Amministrazione di arroganti e spocchiosi. Opposizione inesistente

gialluisi-cittadinanza

Riceviamo e pubblichiamo una lettera a firma di Giuseppe Gialluisi.

*****

I contributi e le riflessioni critiche che da tempo vengono fatte da tanti, condivisibili o meno che siano, affrontano temi politico-amministrativi del paese, continuando a non ottenere risposte! Un silenzio che sa di arroganza e spocchiosa sicumera (altre coalizioni e Sindaci, per la loro protervia, l'hanno pagata cara al voto successivo).

Inutile girarci intorno: La coalizione di centro-sinistra si propose, con una roboante campagna elettorale, come alternativa e di rottura con il passato, ma ha, sin qui, tradito e fallito quegli impegni! Ora, facendo di necessità virtù, provano a barcamenarsi fra dirigenti non ridimensionati e non messi in riga - ieri hanno dovuto approvare, per la seconda volta in Giunta, il bilancio - ; pattumelle che daranno più problemi di quanti ne risolveranno; la caotica e pasticciata realizzazione del progetto di piazza A. Moro; l'elettrodotto e le relative responsabilità; Il NO al Parco dei Trulli - Il segretario locale di Sel, intervistato (da La Voce del Paese-Polignanoweb, ndr) ha detto "la nostra posizione resta ferma e contraria al progetto di partenza presentato in passato" (quindi favorevoli a progetti successivi!, altro che no alle colate di cemento e difesa del territorio! ndr).

Il P.D. tutto, i Verdi, Sel e quel che ne resta, le liste civiche varie, riflettano e parlino chiaro, se ne sono capaci, provando a recuperare credibilità ed un diverso modo di operare in trasparenza. Fare una assemblea almeno con i simpatizzanti e sostenitori della appena trascorsa campagna elettorale amministrativa, no? Passata la festa gabbato lo santo?

P.S. Potete non condividere quel che scriviamo, però riflettete sul fatto che nel giro di pochi mesi state perdendo: Pezzi di maggioranza, la pazienza e simpatia di quanti vi hanno sostenuto, ed ancor più grave, state facendo rinvenire una opposizione tramortita dai risultati elettorali e quasi inesistente in Consiglio Comunale.

Gialluisi Giuseppe Sante