Domenica 16 Giugno 2019
   
Text Size

Musa può restare al suo posto. Il comune vince il ricorso

Musa  

Il ricorso del Comune di Polignano presentato sul caso Musa è stato accolto favorevolmente dal Consiglio di Stato. L’architetto potrà restare a capo del settore Urbanistica del Comune di Polignano. Questa volta la strategia legale ha dato ragione all’amministrazione. Naturalmente attendiamo la pubblicazione ufficiale della sentenza.

Gli antefatti. Il 28 agosto 2013, il TAR Puglia, in Camera di Consiglio, sospendeva l’incarico assegnato all’architetto Giovanni Musa dal Comune di Polignano, incarico affidato a mezzo bando pubblico, ritenuto illegittimo dopo il ricorso presentato dall’ordine degli ingegneri della provincia di Bari. A Musa era stato affidato il settore Urbanistica del comune di Polignano, in qualità di “Funzionario D/3 Responsabile Struttura Autonoma Edilizia ed Urbanistica”.

L’11 settembre il colpo di scena. Il Consiglio di Stato sospende in misura cautelare l’ordinanza del Tar, quindi Musa torna al suo posto, in attesa del verdetto del 22 ottobre, emesso ieri. 

Commenti  

 
#23 DA PALAZZO 2013-11-11 15:11
MUSA E' IN PARTENZA
 
 
#22 indignato 2013-11-05 19:24
Ma fategli risolvere i problemi per i quali è stato scelto. Tutto il resto è noia.
 
 
#21 Azzeccagarbugli 2013-10-28 10:41
Dall'intervista mi pare evidente che:
-o il Sindaco non ha letto la sentenza;
-oppure l'ha letta ma non ha capito niente.

Io propendo per la seconda, ma il risultato non cambia
 
 
#20 Help 2013-10-26 13:47
Qualcuno spieghi per bene al sindaco la sentenza, altrimenti lo stesso va in tv a dire cazzate.
 
 
#19 x Puntini 2013-10-26 11:57
Caro commentatore Lei somiglia molto al sindaco Vitto che và in televisione goffamente a dire bugie ... e non solo per questo caso. La sentenza stabilisce che la questione sia discussa nel merito, e sollecitamente, al T.A.R. Puglia. Questo significherebbe semmai il rischio per il Comune di soccombere laddove è già stato bacchettato. Sarebbe più opportuno usare cautela e buon senso. Ma tutto questo non appartiene agli attuali amministratori ... tanto pagherà sempre Pantalone. Ma gli andrà bene ? e se succede il contrario pagheranno i poveri cittadini come è accaduto fino ad oggi ?
 
 
#18 xilsindaco vitto 2013-10-25 17:05
caro sindaco, dopo la tua intervista , se il TAR ti dà torto devi dimetterti!!!!
 
 
#17 x Puntini 2013-10-25 17:02
Solo a Polignano siamo capaci a trasformare un NON PRONUNCIAMENTO per una vittoria del Comune.
Ma dove lo hai trovato scritto che il Consiglio di Stato ha dichiarato legittimo il bando? Non hanno per nulla valutato il merito, demandandolo al Tribunale competente.

Voler far passare una cosa per un'altra è patetico ed ancora più paradossale è vedere giornalisti che scrivono notizie e titoli solo per sentito dire da gente ovviamente di parte.

Trovatevi un lavoro serio se non sapete o volete leggere le carte.

La sentenza dice tutt'altro.
 
 
#16 u fatue 2013-10-25 16:29
Musa si, Musa no, Musa ci ispira o Musa cospira... Mettiamo che Musa sia arrivato dove é arrivato "aiutato" da una restrizione forzosa dei requisiti soggettivi del bando (lo dovrà decidere il TAR, se ne parla tra un annetto). Ma quanti architetti in cerca di lavoro abbiamo in giro? Mica concorreva da solo, no? OVVIO che le cose fatte per bene devono aprire alla massima potenzialità possibile del mercato, quanto a qualità, ma proprio per questo io guarderei al passato prima, e poi mi chiederei, per il futuro: Se se ne andasse Musa, quante probabilità avremmo che arrivi uno più capace - non di lui, escludiamolo per un momento - ma di quelli che ci sono stati prima di lui? In base a quello che si vede guardando indietro, lascio giudicare a ciascuno in autonomia... PS: Sto Musa non lo conosco, ho solo visto qualche suo lavoro nella mansione che svolge e mi pare che non sia ne' un cattedratico invasato (stile tipico architetto, non me ne vogliano gli architetti che leggono) nè un cialtrone politicante intriso di chiacchiere vuote. Se poi abbia fame anche lui e quanta, questo lo si può vedere solo vivendo.
 
 
#15 Ponzio Pilato 2013-10-25 13:04
Mi dispiace Direttore dire che il comune abbia vinto il ricorso mi sembra un po' troppo, forse con mille arguzie la nostra politica è riuscita a far prendere atro tempo in quanto il deliberato del Consiglio di Stato così cita:
Considerato che la questione controversa relativa alla riserva a favore della sola categoria degli architetti dell’incarico di funzionario D/3 richiede l’esame nella più consona sede di merito;
P.Q.M.
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)
Accoglie l'appello (Ricorso numero: 6692/2013) ai soli fini della sollecita fissazione del merito;
Ordina che a cura della segreteria la presente ordinanza sia trasmessa al Tar per la sollecita fissazione dell'udienza di merito ai sensi dell'art. 55, comma 10, cod. proc. amm.
infatti non dà vittoria a nessuno e
Compensa le spese della presente fase cautelare.
il commento spontaneo è che il Consiglio di Stato ha preso atto delle ragioni degli ingegneri demandando al merito.
Solo Ponzio pilato seppe far meglio
 
 
#14 bravo 2013-10-24 22:07
senza alcun dubbio Musa è un bravo tecnico.Gli hanno fatto fare solo una brutta figura per quel bando sbagliato. Caro direttore legga bene la sentenza, il comune non ha vinto nulla perchè tutto è stato rimandato al Tar.
Mi chiedo perchè vitto spende i soldi (nostri) per pagare l'avvocato del suo staff che non ne sta azzeccando una.
 
 
#13 Puntini 2013-10-24 12:41
il consiglio di stato ha dichiarato la legittimità del bando attraverso il quale Musa è stato reclutato. Non c'è stato lo sbandierato abuso. Ora ricucitevi le vesti che vi eravate strappate e lasciamolo lavorare, poi giudicheremo. Poi se lui vuol far rispettare le norme, come in questo paese non succede molto spesso, non è una questione di intelligenza, ma di correttezza (mi stava scappando onestà!, ma è una parola ancora grossa) e se a qualcuno non sta bene, perché le norme si possono aggirare, allora il problema non è Musa, ma l'interesse criminoso di qualcun'altro.
 
 
#12 un momento 2013-10-24 11:03
direttore pubblica la sentenza, visto che non credo che l'interpretazione data sia giusta. grazie
 
 
#11 belin 2013-10-24 09:20
finalmente togliamo il baffone che combina guai solamente o non fa nulla lasciando tutto in stand by
 
 
#10 innominato 2013-10-24 08:11
A QUANTO PARE ,PER I NON ADDETTI AI LAVORI, SEMBRA CHE L'ATTUALE AMMINISTRAZIONE ABBIA ACQUISITO, QUELLO CHE CALCISTICAMENTE SI DICE,IL FUORICLASSE..(MA SE ERA TALE PUO' ESSERE CHE NON LO PRENDEVA NESSUNO?)..PURTROPPO DI GRANDI BLUFF, LA NOSTRA STORIA NE E' PIENA....IL PROBLEMA SI PONE DOPO ...CIOE', SE DOVESSE ESSERE UN FIASCO....NESSUNO SE NE FARA' CARICO..MA SE DOVESSE ESSERE UN BUONO...TUTTI....IL MERITO E' MIO...CON UN SOLO VERO PROBLEMA ..A PAGARE SONO SEMPRE GLI STESSI... I CITTADINI COMUNQUE SIA....MHO CH VIN
 
 
#9 brutta copia 2013-10-23 23:25
Direttore non è che se un altro giornale locale riporta una cavolata, deve ricopiarla pari pari.
Il comune non ha vinto una mazza. Ma come le leggete le carte. Oddiosanto!!!!!!!!
 
 
#8 avvocato 2013-10-23 23:13
Si vede che stavolta il ricorso non l'ha scritto l'avvocato di vitto
 
 
#7 x 5 ***** 2013-10-23 18:45
Pecunia non olet...Musa potrebbe recuperare Monopoli e Fasano ma i migliori arrivano sempre qui!Tutti cervelloni...allora risolleva il q.i. di qualcuno....tanto di stelle e di stalle ce ne sono tante...
 
 
#6 Ignorante orgoglioso 2013-10-23 17:30
Su cento cose fatte (o non fatte), almeno (all'amministrazione ),gliene è riuscita mezza!!!Auguri al fortunato!!!
 
 
#5 m . 2013-10-23 17:12
tanti auguri per altri 4 anni.
 
 
#4 Divertente 2013-10-23 16:46
Direttore, faccia la cortesia di mettere il link della sentenza del Tar ed i commenti che seguirono.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI