ASSUNZIONI: TORRES E MONTALBO' SAPEVANO

delibera-assunzioni-polignano

 

Il lupo “cambia” il pelo ma non il vizio, Onofrio Torres nuovamente sotto accusa come traditore

 

Non accenna a  placarsi il ping-pong relativo alla querelle assunzioni sollevata da Onofrio Torres negli ultimi giorni. Nel tentativo di approfondire questa vicenda che assume contorni sempre più intricati e controversi abbiamo voluto verificare alcune indiscrezioni giunteci da esponenti vicini alla maggioranza che gettano un’ombra oscura sulla credibilità delle dichiarazioni rilasciate da Torres e i suoi.

La motivazione più inflazionata adoperata dagli Schittulliani a giustifica di questo colpo di coda nella maggioranzaonofrio-torres-vitto-bovino sarebbe quella per la quale all’atto della firma della delibera, l’assessore Montalbò era assente perché in vacanza! Dietro questa difesa cominciano, però, ad emergere delle falle consistenti.

Come può essere che Torres & company non sapessero nulla di queste conferme se già nel mese di maggio l’amministrazione con una giunta ad hoc deliberava l’adozione del piano annuale delle assunzioni (vedi delibere in basso) per l’anno 2011 e del piano triennale 2011-2013?

In effetti sabato scorso, un settimanale locale aveva pubblicato con ampio risalto in prima pagina, la copia della delibera di novembre scorso in cui Montalbò era assente. Tuttavia lo stesso giornale ometteva di informare i Polignanesi che quella di novembre non era altro che una ratifica di quanto già discusso e deliberato dalla giunta nel mese di maggio attraverso le adozioni dei piani per le assunzioni. Ed ometteva di precisare che quei piani furono avvallati e controfirmati anche dall’ass. Montalbò presente effettivo in quelle riunioni di giunta.

Ora, come giustificherà Torres questa incongruenza così marcatamente evidente? Come potevano essere all’oscuro di queste conferme se loro stessi avevano incaricato il dirigente di settore di “porre in essere tutti gli atti necessari, previsti dalla normativa vigente, per dar corso al rinnovo delle assunzioni?

Nella delibera di maggio, firmata anche da Montalbò, si prendeva atto della necessità di assumere personale in considerazione del pensionamento di alcuni dipendenti già avvenuto (cinque solo nel 2010) e di quelli già previsti per l’anno 2011. Si legge, sempre nella delibera, che  non era possibile far fronte alle esigenze della pianta organica già sottodimensionata, con forme di razionalizzazione delle strutture amministrative.

Si dava atto inoltre che le assunzioni in previsione erano inferiori ai parametri a cui attenersi in termini di spesa massima, quindi inferiori al 40% e si teneva nella dovuta considerazione il vincolo dei C.F.L. che imponeva la trasformazione a tempo indeterminato per almeno il 60%  dei neoassunti!

A quanto pare Torres sembra sia stato ancora una volta smascherato nei fatti viste e considerate le contraddizioni emerse dall’analisi delle carte. Verba volant, scripta manent, direbbero i latini. Torres questa volta è davvero in un vicolo cieco. Riuscirà a venirne fuori con qualche altro colpo ad effetto? Non ci è dato saperlo, ma quel che appare evidente è che stiamo assistendo ad un remake di quanto già visto qualche anno fa dove sempre lui (sempre come presidente del consiglio) non si fece scrupoli nel delegittimare il voto dei cittadini con motivazioni tutt’oggi mai efficacemente chiarite. (Di Giorgio docet, ndr)

La delibera_sul_piano_annuale_delle_assunzioni

 

La delibera_sul_piano_triennale_del_personale