Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Vito Carrieri segretario Sel: "Ora la sinistra è in campo"

vito-carrieri-sel-polignano

 

Mercoledì sera, 19 dicembre, si è celebrato il congresso di Sinistra Ecologia e Libertà, forza di maggioranza dell’amministrazione Vitto. All'evento sono stati invitati tutti i maggiori esponenti politici. Sono intervenuti, tra gli altri, l’ex sindaco Angelo Bovino, il consigliere dell’opposizione Matteo Colella, la consigliera Lucia Brescia. Assenti i Verdi e il consigliere di maggioranza Mimmo Lomelo. 

“ORA LA SINISTRA È IN CAMPO” - Il giovane agronomo, Vito Carrieri, 32 anni, sarà alla guida della segreteria locale del partito, e prende il posto dell’assessore Paolo Mazzone. “Ora la sinistra è in campo” – ha annunciato così il nuovo slogan che riprende quello passato: “Rimettiamo in campo la sinistra”.

Pubblichiamo la relazione integrale del neosegretario di Sel Polignano.


LA RELAZIONE

Nei nostri due anni di vita abbiamo visto quanti passi in avanti abbiamo imbastito a livello di circolo. Ma questo non basta, vogliamo e dobbiamo guardare al futuro. Lo slogan di questa edizione del congresso “ora.. la sinistra è in campo” riprende quello passato “rimettiamo in campo la sinistra” e racconta tutta la nostra intenzione, dunque, di proseguire il cammino intrapreso finora.

"MANTENERE LE PROMESSE DEGLI ELETTORI" - Partivamo ufficialmente il 20 novembre 2010, ed oggi siamo una forza di governo nell’attuale maggioranza in consiglio comunale. Lo diciamo con un pizzico di soddisfazione, è vero, ma soprattutto con tanto spirito di responsabilità, poiché da qualche mese, e soprattutto nei prossimi anni, ci apprestiamo a decidere su tante tematiche, alcune molto importanti per il futuro della nostra Polignano per mantenere le promesse e le aspettative non solo dei nostri elettori, ma anche dell’intera cittadinanza.

Governare, si sa, è sempre più difficile che essere all’opposizione, ma questo ruolo ci infonde tanto entusiasmo. Settimanalmente ci incontriamo nella sede di via Magnesi, per sostenere le nostre due figure istituzionali, e questo impegno lo manterremo saldo e costante anche nei prossimi mesi: assessore e consigliere di SeL sono, e dovranno continuare ad essere, nostra espressione ed in linea con le idee della base del Partito, in tutte le decisioni che verranno prese in consiglio comunale e tutte le iniziative di assessorato: ci sembra questo un primo passo per restituire democrazia e partecipazione a tutti i nostri elettori.

Siamo una forza di sinistra, pertanto anche a livello locale saremo sempre vicini e sensibili alle problematiche della gente più in difficoltà. Vogliamo tutelare le fasce di popolazione a minor reddito e con problemi di occupazione. In tal senso la figura e le iniziative del nostro assessorato ci aiuteranno a rimarcare il compito di essere vicini a chi ha più bisogno, sia dal punto di vista economico che sociale.
Nella nostra società lavorano infatti molteplici associazioni di volontari, impegnati nella solidarietà verso i più emarginati, verso le donne che subiscono violenze (nonostante siamo alle porte del 2013), i diversamente abili, gli extracomunitari. Tutte queste categorie sono e saranno sempre sotto la nostra lente d’ingrandimento, e troveranno nel nostro gruppo interlocutori interessati, ogni qualvolta saremo interpellati o coinvolti.

PROGETTO BADELLO - Uno dei nostri cavalli di battaglia durante la campagna elettorale delle ultime ammnistrative è stata la trasparenzacongresso-sel-polignano degli atti amministrativi, spesso dimenticata o addirittura calpestata, negli anni passati. Ci impegneremo ulteriormente a farla emergere nelle prossime azioni amministrative, dando seguito ad alcune nostre iniziative già prodotte in questi mesi (incontro con progettista dei lavori c.da Badello, richiesta bando di gara per l’assegnazione dei locali alla Protezione civile..). Sullo stesso tema, nei prossimi mesi di vita amministrativa, chiederemo ai nostri alleati di condurre in porto la questione dei bilanci pubblici partecipati.

Uno dei prossimi obiettivi che ci diamo è quello di allargare ulteriormente la base dei giovani di questo gruppo politico e contrastare efficaciemente, con i fatti e le iniziative, quel sentimento di antipolitica che ahinoi campeggia forte nella società in questo momento storico. Come citava Vendola, “dobbiamo imparare a parlare al cervello, non solo alla pancia”.

Il dialogo con le altre forze politiche e l’apertura alle idee alternative, sempre nel rispetto delle proprie posizioni è prerogativa di qualsiasi forza politica corretta, per questo motivo oggi abbiamo voluto invitare voi tutti a presenziare alla nostra festa e nel futuro ci piacerebbe rinnovare appuntamenti di confronto su diverse tematiche, politiche e sociali.

RAPPORTO CON LA STAMPA - Un altro rapporto che vorremmo mantenere saldo è quello con i mass media e gli organi di informazione: in quanto partito politico siamo costantemente sotto la lente d’ingrandimento e questo ci porta tanto ad apprezzamenti quanto a critiche, da parte di chi lavora nella comunicazione. Chi vi parla è anche un giornalista, e conosce bene la difficoltà del mestiere, per cui siamo pronti ad accettare sempre le posizioni altrui, soprattutto quelle critiche, purché siano PUNGOLATRICI, COSTRUTTIVE, e mai mosse da malizia o da preconcetti di base. Per questo motivo avevamo già organizzato una prima conferenza stampa all’interno del nostro partito pochi mesi fa, ed in futuro vorremo continuare con iniziative simili.

Ricordiamo a noi stessi di essere anche un partito ecologista, pertanto un altro impegno sarà quello di proseguire, come l’amministrazione sta facendo in questo periodo, ad essere sensibili all’arredo urbano, alla pulizia delle nostre spiagge e del territorio tutto, allo stato di salute delle nostre contrade, e di incentivare l’utilizzo di mezzi alternativi all’auto nel nostro territorio. Diminuire l’impatto del traffico in centro e promuovere l’utilizzo delle biciclette potrebbero essere iniziative che vanno in tal senso. L’amministrazione tutta è attenta alla situazione dell’attuale pista ciclabile, ma noi di SeL spingeremo per mettere in sicurezza a breve, la stessa.

"NO DECISO A PARCO DEI TRULLI" - Sta a cuore, e non può essere altrimenti, il tema dei rifiuti, considerati ormai nelle società più evolute come risorsa e non più costo. Pertanto incentivare nel territorio la “raccolta differenziata” deve essere un’altra priorità nei mesi a venire, assieme al “porta a porta”. D’altronde questa nostra sensibilità verso il tema dei rifiuti a Polignano non è propaganda pura, ma è stata rimarcata, non dimentichiamolo, dall’azione svolta da parte del nostro consigliere Mancini, il quale con determinazione e coraggio aveva denunciato con un esposto lo stato precario in cui versava Polignano sul finire dell’estate. Inoltre siamo a difesa dall’ambiente da ogni forma di speculazione edilizia e dalla cementificazione selvaggia, come dimostra per esempio il nostro no deciso al progetto “Parco dei trulli”.

Di questi giorni è la notizia di un progetto per l’installazione di pannelli fotovoltaici sugli edifici comunali. Ci muoveremo e proporremo di promuovere l’installazione dei pannelli solari anche su altri edifici pubblici, tra cui le stese scuole, con un duplice obiettivo. Innanzitutto sensibilizzare l’opinione pubblica verso una fonte di energia pulita, alternativa a quella del petrolio. In seconda battuta, nel lungo periodo, gli investimenti sul fotovoltaico garantiscono anche un recupero in termini economici da parte dell’Ente Pubblico. Non dimentichiamo come una delle spese maggiori dello Stato italiano derivi proprio dalla spesa energetica, settore nel quale l’ Italia purtroppo è sempre stata alle dipendenze altrui.

Il nostro paese è un serbatoio straordinario di associazioni culturali, un prato sempre rifiorente, , che dimostra quanto in fondo la nostra cittadina sia ancora dinamica e vitale. E’ questa una base troppo preziosa a cui abbiamo un obbligo, quasi morale, di rivolgerci e confrontarci continuamente. Vogliamo dunque che l’amministrazione dialoghi continuamente con le stesse, in modo da recepire le loro proposte e ogni qualvolta possibile, trasformarle in eventi, manifestazioni, incontri, tutte con un unico target comune, la cultura. Ci impegniamo, affinché le associazioni culturali del paese tornino ad avere il giusto peso, quindi essere per loro, interlocutori attenti allo scopo di diffondere la cultura nel quotidiano.

L’agricoltura resta il settore trainante del Paese e come Partito non possiamo ignorare anche questa tematica. Le grosse aziende agricole del comprensorio soffrono le difficoltà del momento, a loro proporremo degli incontri formativi, magari sollecitando pure le competenze che quest’amministrazione gode in Giunta e tra le sue fila. Per le medio-piccole aziende, invece, guardiamo con interesse ed informarle sull’adozione, nelle scorse settimane, da parte della giunta Vendola della legge Regionale sui GAS (Gruppi Acquisto Solidali). Questa, difatti, incentiva le produzioni agricole locali di qualità, dà rilevanza ai prodotti a km zero e sostiene la messa in rete e le attività dei GAS pugliesi. In tal modo si potrebbe creare una “valvola di sfogo” per alcune produzioni che pur se tipiche del territorio, peculiari o presidi slow food addirittura, in alcuni periodi dell’anno, paradossalmente, in esubero. Su questa scia, a cascata un’ulteriore idea sarebbe incentivare un turismo eno-gastronomico per Polignano.

PIENO SOSTEGNO A VENDOLA - Nell’immediato però, in quanto principale partito rappresentante la sinistra italiana, ci prodigheremo a sostenere SeL, il presidente Vendola e l’intera coalizione di centrosinistra alle prossime elezioni politiche.
Le notizie degli ultimi giorni, con le dimissioni irrevocabili del presidente del Consiglio, hanno modificato alcuni importanti scenari politici, ed ovviamente velocizzato le dinamiche che portano al voto.

A giorni, e su questo punto il segretario Cipriani potrà illustrarci meglio i contenuti, saranno decisi regolamento e modalità di partecipazione alle Primarie per la scelta dei nostri candidati al Parlamento. Come gruppo SeL Polignano auspichiamo una modalità di voto interna, autonoma e possibilmente grauita, per permettere a tutti i nostri elettori, senza limitazione alcuna, di potervi partecipare ed esprimere il proprio parere a riguardo.

Con questo spirito, dunque, dobbiamo saper parlare alla gente ed incentrare l’attenzione degli elettori puntando su alcuni argomenti chiave, ovvero quelli del lavoro, del welfare, dell’istruzione pubblica, e dell’economia. In tutti questi settori gli ultimi governi si sono disinteressati colpevolmente delle classi meno abbienti e dei ceti medi, che invece sono stati, alla luce del sole, proprio i più colpiti dalla pressione fiscale. Non a caso, infatti, non è stata mai considerata una seria Patrimoniale, mentre è stata fatta cassa spremendo il ceto medio e basso ed i pensionati. Viceversa condoni fiscali ed edilizi hanno permesso a chi aveva “di più”, di pagare “di meno”.

La riduzione dei privilegi politici, dei loro stipendi, del numero dei parlamentari e delle cariche provinciali e regionali deve essere nelle prossime agende di governo, per dare un segnale forte ai cittadini, i quali universalmente chiedono riforme in questa direzione. Siamo molto fiduciosi che il partito accoglierà questa istanza, poiché anche in questo caso, un primo significativo passo è stato già attuato dalla Giunta Vendola, che ha decurtato in Puglia da 70 a 60 il numero dei rappresentanti Regionali. La FIAT, Pomigliano e altri casi simili invece dimostrano quanto i diritti dei lavoratori siano sempre più declassati; l’istruzione privata sempre più equiparata a quella pubblica, con tanto di sovvenzioni statali.

I temi del lavoro e dell’ambiente spesso si intersecano, a livello locale e nazionale, ed a volte possono anche contrastarsi, per cui una buona politica deve essere capace di gestirli al meglio. Anche quando il contrasto diviene un’emergenza, come nel caso attualissimo dell’ azienda ILVA che ci tocca da vicino e dalla quale non possiamo esimerci un passaggio. Ormai non si può neanche più parlare di conflitto tra lavoro e ambiente. Attorno all'Ilva si consuma il conflitto tra le ragioni dei posti di lavoro ed il diritto alla salute dei cittadini. Riteniamo però che le azioni della Regione Puglia fin qui operate siano tese proprio a cercare il giusto compresso tra tutela di lavoro e ambiente, e noi con cognizione di causa siamo d’accordo su questa linea di pensiero, per poter come dicesi in gergo comune, salvare “capra e cavoli”. La sentenza di disastro ambientale emessa dalla Procura di Taranto ha portato la chiusura di alcuni reparti della seconda acciaieria più grande d’ Europa (di superficie pari ad 1,5 volte la città di Taranto) e fatto sequestrare circa 1.700.000 tonnellate di prodotto finito derivante da queste attività, che giacciono sulle banchine dell’area portuale dell’ Ilva, per un valore di circa un miliardo di euro. La Regione è intervenuta, allora, sollecitando la tempestiva operatività tra Istituto Superiore della Sanità, ISPRA e le istituzioni regionali”, indicando come “una possibile via d’uscita dal drammatico impasse della crisi tarantina, la celere produzione della valutazione del danno sanitario dell’impianto. I soggetti individuati "sono l’ARPA Puglia (che la Regione per la prima volta aveva, lo ricordiamo, dotato di apparecchiature per il monitoraggio specifico dell’area ILVA), l’ARES, la ASL di Taranto e in sede nazionale i loro Ministeri, ISPRA e ISS.

Attenzione alle risorse giovanili, cultura e turismo sono le punte di diamante di queste due legislature pugliesi targate Vendola: sostenere SeL significa voler esportare questo modello Puglia in tutte le Regioni d’Italia. Citando le locuzioni “ritorno al futuro”, “bollenti spiriti”, “principi attivi”, “laboratori dal basso” e cosi via.. alla mente risuonano echi di piogge di finanziamenti per i nostri giovani, a cui hanno potuto attingere in passato anche ragazzi di Polignano stessa.

Tra gli ultimi dati sul turismo in Puglia, cito direttamente uno stralcio di un articolo apparso su Repubblica.it di febbraio 2012 : “….l'impatto del turismo sul Pil regionale del 2010 è stato del 7,7%, con una stima elaborata dall'Ipres (Istituto Pugliese di Ricerche Economiche e Sociali) dell'8,1% sul Pil 2011..Nel 2006 l'incidenza del turismo sul Prodotto interno lordo regionale era del 3,4%. Intanto però il Pil regionale è calato complessivamente di circa il 2% nel 2011 a causa della crisi economica. Dunque la crescita del Pil del turismo è "stata del 5%, quindi è forte anche in termini assoluti, non solo proporzionali". Credo non ci sia altro da aggiungere a questi numeriSu queste tematiche regionali e nazionali appena elencate, dunque, saremo pronti a sostenere SeL ed affrontare l’imminente campagna elettorale.

Come visto dunque, la mole di lavoro è notevole, i progetti sono ambiziosi e, tanti, se siano troppi non lo sappiamo ancora, ma c’è da lavorare fin da subito. Per affrontarli al meglio chiuderei con un pensiero che recita:
“Per fare buona politica non c'è bisogno di grandi uomini, ma basta che ci siano persone oneste, che sappiano fare modestamente il loro mestiere. Sono necessarie: la buona fede, la serietà e l'impegno morale. In politica, la sincerità e la coerenza, che a prima vista possono sembrare ingenuità, finiscono alla lunga con l'essere un buon affare”.

Lo firma è quella di Piero Calamandrei, giornalista, politico, giurista, antifascista: la sue esperienza, i suoi consigli ed indicazioni sarà bello portarli avanti con noi nei prossimi mesi.

Vito Carrieri, segretario cittadino SeL


 

CLICCA QUI - 2 ANNI FA L'ELEZIONI DI MAZZONE E L'INVITO A UNA SINISTRA UNITA: "BASTA CON I RISENTIMENTI, E' TEMPO DEI SENTIMENTI"

 


 

 

Commenti  

 
#9 Vito Carrieri 2012-12-23 19:40
Cara Annalisa,

grazie per i suggerimenti e l'interesse mostrato. Tematica che mi sta a cuore quella dell'agricoltura, a quanto pare anche a lei, come ormai tutti anche io ho un profilo ed una pagina facebook, potete contattarmi e continuarne a discuterne!!

Grazie
 
 
#8 annacol27 2012-12-23 08:53
Gentile segretario,
concordo con lei circa i falliti tentativi di cooperazione tra agricoltori.Lo spirito individualista è molto diffuso nel nostro paese.Però, una classe dirigente che negli ultimi quindici anni vede tra le sue fila molti commercianti, ha tutto l'interesse nel mantenere lo status quo. Spero che nei prossimi anni le cose cambino, magari grazie proprio a giovani brillanti come lei.
Annalisa C.
 
 
#7 vito carrieri 2012-12-22 16:52
Grazie a tutti quanti voi per gli attestati di stima!! Spero di riuscire ad essere all'altezza del compito fino in fondo...volontà ed impegno certo non mancheranno!!
Ritengo che la squadra di partito e di coalizione siano dei buoni partner per confrontarsi e costruire....
Per quanto concerne l'ambito agricolo...concordo sulla necessità della cooperazione, ma i precedenti tentativi nel nostro paese di formare gruppi di collaborazione tra privati non sono mai andati a buon termine, e l' attuale sindaco non aveva ruoli..quindi....
Però come scritto nella relazione, si devono creare incontri pubblici di formazione per gli imprese. Agricoli e rimarcare ancora loro che esistono strumenti importanti quali le o.p. o altre possibilità di vantaggi nello stare assieme .....
Approfitto per farvi di cuore i miei più sinceri auguri di buone feste coi vostri cari!!!
 
 
#6 annacol27 2012-12-22 08:37
Gentile redazione ,se possibile vi chiederei di correggere un errore nel mio commento: ho scritto presidente al posto di segretario!! Grazie e buon lavoro
 
 
#5 Modesto Guglielmi 2012-12-21 23:29
In bocca al lupo Vito ;)
 
 
#4 annacol27 2012-12-21 23:26
Da un agronomo mi sarei aspettata proposte più incisive in ambito agricolo come consorzi o cooperative, che farebbero tanto bene a Polignano. Ma con il sindaco che ci ritroviamo tali idee potrebbero risultare scomode.
In ogni caso in bocca al lupo al neo segretario.
 
 
#3 elettore sel 2012-12-21 18:23
Ottima serata ragazzi. Siamo sulla strada giusta e la Presenza dell'ex sindaco bovino è la prova che noi giovani abbiamo un futuro da conquistare e da difendere. Grazie a tutti e occhi aperti.
 
 
#2 Flavio Oliva 2012-12-21 14:23
Un augurio enorme di buon lavoro al mio nuovo collega, una mente brillante, una risorsa in più per il centro-sinistra di Polignano!
 
 
#1 Gianvito P 2012-12-21 13:08
So che che dimostrerai quanto sei in gamba, in bocca al lupo Vito!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI