Domenica 16 Giugno 2019
   
Text Size

Primarie: il commento del segretario Scagliusi

domenico-scagliusi-bersani

Riceviamo una nota del segretario del Partito Democratico, Domenico Scagliusi, con un commento, del tutto suo, personale, sulle primarie a Polignano. Mentre, oggi pomeriggio, in edicola, con "La Voce del Paese", troverete un ampio approfondimento con analisi e interviste sulle primarie.


LA NOTA DEL SEGRETARIO: 

"La gente ha bisogno di democrazia e di riappropriarsi della politica. Anche a Polignano abbiamo confermato la tendenza del resto d'Italia, con 1315 votanti in coda al seggio. Un'affluenza tra le più alte – in percentuale – della provincia di Bari.
Ancora una volta, come negli ultimi anni, i cittadini di Polignano hanno dato, con la loro partecipazione, forza e linfa vitale ad un progetto che vede al centro il lavoro, la democrazia, la giustizia sociale, il riconoscimento del merito, la cura dell'ambiente, i saperi: in una parola, il bene comune.

A Polignano il Partito consegue uno straordinario consenso, con Bersani al 45,6%, Renzi al 12,6% e la Puppato poco sotto l'1%; tali dati consegnano un Partito Democratico forte, con il 60% delle preferenze totali tra i partiti di coalizione. Un Partito già oggi vivo ed aperto che ha saputo rinnovarsi e mettere alla prova del governo della città l'entusiasmo dei giovani e la capacità delle donne. Un Partito che si arricchisce grazie al confronto generazionale, e che trova inutile e dannosa la contrapposizione tra giovane e vecchio.

Voglio ringraziare tutti i volontari che dal 4 novembre si sono alternati ed impegnati per la riuscita di questo progetto, tralasciando impegni personali per un atto così democratico che altrimenti non sarebbe stato possibile, un esercito di persone per bene spinte dalla passione e dall'amore per la politica.

Domenica prossima torneremo a votare per decidere chi, fra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi, sarà il prossimo Presidente del Consiglio, per battere le destre e ridare speranza e fiducia all'Italia, sapendo che "Non ci si salva da soli e nessuno sta bene se gli altri stanno male".

Commenti  

 
#9 Mah... 2012-12-01 17:42
Un segretario che dice apertamente chi votare perdendo la neutralità che il suo ruolo di super-partes gli affida non fa una bella figura...evidentemente c'è una partita in atto tra le varie anime del partito sconosciuta ai più. Sarebbe interessante sapere se Lavolpe lo considera ancora il suo segretario dopo l'aperta posizione a favore di Renzi. Mah..iu creid d no.
 
 
#8 per #7 2012-12-01 15:29
Non è che se uno diventa segretario di un partito merita rispetto e riverenza per questo motivo...
TUTTI hanno diritto al rispetto e alla libertà di parola.
 
 
#7 V. D. De Crudis 2012-11-30 11:02
Ritengo, e mi meraviglio del contrario riscontrato, che il segretario della locale sezione del PD (non di una bocciofila qualsiasi) abbia diritto al rispetto, pur nelle diversità di vedute.
 
 
#6 bhà 2012-11-30 01:04
Complimenti a voi e all'api polignano per la campagna elettorale. A proposito, mentre vi prodigavate anima e corpo a far pubblicità al compagno Bersa avete anche ricordato alla gente che tutto lo scempio del governo Monti è stato votato e sostenuto dal Pd, bersani compreso?? E di questo: https://www.youtube.com/watch?v=QZ22hk7CLpM ??
 
 
#5 Primato 2012-11-30 00:06
E' arrivato lui, se la gente ha bisogno di democrazia e di riappropriarsi della politica, ci vuol dire chi se non loro destra sinistra centro con tutta la loro casta ci hanno sottratto la democrazia, il lavoro, il futuro ecc ecc.... che più dovreste sottrarci?... E sì sono arrivati i paladini della democrazia, partito aperto il PD? Quando ci sono le elzioni, dopo si chiude alla gente comune, alla gente comune che sta al cuore il bene comune dell'Italia. Ormai siete stati scoperti tutti quanti.
 
 
#4 rinnoviamoci 2012-11-29 21:58
michele sai che stai bene vicino a bersani. come si dice a carte asso tira sette, bersani tira mongelli? decisamente più giovane di scagliusi (a baccarat si direbbe .....) malgrado anche tu scegli l'usatissimo
 
 
#3 Carlo De Luca 2012-11-29 16:18
Ma che dice? Battere le destre? E dove le vede le " destre"? Sono solo nella fantasia di chi vuole assolutamente evocare un pericolo, un rischio, una iattura per autolegittimarsi e trovare quella credibilità perduta negli anni grazie ai D'Alema e soci.
Però oggi ci sono " loro" i novelli giustizieri del XXI SECOLO che hanno "un progetto che mette al centro il lavoro, la democrazia, la giustizia sociale, il riconoscimento del merito, la cura dell'ambiente, i saperi: in una parola il bene comune". E scusate se è poco. Di fronte a tanta sicumera c'è da cominciare a tremare: si considerano i nuovi angeli venuti di cielo in terra a miracol mostrare.... Un pizzico di sana umiltà non guasterebbe per chi è al governo cittadino e si appresta ad andare al governo della nazione...... Grillo permettendo!
 
 
#2 criceto 2012-11-29 16:06
scagliusi, ti ammiravo ma sei scaduto...
 
 
#1 vieni via con me.Tut 2012-11-29 13:14
Caro segretario, ieri sera al dibattito tra Bersani e Renzi abbiamo dato un grande segnale di democrazia, bene, speriamo che per delle beghe interne non sperdiamo questo patrimonio di democrazia. Il duo Bresani-Renzi è un binomio vincente, lasciamo fuori coloro che predicano bene e si comportano male.Non prediamo gente che un domani possono distruggere quello che di buono stiamo creando, mi riferisco a Vendola.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI