Giovedì 20 Giugno 2019
   
Text Size

Addio alberghi in via San Vito: la Regione approva il PPTR

santa-caterina-ta1-via-san-vito-polignano

Gli alberghi in via San Vito da sogno a incubo: sarà difficile realizzarli senza variante

La Regione approva il PPTR: Addio Santa Caterina


Tanto tuonò che piovve, ne abbiamo parlato tante volte risultando forse anche noiosi, ma alla fine è successo; il progetto del complesso Turistico ubicato in Polignano a Mare in c.da Santa Caterina, in zona TA/1, che avrebbe messo a disposizione centinaia e forse migliaia di posti di lavoro non si farà. Infatti la Regione Puglia il 02.08.2013 ha approvato il PPTR (Piano Paesistico Territoriale Regionale) che pone vincoli restrittivi sul territorio pugliese.

Ricordate CapitanSchettino?  Fece naufragare la propria Nave “Concordia” all’isola del Giglio, così il nostro Sindaco, che peraltro avocò a se la delega al turismo, ha fatto naufragare il complesso Turistico in c.da Santa Caterina, in zona TA/1. Questo intervento non si farà più.

Al gioco della roulettes il croupies avrebbe detto Rienne va plus.

Avevamo messo in guardia ed esortato questa amministrazione ad approvare quel progetto, in quanto  sarebbe arrivata una pianificazione

santa-caterina-ta1-via-san-vito-polignano

paesaggistica più restrittiva che non avrebbe permesso la realizzazione degli alberghi a duecento metri dal mare.

Eravamo convinti che il Sindaco, peraltro anche assessore al Turismo, volesse approvarli e che gli ostacoli fossero altri (Lomelo), grazie anche alla sua presunta lungimiranza sul turismo. Ma il suo comportamento e il suo lavarsi le mani della questione ci ha chiarito le idee sulla paternità delle responsabilità.

Polignano, ormai presunta meta turistica, non potrà più offrire a coloro che  si apprestano a  viaggiare nel mondo e che  cercano la comodità dell’albergo a due passi dal mare questa opportunità non da poco. Persino Monopoli dispone di attrezzature alberghiere sul mare, ma noi NO e tutto ciò grazie a Caio Vitto, a  Pompeo Magno Colella e a Licinio Crasso Lomelo, ricordate il Primo Triumvirato? Ricordate come finì?

Avevamo un’opportunità che avrebbe portato soldi a Polignano e l’avete fatta perdere. In compenso, si torna a parlare di Parco dei Trulli, che torna al centro dell’attenzione, nonostante gli attacchi dell’attuale maggioranza, quando era all’opposizione.  

Spero abbiate qualche idea migliore e qualche progetto che meglio qualifichi il turismo a Polignano, oppure vorrà dire che la nave che state conducendo è guidata da capitan farlocco, e che velocemente sta naufragando nel nulla.

 

*Nella foto, gli alberghi come dovevano essere con la variante.

Commenti  

 
#18 G. 2013-10-10 21:14
Tutto il casino fatto per approvare delibera di Consiglio Comunale relativa al novembre 2011. e non si raccogliono i frutti :sad:
 
 
#17 alberghi a gogò 2013-10-07 11:34
Cari proprietari e tecnici ,

se non ci fanno costruire a santa caterina legalmente, tutti insieme lo faremo illegalmente e dunque ABUSIVAMENTE, le ruspe sono pronte, male che vada saremo denunciati penalmente ma chi se ne frega.....anche perchè dal mar tirreno ci sono abbondantemente 300 metri dal mare !
 
 
#16 belin 2013-08-18 09:54
me buen , potro' ancora affittare la casuccia ai forestieri
 
 
#15 G.S. 2013-08-18 07:13
scusate, il mio era un discorso prima di tutto ecologista, dal momento che nella mia scala di valori l'ambiente viene prima dell'economia e costruire significa distruggere l'ambiente, mi domando sempre se non si possa usare diversamente un territorio prima di condannarlo alla rovina del turismo sporcaccione. Questa amministrazione è incapace di far le cose in modo eco compatibile e costruire alberghi lungo il litorale significherebbe distruggere costa, mare, lame e chissà cos'altro. I magazzini di cui parlavo non sono quelli fisici (anche se ce ne son due o tre tra san Vito e via Conversano che credo si convertiranno...) intendevo dire il sistema magazzino, un proprietario che impone un livello di vita infimo ai suoi dipendenti senza alternative. Perchè se tu proprietario prendi un contadino e lo metti a fare il cameriere, non hai migliorato molto la sua vita, nè tantomeno le possibilità di farlo in futuro. Per quanto riguarda i proprietari delle terre, ci vogliono lucrare sopra e basta: loro possedevano pascolo, semplice pascolo, terra che già in antico valeva pochissimo perchè si destinava al pascolo solo quella che proprio non si poteva coltivare. Ora visto che sta sul mare deve valere tantissimo: ci vogliono lucrare sopra. Soldi, soldi, soldi, v'esce solo questo di bocca e il benessere comune? Qualcuno ha mai spiegato cosa significa località turistico balneare? ha mai fatto capire di che cosa si tratta materialmente? ha mai chiesto il parere dei cittadini? terre da pascolo, giustamente buone per pecore....
 
 
#14 yoghi 2013-08-16 19:29
condivido il commento di m. anche nella distinzione fra ricchi quindi forza giovani!
 
 
#13 m. Yoghi 2013-08-16 15:15
...chi sono i ricchi di cui parli? chiediti come mai Monopoli ha strutture che noi non abbiamo? chiediti chi ha rotto la scatole per anni quando stava all'opposizione(questione PIP potevamo avere ad oggi piccole imprese e nn solo agricoltura e basta)e invece ora nn più...la verità è che c'è il ricco che non deve nulla a nessuno e il ricco che è tale grazie a qualcuno ma finge ancora di stare dalla parte del popolo...conosco personalmente ragazzi che hanno fatto impresa aprendo locali senza chiedere a nessun ricco, quindi popolo è tempo di finirla di stare a guardare i ricchi, cerchiamo di ingegnarci senza chiedere nulla a nessuno così i politici nn avranno più il coltello dalla parte del manico.... ;-)
 
 
#12 yoghi 2013-08-16 13:08
per il commento 9(mettere un nome anche finto sarebbe meglio) da quanto hanno dimostrato i pochi grandi imprenditori di polignano non mi pare che pensino minimamente al popolo nemmeno reinvestendo sul territorio i guadagni derivanti da operazioni edilizio-turistico-alberghiere abbastanza spregiudicate nonché cafone.Avessimo un Briatore si potrebbe pensare a diversificare l'offerta purtroppo abbiamo gente ricca ma completamente ignorante circa lo sviluppo proprio, unito a quello del territorio, anzi se va bene al loro portafogli del popolo se ne fregano proprio.
 
 
#11 di che parliamo 2013-08-15 23:51
Egregio sig G.S. ma quale film hai visto. Gli alberghi li si faranno perche' lo prevede il prg. Quanto al commento n. 6 secondo me lo sgarbo fatto e' ai tanti polignanesi proprietari di terreni. Che si dice a questa gente? Che va tutto bene tanto risolviamo tutto; oppure che questa amministrazione o non ha voluto o non e' stata capace di approvare quel piano di lottizzazione.Tanto a De Biase che danno e', ha fatto tanti altri piani di lottizzazione. Il problema e' degli altri polignanesi.
 
 
#10 m. x G.S. 2013-08-15 20:14
concordo per ciò che concerne la conversione dei magazzini ma quelle strutture come le definisci snob, servono perchè Polignano è classificat da anni come LOCALITA' TURISTICA - BALNEARE e non LOCALITA' AGRICOLA, inoltre lo sviluppo dei b&b ha permesso a tanti giovani e famiglie di lavorare autonomamente creando anche posti di lavoro...i contadini hanno ragione e ti porto la testimonianza di un giovane contadino con famiglia che vorrebbe comprare casa ma in base all'assunzione che ha presso un magazzino ,questo diritto gli viene negato(la banca nn concede mutuo). I signorotti commercianti disonesti andrebbero tutti posti ad ispezioni continue e i sindacati dovrebbero insorgere !!!
 
 
#9 x yoghi 2013-08-15 19:55
hai visto la nuova norma regionale per i b&b? quanti sono in regola ? spiacente ma quelli che chiami affaristi(hotel 4\5)pagano le giuste tasse e portano lustro e qualità al paese, chissa se un emiro si accontenterebbe di un b&b con colazione fuori al bar e con un inglese non sempre accettabile....rifletti...ci vogliono entrambe le stutture...quando il porto sarà pronto vedremo....in Kenia, dove Briatore ha investito sicuramente con i pro e i contro come ogni dove, sono più emancipati e accoglienti rispetto al tuo commento.
 
 
#8 l, onore 2013-08-15 17:32
Polignano il paese delle favole.AHA AHA AHA
 
 
#7 G.S. 2013-08-14 08:10
pienamente d'accordo con il commento 3. Polignano è satura di cemento, si è sempre costruito male, il complesso di cala paura è orrendamente snob e, comunque, i posti di lavoro non si creano con il turismo riminese. Polignano ha una tradizione agricola, seria e fondata, ma per il comune terre e contadini non esistono, possono scomparire, ma chi dovrebbe scomparire sono i magazzini, tutti, che hanno mantenuto il livello sociale di questo paese al minimo, derubando i contadini dei loro prodotti, condizionandoli nelle scelte agricole e pagando una miseria mogli e figlie per raccolta e ingabbiatura. Gli alberghi non sono della gente comune, sono i magazzini che si convertono! e i contadini continueranno a fare la fame come baristi, camerieri, cuochi, sempre che non arrivino filippini e simili, che sono più disponibili, gentili, remissimi e, soprattutto, economici e i polignanesi possono andare 'a mare'. inoltre il centro storico per ragioni pratiche si va svuotando e incentivare la creazione di b&b sarebbe la soluzione migliore, un albergo diffuso capace di contenere certamente tanti turisti quanto gli albergacci. Ma poi chi ha deciso che Polignano debba vivere di turismo? e qualcuno ci ha mostrato l'andamento del turismo dati alla mano?
 
 
#6 come la mettiamo? 2013-08-13 15:32
Dunque fatemi capire: quando vitto fa un favore a de biase, è un burattino nelle mani del padrino; quando dice di no a de biase è capitan farlocco. non è proprio semplice avere a che fare coi polignanesi...
 
 
#5 bravo nicola 2013-08-13 10:29
Complimenti direttore, mi è piaciuto il capitan farlocco riferito al sindaco.
Maggioranza di scocchiati inetti ed incapaci.
Siete gli uomini del non fare, anzi del fare quando volete.
 
 
#4 yoghi 2013-08-13 10:07
il commento 3 dice tutto, aggiungerei che è meglio ospitare i turisti nei tanti b&b che sono sorti dando benefici diffusi alla popolazione che non a pochi affaristi e deturpatori del territorio
 
 
#3 XMettete di capire? 2013-08-13 06:50
Meno male che la Regione ha stabilito una volta per tutte che a meno di 300 mt dal mare non si può edificare. Gli speculatori si devono stampare questa regola Nel Cervello. Gli alberghi si possono realizzare a oltre 300 metri dal Mare. Il lavoro lo si crea anche a 300 mt dal Mare; Questo porterà un Turismo di qualità. Se qualcuno vuole le Palafitte dovrà andare con Briatore e company. Quell'obbrobrio sulla ex fabbrica del ghiaccio dice tutto ed è esattamente ciò che non va fatto.
 
 
#2 mare blu 2013-08-13 00:24
Domenico Vitto ... grazie... hai scongiurato l'approvazione degli alberghi a Polignano. Tanto adesso approverai gli alberghi e le case ad Andidero a ripagnola. Grazie perche' gli alberghi in polignano erano solo di polignanesi. Mentre ad Andidero bisogna approvare quello che vuole. Mi pare che anche per la Mabar ti mettesti a disposizione del sig Andidero, riusciste a far approvare quel progetto in una mena. Grazie perche' i nostri figli saranno costretti ad andare a lavorare a Rimini, Viareggio, Forte dei marmi, Jesolo (tutte vere localita' turistiche dotate di alberghi e
strutture). Grazie di tutto Sindaco, i nostri concittadini i certi
argomenti non li dimenticheranno.
 
 
#1 m. 2013-08-12 22:09
... i polignanesi come pecore al pascolo, i pastori alzano i bastoni e tutti vanno nella stessa direzione(SX) belando...povere pecorelle... ingannate, tosate e poi....immaginate Voi! VA PIACIUT?! Complimenti per aver portato la presunta meta turistica sino a Bruxelles con i soldi delle pecorelle ... diceva un saggio: "fidati di colui che non fa comunella e risulta per questo diverso, egli è custode di saggezza e grazia".
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI