Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

LOMELO VS VENDOLA. MAZZONE: 'SI RITORCERA' CONTRO'

oliva-mazzone-lomelo-verdi-sel

MAZZONE (SEL) CONTESTA I MANIFESTI DEI VERDI CONTRO VENDOLA: 'Io non li avrei affissi'

'Lomelo nel Terzo Polo? E’ probabile, ma decida da che parte stare’

 

Lomelo fa affiggere l’ultimo manifesto in città, l’ennesimo affondo contro la politica di Vendola, leader di Sel (Sinistra Ecologia e Libertà). Questa volta il partito locale di Sel, composto in gran parte da ex esponenti ‘verdi’ non ci sta e rilascia ai nostri microfoni una intervista al vetriolo.

“Non capisco da che parte stanno i Verdi – sbotta Paolo Mazzone (segretario locale Sel) – Continuano a fare manifesti contro il nostro leader. Se non sono d’accordo con la sua politica non capisco perché debbano continuare ad avere relazioni e convergenze verso il partito a livello locale”.

Quindi stai dicendo che Lomelo se ne deve andare dalla coalizione?

“Questo lo stai dicendo tu. Lo decidano loro. Non è una mia considerazione. Secondo te chi legge quei manifesti cosa capisce?”

Capisce che i Verdi sono all’opposizione o fuori dalla coalizione…

“Esatto. Per questo dico ai Verdi, se non siete d’accordo con le scelte di orientamento di Vendola fate la somma o la sottrazione e andate a casa, o all’opposizione”.

E se i Verdi dovessero trovarsi a un bivio... il principale partito, il PD, chi sceglie tra Lomelo (Verdi) e Sel?

“Mah… non penso che ci sarà questo bivio…”

Però si è parlato di Verdi e di Terzo Polo…

“I verdi nel terzo polo? E’ probabile… ma scelgano loro. Sel, invece è convinta di stare nell’area di centrosinistra a sostegno dei leader e della politica attuata dal centrosinistra, sia a livello nazionale, regionale che locale. Se i Verdi non condividono nessuno li costringe, facciano altro. Trovo poco opportuno che ci siano questi atteggiamenti ambigui da parte loro. La politica di Vndola è perfetta solo quando si è assessori regionali?”

Ecco perché ritengo che il partito dei verdi non stia facendo una politica logica, ma fatta di risentimenti, dovuta a persone che hanno questi risentimenti. Spesso non si nega il saluto e si gira la testa, quindi non vedo perché dobbiamo stare insieme. Come segretario di Sel sono un po’ scocciato di questi manifesti che attaccano il mio leader. Ad ogni modo è un problema dei Verdi e che eventualmente richiederà un assetto di coalizione in un futuro prossimo. Io comunque non ho nulla contro i verdi…”

E allora perché siete usciti dai Verdi?

“Non condividevo più una serie di scelte. In un percorso di crescita politica è normale. Però questo non deve condizionare i rapporti umani. Io riconosco una propria dignità e correttezza anche a esponenti dell’altra parte politica. Chi interrompe i rapporti umani secondo me ha poco dentro di sé… non voglio giudicare”.

Non temete fughe dal centrosinistra? Esponenti che possano aderire al terzo polo?

“Noi siamo vicini al Pd.”

Nelle ultime riunioni ti sei confrontato con il segretario dei Verdi?

“Con il segretario locale, Flavio Oliva, non ci sono problemi. Pure lui dice che queste diatribe non dovrebbero avere delle esternazioni pubbliche. Però queste esternazioni continuano, e non da parte nostra”.

Ma le questioni sollevate dai manifesti sono reali…

“Certo, le politiche fatte dalla mia giunta regionale qualche volta non mi convincono. Ma per questo non vado a mettere manifesti in giro, essendo io espressione del centrosinistra, piuttosto cerco il confronto nelle sedi opportune. Se uno esce con manifesti pubblici vuol dire che vuole creare problemi che si ritorceranno contro”.

Lomelo secondo te avrebbe potuto evitare di far affiggere quei manifesti?

“Penso di si. Non solo Lomelo, ma anche il segretario a livello locale che è il responsabile”.

Quindi Flavio Oliva, segretario dei Verdi di Lomelo, non ha un potere così determinante nel partito?

“Non so, però io, nel mio partito sono stato votato in una fase congressuale e quindi ho mandato da una serie di persone che si fidano di me. Io mi sarei assunto delle responsabilità. Io quei manifesti, a livello regionale, non li avrei proprio elaborati e avrei evitato. In questa fase di costruzione del centrosinistra a Polignano, non è opportuno affiggere questi manifesti”

Commenti  

 
#14 carlo de luca 2011-08-01 22:21
Per RAINBOW RED
Caro sig. Mazzone, concordo con lei: anch’io avrei agito nei confronti dell’imprenditore a causa della sua perdurante latitanza. Ma proprio questo ritardo è non poco sospetto, e non tanto per i finanziamenti attesi dalla regione Puglia. Peraltro credo che in un caso così delicato e importante come quello del nuovo porto, a decidere non debbano essere sempre e solo le stanze del potere, dove tutti - chissà perché - si scolorano arrivando ad assomigliarsi, ma l’opinione pubblica debitamente e sufficientemente informata, o come dice lei sulla base di una discussione aperta, attraverso un referendum consultivo. E l’esito del referendum, ovviamente, diventa cogente per tutti, piaccia o no a qualcuno (come a me e forse anche a molti altri) il nuovo porto. Insomma, per farla breve e non annoiare, la bella Polignano appartiene anche e soprattutto alle future generazioni e l’attuale intera classe dirigente non dovrebbe, semplicisticamente o peggio, pregiudicarla con scelte molto poco lungimiranti, di cui ben presto ci si potrà pentire. Ma a quel punto la frittata devastante sarà stata già confezionata. Concordo con lei anche sul fatto che l’argomento è corposo e non può essere oggetto di un dibattito a due, ma a molte più voci attraverso, magari, un convegno ad hoc. Con pari cordialità.
 
 
#13 Disincantato 2011-08-01 13:43
dichiarazioni di EMILIANO e BOCCIA (PD, ENTRAMBI, MI PARE !!) "VENDOLA FERMI IL SAN RAFFAELE O è PRONTA UNA RACCOLTA DI FIRME " Segretario Mazzone, ma allora anche il PD è fuori dalla coalizione visto che è contro VENDOLA ????
 
 
#12 RAINBOW RED 2011-08-01 09:11
Caro Pino, IO non ho e non nutro "Rancore" nei confronti di nessuno. Ora, se tu ritieni che dopo una serie di attacchi (Manifesti e articoli vari), da parte di un esponente o di un partito nei confronti del mio leader e del mio partito io dovevo rimanere ancora fermo... bè scusami tanto ma ho anche un "RUOLO" da rispettare e devo essere l'espressione di più voci. Se hai captato del rancore nelle mie parole, devo dirti che hai letto nuovamente male il contenuto delle mie parole, se invece ti riferisci ad altri, ti chiedo di fare nome e cognome. Dopo di che io sono della tua stessa idea nel dover entrare nei temi che interessano la vita reale, perchè di queste "sciocchezze" o del fatto che qualcuno oggi si ricorda di esistere "politicamente" attraverso "azioni" che diano lustro alla propria immagine per accreditarsi nelle prossime imminenti elezioni dopo che per 4 anni e più si è stati latitanti.... bè scusa tanto, ma questo è un altro BASTA, che va ad aggiungersi a quelli precedenti. Siamo stanchi, e sicuramente lo sarai anche tu che quotidianamente sei presente nel cuore dei problemi di questo Paese, di assistere a questi giochini!!! Ciao e buon bagno!!!
 
 
#11 RAINBOW RED 2011-08-01 08:56
per Carlo De Luca....
Guardi che io non sono uno di quelli che dice che il porto è la migliore delle soluzioni...; ma mi scusi tanto, è normale secondo Lei che quell'area sia trincerata e abbandonata e alle volte anche in situazione di degrado da diversi anni? Io, caro sig. De Luca avrei già ritirato il permesso visto la latitanza dell'imprenditore che da circa sei anni o giù di lì non riesce ad iniziare i lavori. Ora, Le devo dire che avere anche un luogo dove vengano rispettate certe regole di sicurezza nel rispetto dell'ambiente non è neanche sbagliato e, se questo si traduce anche in uno sviluppo economico non vedo il motivo per cui essere contrari. Molte volte noi tutti siamo tarati e incancreniti da situazioni o da luoghi che per anni hanno avuto un determinato ruolo nella nostra storia, nel nostro paese o in ricordi personali, facendoci venire una forma di allergia a soluzioni nuove. Ora, lo so che il tema è delicato e che non può essere discusso attraverso commenti, ma mi sa dire cosa fare? E non diciamo solamente "il porto non si fa", dobbiamo pensare di essere concreti, alla luce anche di quella che è la situazione attuale, la quale può piacerci o meno, ma dobbiamo necessariamente partire di lì. Bene, io sarei anche per un referendum se fosse possibile, ma bisogna anche essere sinceri e dire che i porti o i "moli" sono luoghi destinati all'ormeggio delle imbarcazioni e che quindi come tali e per motivi di sicurezza non sono balneari. Ora, ci possono essere delle forti e concrete cause per cui noi a Polignano non possiamo avere un porto turistico? Bene, visto la latitanza di questa Amministrazione nel far rispettare i lavori e vista l'assenza da parte dell'imprenditore stesso, facciamo un bel convegno e una bella discussione come quelle che si "sognano" nelle così dette "democrazie partecipate", e poi poniamo il tutto a referendum. Ma in democrazie dobbiamo sapere che le decisioni vanno rispettate, per cui quale che sia il risultato, ognuno di noi lavorerà per lo sviluppo del Paese nel rispetto delle REGOLE da parte di TUTTI!!! Vede, un paese maturo, in tutte le sue componenti, deve abbandonare la politica del "Io ho la verità assoluta, per cui o si fà così o è tutto sbagliato"; NO, io penso che un paese maturo deve avere la capacità di riunire nelle diverse forme e nei diversi modi le varie parti e decidere sulla base di una discussione APERTA, dove ognuno contribuisce con le sue idee e perplessità. E' attraverso le "Diversità" che vengono fuori le cose più BELLE!!!
Cordialmente Paolo Mazzone.
 
 
#10 Cittadinanza Attiva 2011-07-31 22:20
Caro Paolo, il mio era un tentativo di farti e farvi riflettere circa la brutta china che sta prendendo questa rancorosa polemica (questa sì fuori luogo) ma visti i risultati... Ciao.
 
 
#9 scacco matto 2011-07-31 08:46
Questa volta il centrodestra si prenderà una pausa.
Alle prossime elezioni si impegnerà solo a far bruciare tutte quelle candidature che al proprio interno stanno sognando un posto da sindaco.....quindi .....risultato:
-candidati centrodestra bruciati,
-candidato centrosinistra (Vitto)vincente....
sì... ma solo per goveranare uno o due anni(con la coalizione che si ritrova), per poi far ritornare il centrodestra più forte con un solo candidato.....ehheh indovinate chi?
scacco matto.

Spero che Vitto cambi mossa........un amico.
 
 
#8 carlo de luca 2011-07-30 17:48
per RAINBOWRED
scusi tanto, ma perchè ci tiene molto a veder realizzato il porto, usando il NOI, plurale e anche in maiuscolo?
C'è qualcuno (forse la maggioranza dei cittadini: facciamo un referendum??) che il porto non lo vorrebbe mai, e io sono tra questi. Naturalmente io sono tra quelli brutti sporchi e cattivi....e che forse non capisce nulla!
La ringrazio in anticipo se parteciperà a me e a tanti altri le sue convinzioni in merito, specie se riuscirà a portarmi dalla sua parte con il sostegno di argomenti seri e convincenti, e non banali luoghi comuni come p.e. "volano del turismo", " numerosi posti di lavoro", "sviluppo economico" et similia.
 
 
#7 impossibile ma vero 2011-07-30 10:33
Mi sembra giusto dissentire, mi sembra giusto protestare (anche se contro alla propria moglie), ma, come dice il segretario di SEL bisogna essere più furbi, perchè certamente questo non fa bene al centrosinistra italiano. Però non e che le estarnazioni su questo blog del segretario di SEL siano diverse da quei manifesti !!...O No?.... Consiglio a tutti di pensare di creare qualcosa di veramente propositivo per la collettività invece di far affiorare i propri egoismi a tutti i livelli; anche tra verdi ed ex verdi.....
 
 
#6 RAINBOW RED 2011-07-30 09:01
Caro Pino, la tua domanda è fuori luogo, come fuor luogo sono le tue riflessione. Qui non si parla nè di caserma e nè tanto meno del centro-sinistra. Qui si parla di due partiti che di esso ne fanno parte e soprattutto di rapporti personali. Anzi, sarebbe il caso di parlare di un unico partito che da diverso tempo, attraverso manifesti e interviste varie è critico nei confronti di Vendola e della sua maggioranza. Attenzione, le critiche non vengono fatte da una forza del centro-destra, sarebbero giuste e doverose; bensì da una forza che si richiama al centro-sinistra e che sempre è stata al fianco di Vendola. Se le cose non sono più tali, basta uscire da questa situazione e, alla luce del sole dire che non si vuole rimanere con questo gruppo. E poi scusa tanto ma: BASTA. Concordo al 100% con l'analisi della signora Lena; in generale e anche nel nostro piccolo, siamo stanchi di assistere a questi giochetti politici e di personalismi (alle volte rancorosi), tra gente che per il PAESE non vuole saperne se non per interesse esclusivamente personale e/o di prestigio. BASTA, dobbiamo guardare oltre la punta del nostro naso e dire che ci vuole un ricambio. Un ricambio che prima di essere sulle persone, o sulla loro età, deve essere CULTURALE. Partiamo da qui, sediamoci intorno ad un tavolo e chi ha compiti di decisione inizi a confrontarsi su come migliorare la condizione economica del paese, su come organizzare meglio la viabilità, su come sviluppare i settori della pesca, del commercio e dell'agricoltura, sul parco costiero (a te molto caro), sui servizi e sul turismo, sulla raccolta differenziata, ecc...!!! Chi è stato votato per fare il consigliere comunale (di maggioranza e/o opposizione), faccia quello che il paese gli chiede di fare, ovvero di lavorare per esso; altrimenti se dobbiamo metterci a fare tutto perchè c'è la concezione del: "solo io sono capace", con il solo pensiero di incrementare le cariche politiche.... bè scusami tanto io non ci sto. Sai perchè il paese è fermo? Io penso perchè c'è gente (da una parte e dall'altra, così evitiamo di fare nomi), a cui non gli interessa niente. Per cui, vada con i manifesti, vada con il pensiero della caserma, vada con le "cavolate" varie; ma scusami tanto, dei problemi che interessano i cittadini e per i quali uno è stato votato chi se ne deve occupare? Forse io o te che non abbiamo nessun ruolo? Allora caro Pino BASTA, siamo stanchi; siamo stanchi di dire; "La colpa è di tizio piuttosto che di caio".NO,c'è gente che ha responsabilità e di quelle deve dare conto; e la responsabilità è anche quella di essere consigliere di maggioranza o opposizione. Facciano il loro lavoro e si sbrighino a risolvere i vari problemi; NOI vogliamo vedere il porto realizzato, vogliamo vedere l'ex mattatoio comunale aperto(dopo 6 anni di lavori!!!), vogliamo l'ostello della gioventù e l'informa giovani in funzione, vogliamo andare avanti, guardare al futuro... Questa non è una caserma, ma sono cose che PRETENDIAMO!!!
 
 
#5 up 2011-07-30 08:40
beh è chiaro che lomelo stia contro vendola che non lo ha voluto in regione , ma questa non è politica, sono solo litigi personali che ancora una volta mi fa vedere lomelo come un politico di bassa levatura
 
 
#4 hit 2011-07-30 07:42
ma è possibile che questo signore (Lomelo) debba far uscire manifesti solo perchè è stato cacciato dalla regione?
 
 
#3 ariamara 2011-07-30 05:54
bravo ed inteliggente il gruppo U D C, premonitore dei fatti, e rimanere fuori dalla coalizione di centro sinistra
 
 
#2 lena 2011-07-29 19:58
Bravo bravo Paolo! Possibile che non si riesca, come dici tu, ad aprire un dialogo nelle sedi opportune, piuttosto che attaccare? Si faccia critica costruttiva!
I personalismi e i rancori restino fuori dalla politica, alla gente non interessano!
 
 
#1 Cittadinanza Attiva 2011-07-29 18:40
Strano: un (ex verde) vecchio compagno di Lomele dei Verdi, gli ingiunge ed ordina (é la loro democrazia?) di non criticare Vendola. Altrimenti, é, e sono, fuori dalla loro coalizione! A futura memoria, ci e vi chiediamo, il centro-sinistra è una caserma? Tanto per regolarci noi e tanti cittadini elettori. Nel mentre, il paese é alla mercé di tutto e tutti (se amici loro) e l'opposizione é letteralmente scomparsa.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI