Martedì 25 Giugno 2019
   
Text Size

PROGETTO SAC: CULTURA E TURISMO SOSTENIBILE

SAC-_logo__1

INTERVISTIAMO ROSANGELA MASTROMARINO, UNA DELLE TANTE ANIME DEL SAC E DEL PROGETTO ARRIVATO PRIMO IN PUGLIA.

 

Rosangela Mastromarino (nella foto in basso), in qualità di uno dei tanti tecnici che hanno fatto parte dello staff di redazione del SAC, ha curato le parti relative al comune di Polignano. Il progetto si è aggiudicato il primo
SAC-_logo__2
posto in graduatoria. Conversano, Polignano, Rutigliano, Mola: un quartetto vincenti, una miscela esplosiva di risorse ambientali e culturali.

La Mastromarino è project manager, curriculum invidiabile, originaria di Gioia del Colle, realizza progetti di livello nazionale e internazionale da oltre quindici anni. Ha seguito e seguirà ancora tutte le fasi del SAC. Ha trascorso notti insonni per stilare un documento di oltre 200 pagine, contenente il progetto che ha convinto i valutatori al punto da piazzare al primo posto il nostro gruppo, del quale Conversano è comune capofila (anche se inizialmente pare, secondo indiscrezioni, spettasse a Polignano il ruolo guida del quartetto).

“E’ stato un bel regalo di Pasqua. Siamo stati i primi della classe!” – ha dichiaro la Mastromarino ai nostri microfoni per una intervista esclusiva, dove pubblichiamo alcuni documenti di presentazione del progetto. “Il Sac è un percorso altamente innovativo, mai sperimentato prima dalla Regione Puglia, che punta alla destagionalizzazione e al turismo slow, lento, che inviti a permanere.”

COS’E’ IL SAC? - A voler sintetizzare il SAC, che è un sistema innovativo di integrazione di più comuni, in questo caso quattro, possiamo dire che associazioni e enti metteranno a disposizione di cittadini e turisti le proprie strutture ricettive, i musei, le masserie, le chiese, i centri storici e quant’altro, la Regione finanzia la realizzazione dei servizi di trasporto da un paese all’altro, delle piste ciclabili, dei bike sharing.

Il SAC sarà una opportunità di lavoro per tanti giovani, organizzazioni e associazioni locali. Il Sac – spiega tra l’altro Rosangela Mastromarino – non finanzia interventi infrastrutturali, ma servizi integrati al turismo ambientale e culturale.

OASI BLU – il sito archeologico di Santa Barbara è inserito in un percorso chiamato nel progetto ‘Oasi Blu’. Da Nord a Sud si snodano percorsi ed escursioni ambientali, anche lungo il tratto di fascia costiera. “Polignano possiede inoltre un posidonieto – conferma la Mastromarino –nelle acque al largo di San Vito e poi a macchia di leopardo fino a Barletta.”

POLIGNANO, BELLA ADDORMENTATA SI SVEGLIA - Al confine con Castellana si trova anche Pozzo Cucù, un sito ambientale, incontaminato per flora e fauna, dove ci sono specie rare e da proteggere. “Grazie al SAC possiamo dimostrare che si può vivere una balneazione diversa: trekking, navigazione, percorsi misti, bicicletta, barca, zone relax. E’ una terapia di innamoramento, e per Polignano non ci vuole molto, visto che è bella e addormentata. Il SAC vuole essere il bacio del principe che la sveglia. Vuole moltiplicare il benessere dei residenti che sono il nostro primo testimoniale e che imparano ad amare l’ambiente. Sapeste quanti turisti anche all’estero, conoscono Polignano per Domenico Modugno e mi chiedono se c’è un museo dedicato a Mr Volare”.

La progettista ringrazia quanti hanno creduto nel progetto: “Ribadisco la mia volontà di ringraziare per avermi invitata a Polignano e per il supporto al progetto, Rosalba Branà in qualità di direttrice della Fondazione Pino Pascali, ma anche tutta l'amministrazione di Polignano nella persona del sindaco Angelo Bovino in primis, ma anche del vice sindaco Beatrice De Donato, e anche di altri assessori e consiglieri comunali che mi hanno dato da subito una non scontata e lungimirante fiducia per tutto il periodo in cui sono stata intensamente impegnata nella redazione del complesso progetto SAC. Hanno dato fiducia alle mie competenze pur non conoscendomi in precedenza, sulla base del mio lungo e articolato curriculum e della mia comprovata esperienza di 15 anni di project management europeo che mi hanno altamente specializzata nella redazione e direzione di progetti sperimentali e innovativi anche di dimensione internazionale.

Sono del parere che la lungimiranza e la fiducia nelle competenze giuste al momento giusto prima o poi paghi, come in questo caso, a vantaggio di tutti, con la migliore riuscita auspicabile e con il massimo del punteggio.”

VEDI ANCHE NOTIZIA BANDO SAC: PRIMI IN PUGLIA

 

Commenti  

 
#1 Polignano turistica 2011-05-05 13:51
L'ennesima sigla...SAC...ma chissà perchè alla fine si fa sempre qualche passo indietro.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI