Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

Il disimpegno di Bovino, aspettando la Provincia

bovino-sindaco-conferenza-marzo-2011

 

 

Aspettando la “carrozza” della Provincia di Bari…

L'ex sindaco è ormai fuori dal PdL ed è solo con se stesso e le sue ambizioni politiche

 

 

Nell’ultimo Consiglio comunale, dove peraltro l’ex sindaco Bovino si è trattenuto per pochissimo tempo, sono stati nominati i membri di tutte le Commissioni consiliari. Cosa sono le Commissioni? Di cosa si occupano? Sono quattro e così ripartite: Bilancio; Cultura; Servizi Sociali; Urbanistica.

In Commissione si lavora tanto, maggioranza e opposizione insieme, per affrontare preliminarmente le questioni oggetto di approvazione nei successivi consigli comunali. Far parte di una qualsivoglia Commissione costituisce dunque un onore, ma rappresenta nei fatti un onere. Serve tempo, dedizione e ci si espone pubblicamente, essendo chiamati a responsabilità decisionali.

I Consiglieri comunali, membri di più commissioni, avendo ciascuno delle attività professionali, stentano a seguirle tutte e con assiduità. Per questo, sarebbe stato auspicabile distribuire equamente le nomine, come ha fatto la maggioranza.

L’ex sindaco Angelo Bovino appare, invece, letteralmente disimpegnato. Infatti, il suo nome (nonostante la sua candidatura a sindaco) non appare in nessuna Commissione. Tutto il peso della responsabilità dell’opposizione graverà su: Dino Lamanna (Igiene e Sanità), Eugenio Scagliusi (Bilancio; Cultura) e soprattutto su Matteo Colella che, a causa del disimpegno “boviniano”, ha fatto l’en plein: Bilancio; Cultura; Servizi Sociali; Urbanistica. Il nostro simpatico “scheletrino”… soccombe sotto il peso di Bovino!

 

COSA ASPETTA BOVINO? – Siamo sicuri che l’ex sindaco Bovino non disdegnerà, qualora gli si presentasse l’occasione, un altro tipo di “impegno”, sicuramente a “Sua Altezza” (uno come lui non poteva certo ribassarsi ai lavori di fatica)… E quale impegno? Ohibò: quello di Assessore provinciale! Noi glielo auguriamo, anche perché in tal caso, potrebbe considerare l’ipotesi (solo l’ipotesi eh…) di liberare il seggio di consigliere comunale in favore del suo fedelissimo Vito Giuliani. Almeno, Giuliani è uno di quelli che non fa politica per la propria carriera ma, scevro da ogni lusinga, nel bene e nel male, ha sempre partecipato ai lavori delle Commissioni e del Consiglio comunale. 

Commenti  

 
#9 LISCIO E BUS 2012-07-24 14:12
non tutti ....riescono a parlare o a capire il....politichese......pero' tutti proprio tutti sanno leggere i ...numeri..cinque anni di amministrazione ..una maggioranza ...blindata....ci si ...ripropone ...e prendi meno della metà dei voti presi da chi per qualcuno non sa nemmeno ...parlare.....ma cosa c'e' da commentare ???? persino lo scemo del villaggio conosce la ...matematica.....
 
 
#8 si sente la mancanza 2012-07-23 23:30
Se sulla bilancia mettiamo Vitto e Bovino, la bilancia pende totalmente dalla parte di Bovino e lo si è visto, appena ha finito il mandato il paese sembra aver perso l'orientamento, è tutto fermo, e i turisti fanno apprezzamenti su come è stata ben amministrata questa cittadina negli ultimi anni perchè la giunta Bovino ha davvero lavorato, e c'è chi si prende i meriti impropriamente. Angelo torna, si sente la mancanza..
 
 
#7 coerente 2012-07-23 14:06
vai angelo che fuori polgnano i politici ti rispettano molto di +(grazie di qUesti anni per quante cose hai fatto per il nostro paese)
 
 
#6 nicola teofilo 2012-07-22 22:28
caro "suvvia", per me, il vento non è mai cambiato. Dopo il disastro elettorale, ho sempre sostenuto l'idea che Bovino dovesse farsi da parte, o quantomeno rendersi protagonista nella ricostruzione di una alternativa politica valida, moderna e progressista. Invece, da parte sua, non ho mai letto dichiarazioni di auto-critica. Manco a pagarle!

E poi, cosa centra Lucia Brescia, che invece è in commissione... mah!

ti saluto,
nicola
 
 
#5 suvvia 2012-07-22 21:34
Egr. direttore,
leggo con curiosità e particolare interesse che il vento è cambiato anche per lei.
Tanta acredine improvvisa nei confronti di Bovino appare sospetta ed il contenuto dell'articolo lo dimostra.
Dovrebbe sapere - il direttore - che alle riunioni delle commissioni consiliari permanenti i capi - gruppo (Bovino lo è del suo) partecipano di diritto, per cui un atto di generosità verso chi potrebbe essere più disponibile a partecipare e forse anche a fare un minimo di esperienza, viene scambiato per disimpegno con tanto di ricamo. Piuttosto - caro Colino - come mai neanche una parola sulla totale assenza dalle commissioni dell'altro candidato sindaco Lucia Brescia?Sanno - i lettori - che ne maggioranza e ne minoranza hanno consentito alla Brescia di entrare a far parte delle commissioni permanenti. Certo potrà parteciparvi come capo gruppo ma essendo sola non avrà diritto di voto... per cui "qui prodest"?
 
 
#4 Merito 2012-07-22 15:00
Caro Angelo, quanto ci manchi
 
 
#3 a casa 2012-07-22 14:04
la verità è ke bovino non ha nessuna intenzione di andare a casa e mettersi da parte e con i suoi fedelissimi pensa ad un piano... forse anche alla ricandidatura a sindaco tra cinque anni! allora una domanda perchè non si ritira? quali interessi ci sono in ballo? perchè potrebbe anche bastare la sua carriera politica, è dal 93 che solo e soltanto lui si candida: sindaco, provincia e regione! e gli altri sono stati stupidi a tenergli il gioco, e alla prima occasione saranno scaricati da bovino... che dal centro, passo al centro sinistra poi al centro destra, chissà ora dove vorrà andare
 
 
#2 gdf 2012-07-22 08:56
hai combinato piu casini tu, che moana.... hai approvato negli ultimi giorni del mandato di tutto e non solo , l inapprovabile solo per favorire amici!
 
 
#1 Password 2012-07-22 06:28
Caro direttore, ci spiegherebbe il senso dell'espressione "scevro da ogni lusinga"? A mia memoria, la sfiducia da parte del consigliere Giuliani nei confronti del proprio assessore di riferimento sorse proprio in sede di commissione, allorquando l'allora vice-sindaco lo attaccò in merito ad una certa vicenda legata al basamento del monumento a Domenico Modugno. Ha mai pensato in proposito d'intervistare i presenti a quella commissione (vice-sindaco, assessore e consiglieri)? A Polignano riusciremo mai a leggere una volta tanto qualche articolo frutto del cosiddetto "giornalismo d'inchiesta" ? Anche lei, come altri, si limita alla cornice......Che il consigliere Giuliani abbia partecipato attivamente alle attività proprie del consigliere comunale, credo sia innegabile ed incontestabile, ma questa non mi pare una gran notizia. Allo stesso modo, considera ruolo all'altezza di Angelo Bovino, quello di assessore di un Ente in fase di "liquidazione coatta"?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI