Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

AFFARE PORTO: VITTO CONOSCEVA FUSILLO

porto_turistico_640_x_300

Franco Frugis: ‘Vitto, altro che novità. All’epoca Di Giorgio sindaco non contava nulla. Non era lui la regia della sua amministrazione’

 

 

Il terzo polo c’è e lo chiamano così solo per convenzione, perché al momento è alternativo a Vitto e Bovino. Lo conferma Franco Frugis, che ribadisce la sua volontà di non candidarsi e condivide quanto dichiarato dall’ex sindaco Simone Di Giorgio nell’intervista esclusiva su La Voce del Paese, definendo la sfida “Vitto – Bovino vecchia e fuori dal tempo” e consiglia a Bovino di fare un passo indietro e di non candidarsi a sindaco.

“Il Terzo Polo - spiega Frugis - non è un gruppo mio, nel senso che io non mi candido. Sono in totale accordo con le dichiarazioni rilasciate da Di Giorgio, perché bisogna ricreare le stesse condizioni del ‘93 che fecero brillare Polignano. All’epoca, in consiglio, mancavano odi e rancori. Oggi, il consiglio spende due terzi del tempo per mettere in evidenza le contraddizioni che ognuno di noi ha maturato in questi vent’anni, quindi bisogna superare e andare oltre questo schema, come dichiara Di Giorgio”.

Come sarà questo Terzo Polo?

“Sarà un gruppo trasversale, nuovo, una proposta che questa città si merita. Concretamente esiste e ci sono già delle adesioni. Non posso dire altro. Dico solo che ci sono stati incontri non ufficiali. Aspettiamo che si rivelino gli altri. Del resto, Domenico Vitto è candidato da quattro anni ma ancora ufficialmente non lo dichiara nessuno. Bovino è candidato di nuovo, ma ufficialmente non lo conferma nessuno. Quindi aspettiamo.”

Il segretario del PD, Domenico Scagliusi parla di “problema del porto”. Viene da chiedersi se Vitto (PD) fosse totalmente fuori dalla questione porto, quando fu svenduto nel 2005 dall’amministrazione di cui faceva parte…

“Ricordo che il 5 marzo 2011, dal vostro giornale, il sindaco Bovino sfidava Vitto a parlare della questione porto, e di altro ancora. Vitto nel numero successivo inviò una lettera e rispose su tutto tranne della questione porto. La verità è che Fusillo (l’imprenditore legato al porto, ndr) era amico di tutti e due: Bovino e Vitto, oltre che mio amico. Noi tre veniamo dal partito popolare che era rappresentato da Fusillo, quindi nostro amico. Naturalmente con me, Fusillo non ha parlato del porto, né prima né durante l’operazione cosiddetta di svendita. Con Domenico Vitto e Angelo Bovino, invece immagino che abbia parlato del porto turistico. Non si possono chiedere spiegazioni a Di Giorgio in merito al porto. Piuttosto chiediamole a chi conosceva bene quell’operazione. Fusillo non conosceva Di Giorgio. Ripeto, Fusillo era referente mio, di Domenico Vitto e Angelo Bovino. ”

Cosa ricorda di quel consiglio comunale del 2005 che sancì l’operazione di svendita?

“Ricordo un fatto strano e singolare. Prima del voto, il sindaco Di Giorgio tirò fuori due emendamenti, un attimo prima dell’approvazione. Emendamenti che mi lasciarono perplesso. Perché presentarli in consiglio? mi domandai. Presentarli all’insaputa di tutti gli altri, in consiglio, piuttosto che nelle riunioni di maggioranza, può significare che qualcuno della maggioranza stessa evidentemente li avrebbe bocciati. Significa che Di Giorgio, questi emendamenti non li ha né voluti né potuti fare all’interno delle riunioni di maggioranza. Invece optò per una forzatura, facendoli approvare in consiglio. Ricordo che tutti quanti eravamo straniti.  In genere, un sindaco che propone una delibera non porta poi gli emendamenti in consiglio, ma ne discute in maggioranza. Poi ho capito il perché di questa scelta. Ho capito tutto. Cioè che non era stato lui a gestire l’affare del porto turistico, ma erano stati altri. Gli emendamenti, Di Giorgio poteva presentarli solo in consiglio, non aveva alternative, perché se li avesse presentati in maggioranza non sarebbero passati.”

Se non l’ha gestito lui l’affare, chi allora?

“Mica l’ha gestito Di Giorgio! Il paese sa chi era alla regia dell’ultima amministrazione Di Giorgio. Sappiamo tutti chi è andato a prendere Carrieri, Maglionico… per portarli in maggioranza, e chi ha mandato via il dott. Laterza, Ramunni, Onofrio Lilla. Sappiamo chi ha determinato tante cose nell’amministrazione scorsa. Ne riparliamo in una prossima intervista...”

Domenico Vitto, in un’ultima intervista parla di un incontro che preferì rifiutare, con imprenditori locali e non, organizzato e proposto da Di Giorgio…

“E non vi sembrano un po’ tardive queste dichiarazioni? Lo dichiara solo ora, dopo che avete pubblicato l’intervista a Di Giorgio? E’ strano. Perché non l’ha cacciato Di Giorgio? Se l’avesse fatto, queste dichiarazioni, oggi, sarebbero credibili. Mi sembra invece che Vitto voglia arrampicarsi sugli specchi. Altro che nuovo alla politica…”

Qual è il problema vero del porto? Si è detto di tutto e di più, di presunte indagini, di presunte tangenti…

“Il problema è la svendita fatta senza penali. Nella compravendita delle azioni del porto non ci sono penali. Quando viene fatta una svendita e non ci sono penali è logico pensare che qualcuno sia stato favorito da altri, in questo caso potrebbe essere stato favorito chi ha acquistato a discapito di chi ha venduto. Io non ho mai visto fare una vendita così”.

Che pensa del consiglio che Di Giorgio ha dato a Bovino?

“Secondo me è più un auspicio quello di Di Giorgio!”

 

Commenti  

 
#15 ruge 2011-10-06 09:24
che vergogna quel porto in attesa di giudizio...
 
 
#14 vai via vai 2011-10-05 12:06
mi associo alle parole del buon alex.
franco basta,
accetta la vittoria di Vitto, non mettere parole che non ha detto e non dirà in bocca a Di Giorgio ed accetta il verdetto del popolo: basta
ultima cosa: pietosissimo quel sondaggio dell'*****
 
 
#13 alex 2011-10-03 13:52
finche' le cose con il Sindaco e Vitto andavano bene caro franco Vitto era una persona eccezzionale. Poi cosa è successo Vitto ha incominciato ad avere più preferenze e stima dai polignanesi per il suo modo di fare rispettando tutti i ceti dal povero al ricco. All'improvviso la maledetta gelosia.
Però caro franco non ti devi dimenticare che la moglie di Vitto tua cugina diretta e la figlia di tuo zio Antonio buon'anima che tanto bene ti ha voluto consigliandoti segreti del mestiere vedi a tutt'oggi come si sente la mancanza.
Per un momento fermati e rifletti.
 
 
#12 MINGHUC U MURT 2011-10-03 06:53
X Nando, sempre gli stessi giocatori eee, cambiare no?
Beato te che hai le bende, non riesci a vedere + in la'.
Speriamo bene....
 
 
#11 Il Giustiziere...... 2011-10-01 12:29
Caro Paolo, la stessa valutazione l'ha fatta il mio gruppo di amici che sinceramente non vogliamo accettare le angherie che decretano quelli di destra, quelli di sinistra e quelli del grande centro come l'ha definito Nando. Evidentemente a Nicola non piace più la politica di Domenico Vitto ma quella del terzo polo....
 
 
#10 Nico il ribelle..... 2011-10-01 11:59
Bravo a Nando, si vede che sei un addetto ai lavori di quel gruppo alternativo solo alla Sx, ma perchè quel "terzo polo" farà da carrozzone alla destra?
State facendo il gioco delle tre carte nella speranza di imbrogliarci e farci votare sempre gli stessi personaggi indesiderati a governare il nostro comune, ma questa volta non ci riuscirete ad ingannarci perchè ormai abbiamo le orecchie e gli occhi ben aperti. Non vi siete ancora debilitati a svendere il nostro territorio volete anche svendere lo specchio d'acqua del mare? Incredibile, non sapevo che in polignano ci fosse questo sistema mafioso politico locale!!!
 
 
#9 RAINBOW RED 2011-10-01 08:48
Altra piccola riflessione, non inerente al tema in questione, ma alla redazione di polignanoweb.
Essendo le vostre notizie sul web e quindi quasi in tempo reale, tale strumento dovrebbe essere aggiornato costantemente; ultimamente sto notando che vi impegnate più sulla polemica e nell'attaccare a ogni piè sospiro Domenico Vitto, che sulle vicende che riguardano i problemi reali del Paese. Ma mi sapete dire il perchè non ci state informando su una questione molto grave riguardante la chiusura del secondo piano della scuola don Bosco e dei relativi crolli, visto che una scuola è il CUORE di una comunità, il posto dove le MAMME lasciano i propri figli e quindi tutta la loro vita???
Non entro nel merito dell'organizzazione della redazione, ma conoscendone il direttore o il responsabile, ritengo di cuore di dargli un consiglio affettuoso. Caro Nicola, la vera informazione non sempre sta dietro il potere o il dio denaro, la vera informazione sta tra le strade del paese e tra la gente comune....; il potente di turno non merita tutta questa importanza, te lo dico come amico e fratello; riprendi la strada bella che aveva contraddistinto il tuo inizio, certo è più faticosa e in salita....; ma non lasciare che altri "svendano" la tua dignità!!! Con affetto Paolo Mazzone.
 
 
#8 nando 2011-10-01 08:19
si fa una bella convergenza al centro, si scarica qualche nome indesiderato o troppo compromesso ed ecco il " nuovo terzo polo" alternativo alla sx , pronto ad accogliere Lomelo , Digiorgio , la Dedonato,1 o 2 Frugis ,1 o 2 Scagliusi ,Torres
Ramunni , Carrieri , Maglionico ec ecc
 
 
#7 Disincantato 2011-10-01 00:01
Caro franco, piuttosto risibile leggere queste tue posizioni, dopo che non hai mai voluto far parte della coalizione Di Giorgio, SOPRATTUTTO NEL 93, CHE ORA CITI, pur avendone avuto molte occasioni...quanto alle reiterate dichiarazioni di non candidatura alle prossime elezioni, beh, mi ricordano tanto quelle di alcune starlette, attricette nostrane, che dopo aver fatto dei calendari buoni per la cabina dei camionisti e aver intascato un mare di soldi se ne escono con affermazioni del tipo . NON MI SPOGLIERO' PIU' per un calendario...... NON E' CHE SI RITORNA VERGINI COSI !!!!
 
 
#6 Nico il ribelle..... 2011-09-30 23:42
Condivido in toto quanto hanno commentato gli amici denominati lettore1, ora passo la mano, Paolo Mazzone e Vito L.. In effetti, non è che voglio difendere Domenico Vitto, ma essendo un uomo libero, democratico ed onesto vi dico che le colpe non sono tutte di Domenico. Per quanto mi riguarda, i responsabili della svendita del porto posso solo assicurare tutti i cittadini che sono in tanti. Tutti si vogliono nascondere dietro la loro ipocrisia e la loro prepotenza di uomini che non valgono un "c....". Il lettore1 ha detto la verità Domenico non era presente a quella riunione tenutasi a Monopoli, ma erano presenti altri personaggi politici locali unitamente al sottoscritto. Siccome tutti si riempirono le "garze" al fine di favorire la svendita del porto, oggi c'è gente che vuole rendere responsabile di tutto solo Domenico Vitto. Io voglio solo sapere da Franco perchè vuoi infangare Domenico quando tu sai chi è il vero responsabile di tutto??? Non solo il porto ha svenduto quel "galantuomo" dell'amico tuo, ma anche chi l'ha protetto per tanti anni. E con quale coraggio si deve presentare alla cittadinanza polignanese come candidato Sindaco. Allo stesso galantuomo del cemento illegale gli dico con quale coraggio deve presentarsi in Piazza sul palco dei comizi e urlare al vento "VOTATEMI", quando lui è stato il promotore CHE HA PROFANATO il luogo Sacro ove riposano in Pace i nostri Cari. Cittadini, vi rendete conto in che stato di degrado, in generale, si trova il nostro cimitero? Nessuno dei politici nè di destra e nè di sinistra si ribellano.... perchè? Il perchè è uno solo basta a farci credere che operate per il bene dei cittadini....Voi rappresentate solo il vostro portafoglio....Invito chi di competenza a presentare in Piazza tutti i bonifici e mandati di pagamento che riguardano il canone del cimitero... Se ciò non si dovesse verificare io sarò il primo rivoluzionario del nuovo e vero risorgimento....Non devo denunciare nessuno alla Procura, ma Vi denuncerò all'intera Opinione Pubblica, saranno i cittadini a giudicarVi perchè il Potere appartiene solo a NOI!!!! e non solo alla magistratura....
 
 
#5 Magonzese 2011-09-30 19:27
Mi auguro che non a questo POST non ci sia come sempre CENSURATO.

Di Giorgio è da venti anni che sei in politica, sai di vecchio, è ora che anche tu resti a casa!!!!
 
 
#4 -io so ma non so- 2011-09-30 19:22
Franco, mi complimento in parte del coraggio che hai avuto nel dichiarare quanto sopra citato. Però, Franco devi anche aggiungere che "amico referente" di Fusillo eri anche tu!!! Devi aggiungere all'intervista in questione che della svendita del porto eri a conoscenza ed eri anche daccordo. Non è onesto comportarsi in questo modo anomalo e scorretto che " si butta la pietra e si nascondono le mani", gli inciuci li hanno fatti un pò tutti quanti e anche tu hai delle responsabilità perchè non hai dichiarato al momento opportuno quanto era di tua conoscenza. Ti chiedo e desidero un tuo riscontro con stesso mezzo: perchè ora tu difendi Di Giorgio e vuoi affondare Domenico Vitto? Io ti consiglio di mettere da parte tutti i dissapori familiari e ricordati il bene che ti ha fatto Domenico nel realizzare quell' habitat in cui soggiornate tutti tranquilli e sereni, alla faccia di tutti gli onesti polignanesi....La tua intervista è interessante, ma, fa acqua da tutti i ponti della nave su cui viaggiamo, oltre ad essere monca!!!! Ti stimo molto e continuerò a farlo, però ti dico di dire tutta la verità!!! A tutti i responsabili della svendita del porto perchè non divulgate all'opinione pubblica il finanziamento ottenuto dalla Regione Puglia per la realizzazione del porto Turistico? Cittadini, informatevi presso la Regione Puglia di tale finanziamento riscosso in cambio di due concessioni edilizie illegalmente rilasciate!!! Cittadini di Polignano meditate, meditate e saprete quanti pasticci oscuri ci sono sotto banco da parte di tutti gli intendenti sia di dx, sia di sx e sia di vecchio centro!!!! Non sono un locale politico attivo, ma non costringetemi di chiedere la cittadinanza ad "Honorem" perchè posso portarvi dinanzi a tutti coloro che vi potranno giudicare...Non sono un pentito e nè mi ritengo, ma, è opportuno suggerire a tutti i responsabili delle frignate commesse: lavatevi la coscenza mettendoVi tutti da parte!!!! Io sono chi non sa, ma, "sa" (barese verace denunciato e condannato per abuso edilizio)!!!!!!!!!
 
 
#3 RAINBOW RED 2011-09-30 18:50
.... solo una breve riflessione. Ma se è vero che questi signori non sono interessati più a candidarsi o a essere presenti attivamente in politica, perchè si affannano così tanto a richiedere interviste da prima pagina? Che senso ha stare a dire come sono andate le cose...., è facile parlarne oggi, perchè i Sign. Frugis o Di Giorgio non hanno parlato quando erano in prima linea....??? Allora io mi chiedo, se è vero che volete starvene alle vostre case, fatelo pure...., ma fatelo VERAMENTE; se viceversa è un modo per cercare nuova visibilità, bè allora dovete raccontarle tutte le storie. Magari iniziando a rispondere a delle domande semplici semplici; per es. per Frugis..., ci dice in questi quasi 5 anni di opposizione quante volte è stato presente nei consigli comunali e quale è stata la sua linea politica??? Ancora..., per Di Giorgio, ci sa dire il perchè quando era Lui il candidato Sindaco del centro-sinistra Vitto andava bene e oggi che potrebbe essere Vitto il candidato del centro-sinistra è fuori la storia??? Ma!!! Forse sarebbe utile iniziare a togliere un pò di lenzuolate di ipocrisia!!!! Paolo Mazzone!!!
 
 
#2 ora passo la mano 2011-09-30 18:47
bravo Franco ora scopriamo che tutta la colpa del porto e' di Vitto la cattiva gestione del Paese e' di Vitto dal 1993 ad oggi tutto dipende da Vitto. Scusa ma tu fino ad oggi dove sei stato ,amico di fusillo di bovino e oggi di digiorgio io penso che come tutti tu hai fatto come gli struzzi testa nella sabbia oggi esci e parli di ringiovanire la politica e riabiliti il dott.Digiorgio e bello struzzo nn e' cosi facile il paese sta cambiando e le maglie nn si cambiano come fai tu. Fatti un altro esame di pulizia tu eri attaccato al gonnellino di Bovino e SPERAVI DI ESSERE TU IL DEGNO EREDE DEL SINDACO USCENTE OGGI VITTO DA FASTIDIO A TANTI MA DOVETE PARLARE DI NUOVI ARGOMENTI E NN RINVANGARE LE COLPE DI ALTRI DANDOLE A LUI .RIVEDI LA TUA POLITICA = VOLARE =
 
 
#1 lettore1 2011-09-30 18:00
sinceramente non comprendo come mai Franco perseveri con questa tattica e, soprattutto, a cosa miri. Se prima di tuonare a vuoto si fosse consultato con qualche esperto a lui molto vicino,probabilmente avrebbe saputo che il 10 novembre 2005 il Sindaco di Polignano partecipò (sedendo accanto al titolare della SAFIRI) al convegno organizzato dalla Banca Popolare di Bari presso il Castello di Monopoli dal titolo "Project financing - tra il dire ed il fare". In quella occasione, su precisa domanda formulata dal sottoscritto, i due relatori esperti legali spiegarono a chiare lettere che l'operazione di cessione delle quote era contra-legem e che si dovevano annullare in autotutela tutte le operazioni successive rispetto all'acquisizione delle quote aggiudicate alla Chiodoni - Bianchi. Domenico Vitto non prese parte a quel convegno. Caro Franco: non sarebbe meglio studiare il da farsi piuttosto che intraprendere crociate personali che non portano da nessuna parte?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI