Focarelli si dimette da capogruppo

focarelli-angelo-nervoso

Il "passionale" Focarelli accusato di essere polemico e ostruzionista, si dimette da capogruppo.


Il consigliere comunale Angelo Focarelli si è dimesso da capogruppo del Partito Democratico. Lo ha fatto sapere oggi, inviando una mail ai componenti del partito. Una scelta, a suo dire, dettata da problemi di famiglia e di lavoro.

Sembra che il Pd non riesca a trovare pace in questa settimana di passione. Focarelli è uno dei firmatari del documento che ha dato vita alla nuova corrente “Metterci Passione”, con annesso blog.

Quel documento ha mandato su tutte le furie il sindaco Domenico Vitto, al punto che mercoledì sera, militanti ed esponenti di spicco del Pd hanno partecipato a una riunione molto accesa, durante la quale Focarelli ha abbandonato, in polemica col partito e con chi, nel Pd e nel resto della maggioranza, lo considera troppo critico e ostruzionista.

La consigliera Tina Lofano, fedelissima vittiana, potrebbe raccogliere il testimone, anche perché Modesto Pellegrini (altra corrente talvolta in contrasto con Vitto, ma distante dai "passionali") è inchiodato nella carica di presidente del Consiglio, mentre l'altro consigliere Mario Mazzone non è ancora pervenuto. 

Un partito, il Pd, che secondo i firmatari del documento, quelli che ribattezziamo "passionali" (Vitino Benedetti, Antonio Calderaro, Giovanni Colagrande, Tommaso Colagrande, Angelo Focarelli, Francesco La Volpe, Gianni Labbate, Luigi Laruccia, Vito Laselva, Michele Mongelli) rischia di ridursi a semplice comitato elettorale.


CLICCA QUI PER LEGGERE IL DOCUMENTO LETTERA DEI "PASSIONALI"

VEDI ANCHE INTERVISTA A FOCARELLI: CLICCA QUI "NEL PD TANTE DELUSIONI, TANTE SCONFITTE"