Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

Intervista a Domenico Vitto: "Il PIP si farà in via Conversano"

sindaco-vitto-pip-intervista

 Da "La Voce del Paese", in edicola dal 27 settembre 2012

 

 

 

Il sindaco non molla: “Il PIP si farà in via Conversano”. “Entro fine anno il piano spiagge”

I primi 100 giorni secondo Vitto

 

 

Il sindaco Domenico Vitto si difende dagli attacchi bilaterali ricevuti nelle ultime settimane e minimizza alcuni malumori registrati in Città. Nella nostra intervista esclusiva conferma le sue intenzioni programmatiche, in linea con quanto già illustrato nel comunicato stampa inviato dal Partito Democratico qualche settimana fa. Inoltre, esclude ritocchi in giunta, perché assicura: “Sono soddisfatto del lavoro che si sta portando avanti”.

Intanto, martedì pomeriggio Vitto ha incontrato i commercianti di piazza Aldo Moro, per avviare con essi un tavolo di concertazione in vista di un possibile restyling di quello che un tempo era il luogo di ritrovo di molti Polignanesi.

Sindaco, vuole fare un suo bilancio dei primi 100 giorni?

Ancora con questi 100 giorni… a dispetto di quanto viene scritto, stiamo lavorando incessantemente. In campagna elettorale abbiamo parlato di priorità che, a nostro avviso sono: zona PIP (Piano di Insediamento Produttivo), piano spiagge e edilizia scolastica.

Per quanto riguarda il PIP, nel corso dell’ultima giunta abbiamo ridato l’incarico ai progettisti. Il piano era fermo da 10 anni. Durante l’estate ho incontrato gli artigiani per valutare insieme alcune scelte. Proprio sul vostro giornale ho appreso dei commenti positivi da parte degli artigiani. Dopo questi incontri abbiamo si è passati alla determinazione dell’incarico ai progettisti per far ripartire il progetto.

Dunque non molla. Il PIP si farà in via Conversano. Non crede che quella zona sia tipizzata e sensibile dal punto di vista paesaggistico?

E’ tipizzata per realizzare il PIP.

L’ex sindaco Bovino aveva previsto il PIP a Quintavalle, forse più idonea come area…

Ciascuno fa le sue scelte. Noi non vogliamo disperdere il lavoro di trent’anni, nel corso dei quali si sono avvicendate numerose amministrazioni, ma ogni volta che si arrivava al traguardo saltava tutto. Noi siamo determinati a realizzare il PIP in via Conversano, laddove tutti eravamo convinti di realizzarlo. Tra l’altro, è una zona prevista nel Piano Regolatore vigente.

E il PUG a che punto è?

Valuteremo il bando avviato. Per il PUG, non è stato fatto nient’altro prima che ci insediassimo noi.

Ci parli invece del piano spiagge. Come saranno gestite e affidate le spiagge, considerando che potrebbe scatenarsi una vera e propria corsa all’oro?

Il piano spiagge è la seconda vera sfida dopo il PIP. E’ di oggi (martedì 25 settembre, ndr) la notizia dell’accordo raggiunto con il tecnico prof. Martinelli. La settimana prossima adotteremo la delibera per affidare l’incarico e consentire l’adeguamento del piano spiagge. Martinelli ci garantisce che entro fine anno saremo in grado di adottare il piano spiagge di Polignano. 

Lei ha appena incontrato i commercianti. Che ne sarà di piazza Moro?

Ho registrato una buona partecipazione. Confermo quanto promesso in campagna elettorale: le nostre azioni saranno partecipate, mai imposte dall’alto. Con i commercianti abbiamo raggiunto un accordo: vogliamo realizzare una piazza a misura delle nostre casse, dato il difficile momento storico. Non siamo in grado di poter affrontare la spesa prevista dalla precedente amministrazione. Soldi che non erano disponibili in cassa. Ci stiamo confrontando anche con l’architetto Mastrorosa che ha progetto il restyling di piazza Moro. Lui si dice disponibile a rivedere e ad adeguare il progetto sulla base delle somme disponibili. Ne vuoi ancora? Noi stiamo lavorando sodo…

Prego…

“Abbiamo sbloccato la fogna a San Vito…”

Si. E’ tutto ciò di cui riferì Salvatore Colella nella nostra ultima intervista…

“Appunto. Come vedi si sta lavorando. Stiamo tentando di creare una macchina amministrativa efficiente. Va rivisitata la pianta organica”.

E del caso Pedone vogliamo parlarne?

Certo.

Le faccio una domanda e mi risponda in modo chiaro. Secondo lei Pedone ha sbagliato, si o no?

Certo che ha sbagliato, ma questo non devo dirlo io. Del caso se ne sta occupando un organo giudiziario. Io, più di chiedere ai miei dirigenti, non posso.. Posso solo dire che chi ha sbagliato pagherà.

Vale anche per i dirigenti?

Chiunque possa aver sbagliato.

Parliamo del bando rifiuti, altra questione scottante. Lei conosceva l’ing. Salvatore Mastrolillo, il membro della Commissione giudicatrice che ha rassegnato le dimissioni?

No. Io non conosco nessuno. Non ho mai voluto saperne, né delle ditte in gara, né sono mai entrato nel merito. Voglio solo che venga affidato quanto prima l’incarico perché il Paese merita una gestione attenta dei rifiuti, così come da programma elettorale.

Ma perché si è dimesso?

Non lo sappiamo.

Su alcuni giornali, ha fatto distinzioni tra “prenditori” e “imprenditori”. Ma questi imprenditori li state trattando tutti allo stesso modo? I famosi controlli per accertare eventuali irregolarità li avete estesi a tutta la classe imprenditoriale? O si stanno facendo figli e figliastri?

Le promesse le mantengo. Ho sempre detto che non saremo disponibili verso quegli imprenditori che vogliono fare i furbi su questo territorio. Stiamo dando un’accelerata per risolvere i casi più urgenti. Avevo promesso che se Pietregea non avesse realizzato le opere secondo gli accordi previsti, l’anno prossimo gli avremmo creato problemi.

E di Fusillo che mi dice?

Per quanto riguarda il cimitero abbiamo affidato l’incarico a un legale e stiamo aspettando il parere.

A fronte del calo di presenze registrato quest’estate, cosa intende fare per lo sviluppo economico di questa città?

Ho parlato con gli imprenditori e non direi che si possa parlare di un calo effettivo. Forse un calo dei consumi. Secondo me bisogna lavorare in fretta per attivare quei servizi di cui la Città è carente. Il piano spiagge è il più importante di tutti ed è la vera sfida del futuro, perché il mare deve diventare da risorsa naturale a risorsa economica.

Tuttavia bisognerà vigilare la costa dai “prenditori” e dalla cementificazione…

Certo. Il piano prevede pedane, percorsi naturali. Vogliamo rendere la costa fruibile e accessibile a tutti.

A proposito, le biciclette che fine hanno fatto?

Perché nei cinque anni precedenti le avete mai viste? Almeno noi ne abbiamo già affidate sei ai vigili urbani e durante le manifestazioni.

Si, ma il servizio noleggio?

Il software per gestire il bike sharing è stroppo costoso. Stiamo valutando possibile altre forme di gestione e nuovo bando.

Ci confidi un po’. Da quando è sindaco il telefono non smette mai di squillare…

Si, ma non è vero che non rispondo. Se non posso rispondere, richiamo, anche in serata.

Fare il sindaco non è certo una passeggiata. Prima del voto se lo aspettava?

Certo. Ma anche in questa avventura rispetto sempre gli orari e gli appuntamenti. Non ho un giorno preciso di ricevimento, perché di fatto ricevo il pubblico tutti i giorni. Promisi che il comune sarebbe tornato a essere una casa comune. Vorrei aggiungere che stiamo lavorando per istituire la mensa comunale della Caritas, con finanziamento del Rotary. Vogliamo mettere a disposizione i locali al di sotto del Centro Anziani “Gioia di Vivere”, solo dopo aver effettuato i lavori di cui necessitano. Ci tengo a sottolinearlo perché, in questi primi quattro mesi del mio mandato, mi sono accorto che a Polignano c’è tantissima gente con problemi economici seri e che va aiutata. E’ un segnale importante che vorrei dare a tutta la Comunità.

Commenti  

 
#13 CT2012 2012-10-04 20:29
sicuramente si festeggiava la nascita del figlio di antonio evo.... quindi...
io c'ero ma sono venuto a piedi
 
 
#12 per polignano 2012-10-04 10:20
Caro Sindaco ma esistono artigiani che vogliono comprare oppure è un affare per voi amministratori !!!!!
 
 
#11 X IL SINDACO 2012-10-03 12:00
quando il PIP sarà realizzato avremo una delle zone piu' belle del paese deturpate per sempre e nessuno avrà i soldi per acquistare un capannone.
....forse sarebbe stato meglio se non ti fossi candidato.... :lol:
 
 
#10 arturo 2012-10-03 11:36
x gianna :e del furgone di carone perennemente parcheggiato in zona disco o zona residente cosa dire?...
 
 
#9 Polis 2012-10-03 11:36
Avete udito la notizia di Tributi Italia?
E' possibile chiedere alla politica cosa ne pensa di questa notizia?
 
 
#8 su via 2012-10-03 10:06
Gianna, in realtá non so se crederti, visto che sui profili facebook non ho visto nessun augurio relativo a questo festeggiamento...
 
 
#7 gianna 2012-10-03 07:45
non parliamo di multe...vi prego! L'altra sera c'era dell'incredibile in piazza.Vi spiego.Nel locale affianco alla geox si stava tenendo non so un rinfresco x un neonato, figlio di un noto imprenditore di polignano(ev).Gli invitati avevano il diritto di parcheggiare ovunque,es.:di fronte ex bar masi, ex farmacia Solimini, ecc.. I vigili? neppure uno...Gli invitati?famiglia Vitto al completo e fam fragnaun al completo....questi chiamasi "padroni di polignano"
 
 
#6 x Pup 2012-10-01 20:35
le multe vanno fatte a tutti e a più non posso.

se hai una buona educazione stradale vedrai che non te ne faranno. Se invece sei tra quelli che vivono la strada come se fossero a casa propria, senza in rispetto di nessuno, ben vengano milioni di multe.
 
 
#5 mamma incredula 2012-10-01 20:08
SI CHE e' giusto multare perche' siamo proprio incivili lo e' ancor di piu' chi dovrebbe educare invece dseduca caro nicola basta pensare a quello che abbiamo sentito durante la riunione un consiglio staccati UN PO' GUADAGNERAI PIU' credibilita'
 
 
#4 settan 2012-10-01 13:49
ora che avete sbloccato la fogna obbligate tutti ad attarvicisi, ma proprio tutti, altrimenti continueremo ad avere pozzi imofh a perdere
 
 
#3 pup 2012-10-01 13:30
Vitto dice: mi sono accorto che a Polignano c’è tantissima gente con problemi economici seri e che va aiutata.

Però poi dice ai vigili: dovete fare più multe.

W la coerenza.
 
 
#2 su via 2012-10-01 12:28
Senza entrare nel merito politico dell'intervista, stupisce come la campagna elettorale fosse incentrata sulla comunicazione e trasparenza, ed adesso invece quel che rimane è un'intervista dopo 4 mesi, profili 'abbandonati' su twitter e facebook (utile solo per fare gli auguri di onomastico e compleanno, un classico), senza considerare pagine web e gruppi relativi, che ad oggi ormai sembrano quasi dissociarsi da quello che sembrava essere il proprio candidato sindaco... se si era convinti dell'importanza della comunicazione, bisognerebbe essere in primis coerenti su questo punto e non venir fuori adesso dicendo che gli uffici son sempre aperti e i problemi sono tanti, suona un pó come 'se volete, sapete dove trovarmi', ...su via, se si è fatto un investimento preciso all'inizio, perché non continuare con questo impegno affinché la trasparenza e la comunicazione sia veramente un dettaglio che possa caratterizzare questa amministrazione?
 
 
#1 augusto cernò 2012-10-01 11:27
Il Sindaco non ha la bacchetta magica per risolvere tutti i problemi di una città. Spesso accade che sia il parafulmine di tutto e di tutti. Tutti chiedono,pretendono,gridano ecc ecc. Ma cosa in verità siamo disposti noi a dare a questa città? Le critiche distruttive creano solo malcontento e pettegolezzi da piazza,pensiamo in modo positivo e collaborativo e vedrete che si vivrà meglio. Tutti!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI