Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

Domenica prossima in piazza, in difesa della Costituzione

Gli attivisti del Movimento 5 stelle Polignano R-Evolution

Appuntamento a Bari e Polignano del MoVimento 5 Stelle contro la modifica dell’art. 138 per informare e rendere consapevoli tutti i cittadini


È l’articolo cardine su cui si poggia l’intera Costituzione italiana, l’articolo che ne regola le modifiche ovvero la chiave di volta per fare della legge suprema del popolo tricolore quel che si vuole. Parliamo dell’art. 138 sulla cui discussa modifica il MoVimento 5 Stelle sta lottando in questi giorni in Parlamento.

“Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione. Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o 500mila elettori o 5 Consigli regionali.

La legge sottoposta a referendum non è promulgata, se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi. Non si fa luogo a referendum se la legge è stata approvata nella seconda votazione da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti”.

E per fare informazione e rendere consapevoli tutti i cittadini, sia sabato a Bari (dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 21.00 in corso Vittorio Emanuele II presso il Palazzo dell’Economia) sia domenica mattina a Polignano (dalle 9.30 alle 13.00 in piazza Aldo Moro) gli Attivisti del MoVimento 5 Stelle hanno accolto l’invito lanciato dal blog di Grillo per manifestare contro la modifica dell’articolo cassaforte che stabilisce come si cambia la Costituzione.

“I partiti vogliono stracciare la Carta per passare al presidenzialismo – dichiarano gli Attivisti – ma noi faremo sentire la nostra voce e quella di tutti i cittadini con l’unica arma in grado di sconfiggere la Casta: l’informazione!”.

Commenti  

 
#3 Olis47 2013-09-05 19:39
La maestra parla di proprietà, anguria bianca parla di Vitto, già che concorda con la maestra, dell'argomento in questione nemmeno l'ombra! mah!
 
 
#2 Olis47 2013-09-05 16:05
Io ho già aderito convintamente alla raccolta firme del "Fatto Quotidiano" firmando su quel giornale via internet, perché un Parlamento di nominati deve stare alla larga dalla ns. Costituzione
scritta dai nostri padri costituenti quelli veri del 1946-1948.
 
 
#1 mgaun bianc 2013-09-05 14:09
vai a casa vitto sei la rovina di polignano
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI