Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

NASCE LA SCUOLA DI FORMAZIONE SOCIO - POLITICA

domenico-torres
SABATO LA PRESENTAZIONE CON GLI ONOREVOLI DISTASO (PDL) E LATORRE (PD) A POLIGNANO

Sabato 15 ottobre alle ore 19,00 presso la Sala Consiliare di Polignano sarà presentata alla cittadinanza la Scuola di Formazione all’Impegno Sociale e Politico promossa dalla Zona Pastorale di Polignano in collaborazione con l’Associazione “Cercasi un fine” periodico di cultura e politica, diretto da don Rocco D’Ambrosio, con il patrocinio degli Uffici diocesani per il Laicato e dei Problemi Sociali. Alla serata, dal tema “Educare alla politica serve ancora?” interverranno l’On. Antonio Distaso del PDL e l’On. Nicola Latorre del PD, modera la serata il giornalista Rai Enzo Quarto.

La scuola di formazione si prefigge di educare alla partecipazione sociale e politica nel quadro delle scienze umane, dei valori indicati dalla Costituzione Italiana e dal Magistero Sociale della Chiesa e intende rivalutare il significato della politica come “pratica di valori” piuttosto che come “sistema di regole”.

Il 1° anno formativo 2011/2012 dal titolo programmatico: “Perché partecipare?” affronta i fondamenti dell’impegno sociale e politico. La scuola si rivolge a tutti coloro che vogliono approfondire tematiche di natura culturale, sociale, politica e, nel contempo, sono desiderose di contribuire a far crescere e maturare nella comunità locale di appartenenza un più alto senso civico.

E’ prevista una quota annuale d’iscrizione di € 50,00 e € 25,00 per gli studenti.

Ci si può iscrivere alla segreteria della scuola presso “Palazzo San Giuseppe” nel centro storico di Polignano a Mare dal 10 ottobre al 15 novembre nei giorni di lunedì e venerdì dalle 19.30 alle 21.00, oppure ai primi due incontri  che si terranno il 22 ottobre e 12 novembre.

TORRES: "LA SCUOLA NON HA COLORE POLITICO" - Nel numero del 15 settembre scorso de La Voce del Paese avevamo anticipato la notizia con una intervista a Domenico Torres, uno dei promotori dell'iniziativa, che alle nostre domande ci tiene così a precisare: "La scuola non ha colore politico, né è una lista civica e assolutamente non è un partito. Si tratta di un percorso formativo di 3 anni, con incontri ogni 15 giorni, il sabato pomeriggio".

 

 

 

Commenti  

 
#17 simpatici commediant 2011-10-21 20:57
:sad: ero certo e convinto della mia partecipazione domani sera,alla 1ma lezione della scuola di Formazione Socio Politica.
ma leggendo alcuni commenti del tipo, Vieni e non ti Preoccupare, mi ha fatto riflettere, che se pur ironico, tale linguaggio ha fatto che domani sera rinuncio alla lezione.
Mi dispiace per Anna Maria, ma dispiace anche me quando si MISCHIA il Sacro con il Profano. e chi ne fa la pelle sono sempre i più deboli, che cercano aiuto...ai finti benefattori
 
 
#16 Sempre Anna Maria 2011-10-21 12:07
Credo che se voi conosceste il programma delle lezioni che si terrano in questo primo anno eliminereste tutti i dubbi e le ilazioni che in questo forum avete esposto e vi spiego perchè: gli argomenti che saranno trattati da docenti universitari trattano temi riguardanti la pubblica amministrazione e non i partiti politici, vi inito a trovare le brochure della scuola ed informarvi. Il fatto che uno degli organizzatori abbia parenti impegnati in politica non vuol dire che gli stessi possano intevenire o meglio interferire nella scuola stessa. Se così fosse anche "cittadinanza attiva" che srcrive in questo forum avrebbe le stesse opportunità e... così non è. Invito tutti voi a partecipare alla scuola senza preconcetti e vi GARANTISCO che non gireranno santini ne prima ne dopo le votazioni. Aevamo messo in conto anche questa congiuntura, ma il "sogno" di offrire al Polignano questa esperienza di formazione era più forte!!! Vi aspettiamo
 
 
#15 Anna Maria 2011-10-21 12:07
Provo a dire la mia...
Faccio parte del gruppo che si è preso la briga di organizzare la scuola di formazione a Polignano. Il progetto nasce molto tempo fa ed esattamente a maggio del 2010, quando con la Consulta Giovanile Zonale fu organizzato il Convegno "Chiesa, giovani e mezzogiorno" per presentare il documento della CEI "Chiesa e Mezzogiorno" in quell'occasione conosemmo Don Rocco D'Ambrosio e la realtà consolidata nella nostra regione delle Scuole di Formazione. Per tutto il 2010 e inizio 2011 ci siamo recati agl'incontri che l'associazione tiene ad Acquaviva ed abbiamo respirato una tale aria di novità e fermento inetellettuale che ci è venuta voglia di proporre l'esperienza anche a Polignano. Ci siamo confrontati con i parroci ed i responsabili degli uffici diocesani interessati ed abbiamo riscontrato che il progetto era ben accolto e che si poteva fare! Già da luglio scorso abbiamo incontrato i responsabili dll'associazione che ci hanno seguito passo passo fino ad arrivare alla presentazione della scuola sabato scorso.
 
 
#14 bugiardoni! 2011-10-21 09:12
senza scomodare il grande Gaberone, come si può occultare la riconducibilità di uno degli organizzatori con un uomo che mastica (e sputa) politica a Polignano?
suvvia non fateci credere che a breve, in tempo di campagna elettorale, neanche un "santino" passerà dalla vostra sede e dalle vostre mani...
un vostro esponente frallaltro era domenica scorsa a fare domande al ministro Fitto...
 
 
#13 Cittadinanza Attiva 2011-10-20 21:55
X un fine (nome omen?), vista la sua buona e cristiana educazione ci vuole indicare quali sarebbero le nostre bugie. Per il faccia a faccia ci dica dove e quando! Per intanto, quando usa le citazioni di altri, abbia il buon gusto di dirlo senza fare il sapientone (ed un po anche il trombone).
 
 
#12 Annozero 2011-10-20 09:26
Azz...."liberta è partecipazione"...l'ho gia sentito ad Annozero...quasi quasi non mi iscrivo + alla scuola!! Non vorrei che le lezioni fossero tenute da gente ispirata da Santoro e Travaglio...! No,per carità!
 
 
#11 Un fine 2011-10-19 20:20
Che polignano fosse un paese difficile, lo hanno capito tutti, anche noi dei paesi limitrofi, ma che si arrivasse a dire delle menzogne nn ci avevo pensavo. Mi riferisco ai due sapientoni, "Cittadinanza attiva" e "bugiardoni", la scuola è organizzata dall'associazione CERCASI UN FINE di DON ROCCO. La suddetta a sede a Cassano. mentre i nomi Polignanesi sono SOLO dei referenti che hanno voluto prendersi l'onere e l'onore di PROVARE a fare qualcosa invece di criticare,provcare e offendere. Perche invece di buttar fango non provate ad aiutarli(da quello che scrivete sembrate intenditori, coinvolgete il paese, crescete, anzi cresciamo insieme. Volgio sottolineare che i corsi sono tenuti da Professori universitari esperti nee settore e non improvvisati. Vi invito a visitare il sito www.cercasiunfine.it e a comprare il nostro peridodico mensile. Poi ci vediamo di persona e ne parliamo e vediamo cosa dice faccia a faccia. "LA libertà è partecipazione".
 
 
#10 nicola teofilo 2011-10-18 19:43
Caro "bugiardoni",
la redazione vuole essere vicina a tutte le parti politiche, ma ancor di più è vicina ai propri "interessi": i nostri lettori. Spesso se liberamente attacchiamo questa o quella parte politica, l'altra si difende diffamando che la redazione è dall'altro lato. Così tu, caro lettore, vieni a "sapere" queste cose. Poi noi pubblichiamo il commento... e non si capisce più da che parte stiamo... non si disturbi ad informarsi su come diventare "benefattore"... potrebbero affermare che un'anonima persona voglia chissà divenire Sindaco...
comunque accettiamo vostri contributi :-)
a presto,
nicola teofilo
 
 
#9 bugiardoni! 2011-10-18 16:29
ma come può essere priva di direzione politica se uno degli organizzatori è nipote di un noto manovratore politico da dietro le quinte?
non esiste nessuna associazione di uomini-fatti-idee che poi non mostri la propria vena politica!
dite che fate corsi di informazione politica e che poi appoggerete il terzo polo, sarà molto più corretto ed onesto da parte vostra e qualcuno magari si iscrive anche!
ps: sapendo che la redazione è molto vicina al politico di cui sopra, se vedo questo mio scritto pubblicato, mi informerò sulle modalità di diventare vostro anonimo benefattore!
 
 
#8 Fidel 2011-10-16 19:16
Mi auguro che essendo un iniziativa cattolica, non formi politici dello stampo della vecchia D.C.o peggio ancora i presunti cattolici della seconda repubblica. Spero che additiate anche come cattivo esempio i politici locali, che a parer mio meriterebbero la gogna. Buon lavoro.
 
 
#7 Cittadinanza Attiva 2011-10-16 16:52
Ribadisco quanto scritto nel primo intervento, cui non avete dato risposte, senza aggiungere altro. Prendo atto delle vostre difficoltà di dialogo, le discussioni socio-politiche (?) infarcite di offese personali (fatte in coppia) banali e sciocche le lascio volentieri a voi ed al vostro caritatevole spirito cristiano. Le spiegazioni, le avevamo chieste premettendo la vostra buona fede! Abbiamo sbagliato.
 
 
#6 Maria Grazia 2011-10-16 02:05
Caro Sign. "Cittadinanza Attiva" se solo si informasse un pò di più non scriverebbe certe cose. La "scuola di formazione all'impegno sociale e politico" è organizzata dalla zona pastorale,in collaborazione con l'ASSOCIAZIONE CERCASI UN FINE, da anni promotrice di questo progetto in molti paesi limitrofi. Io,Domenico,Anna Maria e Sara siamo i referenti della Scuola di Polignano, e sin dall'inizio abbiamo creduto in questo progetto perchè NOI speriamo di cambiare veramente qualcosa in questo paese, e NON solo dal punto di vista politico. Quindi la invito anch'io a partecipare alla prima lezione, così potrà rendersi conto che dietro la scuola non c'è alcun partito politico, nè tantomeno UN politico...
Poi vorrei aggiungere che negli altri paesi la scuola di FORMAZIONE ha avuto molto successo, grazie alla popolazione che ha aderito a questa iniziativa nel proprio paese. NOI come al solito abbiamo fatto la nostra porca figura. E allora abbandoniamoci alla rassegnazione..che è una determinante del nostro carattere(di noi polignanesi)!
 
 
#5 Domenico Torres 2011-10-15 17:06
Sig. Cittadinaza attiva, La invito a iscriversi a scuola per capire cosa VUOL DIR CITTADINANZA ATTIVA. il discorso di qualunquista lo fa lei, parlando di stipendi dei relatori, quando il titolo dell'argomento è: Educare alla politica serve ancora? cosa c'è da chiarire? Forse piu che vedere il marcio ovunque sarebbe logico azionare il cervello prima di aprir bocca! cmq spero in una sua iscrizione alla scuola!
 
 
#4 Cittadinanza Attiva 2011-10-14 16:25
1) L'invito dice: La scuola deve formare all'impegno sociale e politico. 2) I due interlocutori che interverranno sono dei politici professionisti (vedete i loro lautissimi stipendi e/o vitalizi). 3)Uno dei promotori, il giovane Torres, aggiunge: "la scuola non ha colore politico" (battuta di sciatto qualunquismo populista). Potremmo fare ironie e facili battute, ma, sperando nella vostra buona fede, vi chiediamo: fateci capire qualcosa e chiaritevi fra di voi, ne avete bisogno.
 
 
#3 Fidel 2011-10-14 08:53
BOHHHHH!
Ma il commento N.2,con l'articolo sopra c'entra come il cavolo a merenda.Caro direttore almeno qualche attinenza con gli argomenti trattati X favore.
 
 
#2 Richard Stallman 2011-10-10 18:59
Nell'estate del 2005 Latorre fu intercettato in una conversazione con Stefano Ricucci mentre questi, assieme alla Unipol di Giovanni Consorte, stava scalando la BNL[2] bypassando le normali procedure di mercato (OPA). In un'altra occasione D'Alema nonciclopedia.wikia.com/wiki/Massimo_D%27Alema chiese a Consorte di mettersi d'accordo con Latorre. Latorre fu intercettato mentre organizzava l'incontro a cena a casa sua[3]. In una telefonata con Consorte, Latorre si lasciò andare in un sfogo personale riguardo l'allora segretario del partito Piero Fassino, di cui disse "non capisce un tubo"[4]. Per Latorre è stato ipotizzato dal GIP Clementina Forleo il concorso in aggiotaggio[5] nell'ambito della scalata alla BNL organizzata dalla Unipol.

Il 14 novembre 2008, durante la trasmissione Omnibus sulla rete La7, la regia del programma scorse un suo comportamento controverso: il senatore suggeriva, su un foglio che cercava poi di far sparire, all'esponente del partito avverso PdL Italo Bocchino un'argomentazione per attaccare Donadi dell'IdV sulla questione, ampiamente dibattuta, della Commissione di Vigilanza per le Telecomunicazioni.
Fonte : it.wikipedia.org/wiki/Nicola_Latorre
 
 
#1 patrik angloma 2011-10-10 12:29
la logica spiega come la democrazia non esiste se le scelte sono più di 2 e se il voto non è pesato...questo l'insegnerete?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI