Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

PAOLO MAZZONE: NON BASTA AVERE UN CENTRO ANZIANI

paolo_mazzone_foto
Proposte e progetti nell'ambito del sociale e delle politiche giovanili

Pubblichiamo l’intera relazione presentata dal segretario cittadino di Sel (Sinistra Ecologia e Libertà), Paolo Mazzone, durante l’ultima conferenza stampa dei segretari della coalizione di centro-sinistra. Mazzone ha affrontato tra le altre, la tematica del sociale a Polignano, esortando le istituzioni locali a dedicare maggiore spazio anche ai giovani: “bisogna elaborare vere forme di aggregazione giovanile”.

 

LA RELAZIONE

Il periodo storico che stiamo vivendo è molto delicato, la forte crisi economica sta mettendo a dura prova anche le aziende più importanti tanto che la recessione mondiale sta diventando sempre più inquietante.

Sempre più individui stanno mettendo in discussione gli aspetti sociali che regolano i propri rapporti comunitari, da quelli più semplici di buon vicinato a quelli più complessi.

Come accade in tutte le circostanze della vita e in tutte le catene di produzione, le fasce più deboli e ultime, stanno pagando per tutti e il prezzo più alto;  in discussione viene messa la vita perché vengono meno le garanzie per poter vivere in maniera dignitosa e nel rispetto dell’altro.

A partire da queste costatazioni la politica, quella vera, gioca un ruolo importante.

Chiederemo di fermare i tagli alle politiche sociali, cercheremo tutti i canali e le risorse al fine di incrementare le “entrate”; solo così l’amministrazione potrà concentrarsi su quelle che sono le piaghe del paese.

Come gruppo di centro-sinistra, dobbiamo cercare di ripristinare e rimettere al centro l’“uomo” l’equità, la solidarietà e le politiche sociali che facciano emergere dalle varie difficoltà i nostri concittadini.

Una comunità non cresce solo con l’edilizia, il turismo o le varie parate; una comunità cresce nella misura in cui riesce a far emergere dal basso le sofferenze, anche quelle più nascoste.

Compito della nostra coalizione sarà quello di fare un vero percorso di politiche sociali, dove a partire dalla linea politica, ai responsabili e agli operatori del settore si deve andare nelle strade e bussare porta per porta alla ricerca di quelle che sono le varie emarginazioni.

Non basta occuparsi solo del lavoro di ufficio, la vera politica sociale si fa con e tra la gente.

Certo questo non sarà sufficiente, la politica deve anche avere la capacità, da un lato di fare un passo indietro nei confronti di quelle realtà che già operano bene nel sociale: dobbiamo imparare ad ascoltare e ad interagire con i gruppi Caritas, il Centro d’Ascolto cittadino, le parrocchie e le associazioni tutte; dall’altro di fare un passo in avanti, garantendo i mezzi più adeguati al fine di migliorare la storia di ciascuno di noi.

In questo paese dobbiamo iniziare a vedere il mondo del sociale nella sua interezza e complessità. Avranno un ruolo importante e centrale le politiche rivolte ai minori a rischio e di conseguenza alle loro famiglie; bisognerà elaborare vere forme di aggregazione giovanile, non basta avere un centro anziani, a cui è stata dedicata, a ragion veduta, già molta attenzione, occorre formare anche un centro giovani; sarà fondamentale stimolare l’integrazione tra immigrati e residenti per una politica sempre più interculturale come importante sarà continuare il lavoro sociale che l’attuale assessore ha dedicato ai diversamente abili e magari proporre momenti di scambio tra diversamente abili e non, da entrambe le parti si dona qualcosa ma si riceve sempre tanto.

Non ci saranno più manifesti che chiedono solo in alcuni periodi dell’anno, come in quello natalizio, una raccolta di alimenti. No, questo non ci piace,  c’è gente che non sa come mangiare tutto l’anno! Il vero gesto di carità avviene nel silenzio e in grande riservatezza. Ecco dunque sarà importante creare un filo diretto tra la politica e le dispense continue che nelle parrocchie fanno già un ottimo lavoro. Dobbiamo avere la forza e la capacità di sostenere chi ogni giorno opera nel silenzio e senza mettere manifesti cerca di garantire a tutti il cibo quotidiano.

La coalizione sarà determinata perché nel nostro paese si inizi sul serio a fare delle vere politiche sociali, impareremo a rimanere svegli anche la notte se non avremo la capacità di garantire un pezzo di pane ai nostri amici concittadini e se non riusciremo a prevenire situazioni di disagio dovute alla nostra indifferenza; se un nostro amico non ha di che mangiare, non ha dove dormire e di che vestirsi, se i nostri bimbi non avranno gli spazi dove poter giocare e i nostri giovani non avranno un luogo idoneo alle loro esigenze, non avrà fallito solo la politica ma avremo fallito noi come uomini e donne.

Paolo Mazzone (SEL)

Commenti  

 
#25 CANAL GRANDE 2011-10-18 07:07
X Disicantato, il problema è che noi siamo un paese a vocazione forestieri(da non confondere con il giocatore della Bari), Vedi Palladium, vedi Stama, vedi Kofman, vedi i tanti vigili,ecc.
Quindi non ti devi meravigliare piu' di tanto. ;-) Non c'è posto x i Polignanesi, siamo amanti dei Forestieri.. :roll: i nostri giovani dicono che non valgono niente. Cambiera' la frasca 8) vedremo di conseguenza.. Amo la Mia e la Vs Polignano 8)
 
 
#24 Disincantato 2011-10-15 16:38
Pur non negando l'impegno dell'assessore Montalbò per i disabili, chiedo a chi ha più memoria, di riportarmi una presa di posizione nella questione disabili e accessi al mare ......Come dite ? non voleva mettersi contro l'Ing. Stama? ah, beh, ho capito ....
 
 
#23 amico del sel 2011-10-13 16:40
anch'io per un momento ho creduto nel presidente Vendola, ma oggi mi vergogno di essermi fatto abbindolare come un allocco, paolo svegliati anche tu, la sanità pugliese fa schifo e vendola è il governatore da quasi 7 anni, quanto gli serve per rimetterla a posto.... con le poesie ci ha fregato una volta, forse due, ma i fatti sono sotto gli occhi di tutti ed io capisco il tuo imbarazzo che non sai cosa rispondere e per ovviare parli di centro anziani, ma quando il saggio indica la luna solo lo stolto guarda il dito.
 
 
#22 U POVERE CRIST 2011-10-13 14:37
Cari Amici del Forum, la voglio mettere in rima! O Fiore Ass.re che stai col Presidente, Fai Aprire i Punti di Primo Intervento, a questa gente!
Se non lo fate Voi lo faremo noi...... Dedicata alla Sel.
 
 
#21 Canal Grande 2011-10-13 14:20
Voglio vedere se alle prossime elezioni, avrà il coraggio di venire a Polignano, il PRESIDENTE, il buon venditore di fumo, come molta gente che lo segue, e puta caso dovesse venire,( Credo proprio di no! i Polignanesi lo faranno scappare con la C.da tra le gambe) :lol: Secondo il modestissimo parere è meglio che la SEL non presenti nessuna lista.. Saluti Cordiali 8)
 
 
#20 allafrutta 2011-10-13 13:59
se si mette in discussione quanto di buono ha fatto Vendola nel sociale per il territorio pugliese, allora teniamoci Berlusconi e le sue ministre, Bovino e la sua imprenditoria.......
Direttore, fai portare la frutta a tavola, che a quella siamo arrivati.
 
 
#19 MINGHUC U MURT 2011-10-13 07:27
X il sig. due parole, che te deve dire il Buon Paolo, come diceva Pasquina in una famosa canzone si prende a Vregogna!
Di quello che ha combinato Fiore con il Suo PRESIDENTE e ora che tutti i Polignanesi ci diamo una scossa, quì stiamo andando nel dimenticatoio. :sad: Vinchè vivro' amero' la mia Polignano..
Saluti a tutti gli amici del forum. Minghuc. 8)
 
 
#18 Richard Stallman 2011-10-12 14:37
Parole vuote...
Destra = Sinistra = Centro

Tutti a casa!!
 
 
#17 Antonio Sardano 2011-10-12 13:55
In verità, caro amico non esiste alcun pregiudizio, almeno da parte mia, che escluda qualcuno da una sana e costruttiva discussione, solo in base al titolo di studio acquisito. Non si curi minimamente di questo particolare e continui a profondere il suo impegno nel sociale come dice di fare. Proprio da lei, che è addetto ai lavori, mi aspetto le migliori proposte e idee per dare nuova linfa agli amministratori nello sviluppo di politiche sociali aderenti alla realtà in cui tutti noi viviamo.
Un caro saluto
Antonio Sardano
 
 
#16 due parole 2011-10-12 11:26
è spendile due parole sulla sanità. non farti pregare. paoletto?
 
 
#15 U POVERE CRIST 2011-10-12 11:08
Carissimo Mazzone, quello che Lei dice sara' un percorso ad ostacoli.
Come ha fatto il Suo PRESIDENTE del SEL. Si vede come si è comportato, x il sociale, il Suo presidente, e Lei ci viene a dire che la Vostra sara' una coalizione x il sociale. Come diceva la buon anima di Toto' Ma Mi Faccia il Piacere. Saluti :-x
 
 
#14 MINGHUC U MURT 2011-10-12 07:18
Cari amici Polignanesi,sono ben lieto di leggere le Vs.
Ma ditegli al sig. Mazzone,
che vuole aggregare le chiese, la caritas,centri di ascolto,centri x anziani.Fin quì
tutto bene, xro' deve dire al suo mago di far riapparire il PUNTO DI PRIMO INTERVENTO.
8) Altro che chiacchiere a vuoto, tanto la SEL si deve nascondere alle prossime elezioni, anche se viene il Capo Mastro da Bari.. E chi lo seguirà sarà anche lui complice di questo sfacelo..Saluti :-)
 
 
#13 nè di dx nè di sx- 2011-10-11 23:26
Caro Antonio, non so che titolo di studio ha. Io ho appena la quinta elementare ed il mio lavoro lo svolgo nel sociale, quindi pensa te se i miei concetti sono sensati più dei vostri....Non sono un presuntuoso, sono umile, sono altruista, ma non politico come Voi.........Salutoni ed un forte abbraccio fraterno........
 
 
#12 Antonio Sardano 2011-10-11 18:10
La ringrazio per i suoi suggerimenti, saprò farne buon uso. La prossima volta le chiederò il permesso per intavolare un civile e democratico contraddittorio sul web.
Intanto, complimenti per il suo spiccato maschilismo, sintomo di profonda ristrettezza e chiusura mentale. Con buona pace dell'umiltà e della cultura generale che proprio lei ci ha raccomandato di adoperare.
Sono certo che, date le premesse, i suoi concetti sul Sociale saranno senza dubbio più sensati dei nostri.
Saluti
Antonio Sardano
 
 
#11 nè di dx nè di sx- 2011-10-11 16:56
Egregio Direttore, a mio parere, si sta esagerando un tantino con questi commenti da prima pagina dei due maggiori protagonisti della politica locale...Oltre a questo Forum esistono anche gli Uffici Postali!!! Basta con questo protagonismo femminile e presunzione di donne al centro dell'attenzione!! ma cosa volete dimostrare che siete solo voi capace di scrivere sulla questione del sociale? Vi suggerisco di usare più umiltà e più cultura in generale nei vostri commenti senza senso e senza concetti...
 
 
#10 Antonio Sardano 2011-10-11 12:31
"Non basta occuparsi solo del lavoro di ufficio, la vera politica sociale si fa con e tra la gente.

non basta avere un centro anziani, a cui è stata dedicata, già molta attenzione

In questo paese dobbiamo iniziare a vedere il mondo del sociale nella sua interezza e complessità"

Caro Paolo, credimi, nella risposta precedente c'è davvero poca impulsività, ma tanta tanta ponderazione. Avrei voluto essere più incisivo con te, ma non mi pareva la sede deputata ad un chiarimento che a scanso di strumentalizzazioni ed equivoci, vorrei avvenisse in forma privata.
Detto ciò, mi pare evidente che quanto ho estratto dalle tue parole non è così positivo come affermi. Non c'è solo lavoro d'ufficio, è una falsità enorme se consideriamo la mole di lavoro che svolge Paolo TRA la gente e CON la gente. Così come non si può ridurre questa mole di lavoro ad una mera dedizione al centro anziani. (anche qui noto una certa vena polemica, conoscendo le tue rimostranze più volte esternate a riguardo).
Più in generale, posso assicurarti che Polignano non sta aspettando te per "vedere il mondo del sociale nella sua interezza e complessità". E' un eccesso di presunzione che francamente avresti dovuto evitare. Se affermi questo, implicitamente sostieni che finora non si è avuto un quadro ad ampio raggio delle politiche sociali...e sai benissimo che non è vero. Per la prima volta abbiamo garantito l’assistenza domiciliare (ADS) e l’ADI (assistenza domiciliare integrata), un servizio garantito per 27 persone in grande difficoltà, servite direttamente in casa da professionisti. Abbiamo pubblicato un bando, di tutti i casi rilevati nessuno è rimasto fuori. Non ci sono liste d’attesa; prima venti, poi ventisette casi. Quello dell’ADS è un servizio che Monopoli e Conversano avevano da 15 anni, mentre Polignano era il fanalino di coda.”

Nei Piani di Zona Polignano oggi abbaia, rivendica i suoi diritti, non è seconda a nessuno. L’elenco prosegue con il servizio di ASS (Assistenza specialistica per le scuole); 22 casi in tutto seguiti con particolare attenzione da educatori affiancati a insegnanti di sostegno. Dedichiamo attenzione anche ai minori a rischio con il servizio di assistenza domiciliare educativa per cinque soggetti. Polignano ha per la prima volta un centro d’ascolto per le famiglie, e si sta lavorando per diffondere la cultura dell’affido, mettendo a bando un centro affidi.Senza dimenticare il centro maltrattamenti e abusi. L’Informahandicap poi si è rivelato un successo. Questo ti sembra “solo lavoro d’ufficio”?? Non mi pare che a Polignano ci sia solo il Centro anziani, o sbaglio? Come vedi i servizi sociali spaziano a 360°, non c’è bisogno di “iniziare a vedere il mondo del sociale nella sua interezza”, caro Paolo….noi lo facciamo da tempo e mi rincresce che tu faccia finta di non accorgertene.
A volte io posso sembrarti impulsivo, è nella mia indole in effetti, ma diffido della gente che omette la realtà tanto più se trattasi di argomenti di grande sensibilità come il sociale. Tu avrai pure i tuoi progetti, per carità, ma non posso permetterti di sminuire quanto di buono finora è stato fatto in questo contesto. Parlare delle proprie idee non è complementare al denigrare o sminuire il lavoro altrui.
In ultimo non ritengo importante per l’oggetto della discussione se esso sia un pensiero personale o istituzionale. Alla gente interessano i fatti ed è stufa delle beghe partitiche così sterili e antiproduttive. Evita di ridurre questo argomento ad un fatto politico. Il mondo del sociale non ha colore, né bandiera…la tua domanda è fuori luogo.
Ti saluto
Antonio Sardano
P.S. Mi auguro che non vorrai replicare, visto che ti poni il dubbio se sia opportuno rispondere ai miei post. Del resto ci sarebbe veramente poco da dire ancora.
 
 
#9 Comm. 2011-10-11 10:28
Ormai la campagna elettorale è aperta.....ora si esce dal letargo!(dove stavate quando hanno chiuso il pronto soccorso?) ..l'importante è parlare bene, farsi notare in pubblico, far qualche polemica ogni tanto....poi una volta presi i voti...saliti al potere..tutto finisce.....BASTA!!!!!!!
 
 
#8 alex 2011-10-11 07:42
Caro Sardano non sono d'accordo sulla questione Pronto Soccorso le colpe vengono distribuite con parità spiegandoti come, nella legislatura FITTO alla Regione mi ricordo benissimo che i problemi pronto soccorso già esistevano quando il Ministro Fitto è venuto al teatro Vignola dicendo di portare una novità nella sanità quello di istituire il 118 da quel momento ci siamo rovinati per i costi sostenuti poi è arrivato la Cosentino, Tedesco, Tarantini di conseguenza siamo finiti nel burrone, per venir fuori da questo ci vorrà molto tempo. Qualsiasi governo Destra Sinistra o Centro per risolvere il problema passera un pò di tempo.
 
 
#7 RAINBOW RED 2011-10-10 19:36
Caro Antonio, certe volte non so se è opportuno rispondere o meno ai tuoi post. Notoriamente mi etichettano come una persona che difficilmente parla male di qualcuno, figurarsi dei servizi sociali. Tanto è vero se fai un'attenta lettura (basta anche solo una lettura), potrai ben vedere che i contenuti del mio messaggio sono tutti rivolti a quello che è la nostra idea di "politiche sociali". Non penso proprio di aver offeso nè la linea politica e le scelte di questo assessore e nè delle cose che ha fatto in questi anni. Anzi, se leggi troverai scritto questa frase: "... importante sarà continuare il lavoro sociale che l’attuale assessore ha dedicato ai diversamente abili e magari proporre momenti di scambio tra diversamente abili e non, da entrambe le parti si dona qualcosa ma si riceve sempre tanto"; frase che tradotta in italiano vuole evidenziare una forma di apprezzamento del lavoro svolto dall'assessore in carica, magari con delle sfumature che vorremmo dargli noi. Dopo di che se tu vedi sempre in chi ha un'idea diversa, la volontà di accusare l'assessore Montalbò..., scusami tanto ma ci terrei a che prima di sparare parole prive di senso imparassi a essere un pò più riflessivo e meno istintivo. Caro Antonio tutto il tuo preambolo non ha nessun senso perchè noi abbiamo dato la nostra idea di politiche sociali, nel mio intervento l'unico riferimento rivolto all'attuale dirigenza politica del settore è anche positivo e quindi non capisco proprio da dove nascono queste tue considerazioni. Dopo di che non preoccuparti, perchè innanzi tutto parliamo di punto di primo intervento e noi sicuramente non ci nascondiamo, a breve avrai un mio intervento anche su questo e avrà un contenuto privo di chiacchiere!!! Infine mi piacerebbe sapere se questo tuo intervento è nelle vesti di segretario del movimento Schittulli o no; questa risposta è importante e mi sarà utile tra qualche giorno!!!
 
 
#6 Antonio Sardano 2011-10-10 12:12
Caro Paolo, mi fa specie leggere questa tua nota, in considerazione del fatto che l'assessorato ai servizi sociali del nostro Comune è senza ombra di dubbio alcuno il settore che maggiormente si è distinto in questi anni di amministrazione Bovino.
I traguardi raggiunti in questo ambito erano una chimera solo pochi anni fa, in un comune dove la spesa pubblica pro capite per cittadino in fatto di politiche sociali era una delle più basse. Non sarò certo io ad elencare tutti i servizi caparbiamente inseguiti e raggiunti dall'ass. Montalbò, che probabilmente bene farebbe a rinfrescarti la memoria, a cominciare da quell'asilo nido (lavori appaltati) che presto sarà una realtà nel nostro Paese.

Piuttosto mi corre obbligo evidenziare un particolare non di poco conto che vorrei tu notassi. Mi piacerebbe tanto che la tua solerzia e la tua vis polemica nel puntualizzare qualsivoglia argomento che coinvolge quest'amministrazione (sei riuscito persino a contestare le Politiche Sociali) la usassi in maniera costruttiva, ma sopratutto CONCRETA.

Non dimentico i tuoi sforzi per far guadagnare al tuo partito la ribalta delle cronache, allorquando tu con una delegazione di SEL avete fatto valere il vostro peso specifico in ambito regionale nella vicenda "parco dei Trulli". Vi siete pavoneggiati sui giornali reclamando presunti meriti nell'ostruzione di quel progetto, in virtù delle vostre "alte influenze" in Regione.

Ora ti chiedo a nome mio e di tutti i cittadini di Polignano, piuttosto che tediarci con sermoni da pseudo campagna elettorale che fanno parte della recita demagogica così tanto inflazionata da destra a sinistra, dai comuni fino al governo centrale, impegnati affinchè queste tue tanto decantate "conoscenze" servano a restituire ai Polignanesi il PUNTO DI PRIMO INTERVENTO, barbaramente sottrattoci dal TUO PRESIDENTE, in spregio totale alle promesse fatteci dai palchi mentre si affannava a contestare il piano di riordino ospedaliero dell'on. FITTO.
Voglio di nuovo rivedervi sui giornali con tanto di foto, fieri del vostro nuovo successo.
Dimostrami per una volta che a sinistra non siete soltanto abili con la politica dei NO (chiusure, sospensioni, ostruzioni). Polignano rivuole il suo Pronto Soccorso.
I buoni propositi e le promesse, lasciale fare ai vecchi mestieranti della politica, noi giovani se vogliamo emergere dobbiamo dimostrare di essere diversi.
Con amicizia
Antonio Sardano
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI