Mercoledì 16 Gennaio 2019
   
Text Size

Vitto scarica la colpa a Bovino - LA LETTERA DEL SINDACO

vitto posa prima pietra chiesa nuova padovano salvatore maria centrone

Pomeriggio, poco dopo che il nostro giornale, La Voce del Paese, è stato stampato (sarà in edicola domani, 20 giugno), il sindaco ha diffuso una nota di replica all'indirizzo del vescovo monsignor Padovano, scaricando alla precedente amministrazione Bovino, la colpa per la mancata costruzione della Chiesa a Portalga, con annesso oratorio.

 

ECCO LA LETTERA-REPLICA DEL SINDACO:

"Con assoluto dispiacere mi sento obbligato a intervenire nella discussa questione del nuovo Centro Parrocchiale di Sant'Antonio, la cui realizzazione è prevista in un'area a standards di un comparto edilizio residenziale di Piano Regolatore Generale (zona Portalga). A stimolare questo intervento è stato il Vescovo che, nel corso dei festeggiamenti del Santo Patrono, a fine omelia, lasciava intendere che la responsabilità del mancato avvio della costruzione fosse dell'attuale Amministrazione.

È quindi necessario fare chiarezza affinché tutti i Parrocchiani e non solo, siano a conoscenza della realtà dei fatti. Il suolo su cui è prevista la costruzione della nuova chiesa è stato donato dal Comune di Polignano a Mare alla Parrocchia Sant'Antonio previa cessione gratuita al Comune da parte dei Proprietari, con atti pubblici del 23 dicembre 2009. È importante tenere a mente tale data, atteso che ad oggi sono trascorsi ben quattro anni. L'accordo di cessione gratuita era sottoposto a condizione risolutiva espressa secondo cui i lavori di realizzazione della nuova chiesa avrebbero dovuto aver inizio entro il 31.12.2013, pena la decadenza della cessione gratuita delle aree.

Tale condizione prevedeva che la decadenza della cessione gratuita non sarebbe comunque intervenuta se alla data del 31.12.2013 fosse stato approvato il Piano di Lottizzazione di cui fa parte l'area in questione. Il Piano di Lottizzazione è stato presentato nel settembre 2008. Le volumetrie esprimibili dalle aree del comparto, nel dicembre 2011 subirono una variazione (si fa notare che dalla data di presentazione del Piano di Lottizzazione del 2008 trascorsero oltre 3 anni per la variazione delle volumetrie, senza che la vecchia amministrazione intraprendesse alcuna iniziativa).

Cosa accadde: il Consiglio Comunale dell'epoca, nel rispetto delle norme nazionali e di piano Regolatore Comunale, decise di riservare una quota parte di tale volumetria per l'edilizia residenziale pubblica, da sottoporre a bando pubblico di assegnazione. Non mi spiego e mi chiedo per quale ragione, nel 2011, l'amministrazione del tempo non adottò con questa "lottizzazione" i medesimi criteri agevolativi utilizzati per altre maglie urbanistiche. Determinando così una ulteriore penalizzazione per i proprietari che avevano promesso la cessione gratuita delle aree in questione indispensabili alla realizzazione della nuova chiesa. Ne derivò che i proprietari delle aree cedute alla Diocesi, che peraltro avevano mantenuto in capo a se stessi i volumi derivanti dalle aree cedute, per effetto di tale deliberazione si videro ridotta la volumetria di edilizia privata del piano di lottizzazione presentato nel settembre 2008. Nel 2012, al fine di adeguare il Piano di Lottizzazione presentato nel 2008, fu richiesto ai lottizzanti documentazione integrativa che ad oggi non risulta pervenuta.

Solo poco tempo prima della scadenza del termine di fine 2013, la Diocesi di Conversano-Monopoli presentava il 24.10.2013 l'istanza di Permesso di Costruire e il 5.11.2013 l'istanza di autorizzazione paesaggistica, atteso che l'intervento ricadeva in zona assoggettata a vincolo paesaggistico. Tali istanze venivano istruite e sottoposte al parere della Commissione Locale per il Paesaggio in un tempo inferiore ai 30 giorni. I primi di dicembre 2013 la pratica veniva trasmessa alla Soprintendenza per i Beni Paesaggistici per il parere di competenza che viene emesso con nota ministeriale del 19.12.2013.

La Soprintendenza, riguardo al progetto, solleva una serie di questioni attinenti l'impatto paesaggistico e impone alcune prescrizioni di non poco conto. In data 24.12.2013 i tecnici progettisti del Complesso Parrocchiale, per conto della Diocesi trasmettono al Comune di Polignano gli elaborati grafici integrativi che tengono conto delle prescrizioni della Soprintendenza. Nello stesso giorno (24.12.2013) il Comune di Polignano rilascia l'Autorizzazione Paesaggistica e il 27.12.2013. Nello stesso giorno la Diocesi di Conversano-Monopoli presenta al Comune di Polignano a Mare la dichiarazione di riconoscimento di personalità giuridica della Parrocchia di "Sant'Antonio" e nello stesso giorno viene rilasciato il Permesso di Costruire per la realizzazione parziale della nuova chiesa, atteso che l'intero intervento necessita di variante edilizia per adeguarsi integralmente alle prescrizioni della Soprintendenza.

La Parrocchia di Sant'Antonio il 27.12.2013 comunica che i lavori avrebbero avuto inizio il 30.12.2013, quindi il giorno precedente alla scadenza del termine della condizione risolutiva di cui all'atto pubblico stipulato quattro anni prima.

A tutto ciò è seguita la contestazione del mancato inizio nei termini da parte degli originari proprietari e la richiesta da parte di alcuni di Essi di prendere atto dell'intervenuta risoluzione per addivenire alla restituzione del suolo. Sembrerebbe, a detta di alcuni proprietari, che ci fossero stati degli impegni con "attori protagonisti" dell'epoca probabilmente non mantenuti e di cui questa Amministrazione non è a conoscenza.

Dopo questa esposizione dei fatti, che potrebbe sembrare noiosa, carte alla mano è palese l'impegno profuso da parte dell'attuale Amministrazione a fronte di un lungo periodo di "lassismo" di tre anni e dieci mesi dei soliti "attori protagonisti" del passato.
Ciò nonostante, si manifesta la volontà di quest'Amministrazione Comunale di essere parte attiva affinché i Parrocchiani e tutti i cittadini di Polignano possano vedere e fruire il progettato "Complesso Parrocchiale".
Tutto questo per amore della verità e per il rispetto che si deve alla dignità personale e cristiana di ognuno di noi.

Domenico Vitto


RILEGGI I COMMENTI E L'INTERVENTO DEL VESCOVO

Commenti  

 
#58 x bakunin 2014-07-05 11:51
Forse possiamo promuovere la creazione di un centro per la cremazione di tutte le vittime del metodo delle calunnie tipicamente mafioso polignanese. Così sarà pace all'anima dei falsi laici.
O serve altro ancora per distruggere quel piccolo manipolo di persone oneste che hanno tanto lavorato per avere UN ORATORIO (leggesi centro di cultura,di educazione e di formazione dei giovani ragazzi polignanesi). Ormai siamo agli antipodi della democrazia e, forse per il solo potere superiore a noi tutti, E' PROPRIO QUANTO CI MERITIAMO.
O peggio ancora siamo al solito falso perbenismo dei ladri di galline.
Ecco perché poi vincono le votazioni taluni pifferai adusi alle solite faccenducole che proprio tanto lontano risultano dagli interessi pubblici. SELEZIONIAMO VECCHI O GIOVANI .... PURCHE' GALANTUOMINI E COLTI. GIU' LA MASCHERA, BASTA IPOCRISIA, BASTA FALSITA'. CORAGGIO.
 
 
#57 NATALINO 2014-06-25 16:41
Quando il ragionier Vitto tornerà dalla CROCIERA finalmente farà un consiglio comunale per fare un mea culpa sull'argomento?Che faccia tosta quell'uomo..che coraggio ha chi lo difende ancora!!!
 
 
#56 j.f.Kennedy 2014-06-25 14:12
POLIGNANOGRADO non permette l'edificazione di chiese difatti manca solo la statua di LENIN in piazza del resto la Puglia è un SOVIET da circa 10 anni
 
 
#55 bakunin 2014-06-25 08:02
il sociale non è prerogativa della chiesa...e spiegatelo anche all'assessore. quanti non cattolici ci sono a Polignano? avranno anche loro diritto, pagando le tasse, a un posto dove potersi sposare, battessare e ricevere l'estremo saluto? Invece che una chiesa cattolica non si potrebbe erigere un centro intereligioso? o si deve sempre restare chiusi nel proprio "io sono migliore degli altri"...? Un oratorio cattolico taglia fuori tutti coloro che non lo sono, un luogo di tutti no!
 
 
#54 occhiali inbrondo 2014-06-24 20:44
sono totalmente daccordo con linetti. vorrei sapere dal cons. francesco saverio mancini cosa pensa di parco dei trulli.
 
 
#53 I calunniatori! 2014-06-24 16:53
X il post UNPROFESSIONISTA: Ci sarebbe da chiederti, ma li leggi e sopratutto ce la fai a capire quel che scrivo? Vista la tua logorrea ed il tuo motto, con noi o contro di noi, ti lascio al tuo caldo ed acido brodo. Vuoi continuare ad ignorare che procedure e pasticci hanno tanti padri e qualcuno può essere di origine clericale? Sei libero di farlo. Per la "giustizia divina", buona attesa. Il "DE LUCA" ci ha sorpresi non poco: Attento, chiaro e polemico in molte altre occasioni si è perso in un logorroico narrare ed è scivolato sull'otto per mille. L'otto x mille, è indicato in una certa, bassa percentuale, dagli italiani, lo Stato Italiano (lo stesso che per tanti anni ha tutelato e fatto finta di non vedere i Marcinkus, i traffici dello Ior, le vili sepolture, nelle chiese di prestigio del centro di Roma, di fior di assassini "della banda della magliana"), molto allegramente, li ha fatti conteggiare sull'intera platea degli italiani contribuenti. Quindi, premiando in modo discutibile, -truffaldino?- e per qualche miliardo di Euro il Vaticano! Tant'è, che il governo ed i ministeri competenti stanno vedendo come rimediare! Tornando alla chiesa e dintorni, vedere due cattolici di stile lefreviano -degno di miglior causa il De Luca che ci mette la faccia-, indignarsi per qualsiasi critica o domanda si rivolga all'alto clero è, a dir poco, imbarazzante per loro! Domanda: Vi siete connessi con i metodi il merito e lo stile di Papa Francesco? Perché e come mai vi sta bene che un Vescovo, in modo poco analitico e documentato, apra una polemica sull'altare e durante la festa del S. Patrono, e non volete che la stessa persona faccia una conferenza stampa dando spiegazioni e chiarimenti a tutti? Svegliatevi! L'infallibilità non è più un dogma, nemmeno per il Papa! Figuratevi se può esserlo per voi due.
 
 
#52 m. 2014-06-24 15:15
La domanda: come puo`un dichiarato BUON CATTOLICO PRATICANTE usare termini come"pecoroni da macellare,ecc." Come puo` offendere chi ha un diverso pensiero?
 
 
#51 oscar.2 2014-06-24 13:42
Nella logica il paradosso del mentitore è descritto come: data una proposizione autonegante come "Questa frase è falsa", nessuno riuscirà mai a dimostrare se tale affermazione sia vera o falsa;
 
 
#50 oscar 2014-06-24 13:38
«i Cretesi sono bugiardi»
 
 
#49 Carlo De Luca 2014-06-24 08:40
seconda parte del commento.
A me piace ricordare quel che ho potuto constatare di persona nel pieno centro di Stoccolma, nella progredita Svezia poco cattolica e molto …civile, emblema della civiltà moderna che cura il cittadino dalla culla alla tomba, come suol dirsi con un vecchio stereotipo peraltro sempre più vacillante. Davanti all’ingresso dell’oratorio di una chiesa cattolica, ho visto ogni giorno una lunga fila di “cittadini” non solo svedesi che si rivolgeva alla charitas della chiesa cattolica per bisogni alimentari quotidiani. E così accade in tante parti del mondo, compreso i luoghi a noi vicini o vicinissimi. Anche a Bari, o a Napoli, Palermo etc si può vedere quel che ho visto nella civilissima città del nord europa.
E perciò, fosse solo per la carità cristiana, é insostenibile e molto partigiana se non del tutto pretestuosa la tesi di chi vorrebbe eliminare la chiesa di Roma o non vorrebbe una nuova chiesa a Polignano. Ci pensino i polemisti di oggi, anticattolici per partito preso, alle conseguenze del loro furore anticattolico e nella loro opposizione all’edificazione di una nuova chiesa! E pensino a quanto sarebbe opportuno un oratorio per distrarre i giovani dalle tentazioni del…maligno. Uso questa espressione lessicale solo per comodità di sintesi e per non appesantire viepiù questo commento.
E ci pensino i polignanesi, quelli iperprotestanti sempre e comunque e quelli indignati a gettone, anche al fatto che l’erigenda nuova chiesa, dovunque fosse costruita, in prossimità del mare o in quella dei monti, non andrà a gravare sulle tasche di nessun polignanese perché verrebbero utilizzati per trequarti i fondi dell’otto per mille che ogni contribuente cattolico – spontaneamente e liberamente – decide di versare alla chiesa cattolica al momento della dichiarazione dei redditi, e per il rimanente quarto con le contribuzioni altrettanto libere e spontanee di eventuali oblatori.
Bisogna scegliere, ed é tempo di farlo, tra l’irreligione del nulla verso cui sembra avviato questo nostro triste mondo attuale o quella dei nostri padri.
Alla sfera pubblica tocca il compito principale in questa vicenda per tutelare il precipuo interesse cittadino operando fattivamente alla luce del sole, evitando corse affannose all’ultimo momento o rattoppi poco edificanti e non accampando alibi e pretesti.
Ma, come bene ha detto il vescovo, le chiese non si erigono con i consigli dei ricchi e neppure con il teatrino dei potenti di ieri, di oggi o di domani. E meno ancora con una conferenze stampa.
 
 
#48 Carlo De Luca 2014-06-24 08:39
Intervengo nel dibattito in corso a malincuore, considerando la faziosità che ritrovo nella maggior parte dei commenti finora ascoltati o letti, ma il mio dovere di credente cattolico mi impone di farlo. Ricordo la battuta di Sacha Guitry : “Ci sono persone che parlano, parlano…finché non trovano qualcosa da dire”. E purtroppo potendo contare sull’ospitalità dei giornali e con la copertura del più eroico anonimato si scrivono molte parole in libertà se non vere e proprie spiritosaggini demenziali. E in questo caso, per la verità, ravviso più responsabilità in chi dirige i giornali che nei signori che inviano i commenti, per così dire, disinvolti e a ruota libera.
Sull’argomento della nuova chiesa con annesso oratorio, il primo e unico a Polignano, ci sarebbe molto da dire, ma è meglio limitarsi all’essenziale.
Bisognerebbe prima di tutto che ognuno si chieda: é necessaria una nuova chiesa? E se necessaria, quanto costerebbe alle tasche dei cittadini?
Io credo che di chiese ed oratori ci sia un gran bisogno, oggi più di ieri, né vale opporre lo specioso argomento che le chiese del XXI secolo sono sempre meno frequentate.
Sarebbe opportuno forse affrontare questo tema specifico, ma non spetta a me farlo.
Io constato solamente che aneliti ben diversi da materialismo ed egocentrismo, pulsioni verso il sacro e non verso il profano attraversano miliardi di credenti in Cristo e che anche a Polignano i più, la grandissima maggioranza, sono avvinti alla fede dei loro padri. Quanti a Polignano rifiutano, p.e., il funerale cattolico? Nessuno, o quasi nessuno. Quanti rifiutano il matrimonio concordatario? Pochi, veramente pochi rispetto alla grande maggioranza dei matrimoni in chiesa. Quanti bambini non vengono battezzati per scelta dei genitori? Pochi, forse nessuno. Quanti rifiutano la prima comunione? Io credo pochissimi o nessuno. Il che significa, senza dover continuare a lungo con mille altre precisazioni, che di chiesa cattolica c’è ancora necessità.
Le chiese sono poco frequentate? Sì, é vero, ma questo non significa affatto che Il messaggio cristiano sia stato bandito dalle coscienze, forse significa soltanto che le comodità, i passatempi prevalgono sul dovere di andare in chiesa, sulla gioia di incontrare lì dentro il Cristo in croce o sulla necessità di intavolare un rapporto diretto con quella fiammella, con quella lampada rossa che arde in ogni chiesa, anche la più piccola o la più sperduta tra valli inaccessibili, e che indica il più grande dei misteri per un cattolico, l’Eucaristia… A volte invece l’indolenza degli attuali cristiani, conquistati dalla partita di pallone in tv o da altre trasmissioni ammiccanti, indica solo che la pancia é così piena che é meglio continuare a poltrire… “Qualcuno” duemila anni or sono ebbe a dire: non di solo di pane vive l’uomo! Con quel che ne consegue che oggi sembra purtroppo ben poco compreso, a volte anche dai cattolici…
 
 
#47 Centrone Antonio 2014-06-23 15:08
La cosa che fa sorridere è che si continua a parlare di donazione di terreni, quando il Comune, ovvero noi, avremmo dovuto garantire volumetrie....si dona senza ricevere nulla in cambio e poi, perchè riprendermi indietro quello che ho donato? Una donazione del genere la farebbe chiunque, considerato che su quei terreni non si può costruire nemmeno una capanna.
 
 
#46 cercatore 2014-06-23 07:11
Vitto cerca di date un segnale
Non fare solo i c Tuoi
 
 
#45 Monti 2014-06-23 07:02
Vescovo manda un esorcista ,
Tutta la famiglia è impestata ,
Altro che il film la casa
Vedo bisognerebbe intitolarlo la villa dei pacchi
Minino 9!osvar
 
 
#44 UNPROFESSIONISTA. 2014-06-22 19:15
X Post n. 38: Lei certamente è stato impreciso nel primo e nel secondo commento: nel primo non ha espresso alcuna disapprovazione ne al Sindaco e ne alla sua bigotta amministrazione, peraltro con il suo "faccia" ha voluto imporre al Vescovo di organizzare una conferenza stampa al fine di non disturbare, implicitamente, anche la processione dei SS. Medici; nel secondo non ha fatto altro di accusare la mia persona di aver ghigliottinate tante cocuzze durante il periodo della mia "santa inquisizione" e di smettere di fare la "Giovanna D'Arco". Per chiarezza dei fatti è opportuno ricordarle che la sottoscritta non ha mai avuto la prosecuzione delle sembianze della "Giovanna D'Arco" e ne ha mai avuto il periodo di "santa inquisizione". Quindi, senza alcuna presunzione di virtù ne ho giù tanta (anche da vendere) e per quanto concerne ritrovare la strada del paradiso certamente per quel percorso procederà la clemenza di Nostro Signore. Indubbiamente, non sarà il suo suggerimento a non farmi rincorrere più le mie idee ed esprimere opinioni soggettive su talune persone, poichè non sono accecata "da furori talebani", ma pronta a bacchettare chi della "classe", con il suo potere lascivo, vuole appropriarsi e distruggere la libertà altrui, la saggezza del prossimo e la democrazia sociale. Lei, spera tanto che il Vescovo faccia la conferenza stampa e che si rivolga alle "magistrature competenti, io invece non desidero solo la partecipazione della magistratura (competenza lenta), ma anche la corrispondenza della verità e della Giustizia Divina!!! Io non ho difeso la persona di Domenico Padovano, ma colui che rappresenta per mezzo della Chiesa!!!.....Nel mio precedente commento l'ho solo richiamata di rientrare nei ranghi del giusto e di non oltre passare i limiti di tolleranza, ma non ho voluto arrecarle nessuna offesa dandole il sostantivo di Avvocato, mentre lei mi ha dato della "Giovanna D'Arco" e di essere un "Boia", a meno che non ha equivocato persona.....
 
 
#43 Gola Profonda 2014-06-22 18:28
Caro UNPROFESSIONISTA : avessi parlato con i prelati di Polignano, ti saresti reso conto, da solo, che non vedono l'ora che passi l'ultimo anno di mandato ....... oppure leggiti come ha reagito la Comunità della Cattedrale di Monopoli, alle sparate di un Vescovo politico, che sembra dover dare conto più a qualcuno sulla terra che a qualcuno in cielo....
 
 
#42 linetti 2014-06-22 18:27
IL paese delle barzellete. Si doveva costruire una chiesa con annesso oratorio a costo ZERO per la comunità perchè i soldi li metteva tutti la CEI. Ripeto a costo zero. Siamo velocissimi ad approvare speculazioni edilizie come quella di Parco dei trulli che porterà solo milioni di euro all'imprenditore. I polignanesi non possono farsi una villetta e poi arrivano questi e stendiamo il tappeto rosso. Perchè? Perchè sindaco, Colella, Lomelo avete alzate le barriere quando eravate opposizione a Bovino e oggi siete pronti a votare? Ci direte sicuramente che il campo da golf non si farà e allora? le ville invece di 250 saranno 150. E allora? Poco mi importa che la regione ha approvato il piano. Il territorio è nostro e lo gestiamo noi non Vendola o la Barbanente. Perchè il PPTR non ha previsto un vincolo in quella zona adiacente a Grottole?
 
 
#41 Guest 2014-06-22 18:23
La questione principale è una: Sindaco Vitto, perché sono variate la cubature venendo meno ai patti? Questa è la vera domanda la cui risposta ci farà capire molto.
 
 
#40 zecca 2014-06-22 17:37
GENTILISSIMI POLIGNANESI, VI SIETE MAI CHIESTO SE UN SIGNORE (RAG.VITTO) CHE ALLA FINE DELL'ANNO FA UN BILANCIO DEGLI INTROITI E DELLE USCITE ,LO DENUNCIA AL FISCO E PER CORRETTEZZA ,COME LA LEGGE VUOLE,DICHIARA CHE LE USCITE SONO SUPERIORI ALLE ENTRATE DI CIRCA 6000 EURO (E' UFFICIALE)....VI CHIEDETE O NO COME FA AD ANDARE PURE IN CROCIERA CON TUTTA LA FAMIGLIA ???? A MENO CHE UN GRATTA E VINCI.....LA FORTUNA VA SEMPRE AGLI STESSI ......CHE CULO !!!
 
 
#39 Azapp 2014-06-22 15:56
Ma cosa ci si può aspettare da un sindaco "assessore al turismo" che nel pieno del periodo turistico abbandona il suo ruolo e va in crociera con la propria famiglia ??? Per le figure di merda siamo solo all'inizio , chissà quante ne vedremo ancora.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI