Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

Domenico Vitto si è sottratto al confronto

vittodibattitopd 410_x_200

 

Ecco il comunicato farsa che ci ha inviato pochi minuti prima del nostro dibattito

 

Il candidato sindaco Domenico Vitto ha inviato ai direttori delle testate giornalistiche un comunicato–farsa. Poche righe, con preghiera di lettura durante il nostro dibattito che abbiamo organizzato lunedì sera, in piazza San Benedetto. Piazza gremitissima, dibattito importante, con domande che hanno divertito il pubblico, che hanno svelato alcuni possibili scenari in caso di ballottaggio e con stoccate da parte di alcuni candidati.

Nonostante l’imparzialità del dibattito, la qualità dello stesso e la professionalità della moderatrice Marilena Rodi, una sedia è rimasta vuota, quella di Domenico Vitto. Con sorpresa del pubblico presente.

Vitto si è sottratto al confronto dopo averci tenuto in campana per troppi giorni, senza mai confermare o meno la sua presenza. Si è sottratto nonostante avessimo posticipato la data del dibattito, che doveva tenersi sabato scorso.

La settimana scorsa ci è giunta una nota dall’ufficio stampa di Vitto, con la quale si proponeva un dibattito pubblico alla presenza di tutti i giornalisti delle testate locali. Ancora una volta siamo andati incontro ai desiderata di Vitto, ci siamo subito adoperati spendendo tempo e danaro: per contattare giornalisti, stilare un regolamento che fosse il più garantista possibile. Ma, alla fine (a meno di 24 ore dal dibattito già spostato a lunedì) ci siamo accorti che era tutta una farsa, tesa solo a temporeggiare. La conferma è arrivata dagli stessi giornalisti che si sono subito defilati (su ordine? E di chi?).

Vitto ha inviato una nota rivolgendosi ai direttori e a tutte le testate. Ma perché l’ha intestata a tutti e l’ha fatta leggere solo a noi, prima del dibattito? La nota di Vitto, infatti, è stata subito smentita dallo stesso candidato sindaco, che il giorno dopo ha scelto di partecipare al noiosissimo dibattito, quello di martedì pomeriggio, che non ha aggiunto nulla, con domande e risposte scontate. La verità è che il comunicato era tutta una farsa, una scusa per non partecipare, altrimenti avrebbe scelto, in coerenza a quanto riportato nella nota, di non partecipare a nessun dibattito.

Una farsa perché più esponenti politici ci hanno confidato che la scelta sarebbe stata puramente strategica. In tal caso, Vitto si sarebbe preso gioco di noi, della nostra professionalità, ma in particolare del pubblico.

Molte sono state le reazioni dei politici vicini e lontani. “Non si fa così” – è stato il commento lapidario di un esponente opposto a Vitto. Ma lo stesso commento ci è stato confidato da esponenti più vicini al centrosinistra. Ma, come lo stesso Vitto si lascia sfuggire nella lettera, preferisce “incontri” casa per casa e “comizi”, ai contenuti e al faccia a faccia con il pubblico e non con i giornalisti!

 

LA LETTERA DI DOMENICO VITTO

Gentili Direttori, 

Negli ultimi giorni ci sono giunti quattro inviti a partecipare ad altrettanti confronti ognuno dei quali organizzato da una testata giornalistica diversa, tutti nell'ultima settimana di campagna elettorale. Pur non avendo nessuna intenzione di sottrarci al confronto - come non ci siamo sottratti in altre occasioni, partecipando a confronti che erano però stati concordati compatibilmente con gli altri eventi - facciamo presente che l'organizzazione di un dibattito al giorno, da parte di tutte le testate, ci mette in grossa difficoltà perché sottrae tempo alla fase più impegnativa della campagna, che è anche la fase che vede, almeno per quanto riguarda la nostra coalizione, il candidato impegnato in incontri e comizi.

Nei giorni scorsi abbiamo più volte richiesto ai direttori dei giornali che venisse organizzato un solo confronto, che vedesse presenti tutte le testate, proprio per non scontentare un giornale o l'altro e per non far pesare la nostra assenza a nessuno degli organizzatori. L'accavallarsi di quattro confronti consecutivi negli ultimi quattro giorni della campagna elettorale è un impegno gravoso che non ci permette di essere presenti, per cui ci riserviamo di partecipare solo nel caso che gli altri impegni della campagna ce lo consentano.

Certi della vostra comprensione, vi ringraziamo e vi auguriamo buon lavoro.

 *Con preghiera di lettura in sede di dibattito.

 

Commenti  

 
#32 azavor 2012-05-04 11:44
Ma tanto la clacque di Vitto è già pronta per stasera...
 
 
#31 complimenti.. 2012-05-04 10:50
Ma come si fa a votare un sindaco che in campagna elettorale non si presenta mai al pubblico, figurati quando diventerà sindaco (sempre se lo diventerà...)!! meditate gente, meditate...
 
 
#30 ariamara 2012-05-03 23:24
ed anche stasera ....rinuncia al confronto dei sindaci, con il proprio comizio elettorale.
In questo modo perde fiducia e credibilità, nei confronti, anche del suo elettorato
 
 
#29 I Vidiii 2012-05-03 22:33
Come maiii parcheggi la tua auto sotto casa tua in pieno centro storico???
 
 
#28 per vitto 2012-05-03 19:57
come si fa a votare vitto che non accetta il confronto e si veste gia' di carattere come girare in auto in piazza. auguri
 
 
#27 affacciatoallafinest 2012-05-03 18:12
Non dovete criticare Domenico Vitto se no' sono guai.Aiaiaiaiaiaiiiiiiii, provare per credere!!!!!!!!!!!
Io lo conosco, è come un bambino con una lametta in mano. Provate voi ad indovinare che succede..........
 
 
#26 Cittadinanza Attiva 2012-05-03 16:29
Il commento n.22 merita di essere valutato aggiungendo e denunciando anche altro (se l'intento è denunciare dei comportamenti da far interrompere e non mettere alla berlina Vitto candidato). La sera del comizio tenuto dalla coalizione di Bovino, uno degli oratori è arrivato tardi, a bordo di un fuori strada, presso il comando dei vigili -in piena isola pedonale!-, non contento di ciò ha interpellato i vigili per trovargli uno spazio per sostare, in un battibaleno un vigile ha spostato l'auto di servizio dallo spazio autorizzato solo alle auto di P.M., e, così facendo, ha trovato posto all'auto del comiziante (molto noto e riverito presso la P.M.)! Quindi all'uscita dell'ufficio dei vigili, 2 auto (l'altra era di una vigilessa) erano in palese sosta vietata, ma nonostante il costante andirvieni dei vigili non sono state viste e multate (saremmo stati sorpresi del contrario!). Questo è quanto già successo e succede. Alla faccia di noi comuni mortali che le multe le prendiamo, mentre loro: caste, castine, ed amici degli amici con sciatteria ed arroganza si esibiscono nelle loro piccole e/o grandi prepotenze, almeno finchè dura. Domenico Vitto, se quanto descritto dall'anonimo estensore è vero non farlo più. Anzi, da Sindaco, quando eletto, ci permettiamo di consigliarti un rigoroso monitoraggio di quegli uffici per far mettere al bando la tanta discrezionalità e/o le omissioni che li si consumano e, sopratutto, per far entrare nell'ordine di idee il personale pubblico, che spesso fa quel che più gli aggrada, che è ora di darsi una regolata per meritarsi stipendio e rispetto degli utenti. Ovviamente siamo rispettosi di chi lavora e seriamente, magari insodisfatti e frustrati per le tante cose storte che non hanno la forza ed il coraggio di denuciare.
 
 
#25 franco.x 2012-05-03 09:28
Comunque quando si entrerà nella cabina elettorale meglio riflettere a fondo su cosa votare perchè se queste sono le prerogative dei candidati sindaci vitto/bovino perchè aimè gli altri non hanno scampo (anche se sono di una spanna superiori a livello culturale e di dialettica dei sopra citati)penso che si sia davvero toccato l'apice di una caduta senza ritorno del paese.Poi un ultima cosa un candidato sindaco Vitto che decide di tenersi anche la delega del turismo come assessorato chissa cosa nasconde dietro, perchè non si puo' pensare di attribuirsi delle cariche senza un minimo di esperienza nel settore visto che è il punto nevralgico di tutto il consesso comunale, visto che proprio dalle sorti di tale assessorato ci sarebbe linfa vitale per il paese e proprio per questo è necessario mettere dei professionisti e non una persona che l'unico pregio che ha è vendere le patate/verdure/uva o forse ha scambiato tale assessorato con quello all'agricoltura? Resta il fatto che come diceva un proverbio a polignano non si fa mai nulla per niente e i risultati li pagano sulla propria pelle ogni giorno i poveri cittadini.
 
 
#24 Grillini 2012-05-02 22:50
I grillini non sanno che i consigli tributari sono stati cassati dal governo Monti con il Decreto Salva Italia???? Ah poveri noi in che mani andremo a finire. E poi EQUiTALIA ... Il Comune non se ne avvale piu' per la riscossione dalla bellezza di 13 anni. Bah!!!!!
 
 
#23 X il Commento 17 2012-05-02 22:45
Sappi che le tasse possono essere occulte a volte ... E quella dei mutui rinegoziati di fatto lo e'. Se non sai di cosa parlo informati presso il Comune e poi rispondimi se di imposte, tasse, pubblica contabilita'etc etc vogliamo parlare e confrontarci!!!
 
 
#22 COMINCIAMO BENE! 2012-05-02 20:46
Polignano a Mare, 03 Maggio 2012, ore 21:40, P.zza Aldo Moro, comizio del PD in corso. Il candidato sindaco Domenico Vitto, con la sua auto, si fa spostare la transenna posta all'angolo della piazza per passare e parcheggiare davanti alla sede del suo partito. Cominciamo proprio bene caro Vitto. E' a questo che sei abituato. Altro che le chiacchere che vai millantando!!! STIAMO FRESCHI!!!
 
 
#21 Tuttisanno 2012-05-02 19:16
Bla...bla....bla state tranquilli !!!!
 
 
#20 livelli bassi 2012-05-02 18:49
il livello di questi commenti è terrificante (per non parlare dell'italiano), ma la redazione potrebbe almeno correggerli per evitarci sofferenze?
 
 
#19 Anonìmo 2012-05-02 17:14
Se noi dovremmo essere rappresentati da persone di questo genere..vale la pena rimanere con chi stiamo o meglio fate rappresentare polignano con persone civli
 
 
#18 bugiardi!! 2012-05-02 16:45
X Tuttisanno
Bovino gli ha solo detto che "i mutui non sono tasse" questo oltre va anche ad evidenziare che ciò che stava raccontando il vostro caro Vitto, oltre ad essere poco corretto, non centrava nulla con la domanda, le parolacce ad una persona perbene come Bovino proprio non appartengono forse fanno parte del vostro scurrile e "NERVOSO" vocabolario. :lol:
 
 
#17 x Tutti 2012-05-02 15:20
Chiaramente Bovino ha sbagliato interrompendo, ma l'ha fatto perchè dalla domanda sull'imu Vitto ha dato la risposta sui mutui a 30 anni.. (cosa che centrava poco o nulla) Detto ciò non è ammissibile che un candidato sindaco di una coalizione di 7 liste si comporti come un bimbo per rispetto dei sui stessi elettori (la palla e mia e gioco io e chi dico io). Aveva avuto la possiblità di replicare e non l'ha fatto lanciando il microfono sul tavolo. Io uno così non lo voglio più come sindaco!!!
 
 
#16 diablox 2012-05-02 14:20
ma ve ne siete accorti che prima delle votazioni tutti salutano tutti ti conoscono volevo solo precisarare anche ai vecchi amnistratori abbiano fatto questo quello pensate un po i girni festivi che succede in paese specie via artiri di dogali non si puo transitare macchne a destra e a sinistra e vigi dove sono (purtroppo non e loro la colpa )....x quando riguarda ieri sera ognuno è degno di fare cio che vuole per me VITTO HA FATTO BENE.. BE IL POPOLO ATTENDESSE DOPO LE VOTAZIONI LE QUOTE SCOMMESSE DANNO FAVORITO VITTO A 2 VOLTA LA POSTA ENTRE BOVINO SINDACO LA DANNO A 8 OVVERO PUNTANDO 10 EURO SU BOVINO SE NE VINCONO 80 10 SU VITTO SE NE VINCONO 20 A VOI LA SCELTA
 
 
#15 Polignanese 2012-05-02 12:17
Vitto scendi dal piedistallo. Chi non ha nulla da temere non agisce cosi!
 
 
#14 Tuttisanno 2012-05-02 11:49
Perché non vi informate sulla frase scorretta con parolaccia che ha rivolto a Vitto il vostro così corretto e tranquillo Bovino durante il dibattito ! Che sindaco esemplare !!!!!!
 
 
#13 MA SI! 2012-05-02 11:37
Faccia a faccia del 1 Maggio, P.zza San Benedetto. Che pena vedere un candidato sindaco che si offende e prende il muso per essere stato interrotto da un avversario. Ma piccolo!...Come farai ad affrontare le critiche che, di questi tempi, sono sempre più pesanti e aspre nei confronti degli amministratori? Come farai ad improvvisare discorsi quando non avrai appunti davanti? E' evidente che questo è un ruolo che non ti si addice. Non hai la "stoffa" necessaria per ricoprire quella carica. Io, inoltre, come presumo tanti, non mi sentirò affatto rappresentato. E sì! Esiste, tuo malgrado, anche il problema della rappresentatività. Comunque, penso anche che debba metterti alla prova e, per questo, ti faccio il mio in bocca al lupo per il futuro. E' bene, infatti, che anche la tua figura di uomo politico inevitabilmente si logori e si consumi come si sono logorate e consumate le altre. Solo così la finirai di erigerti a salvatore della nostra bella Polignano. Augurandoti altresì che riesca a tenere in piedi il tuo gruppo per il tempo necessario a fare tutte le cose che hai promesso di fare. In bocca al lupo e buon lavoro!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI