Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

Salvatore come Renzi: Un'opera al mese - INTERVISTA

salvatore colella alberi piazza moro

Intervista in edicola a Polignano su "La Voce del Paese" dal 17 ottobre 2014.

 


Salvatore Colella, l’uomo-cantiere dell’amministrazione

Il consigliere nel mirino dei malpancisti: Forse perché lavora e guadagna visibilità?

"Per ora voglio dare quel rispetto che altri non danno a me. Per ora non giudico,

ci saranno tempi e modi per le iniziative politiche". 

 

Lo incontriamo in piazza Moro. Presidia gli operai che martedì scorso hanno sostituito gli alberi secchi di piazza Moro. Forse le radici erano troppo base. Forse hanno preso troppa acqua. Salvatore è pensieroso. Pensa forse ai malpancisti? A coloro che chiedono continui rimpasti? Forse le opere pubbliche gli stanno dando troppa visibilità politica? E se questo fosse un problema per chi cerca una visibilità sbiadita (vedi Urbanistica)? E se fosse tutta invidia. Questa è l’occasione per coglierlo a bruciapelo, mentre l’uomo-cantiere dell’amministrazione presidia costantemente i lavori.

Salvatore, ma perché ce l’hanno tutti con te?

E per cosa? La verità è che nessuno della maggioranza, in una riunione, mi ha mai rimproverato nulla o si è lamentato di qualcosa. Ricevo attestati di stima da quasi la totalità della maggioranza. Per quel che mi riguarda va tutto bene e l’amministrazione lavora.

Allora come si spiegano i mal di pancia? Prima Focarelli, adesso la lista Vitto…

Focarelli non partecipa alle riunioni di maggioranza da più di un anno. Poi lo vedo quotidianamente accompagnarsi con le opposizioni; tiene incontri, riunioni con altre opposizioni nei bar... non si confronta più con noi da circa un anno e mezzo.

Focarelli ti accusa di essere un vecchio da Prima Repubblica…salvatore colella alberi piazza moro

Focarelli non mi interessa. Quello che vuole dice. Fa parte dell’opposizione. A me interessano i soggetti e i partiti che fanno parte di questa maggioranza.

Valerio Cantatore dichiara che l’Urbanistica è stata penalizzata. La lista civica chiede un rimpasto di deleghe… quindi anche della tua… E qualcuno vuole che tu faccia l’assessore…

Quindi mi vogliono premiare!

Beh, non proprio, perché in tal caso dovresti dimetterti da consigliere…

Ahimè, non dipende da loro! Da me dipende al 50%, ma dipende soprattutto dal sindaco che mi ha chiesto di dargli una mano in un settore strategico come quello dei Lavori Pubblici, rimanendo perciò in consiglio comunale.

Ma se hai metodi da prima Repubblica, non dovresti andar bene neppure come assessore…

Infatti. Anche Focarelli molte volte mi ha sponsorizzato come assessore vicesindaco. Un consigliere delegato non gli va bene, mentre un vicesindaco e assessore sì. Che strano! Ma allora gli va bene la prima Repubblica… E poi, come assessore conterei molto di più di quello che conto adesso. Mentre un consigliere delegato si occupa di un solo settore e svolge quella funzione in strettissima collaborazione col sindaco che lo ha delegato. Mentre se facessi il vicesindaco, assumerei anche le funzioni del sindaco. Ergo, Focarelli vuole più prima Repubblica in amministrazione! E poi come consigliere do fastidio? Qual è il problema?

Forse avete un problema in maggioranza… ora c’è pure la lista Vitto a scalciare…

Intanto, la Prima Repubblica è quella che vede protagonisti Moro, De Gasperi, Fanfani, La Malfa, Spadolini, Saragat, Pertini. Poi c’è la seconda, quella di Berlusconi, un condannato che comanda l’Italia. Ci mancava solo Grillo a completare il quadro… e mi fermo qui. La seconda Repubblica è quella dei condoni edilizi, che hanno creato i disastri ambientali noti alle cronache, e non solo a Genova, ma anche qui nel 2006. La seconda Repubblica è quella dell’olgettina, delle prostitute portate in Parlamento e nelle stanze del potere.

La prima Repubblica ha reso l’Italia quinta potenza industriale al mondo. La seconda ha portato disoccupazione, prostituzione, distruzione del territorio. Se mi dicono che sono da prima Repubblica mi onorano. Certo, nella prima rubavano, ma nella seconda si ruba ancora più spudoratamente: vedi lo scandalo Mose e l’Expo in Lombardia. La seconda è venuta fuori più ladra e incapace della prima.

Si, ma della lista Vitto, che mi dici?

Io non entro nel merito dei problemi della lista civica, che porta il nome del sindaco, quindi è un problema suo. Se la lista ha dei problemi li ponesse all’attenzione della maggioranza. Le mie e le nostre preoccupazioni oggi sono ben altre e più serie…

Parte della piazzetta dietro al comune e che sarà rifatta a breveQuali?

Portare avanti il depuratore che era dormiente da 15 anni e adesso l’abbiamo messo in moto e lo inauguriamo in primavera. Questo è il vanto che si potrà fare tutta l’amministrazione; l’opera ambientale più importante degli ultimi trent’anni, insieme alla fogna nera “San Vito-San Giovanni”, per la quale la vecchia amministrazione aveva perso il finanziamento di 414mila euro, mentre l’attuale ha avuto la forza e le capacità di sfruttare risorse liberate dalla Regione e ottenere un nuovo finanziamento.

Anche la fogna era ferma da 10 anni. Ci preoccupiamo dei sottovia di San Francesco e Santa Caterina, e il cavalcavia di Pozzovivo, fermi anch’essi da anni e che erano tutti sommersi dai contenziosi; noi abbiamo messo queste opere in condizioni di procedere senza aggravio di spese del comune. Il sottovia di San Francesco lo inaugureremo verso Primavera.

Oggi (martedì 14 ottobre, ndr) consegniamo i lavori per la fogna pluviale della C2: un’opera pubblica da 3,6 milioni di € e necessaria, con un canale che sfocerà nella Lama Monachile. Ricorderete quando nell’alluvione del 2006 il canale esondò allagando tutti gli scantinati della C2. Nella Lama Monachile sarà realizzata una vasca di trattamento delle acque che raccoglierà tutti i pluviali del paese, e che ora scarica vicino al ponte. Realizzeremo alcune linee di fogna bianca fra piazza Trinità e zona scuola “Rodari”. Stanno per iniziare i lavori, già appaltati, per il consolidamento della Grotta Palazzese e del costone di roccia del bastione Santo Stefano.

Queste sono le preoccupazioni di un delegato ai Lavori Pubblici! Ossia, mettere in sicurezza il paese, con opere pubbliche di grandissima importanza. Inoltre, oggi sono iniziati i lavori della fogna di largo Bonsante (Aschitelli), tanto attesi da decenni. Stiamo spostando la cabina vergognosa del gas in piazza Garibaldi, e che sarà sistemata dietro ai bagni pubblici, così tra non molto potremo iniziare i lavori per il restyling di piazza Garibaldi. Nei prossimi giorni inizieranno i lavori delle piazzette dietro alla caserma dei carabinieri, alle spalle del municipio.

Allora il problema è la tua visibilità? La ricaduta elettorale che ricavi da questo settore?

Io non penso a queste cose, la visibilità è di tutta la maggioranza. Penso a lavorare in opere che portano beneficio e danno lustro all’amministrazione.

L’Urbanistica però, devi ammetterlo, è un settore fermo?

Mi astengo in generale dal giudizio sugli altri settori. Voglio dare quel rispetto che altri non danno a me. Per ora non giudico, ci saranno tempi e modi per le iniziative politiche. Ripeto, ora le mie preoccupazioni sono altre.

L’elezione di Vitto al Consiglio Metropolitano servirà più al sindaco o alla comunità?

Un amministratore deve pensare in primis a chi lo ha delegato a quella funzione. Sicuramente servirà al paese intero. Quando Domenico Vitto è stato assessore provinciale, a Polignano ha portato dei benefici: completamento alberghiero, spiaggia a San Vito, via Castellana, e altro ancora. Sono sicuro che la sua elezione porterà vantaggi al paese, a questa amministrazione e meritatamente anche a se stesso... non puoi annullare la persona, l’uomo politico. Insieme al successo straordinario di Domenico c’è anche quello a cui anche Polignano ha contribuito, di Alfonso Pisicchio, “figlio” di questa città…

alberi secchi polignano salvatore colellaMi hai anticipato la domanda. Perché hai votato Pisicchio e non Vitto?

In primis, perché Pisicchio in tutti questi anni si è messo sempre a disposizione del nostro paese. Sia Pisicchio grande, il deputato, sia Pisicchio fratello, che è stato consigliere regionale, vicesindaco di Bari e consigliere provinciale. Entrambi hanno sempre contribuito ai bisogni di Polignano, perché noi come partito ci siamo sempre rivolti e non lo abbiamo mai trovato disattento. Per esempio, quando Pisicchio era alla provincia, ci ha sempre mandato spettacoli per il turismo a Polignano. A Chiesa Nuova, per tutti gli anni in cui è stato consigliere provinciale, ha sempre mandato uno spettacolo.

Nel 2000 ottenemmo la prima autorizzazione per l’utilizzo dello specchio d’acqua e la realizzazione del porto turistico grazie a un certo Tiziano Treu, all’epoca ministro di Rinnovamento Italiano, partito di cui Pino Pisicchio era coordinatore nazionale. Anche le nomine hanno portato benefici: io sono consigliere dell’Amgas, sono stato all’StP e abbiamo contribuito ad arricchire di linee questo territorio.

I Pisicchio non si sono mai dimenticati di Polignano e dei Polignanesi. Io ho potuto fare il capo di gabinetto del presidente della Commissione Giustizia della Camera grazie a Pisicchio. Quindi, grazie al successone di Vitto e a quello di Pisicchio, Polignano nell’area Metropolitana avrà un’importanza notevole e strategica. Tutti e due tra l’altro avranno ruoli amministrativi e deleghe importanti. Inoltre, i miei voti a Vitto sarebbero stati ininfluenti, perché da calcoli fatti il sindaco sarebbe stato comunque eletto. Invece, i voti di Polignano sono stati determinanti affinché Alfonso Pisicchio risultasse il primo eletto nell’Area Metropolitana di Bari.

Al sindaco che delega daresti?

Domenico ha lavorato benissimo nell’edilizia scolastica e conosce la macchina amministrativa. Gli conferirei la stessa delega. Alfonso Pisicchio punta alla vicepresidenza. Così Polignano avrà vantaggi straordinari.

Il risultato politico del sindaco Vitto avrà un peso consistente?

Sicuramente. Per ora guardo al presente. Sta facendo bene il sindaco e farà bene anche nell’area metropolitana.

Cosa potrebbe succedere?

Domani è un altro giorno…

Sarà legittimato a candidarsi al Parlamento o alla Regione nel 2015?

Tutto è possibile, nulla è precluso a nessuno. Io non lo avverserò, è libero di farlo.

Eh, ma in tal caso dovrete andare tutti a casa…

Abbiamo la forza per tornare a confrontarci. Noi quella forza ce l’abbiamo. E gli altri?

  

Commenti  

 
#35 bugie 2014-11-06 20:48
caro Salvatore le tue bugie sono diventate una leggenda:
Lo scandalo del cimitero che fine ha fatto?ora sei tu responsabile e no?
Le assunzioni per l'immondizia come le fate fare?
Perchè vi siete vergognati ad inaugurare il porto?
E' vero che Lorenzo di S. Tommaso ha assunto tuo figlio a lavorare?
Dopo questi scandali che si deve fidare più di te?
 
 
#34 Giustamente 2014-11-06 20:43
Ai frustrati di Vitto diciamo:
- porto turistico, biblioteca comunale, scuola alberghiera, Nuova zona residenziale C2 all'incrocio di Conversano, piazza Trinità, Piazza Mazzini, Archivio Storico, Lungomare spettacolare (sulla Proprietà degli zii di Vitto) dopo largo Ardito, Asilo Nido, progetto piazza Moro, Palazzo piazza Caduti di via Fani, caserma nuova vigili urbani (gratis per noi cafoni polignanesi), strada nuova a S.Vito, pulmini nuovi per trasporto bambini, estate balneare per i portatori di handicaps, nuova Palazzo P. Pascali, statua a Domenico Modugno, salvataggio per oltre 2.000.000 di euro per scandalo TRI.COM. (vedi parentopoli ed assunzioni farsa amministrazione Vitto-Di Giorgio), tuffi grandi altezze RED BULL portati da Bovino a Poliganano, ecc...
Grandissimo sindaco BOVINO. Grazie
un assessore 1^ giunta
 
 
#33 via i vecchi 2014-11-01 00:29
x tonino
chi ha mai detto che il sindaco debba essere grillino.
Noi vogliamo la società civile al potere e non le solite accozzaglie di vecchi politicanti da strapazzo.via i vecchi vogliamo gente nuova!!!!!
 
 
#32 TONINO 2014-10-29 20:46
x via i vecchi
e chi facciamo sindaco l'onorevole grillino ???
Che pare non sia nato e residente a Plolignano visto che lo stesso non riesce a guardare nessuno dei problemi di questo benedetto paese...ANCHE LUI E' DELLA STESSA PASTE ...PER NON DIRE DELL'ALTRO ONOREVOLE....
 
 
#31 via i Vecchi 2014-10-29 17:41
Ma quale Bovino, noi vogliamo gente nuova fuori Bovino, Colella, Lomelo Vitto. Queste sono solo cariatidi
Vogliamo un Sindaco di trent'anni motore propulsivo di una generazione politica che deve cacciare quella esistente
 
 
#30 x #18 2014-10-28 16:06
Bovino il meglio di noi. Giustizia sarà fatta.
 
 
#29 salvo 2014-10-27 19:49
salvo sei grande......
 
 
#28 Quand è fatt!! 2014-10-26 21:50
Salvatore da quando hai la delega da assessore ....QUAND' E' FATT!!!! STAI MANGIANDO TROPPO!!!!
A buon intenditore poche parole!!!!
 
 
#27 LULUC 2014-10-25 13:13
ONESTAMENTE ...GUARDATE BENE IN VISO IL CONSIGLIERE CON DELEGA ...SALVATORE COLELLA....MA VERAMENTE VOI AFFIDERESTE IL VOSTRO DOMANI E QUESTO SOGGETTO ??? SE LUI NON AVESSE AVUTO NIENTE DA TEMERE ....IN CONSIGLIO...VOI CREDETE CHE IL SOGGETTO AVESSE FATTO COME NORMALMENTE SI FA'.....ACCETTO LA CARICA DI ASSESSORE DIMETTENDOMI DA CONSIGLIERE...MA POICHE' LUI NON SI FIDA DI NESSUNO...MI TENGO L'UNO E L'ALTRO ..E IO MI DEVO FIDARE DI LUI ???LASCIAMO PERDERE....
 
 
#26 meno diun centimetro 2014-10-25 11:28
x commento 21
Hai dimenticato di citare Parco dei Trulli, vi ricordate quanto i sinistrati hanno attaccato quel piano? Ora lo vogliono approvare a tutti i costi.
In realtà anche Bovino fece una cazzata ad approvare quel piano perché voleva fregare le abitazioni ai polignanesi, mo pure sti sinistronzi vogliono fare come Bovino. Prima gridavano allo scandalo ed oggi lo scandalo lo fanno loro!!!! ANDATEVENE SCANDALOSI ED INDECENTI POLITICI TUTTI QUANTI. VOGLIAMO GENTE NUOVAAAAAA
 
 
#25 azzardiamo 2014-10-24 16:54
Non è che un certo ingegnere comunale ed un altro con molti capelli bianchi hanno dettato
questo bellissimo articolo? Vitto non hai cambiato un ... pelo a nessuno. non ti crediamo più.
 
 
#24 assurdo 2014-10-24 16:48
Ragazzi ma ci rendiamo conto che stiamo rispondendo a qualche elettore di Colella (o parente) ed altro non esiste. Povero Polignano dove è andato a finire. Ce ne stavano di barzellette più divertenti.
 
 
#23 X com 18 2014-10-24 12:38
La statua di Modugno, il concorso di idee per piazza moro, il ponte che collega largo ardito al campo sportivo, asilo nido, museo pino Pascali, i sotto passi ferroviari. Questo è quello che ricordo, c'è altro, però penso basti per farti stare tranquillo.
 
 
#22 ridicolo 2014-10-24 09:53
#18 sei ridicolo vuoi ancora farci credere agli asini che volano? Ma non vedi che tutte le sparate di Vitto sono volate come polvere e tutti gli scandali chediceva che fine fecero? Continuate ad attaccare ancora che ha avuto il coraggio di andarsene con la faccia pulita: Bovino l'abbiamo sentito qualche sera fa e ancora si vede la sua vera qualità.
Siamo tutti pecoroni e ci facciamo comandare dai commercianti di patate e da quel mafioso (sempre lui) che costruisce anche sullo scoglio.
Questi promittitori che comandano sono cattivi e vendicativi e non hanno quelle grazie giuste per chi deve governarci. Ma tutti i nodi vengono al pettine e prima o poi
questi favori ad amici o parenti e persone che si sono messe in lista con Vitto e Colella fanno veramente molta puzza.Ormai dopo tre anni l'aria è molto inquinata.
 
 
#21 Alberto 2014-10-23 23:00
× com. 18 Evidentemente gli 8anni dell'amministrazione Bovino li hai vissuti fuori Polignano,oppure facevi parte di quella banda di infami che denigravano il lavoro di Bovino.Oggi ,infatti,tutto quello eseguito o promosso da Bovino è perfetto anche per quelli di sinistra!
 
 
#20 zappatoriiii 2014-10-23 21:26
concordo con comm. 7
zappatoriiiiii siete solo zappatori!!!!!
 
 
#19 Anselmo 2014-10-22 17:48
Che fortuna che hanno avuto quei due:il gatto e la volpe !La colpa è dei polignanesi che li hanno votati.Dopo 3anni si vantano di cosa?Della piazza?Ma non era nel programma di Bovino?Salvat ti sei leccato i baffi negli appalti..ed io pago!
 
 
#18 X 16 UN OSSERVATORE 2014-10-22 16:34
NELLA TUA ITALIA SONO 10 GLI ANNI CHE SERVONO PER NON FARE UN CAZZO, VISTO CHE BOVINO HA GOVERNATO 10 ANNI O PIU' PER PRODURRE COSA.................
 
 
#17 X com 14 2014-10-22 13:29
Certo che per pubblicare un commento del genere c'è ne vuole di coraggio, oggi non parlano più così nemmeno i bambini di scuola materna.
 
 
#16 X comm 13 2014-10-22 10:09
Devi sapere, che per poter portare a fase esecutiva un'opera pubblica in Italia, 5 anni di governo non sono sufficienti. Quindi se Bovino non aveva scavato il solco, Salvatore oggi col cazzo gestiva gare ed appalti. Poi devi sapere che il caffè in fase di progettazione e amaro, mentre diventa dolce, anzi molto dolce, quando si fanno le gare per agiudicare le opere e forniture.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI