DI GIORGIO PARTECIPA ALLA RIUNIONE DELL'UDC

simone-di-giorgio-udc-polignano

 

Allegro: “L’Udc avrà un suo candidato sindaco”. Di Giorgio: “Metto a disposizione la mia esperienza”

 

 

“Vogliamo ricreare una nuova stagione Di Giorgio”. Sotto questo auspicio, il segretario dell’Udc Franco Allegro organizza una riunione (martedì scorso) con il segretario provinciale del partito scudocrociato, Filippo Barattolo e gli iscritti locali e invita un ospite d’eccezione: il tre volte sindaco Simone Di Giorgio.

“Vogliamo il rinnovamento. Chiediamo un atto di coraggio” – prosegue Allegro – proprio mentre il dottore arriva nella sede dell’Udc e si accomoda. “Di Giorgio lo abbiamo invitato noi” – chiarisce subito Allegro – “Di Giorgio fa parte della storia politica di Polignano. Quando ha visto il suo ex partito (l’attuale Pd, ndr) riformattarsi con gente dell’epoca, vecchia, ci siamo subito accorti che questo paese ha bisogno di rinnovamento, quello stesso rinnovamento che Polignano conobbe in quella stagione del ’93, quando Di Giorgio diventò sindaco.”

Insomma, un testimonial d’eccezione nella riunione dell’Udc. “Fa parte della storia” – precisa Allegro.

"MI METTO A DISPOSIZIONE" - L’ex sindaco interviene a margine di una conversazione con Barattolo e gli iscritti del partito. “Nessuno parla più difranco-allegro-abbatepaolo-udc-polignano-filippo-barattolo rinnovamento – osserva l’ex sindaco – io mi metto a disposizione, ovviamente non come candidato. Posso mettere a disposizione la mia esperienza, anche perché il fatto che io sia ancora importante e che si parli di me, significa che ho governato bene. Io non credo che in politica ci voglia esperienza, ho governato bene quando non avevo esperienza, ma avevo tanta volontà”.

Filippo Barattolo assicura: “A livello locale l’Udc è autonoma. Le scelte le faranno le sezioni locali. L’Udc avrà un suo candidato sindaco a Polignano, che sia un iscritto, che sia un esponente della società civile o della coalizione che potrebbe formarsi. Non è detto che sia iscritto all’Udc”.

“L’Udc – prosegue – non si è spostata. A livello nazionale sta al centro nella sua autonomia che gli hanno dato i tre milioni di voti nel 2008. Oltre tutto nasce il Terzo Polo proprio perché è l’alternativa a un bipolarismo che è fallito in questi anni. L’Udc ha la sua autonomia e il suo progetto politico. A livello locale andremo avanti con questa linea”.

Sabato prossimo si tiene il congresso provinciale del partito. “La questione del governo – spiega Barattolo - è semplice: si è disposti a un governo di unità nazionale, dal Pd alla Pdl con tutte le forze democratiche in questo paese, per superare questo momento storico segnato dalle difficoltà economiche. Solo con un governo di unità nazionale si riuscirà a tirare fuori dai guai questo paese. La condizione però è la discontinuità con questa presidenza del consiglio. Quindi un governo di unità nazionale senza Berlusconi”.

“Noi – ribadisce Allegro - proporremo un nostro candidato sindaco. Si cercherà tra noi una persona che abbia il coraggio di metterci la faccia e rappresentare quella parte di paese che non sta né da una parte né dall’altra. Anni fa – conclude citando Di Giorgio, già presente in riunione – un sindaco arrivò a Polignano e cambiò tutto. Vogliamo ricreare una nuova stagione Di Giorgio. In quel momento storico lui rappresentò la novità.”