Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

Caso Pedone. Colella: "Nessuna vittoria"

salvatore-colella

 

“I fatti di via San Vito 64 sono solo all’inizio di un esame che sarà più approfondito”

 


A proposito dell’ordinanza del Tar favorevole all’architetto Pedone, abbiamo intervistato il consigliere Salvatore Colella (ApI).

Come valuta l'ordinanza del Tar? 

“Sicuramente non è soddisfacente ed è negativa per noi, ma risponde essenzialmente ad una ordinanza fatta dal dirigente dell’Ufficio Tecnico, che peraltro noi come amministrazione non abbiamo affatto condiviso, in quanto la ritenevamo carente. Infatti, il cambio di destinazione d’uso non andava concesso, sia per la parte esterna che per quella interna della tenuta di Pedone, in quanto, a nostro modesto modo di vedere, i locali non hanno tutti i requisiti per l’ottenimento del cambio di destinazione da abitazione a uso commerciale. Com’è noto, le altezze previste per i locali commerciali sono diverse da quelle ad uso abitativo.

Tra l’altro, più incisivo è stato il quesito posto dal sindaco all’indirizzo del tecnico comunale, quando con una missiva chiedeva al suddetto dirigente, a quali normative si fosse ispirato per rilasciare tutte le sanatorie concesse in questi anni passati. Naturalmente, il quesito allo stato attuale ancora non trova risposta.”

Farete il ricorso al Consiglio di Stato?

“Intanto si tratta solo di una sospensiva, non c’è una vittoria di chicchessia, in quanto il merito è stato rinviato ad altra data. Poi, se ci sarà bisogno, andremo anche al Consiglio di Stato. Ritengo che noi non dobbiamo limitarci a inseguire passivamente solo iniziative dirigenziali, che peraltro sono contraddittorie (prima concede e poi ritira parzialmente), ma tracciare una linea nostra propria dell’amministrazione comunale così come dichiarato dal sindaco con la missiva suddetta, cioè di mettere in discussione tutto l’impianto stesso delle concessioni pregresse”.

Commenti  

 
#5 Cittadinanza Attiva 2012-10-30 21:56
X andiamo avanti (gli anonimi non vanno avanti, semmai strisciano nel fango!), mettici firma e faccia, poi esplicita e formula chiaramente quel che vuoi sapere dal S. Gialluisi. Oppure, resta nel tuo comodo anonimismo e consulta questo sito e Blu e saprai quel che pensa ed ha fatto Gialluisi nel caso Pedone e non solo!
 
 
#4 gege 2012-10-30 19:03
voci di corridoio,
l'ing. Stama, verrà rimpiazzato da Musa, pupillo della Sinistra.
:lol: :lol:
 
 
#3 x la verità 2012-10-30 16:40
C'era una volta l'assessore all'urbanistica A. Focarelli quando il sig. Pedone ottenne la sanatoria per gli abusivi edilizi commessi che avevano prodotto il sequestro della costruzione ... Allora come adesso Focarelli era il braccio destro di Vitto... quindi ... meditate gente, meditate !!!
 
 
#2 elly 2012-10-27 17:18
se non ho inteso male, il signor Colella imputa colpevole dello stato attuale delle cose in via S. Vito 64, il dirigente dell'ufficio tecnico comunale...Allora mi chiedo: come mai questo dirigente fa quello che vuole , da anni, a Polignano e nessuno riesce mai a fargli riconoscere le sue responsabilità? Allora sarà vero quello che,per anni, ha detto un dirigente(finalmente) in pensione: sindaci e giunta oggi ci sono e domani no, ma i dirigenti restano sempre al loro posto!!!
 
 
#1 andiamo avanti 2012-10-27 16:59
la legge è uguale per tutti. Il signor Pedone e il suo fido scudiero, tale "andrea so tutto io" meritano senz'altro il ricorso al consiglio di stato! Sindaco Vitto nel primo consiglio comunale inserisca questo punto all'ordine del giorno per prendere una delibera forte per difendere e tutelare il nostro territorio.
Qualcuno sostiene che quel sito è stato riqualificato e che merita un OK da parte delle autorità. Se ai proprietari di quel terreno (dove la legge non consente di rimuovere un sasso) non è stato consentito di fare nulla e di conseguenza sono stati costretti e svenderlo mi chiedo perché e a quali condizioni è stato permesso a questo signore di stravolgerne la morfologia. Dice bene Colella: bisogna ritornare indietro e rivedere tutto dalla prima carta e rilevarne le responsabilità.
perché i rappresentanti di legambiente non parlano? E Lomelo e le sue battaglie pseudo-ambientaliste? E De Girardis? E il signor Gialluisi? Tutti assenti. Sindaco Vitto immagino quante telefonate ha ricevuto da "personaggi" influenti. le voglio ricordare che lei è stato eletto (votato anche da me) a suffragio universale. lei ha il DOVERE di tutelare i cittadini di Polignano e il suo territorio. Non si pieghi alle sollecitazioni "baresi". Lei non ha bisogno dell'elicottero per volare alto! Non faccia ridere sulla nostra comunità chi una volta smontava le macchine... Il paladino della giustizia...non mi faccia ridere...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI