Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

Sant'Anna Vagno: Matteo Colella denuncia tutto al Prefetto

consigliere matteo colella polignano

 

 


Sant’Anna Vagno: “La Di Turi parla molto con il sindaco, ma noi non abbiamo avuto nessuna risposta”

 


L'operazione casa di riposo a Sant'Anna Vagno torna a far discutere. Il manifesto pubblico del consigliere dissidente, Gianpiero Mancini ha scatenato un putiferio. Pioggia di commenti su Polignanoweb.it . Inoltre, pare che qualcuno si stia adoperando per querelare il consigliere, che ha rivolto un duro attacco ai metodi amministrativi di questa maggioranza facente capo al sindaco Vitto. Perché querelare un consigliere che fa solo il suo dovere? Intanto, anche il consigliere dell’opposizione Matteo Colella si sta muovendo per far luce nell’ambito della trasparenza e ha scritto al Prefetto.

Consigliere Matteo Colella, perché ha intrapreso questa battaglia sulla trasparenza? Cosa vuole che gliene importi alla gente se gli atti sono pubblicati o meno online?

“Gli interessa eccome, perché se la pubblicazione degli atti non è efficace o peggio non ci sono, interi procedimenti possono essere illegittimi. Questo è il punto della questione, io questo ho sollevato nel caso della variante PRG per la residenza Sant'Anna. Ma la cosa riguarda tutti gli atti urbanistici, compreso la pista ciclabile. L'eventuale inefficacia degli atti, rischia di compromettere l'intero intervento che io reputo assolutamente utile per la collettività. E la poca trasparenza di questa Amministrazione rischia di fare danni anche agli stessi imprenditori”.

Nel merito, il problema quale sarebbe?

“Secondo l'articolo 39 del D.Lgs 33/2013 cosiddetto Decreto Trasparenza, tutti gli atti di governo e pianificazione del territorio devono essere pubblicati in internet sul sito Amministrazione Trasparente sotto sezione pianificazione e governo del territorio. Lo stesso articolo di legge dice che la pubblicità degli atti è condizione per l'acquisizione dell'efficacia degli atti stessi. Io questo chiedo, sapere se gli atti sono efficaci o meno. Ed è per questo che ho scritto al Prefetto”.

Ma in questa sezione online, gli atti di cui parla sono pubblicati…

“Sono stati pubblicati dopo le mie interrogazioni, come hanno anche dimostrato altri organi di informazione locale. Quindi resta da capire se gli atti adottati precedentemente sono efficaci o meno, o se bisogna rifare tutto l'iter burocratico da capo. Queste mancate risposte non mi hanno
permesso di esprimere un voto al Consiglio comunale che ha approvato definitivamente la variante Sant'Anna”.

Neanche le risposte della dirigente Di Turi le sono bastate?

“Quali risposte? Io non ne ho avute, a quanto pare lei parla molto con il sindaco, che si dice tranquillo… beato lui, e con i giornali, con risposte scomposte. Ora ha risposto anche al Prefetto, che le aveva chiesto chiarimenti, facendo solo una cronistoria parziali dei fatti accaduti. Anche qui nessuna risposta su atti pubblicati dopo le mie interrogazione e per i quali io ho forti dubbi di legittimità. Infatti la segretaria comunale al Prefetto non ha mandato la prima delibera il cui schema non è stato pubblicato prima dell'adozione come lei stessa ha certificato riferendosi alle mie prime interrogazioni, alle quali lei ha risposto che gli atti non erano pubblicati nell'apposita sezione, scrivendo poi ai dirigenti dell'ufficio tecnico. Sia chiaro, io alla Di Turi non muovo nessuna accusa, se c'è qualcuno che ha sbagliato sta all'ufficio tecnico. E la loro condotta rischia di fare gravi danni al Comune e agli imprenditori. Piuttosto alla Di Turi ricordo una sentenza della Corte dei Conti, la n. 40/2013, la quale leggo testualmente dice “è fuori di dubbio che il segretario comunale abbia il preciso obbligo giuridico di segnalare agli amministratori le illegittimità contenute negli emendanti provvedimenti, al fine di impedire atti e comportamenti illegittimi, forieri di danno erariale”. Mi sembra tutto chiaro quindi”.

Il succo politico della vicenda, qual è?

“È semplice. Chi professava la trasparenza, il palazzo di vetro, l'aria pulita al Comune, alla prima
vera occasione si è dimostrato quello che è. Opaco, incapace di dare risposte, abituato a trattare gli amici in un modo, ed il resto dei cittadini in altro. Se questo centro sinistra era il nuovo, io preferisco il vecchio. Ecco perché alla gente interessa eccome tutto quello che questa Amministrazione fa, e la poca trasparenza che usa nel farlo”.

 

CLICCA QUI PER RIVEDERE IL MANIFESTO DI GIANPIERO MANCINI

 

Commenti  

 
#6 Un cittadino 2014-03-22 09:21
E' tutto un gioco che si ripete negli anni........................
 
 
#5 m. x 3 2014-03-21 21:49
UTOPIA .....purtroppo....
 
 
#4 8 marzo 2012 2014-03-21 17:14
Destra e sinistra insieme in un balletto senza fine, si scambiano i ruoli ogni volta ma loro sono uguali e simili sia se sono maggioranza e sia se sono minoranza, non c'è vergogna per loro.
 
 
#3 X Colella-Mancini 2014-03-19 19:48
Approvo e condivido tutto quanto espresso dal comm. n° 1. Parlate, parlate al vento di denuncia e denuncia, ma non fate un cavolo di niente perchè non volete fare un Kazz di niente. La politica che state usando è solo pubblicità del Kazz.....Sapete cosa significa il vostro comportamento? istigazione e protezione alla maggioranza. Per i reati così gravi non si denuncia al Prefetto ma bensi è necessario rivolgersi direttamente alla Procura della Repubblica. Matteo, Giampiero il vostro comportamento è solo pubblicità politichese. Quando si ha il coraggio di denunciare si denuncia alle Autorità competente e non al Prefetto. State solo facendo la politica personale e non a tutela dei cittadini polignensi....Vergognatevi....a tutti maggioranza e opposizione vergognatevi andate a casa e basta ci avete rotto le pall....
 
 
#2 IATTURA 2014-03-19 17:26
Matteo, vai avanti per la tua strada e non lasciare che ti intimoriscano. Tutto quello che hanno detto dall' opposizione, lo hanno completamente dimenticato, perciò meritano di essere trattati come spergiuri, quindi dovrebbero "dimettersi". Siccome non lo faranno MAI perchè sono troppo attaccati al potere, dovrete fare di tutto per mandarli a casa e liberare il Paese da questa IATTURA che sta arrecando danni incalcolabili alla nostra cittadina, che non si possono più vedere, tollerare, sopportare e consentire oltre.
 
 
#1 x opposizione 2014-03-18 12:26
Vorrei capire dove sono le denunce famose dell'opposizione, dov'è tutto lo scandalo e i fascicoli promessi
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI