Domenica 15 Dicembre 2019
   
Text Size

Edilizia alle spalle del porto: "L'ultima infornata di Bovino"

gialluisi-giuseppe-polignano

Riceviamo e pubblichiamo una lettera a firma di Giuseppe Gialluisi. Intanto, la foto in apertura sta a simboleggiare il muro contro cui si schiantano le denunce del nostro "cittadino attivo", più volte pubblicate ma che non ricevono mai risposta.


Ecco la lettera di Gialluisi: 

L’ULTIMA INFORNATA DI BOVINO!!

 

Ancora lui, prima di cedere il testimone al nuovo Sindaco Vitto, ha disinvoltamente nominato persone della sua cordata clanistica-partitocratica nel CDA della società Calaporto! Dopo i concorsi “ad parentum”, le nomine clientelari e sommerse. Questa è la meritocrazia dello sfacciato e sfasciato centro-destra! Si vanta/va/no ad ogni piè sospinto di essere corretti, salvo sistemare parenti ed amici vari! I fortunati, avranno, come usano, ringraziato mettendosi a disposizione?! La vicenda è dell’ Aprile 2012, scoperta adesso, appena alcuni eletti che l’avevano promesso hanno cominciato "ad aprire gli armadi per mettere in luce gli scheletri giacenti!".

IL PORTO: "Il Comune non poteva realizzarlo per mancanza di soldi pubblici" diceva la sciagurata amministrazione Di Giorgio, disfacendosene; adesso il privato lo sta realizzando con il 90 % di finanziamenti pubblici regionali! Un capolavoro! Inoltre hanno approvato, alle spalle del porto, una congrua speculazione edilizia alla faccia e a danno degli interessi collettivi! Intanto il paese ed i pescatori professionali e non, silenti ed obnubilati, sono in balia delle onde e degli approdi di fortuna promessi e/o vaneggiati. La Comunità e gli elettori che quella classe dirigente vollero ed elessero riflettano sugli errori fatti e facciano autocritica.

Angelo Vassallo -SINDACO di Acciaroli/Pollica (Cilento)- per difendere porto e costa dei suoi luoghi fu assassinato! Porto e Costa che sono divenute risorse e ricchezza di quelle Comunità. Polignano, ad oggi, sta lasciando tutto nelle grinfie di rapaci privati!

Gialluisi Giuseppe Sante 


******

Tutti i link correlati alla notizia:

A CHI SERVIRA' IL PORTO A POLIGNANO?

PORTO: IL REGALO DI VENDOLA - 6 MILIONI DI FONDI PUBBLICI PER UN AFFARE DI POCHI

PORTO TURISTICO: IL COMUNE PERDE QUOTA

LA LETTERA: PORTO TURISTICO AFFARE O DISGRAZIA?

GOZZI E BARCHE A SAN VITO: IL DIBATTITO

2010: PORTO, "INTERVENGA LA MAGISTRATURA"

2011: IL COMUNE PERDE QUOTA

VEDI ANCHE FINANZIAMENTI REGIONALI E FRUGIS: 'ADESSO BASTA'

VEDI ANCHE INTERVISTA FRUGIS E VENDOLA

LA CAPITANERIA FAVOREVOLE AL PORTO

LA MANIFESTAZIONE BEFFA DEL 2009

PORTO TURISTICO E LAVORI DI SICUREZZA NEL 2010

IL MANIFESTO DEL MOVIMENTO SCHITTULLI SU PORTO E CIMITERO

CONSIGLIO COMUNALE LUGLIO 2010 SU PORTO E EX CASERMA

PORTO IN ZONA DEPURATA: LA 'PROPOSTA' DI GIO'

SERVIZI IN ATTESA DEL PORTO

IL PORTO CI SALVERA' DAL CAVIDOTTO ENEL?

 

 

Commenti  

 
#16 guantanamo 2013-01-31 12:23
tremate tremate ... arriva "Maiestatis il castigamatti".
Giustizialistaforcaiolo quando si tratta di nemici e amnistiante dispensatore di buoni consigli quando si tratta di amici,
 
 
#15 Il dibattito 2013-01-10 17:25
Se "non serve nessun coraggio per difendere il proprio territorio", come mai sono pochissimi ed isolati quelli che lo fanno? Non ci sembra che partiti, movimenti politici, cittadini vari, si stiano interessando di questa vicenda. Punta d'oro di una più complessa storia di selvagge speculazioni edilizie e territoriali!
 
 
#14 ... 2013-01-09 09:53
"Poiché non possiamo, ora, far nulla di meglio, discutiamo..."
 
 
#13 bufalo 2013-01-08 13:13
non serve nessun coraggio per difendere il proprio territorio....ma serve un qualunquismo stupido per distruggerlo! sono da poco tornato a polignano, il mio contatto fb è bubalus bubalis, la mia mail , nel lazio, in provincia di roma, continuo a tenere corsi sulla panificazione naturale, sulle farine a km 0 e sulla alimentazione naturale....sono tornato per cercare di diffondere anche qui la cultura dell`ecosostenibilità, sia nell'alimentazione che, soprattutto direi, nella tutela del territorio, chiunque abbia voglia di muoversi in questo verso può contattarmi. vi ringrazio per la disponibilità! un saluto a tutti coloro che si battono per il popolo e per l`ambiente! ciao amerigo, un bacione, contattami sulla mail o su fb!!!
 
 
#12 Il dibattito 2013-01-06 21:26
Dopo aver letto chiedo: E' possibile che una gran parte di classe dirigente viene accusata di quanto è scritto nel pezzo (che laddove la magistratura interviene trova tracce di corruzione ecc.) e non sente il bisogno di dare risposte chiare e convincenti. Gialluisi si inventa quel che scrive e quindi diffama? Se così è, perchè non viene querelato? Inoltre, perchè non spiegano le loro decisioni e scelte? Perchè hanno svenduto il porto a privati che lo realizzeranno con soldi pubblici? Perchè nominano loro amici di congrega senza nemmeno renderli pubblici?
 
 
#11 MA .MA.MA. 2013-01-06 17:57
ma allora non ve ne siete ancora accorti QUESTO E' IL SISTEMA DEL CAPITALISMO. comanda chi siede sulla punta della piramide.quello che hanno fatto conPORTO CERVO COSTA SMERALDA piano piano vedrete lo faranno con la vostra costa IL PORTO E SOLO L,INIZIO. ricordatelo .
 
 
#10 Amerigo 2013-01-06 09:09
Ciao bufalo sono il tuo amico di infanzia Amerigo Pecorelli, sono felice averti ritrovato e ben tornato! ...quanti ricordi...
 
 
#9 Flavio Oliva 2013-01-05 23:35
La funzione di denuncia di CITTADINANZA ATTIVA, circostanziata nei fatTi e garbata nei modi, può risultare indigesta solo a coloro che non amano SPORCARSI LE MANI, e che vorrebbere AMMUCCHIARE TUTTO, come dice Camilleri. Quanto ai genii che lo criticano, aspetto da loro di sapere dove hanno speso la loro EFFICACIA NELL'AZIONE !!!
 
 
#8 Antonio M. 2013-01-05 20:53
Apprezzo il coraggio dell'amico "bufalo" e condivido in pieno ciò che ha espresso nel suo commento. C'è anche da congratularsi per la disponibilità e prontezza di combattezza d'istituire un comitato locale (non un partito)per la difesa del territorio ed in particolare dell'area in questione. I primi cittadini che si troveranno pentiti di aver eseguito il business di che trattasi saranno coloro che con il loro potere hanno dato vita a quella truffa colossale pubblica nei confronti di tutti i cittadini polignanesi e non. Alcuni politichesi di strapazzo (gli interessati al potere) sono convinti che il porto causerà ricchezza e progresso dell'economia locale nonchè occupazione lavoro. Io sono convinto al mille per mille che il porto sorreggerà la malavita organizzata (sono già alle porte della nostra ridente cittadina noti personaggi salentini,napoletani,baresi con basisti locali), la droga, il malaffare ed il potere delle lobby e delle cosche dei colletti bianchi truffaldini e strozzini del pizzo. Questo sarà il progresso che avrà polignano fra qualche anno, non appena il porto sarà in funzione. C'è chi ha speranza che la Magistratura si sveglia e provveda in merito. Invece, sono convinto che la Giustizia non esiste per la difesa del nostro territorio e di noi stessi, anzi rigenera giorno dopo giorno solo il "MALAFFARE". Il che che si dica di Gialluisi, ma se non esagerava lo farei Presidente del Comitato per la difesa del cittadino e la tutela del territorio!!!!
 
 
#7 gegè 2013-01-05 17:04
Per peppino e fuori sede.
Ma non vi sentite vigliacchi nell'offendere il Cittadinanza Attiva.
Voi sicuramente sapete che il dannoso problema esiste, ed è tutto a ..Svantaggio dei Polignanesi.
Quindi invece di nascondervi per poi criticare le geste altrui.
Come mai non uscite allo scoperto ed unite le vostre forze, le vostre voci, diventando corpo unico.
Adesso mi convinco ancora di più che la Nostra amata Polignano è stata e rimarrà Terra di Conquista.
....Per poi concederci una " Riserva Polignanese " ;-) :-| :sad: :o :-?
 
 
#6 rana 2013-01-05 16:15
tutto ciò ha solo un nome: speculazione.
l'unico concetto chiaro ai polignanesi è questo.
non c'è niente da fare, "un polignanese" ha ragione, monopoli funziona.
 
 
#5 bufalo 2013-01-05 12:10
non posso lamentarmi più di tanto perchè purtroppo non ero a polignano durante l'inizio dei lavori di questo STUPRO DEL TERRITORIO POLIGNANESE, il porto, che servirà solo a rovinare la nostra meravigliosa costa...ma adesso sono tornato e, a costo di finire in carcere da solo, farò tutto il possibile per impedire che l'area adiacente al porto diventi l'ennesimo monumento DI EDILIZIA SCIACALLA!!!! Finché avrò respiro in corpo mi opporrò alla cementificazione del nostro paese!!! p.s. non sprecatevi nell'offendermi con i soliti epiteti tipo "sapete solo opporvi" o ancora peggio "questo lo fanno per il bene del paese", sono ben convinto di quello che dico e mi offro di formare un comitato contro la cementificazione dell'area...un'ultima cosa, per chi avesse comunque voglia di intraprendere una discussione sull'argomento, abbiate almeno il coraggio e pudore di scrivere i vostri nomi e cognomi, io sono Benedetti Vincenzo, classe 80! BUON 2013 A TUTTI E CHE SIA UN ANNO IN LOTTA...PER IL POPOLO E PER L'AMBIENTE!!
 
 
#4 unpolignanese 2013-01-05 09:36
per avere un porto turistico il comune ha dovuto svendere un nostro pezzo di costa a privati, fregandosene, di tutti coloro che amano il mare dai bagnanti a coloro che hanno la passione della pesca sportiva. Da qualche anno molti sono costretti a spostarsi nella vicina Monopoli sia per frequentare le spiagge che per varo/alaggio di barche. Ecco perché da decenni economicamente Polignano é ferma e noi dal nostro paese migriamo verso Monopoli facendola crescere ulteriormente, vi pare giusto? Era molto meglio quando il molo lungo era aperto a tutti e da Mimmo c'era posto per le imbarcazioni, bei tempi.
 
 
#3 ruge 2013-01-05 09:21
quello che sta succedendo in quel porto è qualcosa di vergognoso, lo stiamo costruendo con soldi nostri ma rimarra' privato e in piu' diamo la possibilita' di costruire nuove case in quel lembo di terra, quando san vito è gia' iper costruita , l'ultima vergogna dei politicanti di destra e sinistra di questo paese fantasma
 
 
#2 Fuori sede 2013-01-04 20:19
Condivido in pieno ciò che "dice" peppino, troppe parole e pochi fatti. Personalmente ritengo che essere "cittadini attivi" significa concretamente sporcarsi le mani per tutela dei propri diritti e della propria amata città. Speriamo in un 2013 in cui ognuno di noi possa concretamente "essere cittadino attivo"
 
 
#1 peppino 2013-01-04 11:17
il cittadino attivo, autoreferenziale, manca di efficacia nell'azione. solo bordate a salve, tanto fumo e poco arrosto
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI