Lunedì 22 Luglio 2019
   
Text Size

TORRES LANCIA L'AMO AVVELENATO A BOVINO

onofrio-torres-vitto-bovino

 

 

Smascherato il gioco occulto di Torres e Vitto

 

La scorsa settimana, su alcuni giornali locali, è apparsa una lettera a firma “Onofrio Torres”, l’attuale presidente del Consiglio comunale. Apparentemente, lo scopo della lettera è gettare fango su ex amici della maggioranza con cui, peraltro, Torres (ribattezzato Giuda) aveva condiviso percorsi politici e umani.

In realtà, la lettera certifica che Torres può essere già “inventariato” in quel noto manifesto (vedi foto, in basso a destra) di qualche tempo fa, insieme a tutte le altre vecchie facce che circondano il candidato sindaco in pectore del centro-sinistra, Domenico Vitto: ci riferiamo ai vecchi Lomelo, De Girardis, Colella, Focarelli, e… Torres, per l’appunto (quest’altro ci mancava, e il quadro antico è completo). Non c’è restauratore che tenga!

La prova di un disegno occulto sta nel fatto che Torres, attraverso la suddetta lettera, lancia un vero e proprio amo avvelenato al sindaco Bovino,manifesto-agape-unidomus-maggioranza accarezzando il suo amor proprio e sollecitandolo a ricandidarsi a sindaco, a tutti i costi. Ma questo, guarda caso, è proprio l’obiettivo primario di Domenico Vitto & Co.. Vitto… la cui debolezza politico-elettorale è certificata proprio dal “terrore” che ha di confrontarsi con un qualsiasi altro avversario che non sia Bovino. Tanto è vero, che Vitto più volte sui giornali fa l’avvocato difensore del sindaco, chiedendone con una scusa la sua riconferma: “Bovino deve dare conto alla città del suo operato!” – ha ripetuto Vitto, come una cantilena, per tutti questi mesi.

Bovino, che ha intuito la trappola ed è leader e uomo di squadra, da qualche tempo ha stupito i suoi detrattori (“non farà mai un passo indietro” – dicevano dall’opposizione), ordinando ai suoi di “allargare” l’attuale maggioranza e dando spontaneamente la propria disponibilità a convergere eventualmente su di un’altra persona, da individuare insieme a tutti gli altri. Non solo: a tal fine, pare che la maggioranza, coordinata dallo stesso sindaco, abbia dato mandato ad una Commissione ad hoc per promuovere dialoghi, incontri, percorsi di apertura finalizzati a potenziare l’attuale compagine di governo della Città.

La prova dell'allargamento la si è avuta ieri, quando il sindaco ha ufficializzato la nomina di un nuovo assessore (Leo Chiarella) vicino al consigliere dell'opposizione Franco Frugis.

A nostro avviso, non è un caso che Onofrio Torres abbia attaccato violentemente e senza alcun motivo il dottor Simone Di Giorgio il quale, in questo momento, è un privato cittadino che non ricopre alcun incarico politico. Di certo, Torres e i suoi mandanti hanno paura che Bovino e Di Giorgio, due sindaci che hanno fatto la storia di questo paese, possano convergere in un progetto politico di alto profilo. Evidentemente, in quel di via Basile (tutto casa e bottega di Vitto) si stanno contando, come dichiarò saggiamente più di qualcuno, tempo fa… (altro che programma elettorale!)… e i conti non tornano senza Di Giorgio!

Torres (ondivago e quaglia salterella, che anche per questo a nessuno può dare lezioni di coerenza), nientemeno si affanna a ricordare l’appartenenza politica di Di Giorgio al centro-sinistra, quasi a volerlo bloccare, a volerlo incastrare… Ma tutti sanno che le elezioni comunali non sono elezioni politiche! Infatti, a livello locale, la barriera ideologica tra destra e sinistra si assottiglia ogni volta, fino a scomparire del tutto, di fronte al diritto sacrosanto dei cittadini di scegliersi il proprio sindaco, con cui interagire e nel quale riporre la propria fiducia quotidiana. Del resto, gli stessi Di Giorgio e Bovino sono stati eletti con voti di ambedue gli schieramenti.

“LA QUAGLIA TAGLIA…TAGLIA” – E allora, come può Torres pretendere, a mezzo stampa, la ricandidatura di Bovino, dopo aver seminato per la Città tanto discredito nei suoi riguardi? Noi, che come tutti i giornali siamo spesso a contatto con la gente, abbiamo raccolto decine di confidenze da parte di chi si è sentito raccontare, proprio dal “presidente” Onofrio Torres, “di cotte e di crude” su Bovino e sul suo operato.

Dietro la falsa richiesta di ricandidatura per il sindaco uscente, si può leggere, dunque, tutta la paura di Domenico Vitto. Un accordo tra il Torres e il Vitto emerge proprio dalla lettera di cui stiamo parlando, il cui scopo finale è spaccare la maggioranza, tendere una trappola a Bovino, solleticarlo con meschine lusinghe e distrarlo da un progetto più ambizioso e vincente.

Commenti  

 
#16 x il signore comment 2011-12-28 20:00
lei che sa la verità e ricorda tutto e tutti, del rimpasto 2009 ha dimenticato di un altro assessore silurato? che ne dici? visto che stai dando i motivi e le pagelle a tutti, perchè non lo fai con gli assessori del dopo 2009? in che casa giocavano? qual'è stato il loro apporto in favore del paese e non in termini politicoelettorali da dimostrare? dica lei che sa tutto.
 
 
#15 MINGHUC U MURT 2011-12-28 12:34
X il sig. del commento n. 14 :eek: e per forza devono dire al centro anziani che si respira aria nuova, altrimenti si mettono contro il nuovo assessore ;-) e poi i comandanti del centro anziani, incominciando dal settore servizi sociali chi gli fara' i dolci ? I vari pranzi insieme a Genzina.. Che tanto fa x fare abuffare i comandandi di turno? C'è un nuovo assessore e quindi devono x forza di cose parlare bene, altrimenti gli tagliano i viveri. Non stupitevi di niente è normale x Polignano. :sad: Poi vorrei dire al caro direttore Nicola Teofilo non farci caso se ti stanno minacciando di querelarti vai avanti sempre con la testa ALTA che loro, la portano sotto le scarpe. Sempre così Nico lasciali dire e se possibile dagli addosso con la tua bella rivista e Polignanoweb.. Auguri Nicola, Felice Anno nuovo che ti porti a te e alla tua cara famiglia tanta serenita' Buon Anno.. MINGHUC U MURT
 
 
#14 x la verità 2011-12-27 21:49
Io ricordo che Modesto Scagliusi si dimise perchè non aveva più tempo disponibile come pure l'ing. Panaro molto occupato con i Vigili del Fuoco. l'av. Luigi Scagliusi non aveva la fiducia della sua parte politica (anche lo zio) di conseguenza mi pare giusto che dovesse lasciare. Non mi sembra che il sindaco sia un persona tanto perfida semmai spesso la stampa locale lo ha accusato di essere troppo tollerante!!! Di Montalbò si dicono cose opposte e volete vedere che anche in questo caso il nostro sindaco ha fatto il suo dovere ? Anche al centro anziani dicono che si respira aria nuova e serena. Che vuol dire tutto ciò ? Riflettiamo gente.
 
 
#13 X Alex. 2011-12-26 13:02
Io ci aggiungerei Lomenlo, Colella De Girardis, Focarelli, Vitto e Raff. Scagliusi
 
 
#12 xcommento 10 2011-12-25 09:51
se ci fossero altri 5 anni di legislatura non basterebbero i cittadini di polignano per continuiare a sostituire gli assessori che non vanno bene a bovino ma soprattutto ai suoi amici di cordata. Non è mai successo nella storia politica di polignano una cosa del genere: 5 assessori cambiati, 2 partiti cacciati dalla maggioranza solo perchè non si sono omologati alle sue volontà di padre padrone! Io non posso accettare che FABIO PELLEGRINI, MODESTO SCAGLIUSI, ANTONIO PANARO, LUIGI SCAGLIUSI, PAOLO MONTALBO' siano persone poco affidabili da sotto tutti i punti di vista, sono professionisti seri e stimati nel paese ma soprattutto in provincia e per qualcuno addirittura nel mondo: Bovino, che dal Signore ha ricevuto la dote di essere il Deus Machina li "caccia" e al loro posto...la storia la conoscete tutti!
 
 
#11 alex 2011-12-24 15:36
sto da anni fuori polignano ed i nomi sono sempre quelli , bovino , digiorgio, quando li cambierete sti magna magna??
 
 
#10 x la storia 2011-12-23 19:15
Il sindaco Bovino continua a dimostrare di fare pulizia e di rinnovare i ranghi: vedi la foto della giunta. quando Vitto avrà lo stesso coraggio ? Non è forse troppo vecchio e sopratutto poco credibile ormai quanto è intorno a Vitto ? non é più il caso di ripeterci!!
Caro amico la storia non è quella pensata: i fatti si vedono e sono scritti e la storia vera dice che ***** e i suoi furono mandati via perchè stavano vendendosi Polignano (i tributi, la rete del gas, il porto,ecc..) cioè anche i soldi che i cittadini versavano sui conti postali della TRICOM o S. GIORGIO. ADESSO POSSONO MERITARSI LA NOSTRA FIDUCIA ?????
 
 
#9 nn c restakepiangere 2011-12-23 18:41
Caro direttore o Nicola TE0-FILI smettila di tramare contro Domenico Vitto storie assurdamente inventate e cospirate dalla tua fantasia..voglio sapere solo se la regia di queste insinuazioni è la tua mente perversa oppure la REGIA di qualke Santo ke t illumina.. quanto da te sopra affermato..."Dietro la falsa richiesta di ricandidatura per il sindaco uscente, si può leggere, dunque, tutta la paura di Domenico Vitto. Un accordo tra il Torres e il Vitto emerge proprio dalla lettera di cui stiamo parlando, il cui scopo finale è spaccare la maggioranza, tendere una trappola a Bovino, solleticarlo con meschine lusinghe e distrarlo da un progetto più ambizioso e vincente."....è pura idiozia....devi sapere ke Vitto sta lontano ANNI LUCE da Torres...perchè Torres ormai è un buco nero x tutti!!
 
 
#8 Calcolatore 2011-12-23 18:10
Vitto candidato sindaco del centro sinistra dovè il centro? Teofilo, Frugis, e presumo anche l'UDC faranno parte del centro destra, al centro hanno solamente Salvatore Colella e Torres, con quanti voti perchè la sua coalizione del 2007 si è sciolta tutta, anche Torres ha subito la stessa cosa, quindi quanti voti rimangono!!!!!!! Prima di cantare vittoria CONTATEVI che è meglio.
 
 
#7 lastoria 2011-12-23 17:38
sono d'accordo con lafilosofa:di sicuro questo articolo è scritto almeno a sei mani(e non da un generico "la redazione")! da rilevare intanto la gelosia del direttore teofilo che non ha gradito che la lettera-sembra-a lui non sia giunta. oltre ad una gelosia innata con un'altra testata di polignano (ma questa è un'altra storia). disegno occulto di torres e vitto?allora tutti quelli che criticano l'operato di questa amministrazione sono parte di un disegno occulto?terrore di confrontarsi?secondo me vitto si sta confrontando più che bene su una serie di argomenti-non ultimo quello delle scuole-mentre alcune testate tentano di travisare la realtà dando ragione sempre e comunque ad una sola persona. A sinistra si contano?non credo proprio...non una crepa nella coalizione,non una polemica interna,mentre dall'altra parte pur di restare attaccati alla poltrona si chiede il soccorso di due anonimi (nei fatti) consiglieri di opposizione con sete di poltrona e visibilità (guardate la foto della nuova giunta...tutti di centrosinistra!). E' giusto che Bovino chieda la fiducia alla cittadinanza, così come ha fatto alle provinciali (i cui risultati per il sindaco sono stati rovinosi!).Solo un sindaco che sa di non potercela fare non si candida al suo secondo mandato consecutivo. Altro che accordo tra Torres e Vitto...questo va oltre la fantapolitica...infine, direttore,cosa ci vuole nascondere di domenico vitto?non le sembra il caso di mettere fuori ORA quello che lei sa di così grave, tanto che lo stesso le dovrà delle scuse?un giornalista non dovrebbe minacciare nè i lettori,nè un semplice cittadino quale domenico vitto al momento è.lo scriva, altrimenti se per quel "al momento opportuno" intende sotto le elezioni, allora lei viene meno al suo dovere di cronaca, allora sta facendo POLITICA, contravvenendo alle regole deontologiche che dovrebbe quantomeno aver letto.
le armi a disposizione della destra sono demagogia,diffamazione,populismo,menzogna. le armi della sinistra sono dialogo, giovani,consultazioni,ecologia...la storia - prossima - ce ne darà ragione
 
 
#6 ridereopiangere 2011-12-23 14:48
Non ho capito la presa di posizione di Nicola Teofilo sul commento "la filosofa". Vorrei capire perchè il Direttore parla di scuse che Vitto e chi commenta dovrebbero chiedergli. Qui si commentano le lettere della testata e non può il direttore "minacciare" o intimidire il lettore! Signor direttore ci dica e ci spieghi questa sua presa di posizione altrimenti non ha più senso commentare e continuare a leggere questa pagina web. Libertà di stampa ma anche libertà di commentare nei limiti del rispetto e della democraziai! Non abbiamo mai assistito da parte sua ad alcuna presa di posizione quando ci sono stati commenti "pesanti" su Bovino, Torres, sardano, Vitto, perchè solo adesso lei entra a gamba tesa? Una sua risposta è doverosa prima di rilasciare un mio commento. Comunque, in attesa, le porgo i migliori auguri di BUON NATALE E FELICE 2012 estensibili a tutta la redazione.
 
 
#5 domanda.. 2011-12-23 11:53
da quando questa testata è diventata solo ed esclusivamente pro-bovino e vs-torres?? mah..al signor bravo chiedo: e un bravo a bovino sulla questione assunzione non lo diciamo??? sciaaaa!!!!! almeno uno!!! che cattivo!!!!!
 
 
#4 nicolateofilo 2011-12-23 10:49
caro lafilosofa, poi mi chiederai scusa anche per tutto il resto che dici in apertura :-)

quanto a domenico vitto, ci sono cose che poi dirò al momento opportuno. vedrai, quante scuse arriveranno hihi

felice giornata a tutti!

nicola
 
 
#3 critic 2011-12-22 23:27
Ma come può un giornale che ritiene di essere libero prendersela a male così per una lettera di Onofrio Torres scritta e pubblicata su un altro quotidiano?
Qui qualcuno caro Nicola cerca di difendere una parte politica che è stata colpita gravemente dalla fuoriuscita di Torres e che è arrivata ad elemosinare l'appoggio di Frugis e Teofilo pronti a scongelarsi dal gelo in cui si trovano......... al giornalista che invece cerca con questa lettere di impaurire e spaccare il centrosinistra, complimenti sei veramente imparziale e poco fazioso!!!!!
 
 
#2 Bravo 2011-12-22 23:25
Bovino è un signore.....Non si è fatto mettere i piedi in testa nemmeno da chi economicamente forte, si è dimesso dal consiglio dopo i vari no dell'attuale maggioranza....un plauso a Dino Lamanna che si fa cuore di abbellire alcune piazze, un plauso a Colella Fabio che ha dimostrato di impegnarsi seriamente, Scagliusi si è dimostrato uno che ci tiene alla cura del paese (e chiedete agli operatori ecologici quanto rompeva per tenere la città pulita), Matteo Colella è stato l'unico assessore che ha contattato i commercianti e parlare dei vari problemi, solo una pecca all'assessore al turismo che a mio parere poteva far di più, non lasciando tutto nelle mani del direttore artistico....insomma tutto sommato Bovino qualcosa l'Ha realmente fatta, opere pubbliche ultimate, viabilità, decoro urbano, è stata fatta una polemica per le luci natalizie che non erano state messe, e poi De Girardis accusa l'amministrazione di aver utilizzato fondi di riserva per le luminarie......che dire....a mio parare L'amministrazione Bovino ha lavorato bene e infischiandosi dei continui attacchi di chi vuole solo il potere, è arrivata alla conclusione del mandato....che l'opposizione sperava di far cadere molto tempo fa.....Torres non è riuscito questa volta...ora si affida a Vitto.....Complimenti Angelo Bovino per il rispetto verso i cittadini di Polignano, al contrario di qualche altro candidato che a mio parere prende solo per i "fondelli".

Un caro saluto a tutti e Buon Natale....un'augurio speciale a tutti gli ammalati e chi non e più.
 
 
#1 lafilosofa 2011-12-22 23:01
Questo articolo sembra scritto da qualcuno/a laureata in filosofia per come esprime i concetti. Può anche essere qualcuno/a che sappia di psicologia...chi doveva intendere... Spiegatemi una cosa:perchè asserite nell'articolo che Digiorgi oè giustificato se va con bovino e torres è traditore se và con Vitto? Voi stessi dite che a livello locale le ideologie non contano, si assottigliano, e allora? Questi concetti vanno bene per qualcuno e per altri no? E poi non era beatrice che applaudiva sotto il palco salvatore Colella,non era beatrice che scriveva articoli sui giornali a favore di colella denigrando Bovino? se volete vi mando le mail degli articoli! Non era Mimmo ruggero candidato nel PD, tesserato margherita e amico del cuore di di vitto?Non era matteo colella revisore dei conti dell'amministrazione di giorgio, cugino ed elettore di vito sabato ed esponente dei verdi? Non sono Franco frugis e saverio teofilo consiglieri eletti nel centro sinistra, lista volare e lista di pietro...quanti traditori! Che coraggio passare da partiti anche dell'area estrema della sinistra a destra con vito giuliani!Che coerenza! perchè parlate anche di questi personaggi, compreso l'ultimo acquisto di bovino proveniente dal centrosinistra. Chiedete a paolo mazzone cosa diceva di questa amministrazione e di questo sindaco leo Chiarella.Di traditori in questo paese ce ne sono stati tantissimi e allora signora filosofa perchè non fa il mea culpa e invece di fare tanti salti della quaglia non ammette quali sono i suoi veri obiettivi? Quante volte ha detto di giorgio mai!E adesso lo difende a spada tratta, chissà perchè. Signor teofilo scommettiamo che il prossimo candidato sindaco della destra sarà uno fra beatrice dedonato e lino dedonato? Mi spiace per bovino, ma chi semina vento raccoglie tempesta! signor teofilo un consiglio: non faccia parlare sul giornale solo quelli di destra (a dire il vero solo Bovino, beatrice e sardano) ci faccia ogni tanto gustare qualche intervista a uomini della sinistra.Apprezzavo questa testata fino a poco tempo fa (la voce del paese) ma adesso sembra che non sia nicola a scrivere ma qualche altro/a, sembra che la mano cambi più volte. Mi chiedo, se voi avete la coalizione più forte, se vitto non è nessuno, se torres non ha voti, se il movimento schittuli non rappresenta nessuno perchè tanto accanimento? avete per caso paura di perdere le elezioni e tornare tutti a casa? Voglio ricordare per chi lo avesse dimenticato che mimmo ruggero ha preso 40 voti, lino dedonaro 80, gli altri non classificati, e queste dovrebbero essere i cannoni da contrapporre a vitto? Se queste sono le armi a disposizione della destra vorrei dare un consiglio a Domenico vitto: Non fare neanche i manifesti e quei soldi dalli ai poveri. in conclusione vorrei fare le mie scuse a nicola: pensavo che certi commenti non sarebbero stati pubblicati...mi sbagliavo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI