Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

Consiglio e polemiche. Arriva la pubblicità sugli scuolabus

consiglio-comunale-polignano

 

 

Convocato per giovedì 30 Agosto, al rientro dalla pausa estiva, l’ultimo Consiglio Comunale si è riunito per approvare i tre punti all’ordine del giorno, quali il riconoscimento del debito fuori bilancio per quanto concerne il compenso a scrutatori e presidenti di seggio e i regolamenti relativi alla disciplina dell'imposta IMU e all'uso di spazi pubblicitari sugli scuolabus per incrementare il diritto allo studio.

Le tre ore di durata del Consiglio sono state quasi tutte dedicate al primo punto e, come consuetudine, non sono mancate polemiche non nuove.

Il debito ammonta a circa 70 000 €, soldi che sono destinati a chi ha prestato servizio in uno dei tre plessi scolastici nelle elezioni amministrative dello scorso Maggio, soldi che, come avevamo denunciato nell’articolo ‘Scrutatori, che pazienza!” nell’ultimo numero de ‘La Voce Del Paese’, sono rimasti un miraggio. I soldi non hanno trovato copertura finanziaria perché l’allora opposizione ai tempi dell’amministrazione Bovino, oggi maggioranza, spinse per non approvare il bilancio di previsione, approvato poi il 1 Agosto.

“Di fronte a questo debito fuori bilancio c’è una responsabilità collegiale che va cercata nel recente percorso storico, ma a parte questo, di fronte a questa necessità di pagare le persone che si sono messe a disposizione della comunità, io mi sento coinvolta, come dovremmo esserlo tutti, per una questione di solidarietà. Pur non essendoci stata prima in questo Assise, voterò questo debito fuori bilancio perché in quanto Amministratori ne siamo tutti responsabili. Stare qui ad accusare e dover per forza trovare dei capi espiatori serve a poco, perché vorrei ritengo che la politica sia prima di tutto un servizio alla comunità.” 

Questo il pensiero del consigliere MPS Lucia Brescia, che ancora una volta, si tiene fuori dalle polemiche e rappresenta al momento la vera, unica, voce fuori dal coro.

Assente illustre l’ex sindaco Angelo Bovino. E menomale, andrebbe aggiunto, visto il clima tesissimo nell’Assise. “Siamo qui a discutere di un’adempienza dell’attuale Amministrazione, perché potevate fare molto di più anziché far passare ben tre mesi”, tuona Eugenio Scagliusi.

“Il vostro ex candidato sindaco nell’ultimo consiglio ci rimproverò di non esserci presi ulteriore tempo, occorre che vi mettiate d’accordo. Quando si approva il bilancio fuori giunta occorre aspettare 20 giorni. Il dott. Paladino ci consigliò di attendere, per avere più chiaro il quadro dei trasferimenti statali a livello nazionale. Tra l’altro siamo perfettamente nel rispetto della legge perché la norma di che abbiamo a disposizione 30 giorni” , replica a tono il sindaco Vitto, col supporto del dott. Nicola Paladino.


SALVATORE COLELLA: "AVETE SOLO SVENDUTO" - E non finisce qui. Non poteva mancare chiaramente l’intervento del consigliere API, Salvatore Colella, che appoggia il sindaco di fronte alle accuse di Scagliusi: “L’allora maggioranza, pur essendo in 16 su 21, non approvò il bilancio su consiglio della minoranza e sapete cosa fece? Nell’ultima settimana progetti che per diversi anni erano stati deliberati, sono stati modificati aumentandole cifre di milioni di euro, pur sapendo di non avere una lira in cassa. Avete solo svenduto!”.

Prima, del voto, quindi, spazio all’accesa replica del consigliere PDL, Dino Lamanna: “Dovete finirla di dire chiacchiere alla gente! Dott. Paladino, ci può dire cosa è stato svenduto? Lo dica! Io sono una persona seria e sono stato premiato con 60 voti in più rispetto alle precedenti elezioni perché la gente se n’è accorta. Noi andiamo avanti lavorando per il bene del paese!”. Di qui la polemica si placa e il debito passa con 13 voti favorevoli e 1 voto contrario, quello di Matteo Colella, col resto dell’opposizione fuori dall’aula.


PUBBLICITA' SUGLI SCUOLABUS - Spazio, infine all’approvazione dei regolamenti. Spicca l’idea dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, la dott.ssa Marilena Abbatepaolo, di ricavare proventi da destinare alle scuole, vista la difficoltà degli ultimi anni ad individuarne le modalità di recupero, attraverso pubblicità che saranno installate sugli scuolabus. Dopo qualche correzione su suggerimento di Eugenio Scagliusi e Lucia Brescia, il regolamento passa all’unanimità.

Commenti  

 
#22 x giu 2012-09-07 09:35
Sig Giuseppe perche' tanta cattiveria ?
firmato Anna
 
 
#21 CT 2012 2012-09-06 20:44
e' strano che ogni volta che succede un evento diverso alla s.g. bosco ci sono polemiche che non fanno bene ne' al mittente che al destinatario. caro giuseppe non mi puo' accusare di usare un sinonomo perche' io non so' chi sia g.g. come persona fisica io potrei essere luigi, claudio ecc. quindi sia piu' clemente, buonanotte
 
 
#20 Giuseppe Giuliani 2012-09-06 18:49
Signora o Signorina Anna le devo chiedere scusa, il mio vero Nome è Ambrogio, sono straniero e non sono mai uscito da Polignano. Il mio lavoro e' lo sfruttatore di prostitute e in Chiesa manco dalla Comunione. Forza Juve, il tempo e' brutto per colpa di Monti ed io sono dell'Inter. Una volta ho rubato il gelato ad un bambino ma la colpa e' di Berlusconi! Pero' io tifo Milan, tieeeee!
Cerco di seguire il filo del Suo discorso, cara Anna.
N.b. La saluto e la invidio tanto, era da tempo che non scambiavo opinioni con il nulla!
N.b. E' il mio ultimo post sull'argomento!
 
 
#19 ...é permesso???.... 2012-09-06 10:29
Perlomeno Fabio Pellegrini ha dimostrato di volere per davvero il bene della collettività, e le scuole ne hanno tratto giovamento negli anni del suo assessorato. Forse è per questo che è stato mandato a casa prima, per poi dare il posto a chi ora rimasta come dirigente scolastica vuole imporci la pratica del "FAI DA TE", "PER TENERE IN UN AMBIENTE PULITO I VOSTRI FIGLI", e come se non bastasse, "SE ALL'ASILO VOLETE CHE I VOSTRI FIGLI FACCIANO ATTIVITA' DIDATTICHE DOVETE COMPRARCI FOGLI E COLORI". E' facile colpire nel segno. Chi genitore non vorrebbe il bene dei propri figli??? ... Ma allora mi chiedo E CON LE TASSE CHE NOI PAGHIAMO COSA NE FATE????
L'istruzione è "un diritto costituzionalmente garantito", perciò non dovrebbe essere al disopra di ogni altra spesa? E' forse è propri per questo che ci sono dei finanziamenti a fondo perduto a quali ,a parte Fabio Pellegrini, nessuno vuole o sa attingere, ed ecco che è più facile per l'amministrazione raddoppiare l'aliquota IRPEF, a discapito dei "SOLITI PAGANTI". Sono sempre più convinto ormai che solo un "messia politico comico" con le idee innovative del suo movimento, a discapito di una politica che che sà solo mettere le mani nelle nostre tasche, potrà risollevare le sorti del paese.
 
 
#18 Giuseppe Giuliani 2012-09-06 09:53
Appurato che con gli pseudonimi "x commentatori e indignata", si cela la stessa pseudo insegnante, vado a rispondere alla ultime tre affermazioni deliranti che ha postato.
1] Un genitore veste i propri figli in base ai sacrifici che fa dalla mattina alla sera ed in base a quello che si può permettere, diversamente e' un idiota, ma non siamo certo noi a poter giudicare, mentre le borse di studio vengono date in base a determinati requisiti di spettanze e se così non e' e sempre colpa di chi li eroga.
2] Il progetto Nazionale NON TI SCORDAR DI ME di Lega Ambiente, si basa su dei principi di collaborazione attiva tra Insegnanti, Bidelli, Scolari e Genitori, i quali tutti assieme anno per anno puntano al miglioramento di parti del proprio Istituto Scolastico. Tutto questo per insegnare ai propri figli la gestione dei luoghi dove si svolge la propria vita sociale ed e' accompagnata da giochi con gli stessi ragazzi, concorsi ludici e mostre fotografiche dell'evento e via discorrendo. Poi egregia Prof. mi dica lei se questo e' presente nell'iniziativa della nostra scuola!
3] Saper fare bene i genitori e prerogativa di chi prova a dare sempre il meglio di quello che e' capace. Io ci provo e lei? "Sempre se ha ,figli"
4] Insultare non e' mai stata una mia prerogativa, al massimo la mia e' tutela delle proprie idee, le sue invece sono vere offese, perché al Sud dare dell'ignorante ad una persona se non si aggiunge "in materia" e' una grave maleducazione.
5] Nelle sedi giuste lei probabilmente se era presente domina, in quanto e' stato chiesto specificatamente, tanto che ieri ed oggi ci sono Mamme che puliscono.
6] insegnare Educazione Fisica e' importante quanto tutte le altre materie ma si esercita il corpo non la mente e mi creda manipolare la mente come prova a fare lei e quantomeno deprecabile.
7] San Giovanni Bosco e' l'Istituto in cui ci sono i miei figli ed io parlo di quello, per gli altri ci penseranno altri.
Per concludere cara Signora "Prof. o Maestra" che sia impari a prendersi delle responsabilità inserendo il suo nome come faccio io e poi se vuole con tranquillità possiamo incontrarci anche di persona e le spiegherò dei principi che per me sono non trattabili. RISPETTO, EDUCAZIONE E CORRETTEZZA.
Grazie
 
 
#17 x commento 13 2012-09-06 09:16
gent. mo Giuseppe:
1) mi chiamo Anna e non mi nascondo. le basta o le serve anche la mia data di nascita ?
2) non insegno educazione fisica ma non degraderei questo ruolo di insegnante come fa lei( forse da molta importanza alla mente e nessuna al corpo... )
3)nessuno vuol fare servilismo, ma ormai in italia purtroppo siamo "costretti" per come ci hanno ridotto i vari governi
4)i suoi sono discorsi strani per chi fa catechismo ...i veri "buoni" purtroppo sono fuori dalla chiesa
5) se lei si fa male mentre fa catechismo chi lo paga ? attinge dalle offerte dei fedeli ?
Non sia puntiglioso, viva in serenita e senza accanimenti e cattiverie, cosi come ci insegna la Bibbia.....
 
 
#16 indignata 2012-09-06 07:02
scusi sig. giuseppe che vuol dire che insegnare educazone fisica non e' qualificante come insegnare italiano o mat.... povero illuso .........questo e' pura ignoranza ricordiamoci che l'articolo non parla dell' istituto comprensivo s.g.bosco
 
 
#15 indignata 2012-09-06 06:55
Fare il catechismo e' una scelta personale ma cio' non significa giudicare e insultare specialmente LEI che ,come dice aiuta gli umili e indifesi.......... comunque nessuno le ha chiesto di pulire, in quanto nelle sedi giuste non si e' aperto BOCCA
 
 
#14 indignata 2012-09-05 21:55
carissimi genitori e' troppo facile buttare veleno e accusare ma sapete quanti di voi chiedono la borsa di studio (casse comunali) , invece i vostri figli vengono firmati dalla testa ai piedi ,come si suol dire,. quindi i soldi che il comune e' costretto a sborsare non puo' darli per la pulizia ecc per questo si fa capo a dei progetti nazionali NON TI SCORDAR DI ME lega ambiente . Per la questione progetti dovresti essere piu' chiari e leali, spesso ci predica bene e si ruzzola male e poi meglio non continuare e ricordatevi di fare BENE i genitori
 
 
#13 Giuseppe Giuliani 2012-09-05 13:35
Per rispondere al post numero 9 bisogna prima fare un profondo re spiro e poi dire...............hhhhhhhhhhhh! Mi auguri che al Nord lei insegni Educazione Fisica, altrimenti siamo veramente rovinati. Lei parte nel suo post malissimo accusando altri che il nome non lo omettono "come diversamente fa lei", di essere fuori articolo ma deve spiegarmi perché lo sono visto che si parla di pubblicità su bus scolastici per reperire fondi e di bilanci del comune e che la manutenzione degli Istituti Statali e' di competenza anche del Comune. A seguire, le dico che essere del Sud non deve essere sinonimo di servilismo, altrimenti giustifichiamo appunto il dispregiativo "terrone", ma dignità e operosità, oltre che lavoro e pagare regolarmente le tasse. Io lavoro da quasi vent'anni per varie aziende del Nord ma mai ho pensato che devo distinguermi dai miei colleghi Veneti per "il volemose bene" e per il togliere il lavoro a chi fa del ripulire e pitturare ambienti il proprio sostentamento! Io ho due ragazzi a scuola e ad ogni occasione in cui posso rendermi utile per l'accrescimento intellettivo ed educativo dei miei figli sono sempre il primo ad essere disponibile, faccio catechismo nel tempo libero e cerco "per quello che mi e' possibile" di fare beneficenza, ma se un papà o una mamma si fanno male facendo vicende che non gli competono passano i guai loro e chi gli ha permesso di farlo. Capito l'antifona!?! I commentatori, come li chiama lei, ritornano a lavorare e si augurano che i suoi post con la sua cartigienica, tornino al più presto al Nord a prostrarsi ai piedi altrui, mentre noi ci battiamo per i nostri diritti!
 
 
#12 Scuola Pubblica 2012-09-05 10:32
Fabio Pellegrini ha pienamente ragione, se non si è in grado di intercettare tutti i finanziamenti messi a disposizione è logico che bisogna attingere dalle casse comunali.
Quel commento contro di Fabio è alquanto stucchevole e non merita essere preso in considerazione. Fabio le carte parlano, le chiacchiere stanno a zero. Tutti coloro che vogliono approfondire con i fatti, possono accedere agli atti, buon divertimento.
 
 
#11 X FABIO PELLEGRINI 2012-09-05 08:38
il primo ad essere stato mandato a casa sei proprio tu, ed ora cerchi di rientrare dalla finestra, Fabio prima di sparare sentenze come se fossi il portatore universale della verità assoluto perchè non ti fermi a pensare, non credo sia un caso se il tuo nuovo messia politico sia proprio un comico.
 
 
#10 cristiano 2012-09-05 08:33
Un chiarimento da parte dell'assessore alla Pubblica istruzione, come mai il personale per la pitturazione alla rodari tramite da ditta CIENNE è stata mandata viceversa alla San Giovanni Bosco lo devono fare i genitori con la collaborazione delle insegnanti, forse per il fatto che alla rodari frequentano i figli del Sindaco? Inoltre Dirigente De Donato Beatrice al posto di fare 20 progetti all'anno riempiendo le tasche delle insegnanti segreteria dirigenti perchè non fare meno progetti utilizzare i fondi in cose primarie della scuola. Pertanto voi competenti del settore lo vogliamo dire all'organo di informazione che il Comune non ha soldi per la Scuola si costringono i genitori alla pulizia.
 
 
#9 x commentatori 2012-09-05 08:10
sono originaria di polignano ma insegno al nord.... vi assicuro che le situazioni di degrado scolastico (per la mancanza di risorse economiche) sono le stesse, quindi ben venga un aiuto dei genitori che ammiro molto.In fondo sono i loro figli a vivere in quelle aule...e poi in questo modo noi "terroni"dimostriamo di essere più umani. basta polemiche. se si puo fare qualcosa si fa, senza cattiverie, anche perche in questo articolo questi tipi di commenti sono proprio fuori luogo...o avete voluto cogliere lo spunto...Nella mia scuola la carta igenica manca ma manca pure l unione delle famiglie (collaborazione)che noi orgogliosamente dimostriamo di avere. ognuno usa i fazzolettini che si porta da casa. ok ?
 
 
#8 x fabio pellegrini 2012-09-04 08:37
stai diventando ripetitivo e non solo.
 
 
#7 e si... 2012-09-03 22:57
L'amministrazione comunale si faccia un'esame di coscienza....hanno ragione i genitori degli alunni...condivido con genitore arrabbiato....
 
 
#6 Fabio Pellegrini 2012-09-03 21:38
Negli ultimi 3 anni l'amministrazione comunale non è riuscita a prendere un cent di euro di finanziamenti a fondo perduto per l'edilizia scolastica senza attingere a fondi di bilancio propri è chiaro che si ricorre ad aumenti di imposte, tasse e rinegoziazioni di mutui (trasformandone la loro originaria finalità) che pesano sui contribuenti-cittadini attuali e futuri. Questo è quello che si evince dagli atti della amministrazione di destra (ultimi tre anni) e quella attuale (il buongiorno si vede già dal mattino). E' troppo facile ricorrere sempre ai genitori, come si sta facendo negli ultimi anni nel chiedere contributi per acquistare mezzi e fondi per le pulizie, ricorso ad aumenti dei costi della mensa scolastica e chi più ne ha più ne metta. Destra e sinistra stessa pasta, la destra l'abbiamo mandata a casa ora ci tocca mandare a casa la sinistra.
 
 
#5 bidelli 2012-09-03 18:36
La pulizia della scuola è a carico dei bidelli....o no? Gli altri anni chi l'ha fatta www.corriere.it/cronache/09_ottobre_07/gelmini-bidelli-puliscono-scuole_72c2bbd4-b36a-11de-b362-00144f02aabc.shtml
 
 
#4 genitore arrabbiato 2012-09-03 18:03
premetto che non condivido assolutamente l'idea di coinvolgere i genitori nella "pulizia" della scuola per vari motivi: primo fra tutti quello che si dice sempre che "non ci sono soldi" ma quando si tratta di approvare progetti e progettini proposti dalle "varie" maestre i soldi escono sempre!!!Ci sono insegnanti che sono a capo di tantissimi progetti alcuni dei quali stentano a trovare alunni e genitori interessati... eppure vengono mantenuti in vita e magari riproposti negli anni a seguire! Allora meno progetti e più materiale scolastico e pulizia!!! Inoltre i genitori come me, che sono uno stipendiato, con L'addizzionale irpef portata al massimo, daranno già un notevole contributo al comune e quindi anche alla scuola...
 
 
#3 ridicolo 2012-09-03 15:01
se qualcuno si fa male...c'è un'assicurazione che paga i genitori? assurdo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI