Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

Rivolte e malessere: i sintomi di una cattiva amministrativa

Vitto Paolo L'Abbate Bartolo e amici in barca - Copia

Tratto da "La Voce del Paese", in edicola a Polignano da giovedì 29 agosto.

 

 

Rivolte al parco, malessere nei quartieri, Pip, Piano di zonizzazione e tanto altro

La barca dell'amministrazione Vitto sta affondando?

 

Il malcontento è servito. Questa amministrazione sta mettendo gli imprenditori l’un contro l’altro armati. O sei con loro, o sei fuori dal tunnel del divertimento. Patrizi e plebei, eletti e non eletti, triumviri (Vitto, Colella, Lomelo) e questuanti, ex di tutto, a caccia di un assessorato per i loro amici o di ulteriori incarichi e poltrone. Il “ciambotto” politico (cit. di Emiliano, a proposito dell’Amgas…) è fatto e sta avendo ripercussioni sull’intera comunità. Sono troppi gli episodi incresciosi che si sono registrati durante la pausa ferragostana. Dov’eravamo rimasti? Al punto di partenza e siamo ancora lì, con l’aggravante di dover fare i conti con un generale e popolare malcontento, che cresce e comincia a manifestarsi in sintomi di malessere e depressione.

Rivolta al parco giochi. È bastata la prima occasione – la rivolta al parco giochi, giovedì scorso (clicca qui per rileggere commenti e articoli) – affinché si manifestasse il malcontento popolare. E qui non c’entrano i carabinieri, che avranno svolto il loro dovere, ma è l’amministrazione a dover dare delle risposte rispetto al problema della convivenza e della quiete pubblica. A parte le vicende del parco, di cui stranamente Vitto non ha lasciato trapelare nulla dell’incontro tenutosi in giunta straordinaria con i due comandanti, non si spiega come mai centinaia di residenti abbiano manifestato il loro dissenso nei confronti di sindaco e amministrazione. “Non aizziamo noi – osserva giustamente la signora Chiantera nell’intervista a “La Voce del Paese” – ormai si usa fare così, la gente protesta e va nelle sedi delle istituzioni”. Appunto, il parco non c’entra. È il sintomo di un malessere. Mentre è la tenuta del consenso, il solo e unico interesse di questa amministrazione, che sta tracollando.

Tornando alla rivolta di “Pinocchio”, tutti i politicanti, dai nostalgici di sinistra ai nostalgici di destra pura, senza paura, si sono preoccupati di diffondere comunicati dal sapore vetero-populista, tanto per cavalcare l’onda, prendere le distanze dall’amministrazione (come fa Sel che non ha il coraggio di uscire allo scoperto), o solidarizzare con una parte della verità.

Eppure, nessuno si domanda che fine abbia fatto il piano di zonizzazione acustica, esecutivo dal 18 giugno ma mai entrato in vigore e messo in pratica. Certo, le priorità erano altre: vendere terreni ai saldi di fine stagione. Intanto, i consigli comunali non si celebrano più, se non per urgenze di natura privata-privatistica. E al piano di zonizzazione chi ci pensa? E al pubblico spettacolo, che finora detiene solo la tensostruttura? E alla vivibilità (slogan che prendiamo a prestito dal vocabolario dei sogni di Vitto) chi ci pensa? Tutte queste domande non trovano risposte. Questa situazione stantia rischia di fomentare rivolte e alimentare il “male di vivere” ormai manifesto, e che solo il sindaco non vede e non sente.

Tra bagordi e sagre, concerti e vetrine, non ci si accorge di quanto sia devastante per una comunità l’assenza di una guida, di una programmazione, di chiare risposte. 

Lavori al Gelso. Qualcuno si è accorto che un intero quartiere, crocevia di turisti, è insorto? I lavori per il manto stradale, in pieno giorno e in periodo di Ferragosto, hanno procurato più danni che benefici. Danni alle attività commerciali e ai residenti.

Le decisioni imposte dall’alto, con arroganza, senza mai cogliere critiche, suggerimenti, stanno lacerando l’intera comunità e le categorie di cui è composta, imprenditori compresi. Pip, alberghi, caso pattumelle, affari generali e privati, per non parlare della “catena” umana di inviti riservati per il concertone, distribuiti in masseria. Tutto questo è meraviglios-amente osceno. 

Commenti  

 
#38 elly 2013-09-06 07:40
gli assessori??? Dovrebbero cambiarli tutti!!!
 
 
#37 x divertente 2013-09-05 12:27
continua ad arrabbiare!!
 
 
#36 m. x da palazzo 2013-09-04 18:58
chi sarebbero i nuovi assessori pretendenti? Nucleo Valutazione esterno popolare.
 
 
#35 Divertente 2013-09-04 18:37
Comm.to n. 33: Se la memoria non inganna, lo sapevo già che il Papà della sign.na era fra gli organizzatori! Quindi? Si è posto il problema di che ci facessero nel natante che ospitava Sindaco e V. Sindaco (cioè le autorità istituzionali locali) certe persone ed una in particolare. Vista la presenza di tanti altri natanti, potevano benissimo stare altrove senza suscitare curiosità alcuna! Apprendiamo: che essere un organizzatore di eventi, da diritto alla prima fila ed al posto in barca con le autorità. Lo scorso anno, il vostro evento costò alla Comunità molte migliaia di Euro, mentre a gozzovigliare e farsi delle buone bevute, vi erano e vi sono stati, anche quest'anno, solo gli amici delle fritture miste (con i soldi di tutti i paesani)! Peccato che avete omesso di dire a quale titolo stavano (stavate?) fra gli invitati privilegiati anche nella serata di D. Modugno.
 
 
#34 ARMATA BRANCALEONE 2013-09-04 17:36
TOTO cambio ASSESSORI,MA CONTINUA AD ESSERCI UNA COSTANTE: POCA COMPETENZA, SI NAVIGA A VISTA, POCO O NULLA DI NUOVO DA INVENTARE E DA PROSPETTARE PER IL FUTURO. Caro Sindaco, ricordi i bei tempi dove te ne stavi bello ed ovattato all'opposizione senza fare neanche un intervento e parlavano gli altri per te?. Ti SEI PROPOSTO COME IL NUOVO ed è sotto gli occhi di tutti (primi fra tutti i tuoi 92 candidati) che LE IDEE, I LABORATORI, LE CONSULTAZIONI PRE ELETTORALI ERANO SOLO UN BLUFF, FUMO NEGLI OCCHI, POI PIU' NULLA, SOLO ANARCHIA TUA ED APPROSSIMAZIONE DEI TUOI. Zero sull'Urabnistica, Focarelli e Giampiero Mancini in rotta, si aspettano le soluzioni dell'illuminato Franco mancini sulla viabilità, i Servizi sociali sono al minimo storico,il Bilancio NON l'HAI ANCORA approvato, ed il Turismo di cui sei Assessore Vitto che, nei servizi, è stato a dir poco penoso. ED ALLORA? dopo 2 ANNI il paese è alla deriva ed anche Noi che ti abbiamo supportato SIAMO DELUSISSIMI. Ma tu pensi veramente di essere ancora al Timone? si, purtroppo di una ARMATA BRANCALEONE.
 
 
#33 Mavala 2013-09-04 15:50
DIVERTENTE.....la signorina col suo fidanzato e tutto il nucleo familiare era lì', semplicemente perché suo padre e'uno degli organizzatori del palio del mare ( la foto, infatti, risale a tale giornata). Certo che tale spiegazione non le era dovuta, mi auguro almeno,che da ora in poi, prima di parlare, si informi almeno un po'!
 
 
#32 x divertente 2013-09-04 15:38
arrabbia!!
 
 
#31 da palazzo 2013-09-04 14:22
non sono un politico ma qui nessuno ha intenzione di far cadere il sindaco anchè perchè non è lui il leader. Le riunioni non le fanno più neanche nella sua stanza.
 
 
#30 m. x DA PALAZZO 2013-09-04 12:31
....il problema è il Sindaco!!! quando lo cambiate????????????
 
 
#29 da palazzo 2013-09-04 09:40
Cambiano 2 assessori a fine settembre.
 
 
#28 Divertente 2013-09-04 01:44
Sign.na, non era mia intenzione farle perdere le staffe, ma la sua spiegazione è ridicola e penosa! Spieghi per quale motivo il suo fidanzato, già ben servito e riverito nell'era boviniana, era presente proprio, non vi era solo quel motoscafo e non correva pericolo di vita, sul motoscafo con Sindaco e Vice Sindaco (men che meno è chiara anche la vostra presenza!) Dandole atto della sua cortesia nel risponderci, poteva farlo lui, vuole dire per quali meriti (Politici? Culturali, Economici?) il suo intero nucleo famigliare ha potuto usufruire di tanti inviti per occupare posti nelle prime file, nella serata dedicata a D. Modugno?
 
 
#27 x commento n. 27 2013-09-04 01:42
Per colei che si firma "la fidanzata del figlio del demagogo e tribuno trombato ex Cons. Com. della maggioranza boviniana": quantomeno ne apprezziamo la tua consapevolezza.
 
 
#26 x divertente 2013-09-03 22:17
sei tornato da fuori polignano proprio per scrivere queste stupidaggini o è stato un caso????
il fidanzato al seguito del nucleo famigliare, si trovava su quella barca perchè quella su cui erano prima (un gozzo di un marinaio) doveva rientrare a San Vito e quella del sindaco era l'unica nelle vicinanze. Ora sarebbero anche gradite delle scuse per i vari cinismo...etica...moralità e sfrontatezza che senza ritegno sono stati utilizzati nel tuo messaggio.
la fidanzata del figlio del demagogo e tribuno trombato ex Cons. Com. della maggioranza boviniana.
 
 
#25 m. 2013-09-03 18:46
NON SONO UNA VEGGENTE ,SONO SOLO PRAGMATICA...avevo torto o ragione?
 
 
#24 x il ciambotto 2013-09-02 20:21
Vi manca l'ultima. L'amministrazione Vitto ha fatto l'ultimo ciambotto. E' stato bocciato il concorso per prendere l'arch. Musa all'ufficio tecnico. HAnno perso la causa al tribunale del TAR: e meno male che il sindaco Vitto ha l'avvocato pagato da noi. Dobbiamo pagare gli altri danni?...
 
 
#23 m. x da Palazzo 2013-09-02 16:09
DELUCIDAZIONI IN MERITO, please?!
 
 
#22 marinaio 2013-09-02 15:52
Ci sono tanti proverbi con la parola marinaio.
Promesse da marinaio.
marinai donne e guai.
E tanti altri...
A chi si possono avvicinare questi proverbi?
Dott. Nicola teofilo sei un grande.
Ma da dove sei venuto fuori? Ogni nuovo numero della Voce del Paese ti fa sembrare sempre più bravo.
Una bravura che ultimamente si sta accompagnando alla storia romana ma anche all'ironia e al sarcasmo (da non dimenticare la foto del naso di Pinocchio). Ho letto la Voce del paese di questa settimana e l'ho trovato semplicemente esilarante, mi è piaciuto addirittura "cittadinanza attiva" che finalmente torna ad essere se stesso e non il portavoce del sindaco e di Lomelo. Quello che scrivi rispecchia la realtà di Polignano. Un paese amministrato da degli incapaci senza idee e soprattutto senza linee guida che vive alla giornata. Un'amministrazione non lungimirante che convoca in 8 mesi 5 consigli comunali, che viene richiamata dal prefetto e che al 2 settembre non ha ancora approvato il bilancio e che lavora ancora in dodicesimi. Un'amministrazione, un sindaco, il pluripotentato COLELLA, un accentratore come LOMELO che guardano ad altro e non al bene della comunità! Il verde pubblico fa piangere eppure abbiamo riempito Polignano di cartelloni pubblicitari di tutte le misure. Un semplice consigliere comunale, Colella, che ha la delega ai lavori pubblici e al verde e che vota in consiglio comunale i provvedimenti che lui stesso propone. Mi chiedo cosa ci ci sta a fare in consiglio comunale Eugenio Scagliusi, un avvocato. Perchè non ha il coraggio di denunciare al prefetto questa anomalia? Perchè Eugenio Scagliusi non lo fa? Chiedilo, teofilo, intervistalo...
 
 
#21 Divertente 2013-09-02 14:40
Scusate il ritardo, ero fuori dall'talia per fatti personali, ma che ci faceva un nucleo familiare con il fidanzato di una di loro (figlio del demagogo e tribuno trombato ex Cons. Com. della maggioranza boviniana) al seguito e nel motoscafo dov'era presente il Sindaco Vitto? Se la politica è l'arte del possibile, l'etica e la moralità, per molti di loro, è cinismo e sfrontatezza accuratamente allevati!
 
 
#20 da palazzo 2013-09-02 13:24
è pronta una nuova squadra
 
 
#19 m. 2013-09-02 12:53
qualche polignanese verace potrebbe tradurmi nel dialetto locale "penna bianca"? poi al resto ci penso io....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI