Scagliusi: "Indifferenza del partito. Tifo da stadio per Maglionico"

eugenio-scagliusi-dino-lamanna

Il Tar respinge il ricorso presentato da Maglionico.

Eugenio Scagliusi resta consigliere, tra gioia e rammarico: "Indifferenza del partito e tifoserie da stadio" 

 

Nel Luglio scorso, il primo dei non eletti nella lista de "Il Popolo della Libertà" alle ultime elezioni comunali di Polignano a Mare, Pietro Maglionico, propose ricorso al TAR per poter correggere il risultato elettorale lamentando l'avvenuto annullamento - a suo svantaggio - di alcune preferenze con le quali sarebbe risultato eletto in consiglio comunale come secondo della lista, in sostituzione di Eugenio Scagliusi, eletto per soli due voti in più.

Con sentenza n. 2149 del 14.12.2012, il TAR ha respinto il ricorso.

Il consigliere Eugenio Scagliusi ha tenuto una "conferenza stampa" – spiega – “al fine di partecipare e veicolare correttamente la notizia”.

"Gli aspetti processuali mi interessano poco - ha dichiarato Scagliusi - per quanto richiedano comunque alcune riflessioni. Per esempio, le conseguenze in capo ai rappresentanti di lista interessati, che non hanno proposto alcuna verbalizzazione ufficiale in sede di scrutinio, ma si sono prestati a sottoscrivere dichiarazioni testimoniali processuali. In uno dei due casi mi pare possano aver dichiarato il falso.

IL RAMMARICO: "INDIFFERENZA DEL PDL" - Invece mi interessa molto - continua Scagliusi - un dato politico: l'assoluta indifferenza del partito, i cui organi erano stati informati dopo il ricorso. Ritengo sia stato un errore. È evidente che una delle due persone interessate sarebbe rimasta insoddisfatta. Temo, però, che oggi ad essere insoddisfatte possano essere entrambe. Anche me stesso. E con me, persone a me molto vicine che erano in lista. Deve essere sfuggito come, mentre giuridicamente si discuteva di una manciata di voti, politicamente queste persone hanno dimostrato di valere non meno di cinquecento voti, tra me, Fabio Colella, Nico Messa, Pasquale Gattolla, Giuseppe L'Abbate; che aggiunti ai più di duecento voti di Maglionico mi pare costituiscano un bel numero. Non mi pare che sia così che si costruiscano squadre e gruppi che vogliano guardare al futuro e, soprattutto, puntare in alto."

TIFOSI DA STADIO PRO-MAGLIONICO? - Da ultimo, Scagliusi si è detto sorpreso per come in molti, in questi mesi, abbiano enfatizzato la vicenda, arrivando addirittura a parteggiare come tifosi da stadio. "Questo, evidentemente, significa che il 'fare politica' sia troppo inteso come presenza materiale in consiglio comunale, cosa - questa - che non corrisponde all'idea di politica che andrebbe invece riscoperta e rivalutata per riavvicinare i cittadini ad essa."

"Il lavoro da fare all'opposizione è enorme - ha concluso Scagliusi - e servono persone entusiaste che vogliano assumersi responsabilità e collaborare. Spero che vogliano farlo in molti. Compreso Maglionico."