Il manifesto "Scandaloso" di Gianpiero Mancini. Duro attacco a Vitto

manifesto gianpiero mancini casa di cura sant'anna vagno



L'operazione Sant'Anna torna a far discutere. Dopo le nostre analisi e le critiche sull'affaire casa di cura a Sant'Anna Vagno, il consigliere dissidente Gianpiero Mancini ha riacceso i riflettori con un manifesto pubblico destinato a far discutere non poco. Un duro attacco rivolto ai metodi amministrativi di questa maggioranza facente capo al sindaco Vitto.

L'Affare. La casa di riposo sarà realizzata dalla Cienne Costruzioni di Polignano, su terreni acquistati dal proprietario, Antonio Casalicchio, dell’azienda ortofrutticola che alle ultime elezioni comunali avrebbe sostenuto l’amministrazione in carica. Azienda di cui il vicesindaco, Paolo L’Abbate, è pure dipendente. La casa di riposo sarà costruita e gestita dalla Cienne, in ATS (Associazione Temporanea di Scopo) composta dalla cooperativa “San Salvatore” di Castellana Grotte. Alla Cienne spetta il 98% delle quote, il rimanente 2% alla “San Salvatore”.

La variante è stata oggetto di divisione non solo tra opposizione e maggioranza, ma anche interne alla stessa amministrazione. Molti si domandano: perché a Cienne e Casalicchio si, invece per gli alberghi a Santa Caterina non fu concessa la variante al PRG? È un’amministrazione che utilizza il metodo del due pesi e due misure: agli amici tutto è concesso, in questo caso il vero affare è determinato dalla vendita dei terreni e dalla variante stessa.

Eugenio Scagliusi (consigliere dell’opposizione) si sfogò così su facebook: “Il senso dello Stato, come quello della "comunità", viene ormai costantemente sopraffatto da egoismi e speculazioni. Anche a livello locale, quando si propongono "varianti" che, dietro iniziative sociali, nascondono importanti interessi economici.”

Ecco il manifesto integrale di Gianpiero Mancini:

manifesto gianpiero mancini casa di cura sant'anna vagno polignano