dopo decenni di attesa, a Largo Bonsante (Salita Aschitelli), sono partiti i lavori per la fogna. “È un evento storico per Polignano – commenta il sindaco – era inconcepibile che un quartiere intero del paese nel 2014 non avesse né acqua, né fogna. Di questi lavori il paese deve esserne fiero, perché stiamo risolvendo un problema serio che affliggeva molti cittadini che fino a ieri erano costretti a portare l’acqua con l’autobotte, con anziani residenti che non riescono neppure ad uscire di casa. Inoltre, stanno per partire i lavori al canalone della C2, consegnati alla ditta Andresini, e che risolveranno il problema idrogeologico di via Lepore. È un quartiere messo in ginocchio dall’alluvione del 2006. Questi lavori garantiranno maggiore sicurezza. Intanto, si stanno esaminando le proposte relativa alla gara della nuova pista ciclabile e a giorni appalteremo i lavori del Museo Pascali.”

IN BASSO IL PDF DELLA LETTERA INTEGRALE. SE NON SI APRE IL PDF, CLICCA QUI

 

CLICCA QUI - CROLLI ALLA GROTTA PALAZZESE