Giovedì 23 Maggio 2019
   
Text Size

Crolli alla Grotta Palazzese. Pericolo per auto, persone e imbarcazioni [FOTO ESCLUSIVA]

grotta palazzese crollo polignano



Sotto ci passano pedalò e natanti, nonostante il divieto, e che potevano essere schiacciati dalla caduta del masso.

Mentre sopra scorre il traffico di via Tritone.



Questa mattina si è diffusa la notizia di un altro crollo, forse il più consistente all’interno della Grotta Palazzese di Polignano. Siamo andati a verificare di persona e in esclusiva, per voi lettori de La Voce del Paese (in edicola venerdì 3 ottobre), vi mostriamo le uniche immagine (foto esclusiva in apertura) del grande masso di roccia caduto dalla volta e finito sulla spiaggia, assieme agli altri massi minori caduti a seguito del crollo.

 

grotta palazzese crollo polignano

 

Il masso è lungo circa dieci metri. Tuttavia, a seguito di un confronto con polignanesi e turisti, ci risulta che quel masso possa essere caduto almeno quindici giorni fa. Altre testimonianze ci riferiscono che sia caduto ieri. In ogni caso, è un episodio di una gravità estrema, poiché all’interno della grotta entrano numerosi pedalò, bagnanti e imbarcazioni. Spesso attraccano proprio sulla spiaggia, nel punto dove è caduto il masso.

La volta da dove è crollato il masso corrisponde perpendicolarmente a via Tritone, dove transitano mezzi e pedoni. Quindi, potrebbe essere a rischio l’incolumità dei cittadini e dei turisti. Per questo occorre istruire un sopralluogo urgente.

Al momento sappiamo che l’Amministrazione ha messo a disposizione 4, dei 15 milioni per il consolidamento della falesia, già dal dicembre 2013, come testimoniano i vecchi articoli de La Voce del Paese. La gara d’appalto è pronta, ma la Sovrintendenza non dà segnali di vita. Cosa si sta aspettando?

 

Commenti  

 
#23 Incredibile. 2014-10-10 07:53
X il comm.re "ilconservatorePIO": La ringrazio per le sue risposte date a me e ad altri, essendo anonime le sue denunce, se son rose fioriranno, aspettiamo gli eventi e buona fortuna e tutela a lei ed alla sua famiglia.
 
 
#22 X ilconservatorePIO 2014-10-09 23:08
Per carità, capisco la sua posizione e la rispetto. Potrebbe almeno fornirmi maggiori dettagli? Mi servono solo ed esclusivamente per indagare e cercare la verità, che è il solo ed esclusivo obiettivo di un giornalista. Mi dia almeno la possibilità di indagare. Mi può scrivere in privato, e in anonimato, a: oppure trascriva qui dei messaggi con dettagli sui personaggi e sulla storia che le assicuro non saranno pubblicati e visibili. Grazie. Nicola Teofilo
 
 
#21 vecchio osservatore 2014-10-09 18:41
POLIGNANO A MARE ridente ? cittadina del sud est barese è sempre stata attenzionata da chi di losco e del losco ne fa una ragione di vita. Per anni il paese era volutamente calmierato da chi di dovere poichè bisognava fare speculazione edilizia . Vi domando, comprereste mai una seconda casa in un paese dove non si vive tranquilli, certamente no. Da sempre quindi si è tenuto lo spessore criminale di basso profilo, poichè i soldi li si dovevano fare da altre parti. Poi è scoppiata la bolla e l'edilizia non tira più a prescindere e quindi i soldi quelli veri o promessi bisogna farli uscire da qualche parte a chi di dovere. Il sacco del paese deve ancora avvenire ma già si parla di gare di appalto non ancora pubblicate e già assegnate. fate conto che sulle falesie le due gare di appalto sono state assegnate alla stessa ditta e sempre con il solito sistema dell'economicamente vantaggioso , ovvero dove è una commissione che decide su criteri PURAMENTE DISCREZIONALI. Già dalla piazza abbiamo visto come si sta comportando questa amministrazione, zero legalità , (invero non è che le precedenti abbiano brillato in trasparenza), ma questa sta lasciando davvero il segno agli addetti al settore.Aspettatevi di tutto. dall'assegnazione del museo ad una ditta della Bat, ai lavori della pista ciclabile assegnata ad una ditta Barese. e che dire dell'appalto sui rifiuti , chi vinse meritatamente la gara , in fase di aggiudicazione definitiva , "decise" di rinunciare, a favore dell'attuale gestore. Chiedo al direttore di scrivere a tutti la provenienza dell'amministratore legale della Tecnoservice o di indagare, giornalisticamente parlando , la provenienza per nulla del nord della stessa ditta.Meditate e preparatevi al peggio.
 
 
#20 ilconservatorePIO. 2014-10-08 18:58
X il Gentile Direttore della Redazione, non si dovrà dispiacere se ho deciso di non incontrarla, purtroppo ci tengo alla mia salvaguardia. Lo ripeto, la mia non è paura ed oltre alla mia preservazione ho l'obbligo di salvaguardare anche l'incolumità della mia famiglia. Comunque, le prometto che la terrò informata su tutto il prosieguo della vicenda a mezzo comunicazione anonima. Gli autori non sono solo personaggi con il colletto bianco, ma, ci sono anche soggetti che da un momento all'altro ti fanno trovare seduto ad un sedia con il limone in bocca al centro della piazza ristrutturata ovvero in un pilastro di cemento armato. Gentile Direttore, sono rammaricato che non la potrò accontentare. La conosco ben poco, ma, a volte la prevenzione è molto utile per tutti anche per Lei!!! Quello che c'è da fare per tutelare il portafoglio di tutti noi, nel mio piccolo, lo sto eseguendo mettendo i passi da elefante. Il pericolo sussiste, ma voglio attendere per un eventuale decisione di ricredersi su quello che hanno organizzato. Voglio tranquillizzare l'amico "Incredibile" che non faccio ricatti a nessuno e nè sono dell'avviso di vendermi la notizia....Vivo dal mio onesto lavoro e ci tengo alla mia pelle!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#19 X ilconservatorePIO 2014-10-08 16:20
Gentile "ilconservatorePIO", potrebbe contattarmi al 333.3309198? Ripeto le garantisco l'anonimato e la massima riservatezza, così mi racconta la storia e mi tiene informato su questa vicenda molto grave? Sono un giornalista iscritto e pertanto può fidarsi sulla riservatezza. Grazie. Nicola Teofilo
 
 
#18 ilconservatorePIO. 2014-10-07 20:21
X !& - Egregio Incredibile, il mio commento non è a tratti e ne fantasioso ho solo raccontato ciò che ho constatato e notato. Ci tengo solo a precisare che non sono un venditore ne di fumo e ne di chiacchiere, ma evidentemente non hai compreso bene il concetto nonchè il motivo per la quale ci ho tenuto a raccontarlo in anonimo. Lo scopo è stato quello che gli interlocutori o lettori del mio commento si regolano su quanto progettato a danni di tutti noi. Ci tengo anche ad informarti che in data odierna alle 10.30 ho consegnato una denuncia contro ignoti presso la procura di bari (compreso foto e video), ma data l'ora notturna della proiezione la visione non è tanto visibile a chi dovrà accertare quanto dichiarato. Una cosa molto utile te la posso riferire che i destinatari, gli autori compreso il regista dell'eventuale e ipotizzabile truffa sono a conoscenza di quanto da me dichiarato nel precedente commento. Quindi, lo ripeto non sono ne un ricattatore e ne un venditore di fantasiosi racconti. E' stata una coincidenza l'incontro che abbiamo fatto oggi in tribunale con l'attore principale???? La questione è molto delicata e penso che ora dopo aver letto il mio commento gli autori andranno con i piedi di piombo prima di perpetrare e mettere a segno il loro progetto....Quando lessi in un commento su polignanoweb che a polignano si sentiva odore di mafia non credevo a quanto leggevo, ma oggi la mia opinione è ben diversa.....Oggi posso dire che non è solo fantascienza ovvero odore di essenze, ma c'è solo una vera realtà e odore di presenze!!!!
 
 
#17 40x 2014-10-07 17:24
eppure si potrebbe sapere se la storiella sia vera...eccome se si potrebbe
 
 
#16 Incredibile. 2014-10-06 12:52
Commentatore n.12, il tuo racconto a tratti credibile ma un pò fantasioso e pasticciato potrebbe offrire spunti utili! Pertanto, invece di sbandierarlo anonimamente, fai un dettagliato esposto con i video e le foto che dici di avere e portalo/invialo alla Procura della Repubblica di Bari! Altrimenti: Si potrebbe pensare che lo vuoi "vendere al miglior offerente".
 
 
#15 X ilconservatorePIO. 2014-10-06 12:08
X ilconservatorePIO.
La sua storiella mi interessa. La prego, mi contatti al numero 333.33.09.198 , così possiamo incontrarci e potrà raccontarmela. Sono giornalista iscritto. Per deontologia professionale sono obbligato a garantire massima riservatezza delle fonti. Pertanto stia tranquillo, nessuno saprà del nostro incontro e nessuno conoscerà la sua identità. Attendo sue.

Nicola Teofilo (direttore responsabile La Voce del Paese - Polignanoweb)
 
 
#14 nicolateofilo 2014-10-06 11:55
X ilconservatorePIO.
La sua storiella mi interessa. La prego, mi contatti al numero 333.33.09.198 , così possiamo incontrarci e potrà raccontarmela. Sono giornalista iscritto. Per deontologia professionale sono obbligato a garantire massima riservatezza delle fonti. Pertanto stia tranquillo, nessuno saprà del nostro incontro e nessuno conoscerà la sua identità. Attendo sue.

Nicola Teofilo (direttore responsabile La Voce del Paese - Polignanoweb)
 
 
#13 2.0 2014-10-06 08:26
per il post 12
se quello che lei dice risponde a verità ( e ,personalmente, non ne dubito)siamo difronte ad una vera e propria truffa...
 
 
#12 ilconservatorePIO. 2014-10-04 16:42
Mi dispiace per quello che scrivete, ma nessuno ha capito cosa bolle dietro quel business di massi. L'unico commentatore che ha detto la verità è "anonimo". Vi posso assicurare che dietro quel business di milioni (da spendere per la ristrutturazione e la bonifica dell'area) ci sono soggetti con i colletti bianchi che non vedono l'ora che l'ufficio preposto indice la gara di appalto per dare inizio ai lavori. Vi devo raccontare una storiella che si è verificata l'altra notte!!! Ero sul lungomare G.Ardito con la mia canna da pesca, ad un certo momento ho sentito il rombo di alcuni motori che si portavano sotto la grotta. Nel primo momento pensai che fosse uno scarico di sigarette. La curiosità mi spinse a verificare cosa stava accadendo così mi affacciai meglio sul muretto e notai che non si trattava di uno scarico di sigarette ma bensì uno scarico di materiale (massi). Quando finirono di scaricare a tutto gas si dirigerono verso nord /mola-bari). Altro che crollo del kaxxo. Perchè i tecnici che hanno eseguito il sopralluogo non dicono la verità????????? E noi fessi che paghiamo!!! Andassero a gagare quelli che vogliono che i lavori iniziano al più presto. Fotografai tutto ed è venuto fuori una bella sorpresa per chi vuole fare il furbo come lo fece per l'ampliamento del depuratore!!!! Sono a conoscenza anche del motivo perchè il 2008 si verificò quel crollo. L'unico testimone di quell'evento oggi non c'è più, ma esiste qualche suo erede che ha delle prove schiaccianti (foto e video). Che il Signore lo faccia stare in Paradiso quell'anima di Pietro Mongardi.....!!!
 
 
#11 il gozzo di polignan 2014-10-04 08:45
1 regola alleggerire il carico soprastante. Magari chiudendo al traffico via Tritone.
2. regola utilizzare immediatamente i fondi a disposizione per il consolidamento della grotta.
3. regola. Mandare a casa gli amministratori incapaci ed inefficaci.
 
 
#10 up 2014-10-03 10:37
il masso potrebbe essere scuro a causa dei funghi che si attaccano alle volte delle grotte che sono ambienti umidi ,
i massi possono essere stati spostati ad "arco " dal moto ondoso .
Comunque per dissolvere ogni dubbio sarebbe opportuno accedervi e constatare lo stato della volta
 
 
#9 Cialtroni 2014-10-02 15:51
Il masso grande e scuro è lì da almeno 3 - 4 anni. Inoltre mi pare strano che le rocce si siano disposte ordinatamente una a fianco a l'altra dopo il crollo. Presumo sia l'ennesima panzana atta a divulgare inutili allarmismi e critiche. Non nego il problema, ma siate almeno sicuri di quello che scrivete.
 
 
#8 cittadino 2 2014-10-02 11:46
anonimo ha ragione.....quel masso grosso è lì da anni.....già dalle alghe stesse si capisce!!!!!
 
 
#7 pozzi di scienza 2014-10-02 11:45
quindi dato che il masso si trova lì da più di sei anni,dobbiamo dedurne che non cadrà altro... e dato che qualcuno vive da 70 anni in questo paese possiamo dormire sonni tranquilli.
Chiaro! anzi ottimo direi
 
 
#6 Cb 2014-10-02 08:40
Scusate, il nostro è il paese delle banane. Impediamo a natanti, pedalò bagnati l'ingresso in grotta palazzese ma scusate le varie "organizzazioni" che fanno via mare i tour guidati via mare all'interno della grotta?
Anche il meraviglioso ristorante, posto incantevo e con tavolini nella volta della grotta non è a rischio? Evidentemente come al solito basta "dar da mangiare" e si risolvono i problemi....
 
 
#5 san antonio 2014-10-01 22:01
invece di dire queste cavolate....andate a farvi una bella mangiata da 70 anni che vivo a questo paese non si è mai verificato di un crollo delle grotte....a ragione anonimo .....perchè nella foto non evidenziate con le frecce la parte di sopra della grotta da dove e caduto quel masso?...........fate ridere
 
 
#4 m. 2014-10-01 21:41
anche le ristrutturazioni purtroppo contribuiscono e producono vibrazioni che diventano concausa del naturale sgretolamento,per non parlare di piscine e gru...a mio avviso andrebbero riviste tante cose e non solo per quella zona...in questi giorni per esempio 3 cantieri nella stessa via, mettono in difficoltà viabilità,pedoni e residenti del centro...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI