Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Scagliusi: "Simpatia per Renzi, ma voto Bersani"

domenico-scagliusi-bersani

 

Siamo ormai agli sgoccioli. Domenica 25 novembre si vota alle primarie per la scelta del candidato premier del centrosinistra. Sabato prossimo, 17 novembre, Bersani, uno dei candidati favoriti ha fatto tappa a Polignano per un caffè da Vitto.

Intervistiamo il segretario cittadino del Pd, Domenico Scagliusi, per provare a svelare i retroscena di una campagna elettorale a senso unico, tutta a favore del segretario nazionale del Pd, con sindaco e amici di Vitto messi in riga. Intanto anche Scagliusi, che dice di "nutrire grande simpatia per Renzi", si schiera dalla parte di Bersani.

 

Segretario, che risultato, in termini elettorali, si aspetta?

Ovviamente ci auguriamo che ci sia tanta partecipazione, alle ultime primarie del PD - quelle in cui Bersani è stato eletto come segretario - hanno partecipato quasi 3 milioni di persone. È vero che l'astensione dal voto è in questo momento molto alta, ma ci auguriamo che la gente colga la grande possibilità che ha di determinare il futuro della coalizione di centrosinistra e che la partecipazione sia comunque buona. Si parla spesso di come la politica escluda i cittadini dalle scelte, e questo è in parte vero, soprattutto quando in parlamento si varano le leggi, si prendono decisioni importanti. In questo la politica italiana ha molto da imparare. Ma quando la gente ha la possibilità - come nel caso di questo tipo di consultazione - di dire la sua e di esprimere una preferenza penso che dovrebbe approfittarne, altrimenti si perde un'occasione per esercitare un diritto, oltre che una preferenza.

 

Le primarie saranno un test per l'amministrazione comunale in carica, di centrosinistra?

Sono due "territori" differenti. Con le primarie ci si gioca la possibilità di scegliere il premier della coalizione di centrosinistra che - ci auguriamo - ci governerà nei prossimi anni. Pur nelle mille difficoltà noi ci stiamo provando a cambiare la politica e a renderla più umana, più vera, più democratica. Sono orgoglioso che tutto questo lo abbia fatto il PD. Un partito nuovo, che ha il coraggio della sfida, che sa confrontarsi, che trova forme e luoghi inediti, che ha la stessa idea di paese ma con ricette differenti, ma che soprattutto ha un solo interesse: l'Italia.

Dica con sincerità quale dei cinque candidati, personalmente, la convince di più.

Senza molti giri di parole, Bersani. È quello che nel confronto su SKY si è mostrato il più pragmatico, ed è quello che ritengo possa essere il miglior interprete per creare una discontinuità con il passato e fondare un nuovo rapporto di fiducia con i Cittadini. La vittoria di Obama è il miglior augurio affinchè anche in Italia ci possa essere una decisa svolta politica verso sinistra

Il Pd di Polignano sembra diviso: Renzi o Bersani. Finora abbiamo visto un solo comitato proBersani. I "renziani" sono fuori dal giro?

Io non capisco perchè continuate a vedere sempre divisioni nel PD, nazionale o locale che sia! C'è così tanta sintonia nel PD che lo stesso Bersani, per far partecipare Renzi e la Puppato, ha accettato il cambio di statuto, per permettere una vera, sincera, corretta, leale sfida. Più democratici di così! Ognuno voterà secondo propria coscienza e simpatia. Io ad esempio, nutro grande simpatia per Renzi, ma penso che nessuno lascerebbe guidare la propria auto a chi non ha ancora la patente.... perchè si rischia seriamente che l'unica cosa che si dovrà "rottamare" sarà proprio la macchina! Non abbiamo più bisogno di grandi comunicatori, ma di persone oneste e con le idee chiare che attuino finalmente una politica di SINISTRA!

Le chiamano primarie del centrosinistra. Eppure mancano esponenti candidati di altri partiti del centrosinistra: Verdi, Idv... Come mai?

A dirla tutta di forze politiche, oltre all'Idv e ai Verdi, ne mancherebbero anche altre. Ma PD, SEL e PSI sono solo gli organizzatori delle primarie, a cui potranno partecipare tutti coloro che si sentono di centrosinistra e che firmeranno l'Appello degli elettori dell'Italia Bene Comune.

In che modo intendete avvicinare l'elettorato a votare alle primarie?

Facendo passare il messaggio che solo in questo modo possono far valere una loro scelta, e che se non si partecipa a questo tipo di processi è un po' più difficile esercitare l'altrettanto sacro diritto che hanno a lamentarsi. Tutti in questo periodo parlano della politica con toni non del tutto entusiasti, se la politica è ridotta così è anche perché in Italia abbiamo tutti sempre partecipato poco e vigilato altrettanto poco. È il momento di ricominciare a vedere la politica come una cosa di tutti, non come una cosa da cui stare lontani. Alcuni diranno che le primarie sono un'americanata, altri diranno che preferiscono ragionamenti più articolati, io so che stiamo entrando in una nuova fase della nostra Repubblica.

Quali indicazioni arrivano da Bari e dalla Regione?

Nessun ordine di scuderia. Ripeto, ognuno voterà secondo propria coscienza e simpatia.

Il PD ha sostenuto questo governo ma il sostegno non comporta la sospensione dell'esercizio di critica e dove necessario della manifestazione di contrarietà ad alcuni provvedimenti. Succede anche all'interno di una stessa coalizione che alcune cose non trovino tutti d'accordo, non vedo cosa ci sia di strano se questo accade in un parlamento così composto, visto che la situazione in cui ci troviamo a governare - a vista di tutti - è una situazione abbastanza eccezionale, e speriamo un unicum.

Perché un elettore dovrebbe avvicinarsi spontaneamente alle urne e votare per le primarie?

Per gli stessi motivi di cui abbiamo già parlato. Si dice sempre che i partiti non danno spazio ai cittadini, beh, non è coerente non approfittare di queste aperture quando se ne ha l'occasione.

Anche il centrodestra sceglie la strada delle primarie. Secondo lei perché?

Il Pdl sceglie la strada delle primarie? Non mi pare che le primarie del PDL siano primarie di coalizione, salvo novità dell'ultima ora, e non è difficile intuire le motivazioni. Parliamo di un partito che si trova al varco, con dei sondaggi che lo vedono in difficoltà su tutti i fronti e un bisogno disperato di un restyling dell'immagine (faranno primarie anche su nome e su simbolo!). Parliamo di un partito che è sempre stato visto come "il partito di Berlusconi" con un Berlusconi che però questa volta (anche qui salvo sorprese dell'ultima ora, soprattutto conoscendo l'uomo che ci ha abituati a continue smentite) ha deciso di non scendere in campo direttamente. Quale soluzione può trasmettere un'immagine di partito "rinnovato" e al contempo magari risolvere il nodo della successione di Berlusconi togliendolo dall'imbarazzo di una nomina diretta ed evitando così che si dica ancora una volta che lui nomina i suoi successori e che il PDL sia in realtà un partito personale? Quelle delle primarie per il PDL diventa una strada obbligata.

Commenti  

 
#15 Domenico. 2012-11-27 16:14
Vorrei far presente a tutti che la legge che ha inventato i "rimborsi elettorali" per aggirare l'esito del referendum che aboliva il finanziamento pubblico dei partiti l'ha votata pure Bersani ,che ora si straccia le vesti.Meditate gente. meditate.
 
 
#14 Mi vergogno 2012-11-27 15:55
Per chi ancora va a votare... siete ridicoli... non vi lamentate poi se il paese va allo sfascio io vi metterei alla gogna!!
 
 
#13 ElettorePd 2012-11-25 10:58
Caro segretario hai fatto un'analisi che ti calza a pennello. Infatti ti hanno fatto guidare una macchina senza patente e tra un po', se non fosse che il sindaco ed i suoi adepti abbiano in molti casi contribuito con i 2 euro alle votazioni avrebbero anche rottamato il partito. Non è una questione anagrafica, tu sei già vecchio e dovresti rottamarti. Non mi dire che sei stato eletto all'unanimità perché da diversi anni nei partiti non si vota ma si decide. Per questo motivo invito tutti anche se costretti a votare Bersani a ribellarsi e votare meglio: Renzi
 
 
#12 Svitol 2012-11-25 09:08
L'arte della comunicazione. Complimenti al direttore per essere riuscito ad annientare il valore politico e della venuta di Bersani e delle primarie stesse con la pubblicazione di questa foto.
 
 
#11 ... 2012-11-24 11:24
PER "SIMPATIA". ti dico che è per quelli come te che le cose non cambieranno mai. in un paese che dovrebbe essere democratico nessuno obbliga una persona a votare qualcuno. usa la testa per una volta. sentiti libero...
 
 
#10 X i primi 7 commenti 2012-11-24 11:07
BEN DETTO!!! OGNUNO DI VOI MI HA TOLTO LE PAROLE DALLE DITA!!!
 
 
#9 elly 2012-11-24 10:55
dopo aver visto l'intervento di VENDOLA a "servizio pubblico" di Santoro non ho più dubbi: voterò per lui!!! Qualcuno che almeno CREDE ancora che il popolo conti qualcosa e si prodiga affinchè lo strumento di formazione del popolo (che è la cultura e che passa attraverso la scuola pubblica)possa godere di servizi, risorse e personale in barba a tutte le riforme finora attuate!!!Bersani proprio no, appartiene al vecchio e non ha proposte convincenti!!!
 
 
#8 p.d. 2.0 2012-11-24 09:14
il segretario scagliusi
tipico uomo d'apparato
che rispetta ciecamente le gerarchie del partito
evviva il nuovo che avanza
 
 
#7 Gegè 2012-11-24 09:04
Concordo pienamente con l'analisi fatta da, Ormai è Tardi.
La loro Politica è fatta solo di interessi personali, sfruttando la buona fede della gente.
Bisogna, per il bene comune e del nostro Paese....Boicottare tali Individui
 
 
#6 coerente 2012-11-23 13:21
andate a lavorare ma a lavorare seriamente minimo 12 ore al giorno x uscire da qesta crisi altro che primarie
 
 
#5 informato 2012-11-23 12:07
in che modo intendete avvicinare l'elettorato a votare? minimo, mettendogli 2 euro in tasca! questa è la risposta corretta!!! siccome il capoccione non vuole fare figuracce dato che è il sindaco, allora darà lui i 2 euro e manderà a votare la solita gente. così hanno fatto in passato (non solo lui) e così farà. poi diranno: evviva!!!! hanno partecipato in tanti!!!
 
 
#4 Ormai è tardi... 2012-11-23 12:04
Ma con che coraggio siete qui a proporci tutto ciò??
La grande possibilità non è della gente, ma di chi ha ora paura di perdere la POLTRONA, con le primarie la gente “dovrebbe approfittarne, altrimenti si perde un'occasione per esercitare un diritto, oltre che una preferenza”, poi però chi approfitta dei privilegi della casta è chi ora ci sta chiedendo il voto, e si!!, perché siamo noi a garantirgli tutti i privilegi e i vitalizi annessi e connessi. Ci state proponendo personaggi che fanno già parte della vecchia classe politica, e che non hanno fatto nulla per il bene dei cittadini, anzi hanno contribuito a far arrivare l’Italia nello stato in cui versa, la Loro occasione l’hanno già avuta, hanno solo arricchito i loro portafogli impoverendo sempre più gli Italiani. Non vi accorgete che non solo la gente è stanca , ma c’è chi ormai non ce la fa più? Io mi auguro che il popolo italiano vada a votare, e voti chi effettivamente darà una svolta al Paese, iniziando ad azzerare i costi della classe dirigente, governando negli interessi del popolo e con la consapevolezza di essere al servizio del popolo che lo ha votato e lo ha mandato a governare. Tutto ciò sicuramente no potrà essere fatto da chi su quelle poltrone ci è già stato, o appartiene a partiti che godono di tutti i finanziamenti a cui non sapranno mai rinunciare.
 
 
#3 ... 2012-11-23 11:43
tutti coloro che sono "vecchi dentro" voteranno Bersani. Quindi...
 
 
#2 da ridere 2012-11-23 11:07
che foto.......... la dice lunga questa foto sulla salute del PD
 
 
#1 Domenico. 2012-11-23 10:57
Viva Bersani e..la Bindi e D'Alema e Franceschini e Fioroni e la Finocchiaro e Latorre e Fassino e la Turco e Cofferati....
Per favore votiamo per RENZI!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI