Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

Vitto accende il forno. Aria di Rimpasto? Focarelli: "Non serve"

Angelo Focarelli sta per formare un gruppo indipendente

Da La Voce del Paese, in edicola dal 21 febbraio.


Durissimo il consigliere di maggioranza Angelo Focarelli che sta per formare un gruppo indipendente

“Non serve il rimpasto. Per cambiare, uno deve nascere di nuovo”

 

Voci di rimpasto circolano a Palazzo di Città. La forneria Vitto sta per essere inaugurata e ci sarà da rimpastare e sfornare. Sarà vero, sarà falso? In ogni caso, il sindaco prometteva una virata a metà mandato. Non ci siamo ancora: mancano pochi mesi. Ma l’immobilismo, l’inerzia, i consigli rimasti lettera morta, le promesse mai mantenute, l’incompetenza e la scomparsa degli assessori, la gestione clientelare, l’assenza di programmazione, le richieste continue dei consiglieri, i ricatti, le trame… tutto questo è abbastanza non per un rimpasto, ma per scenari ancora più apocalittici.

“Vedrete, farà qualche proposta a Salvatore, per non perderlo, e tenterà di avvicinare i dissidenti del Partito Democratico (Focarelli). Sicuramente toglierà il bilancio a Marilena Abbatepaolo che non ce la fa più con gli impegni che ha a scuola, ed è praticamente scomparsa”. Questo è quanto riferisce un autorevole e beninformato.

Naturalmente abbiamo contattato il consigliere dissidente del PD, Angelo Focarelli, il passionista che ha perso ormai le speranza in un possibile cambiamento e che annuncia la formazione imminente di un gruppo indipendente.

E se rimpasto sarà? E se Focarelli fosse tentato? Angelo lo esclude categoricamente. “Non è questione di rimpasto. Il problema è che ci vuole un nuovo programma. Il cambiamento si vede nei fatti, non cambiando facce o accontentando chicchessia”.

Come mai lei e Gianpiero Mancini non avete fatto mancare il numero legale nell’ultimo consiglio comunale?

“Prima di cominciare i lavori, ci avevano detto che Salvatore Colella doveva assentarsi poiché era stato chiamato urgentemente per motivi familiari. Un suo parente stava poco bene. Perciò al momento dell’appello non me la sono sentita di far mancare il numero legale, non avrei mai approfittato di una situazione così delicata. Allo stesso modo ha agito il consigliere Mancini. Io mi occupo di sport, e quando un giocatore è a terra, si mette la palla in rimessa laterale”.

E se non ci fosse stato questo problema di famiglia?

“Probabilmente avremmo fatto mancare il numero legale, in considerazione del fatto che non siamo stati invitati all’ultima riunione di maggioranza. Nell’ultimo consiglio comunale hanno dimostrato che ci tengono molto poco agli argomenti all’ordine del giorno, in quanto per ben tre quarti d’ora erano presenti appena cinque componenti della maggioranza. Solo grazie alla nostra presenza si è potuto tenere il consiglio”.

Ma perché non si dimette? Ormai non condivide più nulla di questa maggioranza. E le sue condizioni poste prima di Natale, proprio da questa colonna, non sono state mantenute. Ricorda? Il bilancio di previsione doveva essere approvato a gennaio 2014…

“Che senso ha andare all’opposizione? Non siamo opposizione perché facciamo proposte positive. Sono loro che ci stanno allontanando. Vanno avanti con i numeri, ma non hanno nessuna idea. Non stanno brillando nemmeno come presenza in municipio. Venerdì 14 febbraio sono stato in comune e ho trovato le stanze vuote. Non c’era nemmeno un assessore. Ho trovato il settore Servizi Sociali alle prese con problemi gravi di affitti per i meno abbienti. A tal proposito, Gianpiero Mancini ha scoperto che il comune di Polignano ha messo in posta solo 5mila euro da sommare a un contributo regionale di 20mila. Mentre Conversano ha speso 25mila euro e riceverà dalla regione ben 60mila euro. Nei Servizi Sociali abbiamo forato alla grande””.

Intanto la differenziata vola…

“E che c’entra? Grazie ai Polignanesi vola. Io e Gianpiero abbiamo presentato ben 10 interrogazioni riguardo lo spazzamento e la pulizia del paese. Non abbiamo ricevuto alcuna risposta. I cittadini pagano un servizio che la ditta, inadempiente, non fornisce. Ho chiesto i formulari con le fatture e i quantitativi di rifiuti raccolti, ma non li ho mai ricevuti. Dove sono?”.

Ma voi dissidenti, in che fase siete?

“Stiamo cercando, per l’ultima volta, di far aprire gli occhi all’amministrazione. Con gli amici a noi vicini ci incontriamo ogni settimana e studiamo tutti gli atti e i problemi del paese”.

Ma non è troppo tardi? Sono passati due mesi, e non vi danno ascolto…

“Infatti, per cambiare uno deve nascere di nuovo. Non ci sono più le condizioni per il cambiamento. Ecco perché ribadisco, non serve un rimpasto. La maggioranza si sta logorando nel tentativo di fare qualcosa. Qualsiasi cosa si faccia, si va sempre in emergenza, perché non c’è un programma. Tutti gli appalti sono in perizie di variante. In alcuni casi si vogliono perfino cambiare i progetti in corso d’opera (vedi parco giochi Pinocchio). Le perizie servono ad esaurire il budget, e possono essere anche un modo per manipolare gli appalti, oltre che per lavorare in complicità con le ditte, che poi fanno lavori gratis e vincolano la parte politica (vedi la strada gratis a Quintavalle). Queste sono cose che si facevano in passato. Ho scoperto che nell’ultima giunta, pochi giorni fa, sono state approvate delibere con l’assenza dell’assessore del PD, Marilena Abbatepaolo (ormai scomparsa, ndr). È gravissimo, perché si fanno atti di programmazione o di indirizzo senza il primo partito della maggioranza”.

Tanto c’è il sindaco del PD…

“Un conto è il sindaco, altra cosa è il partito, che deve conservare una sua autonomia di proposta e di controllo. Come vedi, il problema più grosso di questa maggioranza è il mio partito, che si dimostra assente non solo politicamente, come proposta e programmazione, ma ora anche nelle riunioni di giunta”.

Commenti  

 
#2 jmix 2014-09-08 10:17
bel gesto di focarelli....ma l'amministrazione non ha bisogno di uomini che si mettono prima da parte...poi vogliono essere invitati nonostante remino contro...credo che davvero non sappiano piu come muoversi per attirare le telecamere!apprezzino cio' che finora ha fatto di buono l'amministrazione (dalla piazza la parcogiochi, al servizio indifferenziato,i lavori in cantiere del sottopassaggio)..m spiace ma la politica fatta cosi' fa solo danno ai cittadini ed a nessun altro...
 
 
#1 Comunicazione 2014-03-02 03:21
Ci scusiamo per l'inconveniente. Nell'articolo "Vitto accende il forno...Focarelli: non serve a nulla" abbiamo riscontrato un errore di sistema. Da questo momento sarà possibile commentare la notizia.
Grazie,
La Redazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI