Sabato 15 Giugno 2019
   
Text Size

Dibattito Santa Caterina. Chi vuole ostacolare lo sviluppo?

santa-caterina-polignano-variante

Da "La Voce del Paese", in edicola da giovedì 18 aprile 2013

 

I giorni da dimissionario passano, e la barba si fa sempre più lunga. Questa settimana abbiamo intervistato Angelo Focarelli, consigliere del Pd, il quale ha espresso forti dubbi riguardo la variante al piano di lottizzazione Santa Caterina (vedi foto a destra), dove si vogliono realizzare alberghi.

Lo avevamo detto tempo fa, Focarelli sembra avere un senso politico solo se è all'opposizione. Non va bene nulla, bisogna passare dalle forche caudine della burocrazia bulgara e intanto l’opportunità di fare alberghi in maniera sostenibile potrebbe sfumare seguendo i preamboli di chi vuol ostacolare, per partito preso, con la conseguenza che potrebbero realizzarsi solo volumi del tipo Alcatraz, stretti tra la ferrovia e la strada di PRG, in cui nessun operatore turistico investirebbe. E allora perchè parliamo ancora di turismo? Forse sarebbe meglio di parlare di prodotti agricoli e di economia agricola. A proposito, che fine ha fatto l'assessore alle politiche Agricole? Dobbiamo chiamare Chi l'ha Visto?

Consigliere Focarelli, la possibilità di spalmare la volumetria fino a 200 metri dal mare è espressamente consentita dalsanta-caterina-polignano-variante Putt/p (legge paesistica regionale) per gli insediamenti turistici alberghieri come quello di Santa Caterina. E allora si vuole dire non sono alberghi, ma sono case... allora vincolateli per sempre nell’atto deliberativo di adozione ad "Alberghi", oppure c’è qualche forza politica che vuole spingere sull'acceleratore dei soliti incarichi da affidare. Per esempio il PUG (Piano Urbanistico Generale), potrebbe andare al solito amicone (Martinelli?)... tutto a carico della comunità.

Il piano di lottizzazione a Santa Caterina è conforme al Putt/p, cos’altro serve per approvarlo? Ricordiamo al sig. Focarelli che la giunta Vendola ha approvato il Prg, approvando la localizzazione della TA/1 con la dicitura che prevede la possibilità di avanzare i corpi fino a 200 metri dal mare.

Sia la Legge nazionale che quella regionale prevedono che i cittadini possano riunirsi e raggiungere più del 51% delle adesioni. Forse è la politica che appare ormai superata dalle istanze di una comunità, motivo per cui sceglie liberamente e autonomamente. Forse qualche interrogativo, i politici, dovrebbero porselo. Forse l'indirizzo politico non c'è ed è possibile che i cittadini non si sentano più rappresentati da chi, oggi riscopre "antiche passioni", vale a dire ostacolare tutto e tutti. Molti di coloro che oggi decidono di "metterci passione", di sicuro non potranno riempire pagine positive della storia di Polignano: il passato è oscuro, all'ombra di occasioni mancate, treni persi, cattiva gestione amministrativa, edilizia scellerata, opere pubbliche mai realizzate. Quella passione si è spenta da tempo... "Ma Focarelli che ci fa in quel gruppo?" - sono molti a domandarselo.

Forse è vero anche che i cittadini Polignanesi, che hanno raggiunto più dell’80% di adesione al piano di lottizzazione di Santa Caterina, andrebbero quantomeno rispettati e ascoltati. Se non altro faranno risparmiare alla pubblica amministrazione circa 100.000,00€ di parcella professionale da destinare sul conto del solito amicone per l’incarico pubblico di redazione del piano particolareggiato. E intanto, caro Sindaco l’economia muore: ha per caso letto i dati Ipres che abbiamo pubblicato e commentato la settimana scorsa? E l'ex sindaco Bovino li ha letti? Se ne farà una ragione, a forza di autoincensarsi per l'operato amministrativo.

Sono dati drammatici, che denotano una cattiva gestione amministrativa del passato, una carenza di idee e di azioni programmatiche, una gestione politica inquinata da rapporti consumati nel tempo, da posizioni per partito preso. Questi dati sono il risultato della "guerra dei mondi": sulle barricate opposte, da una parte c'è il mondo politico, con tutti suoi protagonisti più o meno in conflitto d'interessi e dall'altra c'è il mondo dell'imprenditoria e della società civile. Questi mondi non potranno interagire finché non si metteranno da parte interessi particolari, finché l'interesse generale non prevarrà su quello particolare, fatto di amicizie ristrette, vincoli di sangue e di famiglia, promesse da mantenere.

A Santa Caterina, per la prima volta potrebbe realizzarsi la combinazione perfetta, una sorta di governo di unità nazionale: il sindaco è favorevole agli alberghi, buona parte del mondo politico (Pd e Pdl) hanno interesse affinché si realizzino le opere, cordate di imprenditori e proprietari hanno le idee chiare sul da farsi. Chi vuole ostacolare lo sviluppo? Qualche pensionato a vita; l'aspirante sindaco a vita; chi contesta le potature degli alberi ma in passato ha saputo solo sradicarli con violenza; chi a Polignano non ha mai lasciato una sola sagoma di albergo, un'impronta che possa definirsi positiva; chi non è stato capace di regalare alla comunità una sola aula di scuola superiore; chi ha gestito il territorio come se fosse un feudo, e gli elettori come se fossero dei sudditi. Chi non ha più credibilità sul piano politico. Chi non ha saputo investire nel futuro e vive intrappolato negli errori del passato, rivendicando ancora un posto nel presente. Materia per psicoanalisti. 

Commenti  

 
#30 votantonio 2013-10-02 11:46
http://www.youtube.com/watch?v=q7wv3c6mjik
 
 
#29 guglielmi piero 2013-10-01 19:05
Troppe tresche, troppi interessi, i soliti 4amici al bar ci ricavano qualcosa!...putroppo è vero siamo una masseria xke' nn abbiamo visioni, sn sempre le stesse persone al potere che rispecchiano ilppensiero della collettività...penso che gustene de bitieppe intenda questo!..il progetto va bene, ma chi favorirà. .polignano?!...poveri illusi
 
 
#28 Giuseppe Benedetti 2013-10-01 09:14
anche se ho saputo da terzi del dibattito e non ho molto tempo per conoscere una persona che come me gira il mondo invito tutti i miei cari concittadini a riflettere su un punto : il potenziamento del settore agro-industriale e lo sviluppo turistico-commerciale devono avere la priorità perchè possono contribuire al benessere di chi investe e di chi lavora. L'ambiente non deve essere un freno al progresso ed al benessere di ogni individuo.

Un tempo (in piena emigrazione) Polignano era chiamata "la piccola america" data l'operosità,il senso del rischio dei suoi abitanti

saluti a tutti
 
 
#27 Gustene de Bitieppe 2013-09-30 13:57
Caro decifratore di anagrammi,l'amico Giuseppe Benedetti ha due "zebedei" enormi per nascondersi dietro un anagramma, che però sembra coincidere esattamente e casulamente con il suo nome. Pensando di scoprire le carte mi hai dato la possibilità di suggerire al mio caro amico Giuseppe Benedetti di usare tale anagramma se ne dovesse avere bisogno. La vita non è sempre una certezza !
 
 
#26 x le beatelle di sx 2013-09-28 08:38
...che si sono date alla chiesa: hanno bisogno di un esorcismo per frenare la lingua diabolica e becera... :lol:
 
 
#25 x tutti 2013-09-28 08:28
fuori dalla politica tutti i commercianti ortofrutticoli...ci sono persone meritevoli e colte che nn scendono a compromessi con nessuno e che hanno una mente come dice il commentatore 22....
 
 
#24 x 21 2013-09-28 08:17
Paese di "pastori" mlalingue e feudatari ignorantoni che attraverso i braccianti pensano di fare paura...restano solo pseuso fafioncelli!
 
 
#23 X Gustene de Bitiepp 2013-09-27 18:31
Caro Gustene de Bitieppe, il tuo nickname è il facilissimo anagramma del nome GIUSEPPE BENEDETTI, questo tanto per farti capire che a Polignano non siamo tutti massari, forse ti sopravvaluti un po' troppo.

Tornando a noi, novello MARCO POLO che "giro il mondo da 15/20 anni,ho visitato tre quarti delle terre emerse",
ma perchè scrivi solo per insultare i tuoi concittadini polignanesi ???

Oltre la tua negatività interiore non hai proprio niente di positivo da esternare ?
 
 
#22 Gustene de Bitieppe 2013-09-27 08:42
Polignano è destinata ad attrarre solo un turismo miserabile e povero che lascia solo briciole utili solo a tirare a campare, intanto rimane una MASSERIA,aprite le menti, girate, per capire qunato la comunità polignese sia involuta ed arretrata.
 
 
#21 New York 2013-09-20 17:14
Toronto,Singapore,Hong Kong ,purtroppo non riusciremo mai a versare abbastanza cemento per riuscire a fargli concorrenza :-x
 
 
#20 Gustene de Bitieppe 2013-09-20 11:18
giro il mondo da 15/20 anni,ho visitato tre quarti delle terre emerse e la "legge Galasso" è una stronzata tutta italiana,di derivazione bolscevica.

Chi ostacola la costruzione di alberghi per favorire l'ambiente dovrebbe girare il mondo per capire come si può costruire sul mare in modo eco compatibile;Polignano è nata "A chiumm sop a li pendm !"
New York,Toronto,Singapore,Hong Kong non hanno mai avuto il "GALASSO" della situazione ed hanno econonomie rampanti in barba alla disoccupazione,meditate gente,meditate.....
e soprattutto aprite le menti oppure teniamoci Polignano cosi com' è : una spendida Masseria (nel senso ottocentesco del termine)

Gustene de Bitieppe
 
 
#19 Laura 2013-05-04 13:33
Gentile Elly se non conosce i trascorsi dell'Ing. Sportlli vada in Comune e si informi, quanto alla bontà del suo dire, avrei qualche dubbio sulle sue assolute verità.
Però diceva un tale di nome Gesù chi non ha peccato scagli la prima pietra.
 
 
#18 aldo sportelli 2013-05-04 10:34
@AngelaD69. Non rispondo al suo commento solo per motivi di coerenza, eviterò d'ora in avanti i blog degli incappucciati. Lei ha un bel profilo solare su fb, può utilizzare quel canale se vuol continuare a farmi le pulci :-)
 
 
#17 elly 2013-05-04 07:38
per proprietaria: forse la sua testimonianza è di parte? all'ingegner Sportelli dico che, personalmente, non conosco i suoi trascorsi all'UTC di Polignano ma, che, apprezzo molto l'impegno che sta profondendo nel sottolineare i rischi di questa "prospettiva di sviluppo"!!!!
 
 
#16 AngelaD89 2013-05-03 21:37
Gentile Sig. Sportelli la leggo un po' adirato e fuori dalle righe, non è da Lei..., il suo stile è diverso; e poi non è Lei che ha fatto sversare tanto cemento su Polignano quando svolgeva il ruolo di UTC presso il Comune di Polignano? Gentile Ing. Sportelli, non è bello comportarsi così. Se il suo fare fosse stato dicotomico al verbo costruireeeee come dice Lei se ne sarebbe dovuto ricordare prima. Saluti
 
 
#15 Proprietaria 2013-05-03 21:30
sig. Giorgio, solo a titolo di infomarzione e scevra da far polemica, La informo che tra quei tecnici che hanno presentato il piano urbanistico in questione c'è gente che potrebbe dar punti a tanti architetti italiani per il sol fatto di aver redatto piani regolatori in tutta la puglia, si figuri che anche la Barbanente è stata sua alunna. Parlo dell'Arch. Renzulli. Lei parla di Bioarchitettura, allora vada a vedersi il piano e vedrà che i temi a Lei cari sono stati rispettati e altamente considerati. Parlo da persona informata, sono una proprietaria e personalmente ci tenevo che fosse l'architetto a progettare il piano. Le dirò non sono di Polignano, ma ho una villa nella zona e mi sento fors più polignanese di Lei, e pienamente soddisfatta dal lavoro svolto dal Team a cui ci siamo affidati.
 
 
#14 Stefano Martinelli 2013-05-03 10:55
Caro Nicola, la tua risposta mi ha fatto sorridere. Che io non mi occupi di urbanistica, lo sappiamo io, tu e quelli che mi conoscono direttamente. Che si parli di un signore di Bari lo sanno in pochi. Tra l'altro non conosco la persona in oggetto ne tanto meno voglio giudicarla, non ho nessun elemento. Ma visto il tono polemico/allusivo dell'articolo mi sembra opportuno (sempre nel corpo dell'articolo stesso) individuare meglio la persona di cui si parla. Tieni conto caro Nicola che a Polignano del cognome di cui si parla vi sono poche persone delle quali coloro che si occupano di politica si fermano ad una. Per cui che una terza persona leggendo l'articolo faccia uno più uno, mi è sembrato naturale e logico. Ecco perché ci tenevo che nell'articolo venisse esplicitato meglio il nominativo, ad esempio la professione o la residenza. Sicuro che in qualche modo vorrai provvedere, ti invio i miei saluti.
Stefano Martinelli di Polignano a Mare.
 
 
#13 aldo sportelli 2013-05-01 15:49
DIRETTORE, ha mai pensato di arricchire i suoi blog con la partecipazione di persone che parlano a nome proprio a scapito degli utenti da nickname? Sembrerebbe tutto meno incappucciato e, principalmente, lo scambio di opinioni avrebbe più respiro e maggiori margini di buoni risultati.
 
 
#12 aldo sportelli 2013-05-01 15:44
@angelad69. Perché dovrei smentirla? Cosa ha detto? Svolta - futuro - costruireeeee, ha già parecchio di suo da potersi divertire.
 
 
#11 Nicola Teofilo 2013-05-01 15:11
Stefano tranquillo, non si parla di te, ma del Martinelli di Bari. Non credo che tu ti occupi di urbanistica e progetti legati all'urbanistica.

Nicola Teofilo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI