Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Laudati contro calciatori e manager superpagati

laudati-mancini-polignano

 

Intanto il capo della Polizia è il “manager” più pagato d’Italia

mentre i poliziotti sono al verde con la benzina


 

Al secondo appuntamento con il “Forum della Legalità”, organizzato dal Club Unesco di Polignano, il procuratore Capo, Antonio Laudati ha evitato le domande dei giornalisti che lo attendevano fuori, infilandosi di corsa in auto, per non svelare ulteriori sviluppi dello scandalo calcioscommesse.

Durante il forum, ha ribadito più volte: “Il livello di legalità dipende dalla partecipazione dei cittadini, non dipende solo dai magistrati e dalla polizia”. Laudati ha riportato alcuni esempi: “E’ dalle piccole cose che si misura il livello di legalità”.

Poi ha denunciato: “La cultura levantina è essenzialmente egoista e individualista, prevale solo l’interesse proprio”.

Infine, un pizzico di demagogia da comizio elettorale: Laudati si è scagliato contro i calciatori e manager super pagati. “Vi sembra giusto che un calciatore guadagni tanto più di chi ha passato la vita a studiare? E i manager che dirigono le imprese? Se proprio devono guadagnare tanto, mi aspetto che contribuiscano alla ricchezza del territorio”. 

A nostro avviso, l’esempio per la collettività deve arrivare innanzitutto dai dirigenti pubblici, prima ancora che dai manager di aziende private, che tuttavia hanno uguali ricadute sul pubblico (vedi il caso Fiat citato dal procuratore). Forse Laudati dimentica che il capo della Polizia, dott. Manganelli, è il più pagato dei dirigenti pubblici: guadagna ben 621mila euro all’anno, mentre i suoi uomini, poliziotti, non hanno il carburante per rifornire le volanti. 

Foto, particolari e altri interventi nel numero, in edicola da giovedì 5 aprile, de "La Voce del Paese - ediz. Polignano".

 

Commenti  

 
#4 voce fuori campo 2012-04-07 22:54
Laudati sta scoperchiando misfatti che la Puglia nascondeva da decenni.
Il calcio-scommesse potrebbe essere la parte elettorale del suo mandato (in corso), ma intanto sta stringendo su fattacci ben più gravi.
 
 
#3 acemoglurocks 2012-04-07 18:04
Sergio Marchionne guadagna (vedi link sotto) 6,3 milioni di euro all'anno (10 volte Manganelli) come compenso. se si guarda anche alle stock option e alle altre voci variabili dello stipendio, la sua retribuzione arriva a 38,8 milioni di euro. All'anno. Quanto 1037 operai. 1037. milleetrentasette.
Secondo Report Marchionne è residente in Svizzera e paga lì le tasse. Risparmiando parecchio.
Manganelli paga le tasse in Italia e il suo stipendio è pari a quello di 24 poliziotti (ipotizzo che un poliziotto guadagni in media 25000 euro lordi).
Ora, caro direttore, non le pare che la differenza pubblico-privato sia fuorviante e non c'entri nulla. E non le pare SCANDALOSO che c'è chi guadagna quanto 1037 operai?

http://archiviostorico.corriere.it/2011/gennaio/09/Marchionne_stipendio_del_dipendente_Fiat_co_9_110109032.shtml

http://www.finanzablog.info/2011/03/marchionne-residenza-fiscale-in.html
 
 
#2 discarica conversano 2012-04-07 12:18
sembra che laudati sia in campagna elettorale. mah! giuste le osservazioni sugli sprechi, ma molti sono nella pubblica amministrazione. caro laudati faccia meno propaganda e più chiarezza, per esempiuo della discarica di conversano non sappiamo più nulla..
 
 
#1 elly 2012-04-07 07:56
complimenti direttore l'articolo si chiude con una riflessione che più mirata e corretta non avrebbe potuto essere!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI