Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

Colella: "C'è chi lavora per gli affari dei soliti noti"

colellamatteobilancio

 

Matteo Colella difende Bovino: “Ha detto no ai soliti noti degli ultimi decenni”

“C’è chi lavora per gli affari dei soliti noti”

 


Il teorema “era meglio quando si stava peggio” è sempre attuale e, da quando si è insediata l’attuale amministrazione, si insinua come un tarlo. Molti rimpiangono l’ex sindaco Bovino. Altri, come il consigliere comunale Matteo Colella, lo difendono a spada tratta e sono pronti alla guerra. Dalle risposte che seguono, Colella sembra custodire parecchi enigmi e fatti che hanno condizionato il corso degli eventi nelle ultime elezioni amministrative. Proviamo a far luce e chiarezza.

Secondo lei per causa di chi (e per quali motivi) Bovino ha perso le elezioni?

“Bovino ha perso le elezioni per una serie di ragioni, proviamo a riassumerle. Premesso che l’amministrazione Bovino ha prodotto tantissimo per il paese in termini di Opere pubbliche: asilo nido, ricongiungimento dei lungomare, bretella fraz. San Vito con aumento dei parcheggi, accordo con la Marchesa La Greca, acquisto immobile di interesse storico nell’Abbazia di San Vito, Museo Pino Pascali ecc... Igiene Urbana: Eliminazione dei cassonetti su tutta via Sarnelli, via Martiri di Dogali, lungomare Domenico Modugno, piazza Garibaldi, ponte lama Monachile, servizio suppletivo pomeridiano e notturno centro storico e zona centro turistica rilevante, pulizia straordinaria coste, ecc… Risanamento Finanziario: Internalizzazione del Servizio Tributi con ricostruzione delle banche dati dei contribuenti ottenute per mezzo di sequestro alla Tributi Italia – Tricom, istituzione del nuovo ufficio tributi solo con gli accertamenti per l’anno 2006 di Tarsu e Ici abbiamo lasciato euro 300.000,00 come avanzo di amministrazione, dato che fa ben sperare per il futuro e tanto altro.

Va detto che comunque ci sono stati degli errori:

- aver creduto in personaggi che anziché amministrare nell’interesse comune hanno amministrato esclusivamente per poter sostituire il sindaco uscente Bovino, tanto è vero che erano disposti ad accettare la candidatura di Sindaco e quando non la hanno ottenuta si sono defilati, anzi…; - aver atteso invano che persone ritenute amiche proponessero la candidatura del Sindaco uscente (visto che aveva lavorato bene ed era ricandidabile) facendo perdere del tempo prezioso alla nostra coalizione e concedendo vantaggio agli avversari. Va considerato che alcuni di questi personaggi che in passato erano alleati con Bovino avevano ritenuto che Bovino fosse giunto al capolinea e che dovevano prendere strade diverse, tanto è vero che sono stati gli antagonisti di Bovino insieme a Di Giorgio. I fatti però hanno dato ragione a Bovino che nel 2007 è stato proclamato nuovamente Sindaco.

Tra gli errori va annoverato il fatto che l’amministrazione Bovino nel corso di questo quinquennio poco ha pubblicizzato il lavoro svolto che unanimemente viene riconosciuto e soprattutto all’esterno!

Tra le ragioni della sconfitta c’è anche il grande merito di Bovino di aver detto no ad alcuni che hanno  condizionato in maniera incisiva ogni amministrazione negli ultimi decenni e che ora fanno parte dell’attuale amministrazione.”

Ma si potevano fare elezioni primarie per la scelta del candidato sindaco?

“Certo che si potevano fare ma mancavano le condizioni. Il Sindaco uscente era ricandidabile e le proposte alternative erano, come potenziale elettorale, tutte al di sotto di Bovino e non certo per sua colpa. Chi chiedeva a Bovino un passo indietro non è mai venuto a parlare in nome di un gruppo, a parte l’UDC che chiedeva le primarie e poneva la condizione che Bovino non vi doveva partecipare. Per fare un esempio, se un insieme di Stati decidono di fare la guerra ad altri Stati, i capi di governo si incontrano ed ognuno espone il proprio potenziale, in termini di esercito ed armamenti, dopo, insieme decidono quale sarà il condottiero di tali eserciti, se non si trova subito l’accordo si mette ai voti il nome del condottiero proposto dai vari capi di stato. Nei nostri incontri erano tutti capi di stato senza esercito. Lo tenevano nascosto? Dicevano di averlo e non era vero? Secondo me non lo avevano, e nel contempo volevano soltanto andare a sostituire Bovino. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: il paese consegnato alla più totale incertezza e Bovino sconfitto da pseudo amici. Nel frattempo c’è chi tanto ha preso da Bovino e che continua a lavorare per essere candidato o per far candidare alla poltrona di Sindaco qualcuno di famiglia per meglio favorire gli affari dei soliti noti.”

Che tipo di opposizione sta conducendo il suo gruppo? Abbiamo visto pochi interventi finora...

“Abbiamo atteso i famosi cento giorni ed i giudizi non possono che essere negativi. Per chi come noi ha amministrato nell’interesse della gente non è certo importante mettere in difficoltà un’amministrazione che peraltro si è insediata da poco. I nostri interventi non sono stati pochi, anzi…abbiamo sviluppato una mole di lavoro in silenzio e con rispetto istituzionale quale siamo abituati culturalmente. A breve ne daremo contezza. Per esempio, in consiglio comunale quando si è discusso del regolamento dell’Imu sono state apportate delle modifiche su nostra proposta a seguito di un lavoro propositivo svolto con la condivisione del consigliere di maggioranza Mimmo Lomelo (Verdi), il quale aveva espresso desiderio in tal senso.

Per quanto riguarda il regolamento per il conferimento della cittadinanza onoraria, in commissione consigliare dapprima abbiamo rinviato l’argomento per apportare delle modifiche e poterlo migliorare e successivamente alle modifiche da noi proposte e prontamente accolte dal presidente della commissione e dagli altri componenti, è stato approvato. In commissione urbanistica del 17 agosto c.a. è stato chiesto il rinvio dell’approvazione degli argomenti posti all’odg ed ottenuto proprio perché all’odg di quella commissione c’erano punti poco chiari. Successivamente è stata chiesta la documentazione relativa a quei punti (22 agosto c.a.), ottenuta solo in parte dopo oltre un mese dalla richiesta e dopo che uno dei punti era stato già discusso e approvato in consiglio comunale!”

Ci dia una valutazione degli oltre 100 giorni di Vitto.

“Non può essere che negativa. In campagna elettorale avevano la ricetta per risolvere tutti i problemi invece si sono presentati in consiglio comunale, in occasione dell’approvazione del Bilancio di Previsione 2012, senza una programmazione chiara e coerente con le infinite promesse della campagna elettorale. Dico questo perché ad aprile 2012 volevamo portare in consiglio comunale il Bilancio di Previsione per l’anno 2012 che era necessario approvare prima della scadenza del 30/06/2012 fissata dalla L.n.14/2012 in quanto era previsto nell’apposito intervento la spesa per garantire il regolare svolgimento delle elezioni amministrative. L’allora opposizione, oggi maggioranza, lamentava il fatto che tale strumento programmatorio (Bilancio di Pervisione 2012) doveva essere fatto e approvato dalla maggioranza che veniva fuori dalle imminenti elezioni amministrative e, nonostante gli fu spiegato che su tale strumento comunque si poteva intervenire con le variazioni di bilancio, ci chiesero ed ottennero di rinviare l’approvazione a dopo le elezioni. Con quale risultato? Che per la prima volta nella storia di questo comune non abbiamo potuto tempestivamente far fronte alle spese elettorali ed inoltre è stato prodotto un debito fuori bilancio; si sono presentati in consiglio comunale con il Bilancio di Previsione 2012 da noi predisposto peggiorato a danno dei cittadini, poiché prevedeva l’aumento (il raddoppio) dell’addizionale comunale all’irpef e hanno speso l’avanzo di amministrazione di 412.000,00 euro circa che noi gli abbiamo fatto trovare. Ci sarebbe tanto altro da dire, ma mi riservo in futuro di tornare sull’operato di questa amministrazione visto che ho appreso da un settimanale locale che hanno preso ulteriori 100 giorni”

Quale sarà il posto futuro di Angelo Bovino?

“Angelo Bovino è una risorsa per il nostro paese mi auguro che voglia continuare a dare il suo contributo alla nostra comunità come ha fatto sempre per i suoi anni da sindaco e da consigliere comunale e provinciale”

 

Commenti  

 
#23 avanzo 2012-11-21 21:42
l'assessore si lamenta del fatto che hanno speso l'avanzo, senza sapere che l'avanzo in una amministrazione pubblica è sintomo di cattiva programmazione finanziaria e farti avanzare fondi quando c'era e c'è bisogno di sistemare qualcosa che ha bisogno d'interventi oppure dare servizi più rispndenti alle necessità di chi ne ha bisogno. vergogna
 
 
#22 quanti 2012-11-21 13:31
Mamma mia quanti commenti!! Ecco cosa accade quando sui giornali vengono fuori verità scomode. Stiamo attenti, che la gente comincia ad avere fame, e quando si ha fame e brutttt, ma brutt bruttt!
 
 
#21 poveretti 2012-11-20 21:49
In tutti questi commenti si legge solo invidia, malafede e poca serietà nei confronti di chi ha fatto solo del bene per il proprio paese e che a differenza di altri politici non ha mani in cooperative edilizie e quant'altro. Per quanto riguarda il rapporto con bovino state tranquilli che non ci sono interessi, ma solo rispetto reciproco.
 
 
#20 x Angelo Bovino 2012-11-20 12:50
Caro Angelo, se leggi questo forum,
per favore liberati da Matteo Colella. Se qualcuno degli attuali vincenti gli offrisse un incarico ti mollerebbe immediatamente e passerebbe dall'altra parte dello steccato.
La sua "amicizia" nei tuoi confronti anche nella vita di tutti i giorni è solamente per interesse.
Stai attento.
 
 
#19 Ardito 2012-11-19 23:19
Caro Bovino,
Questa è l'ennesima dimostrazione che quando una persona ha passato 50 anni senza uscire di casa... Alla prima occasione si sentono capaci di dire e criticare...
Ben ti sta
Francesco
 
 
#18 arrivista 2012-11-18 12:56
bovino ti stai facendo fregare da Colella! uno che cambia bandiera pur di avere incarichi ovunque... appena gliene daranno un altro saluterà anche te!è un arrivista disposto a tutto
 
 
#17 mr.Polignano 2012-11-08 19:06
se ne siete certi, di tutto sto malaffare denunciatelo in Procura.
Qui a Polignano, purtroppo siamo ancora costretti a convivere con sti bravi ragazzi
che furbescamente, se è vero intascano Euro 500.000.00
 
 
#16 X si in testa 2012-11-08 16:32
Forse sarò ignorante ma dico se il sig. dirigente che dite sempre che non ha avuto qualche minimo problema legale poteva il sindaco Bovino toglierlo e mandarlo via? Credo proprio di no,anche a naso, da sprovveduto. Ma questo dirigente invece ha fatto bene i conti dei soldi che avanziamo?
 
 
#15 legalità 2012-11-08 15:46
visto che nell'ultimo consiglio comunale il nostro Presidente del Consiglio ( Modesto Pellegrini) ha sbraitato tanto vediamo se ha il coraggio di far convocare un consiglio comunale straordinario sul caso TRI.COM..... i cittadini di polignano attendono di sapere che fine hanno fatto i soldi incassati dalla Tributi Italia e di chi sono le colpe ...... conoscendo il Presidente ( fido scudiero del Dott. Di Giorgio ... quanti voti ti ha regalato) non convocherà mai il consiglio straordinario e né lo farà il Sindaco.
Andate tutti a casa ... tranne qualcuno che non era consigliere comunale all'epoca dei fatti)...
 
 
#14 Fortunato 2012-11-08 14:50
Sono stato davvero fortunato a poter sentire questa sottospecie di oracolo, questo campione dei VOLTABANDIERA, dire in pubblica piazza, quando si accompagnava al consigliere dei Verdi Vito Sabato, (correva l'anno 2004, che lui avrebbe fatto il c... a Bovino e a Palladino se fosse salito sul Comune !!!! Che barzellettiere.....
 
 
#13 scivolone 2012-11-08 13:27
Clamoroso !!! chi si presume appartenere al centro sinistra dovrebbe tacere .....
ma per fare cosa? per coprire chi? per salvare tutti gli implicati che oggi governano la città?
Mi vergogno di aver votato questo centro sinistra che oggi comanda a Polignano.
 
 
#12 X Cosimo P. 2012-11-08 11:49
Finalmente leggo qualcosa di serio, anche se ancora molto poco. Caro Cosimo puoi dire al tuo amico, in forma assolutamente anonima, di iniziare a scrivere l'indescrivibile vergogna legata alla questione Tricom. Vergogna perpetrata e continuata a danno di quei cittadini polignanesi che pagano le tasse, perché sono ancora tanti che grazie a diverse coperture, le tasse non le pagano e non le hanno mai pagate. Una ultima questione, come può un comune che non ha mai avuto contezza di quelle che devono essere le proprie entrate tributarie, certificare in 280 mila euro, l'ammanco Tricom, per me rimane un mistero, dietro al quale c'è molta più merda di quel che si pensi. Vergogna non si agisce così sul sangue della povera gente. Già perchè chi paga le tasse è la povera gente, che non ha "amici" in comune.
 
 
#11 Cosimo P. 2012-11-07 19:51
Difronte a tante responsabilità ed a tanti reati commessi tutti si dichiarono innocenti, bravi governatori e professionisti onesti. Vi dovreste solo vergognare per quanti danni avete fatto e continuerete a fare all'intera comunità polignanese. Circa una settimana fa mi incontrai a cena con un carissimo amico mio (ex dipendente com.le) il quale, non fece il nome di nessuno, ma sulla questione Tricom ne sa una più del diavolo. In confidenza mi disse che non sono solo 300.000,oo Euro che il capos...aggese avrebbe dovuto restituire al Comune, ma supera un paio di milioni, di cui un milione e mezzo nelle casse private e cinquecentomila euro nelle buste dei corrotti collusi. Mi rivolgo a chi ha già incassato tale denaro pubblico: "VergognateVi,
 
 
#10 si, in testa 2012-11-07 19:13
la verità non viene a galla perché non vengono pubblicati gli atti. purtroppo non ho trovato la copia della relazione dei consulenti nominati dal commissario prefettizio altrimenti vi avrei dimostrato da tempo la responsabilità del non vedente e dei suoi colleghi revisori, del "grande" dirigente che Bovino s'è tenuto caro caro e del presidente del cda. non abitando più a polignano, ho chiesto alla redazione di accedere agli atti o di chiedere a qualche consigliere di consegnare la copia degli atti. evidentemente a nessuno, redazione compresa, interessa fare chiarezza. comunque le assunzioni sono state solo lo specchietto per le allodole perché la "sistemazione" dei ben noti fu inopportuna ma non illegittima. chi se ne è lamentato, lo fecero solo a causa della mancata assunzione dei propri segnalati. a polignano abitano ancora i politici che parteciparono all'incontro di maggioranza in cui il ben noto personaggio si lamentò
 
 
#9 x commenti 7 e 8 2012-11-07 14:12
Azzardiamo una ipotesi semplice: forse c'è chi aveva avuto lo zuccherino x controllare (fare finta di ...) la TRI.COM. ed ora vuole scaricare a Matteo responsabilità proprie che stanno per essere scoperte e ....? Forse che questi signori che hanno avuto la sfacciataggine di candidarsi X Vitto hanno paura di essere sp.. (scoperti) nel calderone dello scandalo Saggese ... o forse ancora si fa finta di dare ad altri colpe proprie per presa di parte (pardon diciamo di partito)? E cosa centrerebbe in questo il tifo per il centro sinistra ? Allora dobbiamo zittire sulla svergognata attività del centro sinistra polignanese ... e sui suoi grandi rappresentanti politici che predicano bene ma ingannano gli elettori quando governano ? e le assunzioni del 2006 senza concorsi dei loro parenti ... nello stesso affare TRI.Com. ?(li ufficializzò onofrio Torres loro Presidente del Consiglio Comunale)!!
a proposito andate a vedere le "nuove facce" o visitate il sito ufficiale sul Comune tutti candidati o loro parenti o ... chissà come e perché. Meditiamo cari ragazzi ... (quale trasparenza ci aspetta ?)
 
 
#8 si, in testa 2012-11-06 22:27
e lui come non vedente non è secondo a nessuno.......vero caro revisore? il suo strabismo rispetto alla questione Tricom è da manuale del perfetto servo del potere. Redazione! forza un pó
 
 
#7 Matteee.... 2012-11-06 17:43
Ma sbaglio o Matteo Colella è stato sempre tifoso del centro sinistra??? Ma... cmq...Ti hanno fatto assessore e come si dice al paese dei non vedenti .... ahahahah
 
 
#6 Attributi ??? 2012-11-06 12:54
Piano ad osannare Colella, è bravo a fare demagogia ma è come tutti gli altri. Non dimentichiamo che anche lui ha saltato la quaglia, in passato era schierato dalla parte opposta a quella per cui parteggia adesso.
 
 
#5 ONESTà 2012-11-06 00:02
chi ha dichiarato che matteo possa avere gli attributi, sicuramente non sa cosa siano e dimostra una scarsissima conoscenza di quello ke è stato scritto. ognuno di noi è fiero della propria ignoranza.
 
 
#4 Per X matteo 2012-11-05 23:30
Con vitto?? Il solito studio tecnico con amici di vecchia data.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI