Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

Viaggio nell'inferno della Terra dei Fuochi: tutte le FOTO

Il gruppo di polignanesi al parco di Scampia, costruito 5 anni fa e già decandente

Ma l'Assessore dimentica la nostra Terra dei Fuochi, in contrada Martucci.

 

In edicola, su "La Voce del Paese", da venerdì 31 gennaio, troverete il reportage con gli articoli relativi alla visita dei Polignanesi a Scampia e alla Terra dei Fuochi, organizzata domenica 26 gennaio dall'Assessore ai Servizi Sociali, Paolo Mazzone.

Intanto, è di poche ore fa la notizia della presenza di vore in discarica Martucci, dove anche Polignano conferisce i rifiuti, e che si trova ai confini con le nostre campagne. La discarica Martucci è sotto sequestro, e come abbiamo dimostrato in una nostra inchiesta del novembre 2012, è stata gestita con la connivenza di esponenti di spicco della mafia Barese e della politica nostrana.

All’incontro con l'oncologo Marfella, tenutosi a Casal di Principe, l’Assessore ai Servizi Sociali si è tanto vantato della raccolta differenziata di Polignano, ma non ha fatto neppure un cenno alla nostra “Terra dei Fuochi”, non seconda per gravità e per metodo di gestione. Peccato, è stata un’occasione mancata, per rompere il muro di omertà. 

Il gruppo di polignanesi al parco di Scampia, costruito 5 anni fa e già decandente

Commenti  

 
#5 trasparenza 2014-02-02 12:39
La gita caro assessore la devi fare insieme con il Sindaco tra le famiglie di Polignano per renderti conto della poverta' che ce in giro altro che scampia. Lo sai che ci sono famiglie che hanno ritirato i figli dalla mensa che non possono pagare il bolletino mensa, lo sai che ci sono famiglie con la luce staccata che non pagano le bollette da due mesi infatti neanche il vostro presidente puo' fare niente. Queste sono le cose cje vogliamo vedere caro assessore altro che le feste le gite.
 
 
#4 belin 2014-02-02 12:17
non si diceva una volta che a polignano i casi di tumore erano superiori alla media,?
era vero o una bufala?
 
 
#3 Stet a dorm 2014-02-01 19:46
Commenti 1 e 2: Lui, è uno che segue le mode di certo andazzo politicante: Prima Verde e di Lomelo, e, finché gli ha fatto comodo, non ha visto che il suo A. R. era ormai divenuto casta ben retribuita e con relativo e scandaloso vitalizio a vita! In seguito, è passato con D. M. a fare il vendoliano (e finge e/o non vuol sapere, che il secondo, prima socio e compare dell'Ass. R., fu nominato ed è, ancora!, Cons. d'amm.ne di un istituto di ricerca scientifica sanitaria, con lauto ed ottimo stipendio da migliaia di Euro al mese, senza essere nemmeno infermiere! Non si può estrarre sangue dalle rape e coraggio di fare, agli opportunisti!
 
 
#2 vieniviaconme 2014-02-01 17:38
Egregio assessore, organizzare certe gite in certi posti,non c'è bisogno di fare foto ricordo tutti sorridenti.Bisogna rispettare con assoluta riflessione la realtà di quella società.La smetta di mettersi sempre in prima fila,faccia a meno del suo protagonismo e cerchi di risolvere tanti problemi sociali che affligono la nostra cittadina.E' mai andato a vedere o far visita ai concittadini che vivono nelle periferie di Polignano a Mare.Faccia una gita da solo,vedrà che troverà tante realtà che certamente la faranno riflettere e se il caso farla dimettere.
 
 
#1 Caro mazzone 2014-01-31 09:57
Caro Mazzone,
sarà pure lodevole la tua iniziativa, ma mi auguro che TU VOGLIA IMPEGNARTI sui problemi "sociali" della tua Comunità. Certo napoli e dintorni non se la passano certo bene, ed è giusto "rifletterci su" ma è su POLIGNANO che devi concertarti, Caro Assessore. Evanescente e impalpabile è quanto da te prodotto in questi mesi. Certo sei stato abbandonato anche dal tuo Consigliere comunale di riferimento (fallimentare l'incisività di Sinistra ecologia e Libertà di Polignano)ma questa non è certo una buona scusa per alzare bandiera bianca sui problemi legati al disagio, alla povertà, ai disabili della tua comunità per "battersi il petto" per le storture ataviche partenopee.
Se poi non sei in grado di produrre niente, continua con le gite. Una cosa buona sarebbe fermarsi a pensare per poi DIMETTERSI.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI