Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

Istituito l’Ufficio per le Pari Opportunità

Marilena Abbatepaolo

“L’UFFICIO DI FATTO NON ESISTEVA” - Il Comune si mette al passo coi tempi. Non di certo un’operazione rivoluzionaria, ma sicuramente una delle prime testimonianze dell’impegno e della correttezza rispetto a quanto annunciato in campagna elettorale, da parte della giunta Vitto. Accade infatti che lunedì 6/08 l’Assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione, Pari Opportunità , oltre che trasparenza ed innovazione, la dott.ssa Marilena Abbatepaolo, convoca la stampa locale per presentare l’istituzione dell’Ufficio per le Pari Opportunità. Queste le parole dell’Assessore: “Abbiamo una delibera del Novembre 2009 con la quale si dichiarava istituito, presso l’ufficio cultura, questo Ufficio alle Pari Opportunità , il quale ,però, di fatto, non esisteva e comunque non c’era una sufficiente pubblicizzazione perché la popolazione potesse usufruirne. Noi abbiamo messo la targhetta per comunicare che l’ufficio è stato istituito in questo ufficio ; io ne sono responsabile e come impiegato responsabile è stata delegata la sig. Angela Zupo, del settore cultura.”

CARTA , QUESTIONARIO E COMITATO -  “In più, proprio per poter dare effettivamente vita a questo ufficio, il nostro Comune ha aderito alla ‘Carta per le Pari Opportunità’ , stilata dal dipartimento responsabile. Questa carta ha degli obbiettivi, che ovviamente il Comune di Polignano intende raggiungere. Nel nostro caso  - prosegue la Abbatepaolo - la carta fa riferimento da una parte all’inserimento delle donne nel mondo del lavoro alle pari condizioni degli uomini ; dall’altra però fa riferimento alla necessità di inserire nel mondo del lavoro, nella società , anche i diversamente abili, perché questa diversità non sia un elemento di emarginazione. Quindi Pari Opportunità significa dare a chiunque la stessa opportunità di lavoro e di vita sociale. In particolare per avviare questa attività abbiamo aderito al Tavolo Tecnico Regionale che prevede l’implementazione degli obbiettivi indicati all’interno della carta, in quanto anche la regione Puglia vi ha aderito. Il tutto prevede innanzitutto un monitoraggio della situazione attraverso un questionario da distribuire a tutte le grandi, medie e piccole imprese presenti sul territorio e compilabile anche online ;  dunque ogni anno stileremo una relazione di quella che è la situazione nel nostro Comune in rapporto a questi obbiettivi.

Il secondo passo sarà istituire un Comitato di garanzia , a cui già la vecchia Amministrazione con una delibera dello scorso Aprile aveva pensato, il quale dovrà assicurare il rispetto di questi principi ed individuare il personale responsabile; queste sono disposizioni che risalgono al 2011 con una decisione da parte del Consiglio dei Ministri, ma noi siamo arrivati solo ora e quindi stiamo cercando di fare un po’ d’ordine, diciamo così.

Inoltre, la collaborazione con le associazioni rimane importantissima ed in particolare con Safiya presi questo impegno di istituire fisicamente questo ufficio.”

“IL SITO? VA ASSOLUTAMENTE RIVISTO” – I nostri lettori ricorderanno l’articolo-denuncia sullo “scandalo” del sito del Comune pubblicato sullo scorso numero de ‘La Voce Del Paese’ ; le parole dell’Assessore ci confermano che non siamo gli unici ad essersene accorti: “Sarà chiaramente mia cura inserire tutto questo sul sito istituzionale del Comune, che da oggi già prevede nel menù a tendina la voce ‘Pari Opportunità’; il collegamento porta ad una pagina vuota , ma presto inizieremo ad inserire innanzitutto la Carta e poi il questionario di monitoraggio, oltre che date di eventi e convegni per diffondere questa mentalità all’interno del paese e sensibilizzare l’opinione pubblica a questa problematica. Il sito necessita di essere rivisto generalmente perché i siti istituzionali devono avere una struttura ben precisa ; per cui interverremo senza stravolgere completamente il tutto.”

Commenti  

 
#1 machivicaga 2012-08-14 04:41
come si suol dire" chiacchier vacant"
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI