RIFIUTI E APPALTI: IL PD SCRIVE AL SINDACO

domenico-scagliusi-partito-d


Il segretario rivolge interrogativi e chiede al sindaco un tavolo tecnico


Riceviamo e pubblichiamo una lettera del segretario del Partito Democratico di Polignano, Domenico Scagliusi, all’indirizzo del sindaco Bovino, sulla questione rifiuti nel nostro paese.

Con questa lettera, il Pd rivolge al primo cittadino degli interrogativi. Chiede “un tavolo tecnico” aperto ai “rappresentanti delle associazioni di categoria, i rappresentanti dei cittadini, la società civile, le opposizioni per discutere e valutare l'opportunità di un appalto (di gestione rifiuti, ndr) che impegni Polignano per i prossimi sette anni e per apportare insieme le giuste misure correttive”.

*****

Egregio Signor Sindaco,

avrei voluto astenermi dall'intervenire nuovamente in un dibattito che ha visto il mio Partito in prima linea, e successivamente unitamente alle altre forze del centro-sinistra, prendere più volte posizione pubblica a sostegno di una erronea gestione dei rifiuti a Polignano, problema che si protrae ormai da troppo tempo nel nostro Comune.

Più volte ho personalmente denunciato sui media o sui social network i cumuli di rifiuti in cui ci si imbatte passeggiando nelle strade - centrali, periferiche o rurali – ma la situazione non è per niente migliorata! Più volte sono tornato sull'argomento dell'appalto dei rifiuti che non è stato rispettato e che ci ha portato a questa situazione diventata intollerabile per un paese come il nostro che si candida anche quest'anno ad essere meta di turisti.

Ora a pochi giorni dalla scadenza della proroga dell'appalto alla TeknoService, né le opposizioni né tantomeno la cittadinanza è informata su quello che sarà il destino dei rifiuti di Polignano:

ci sarà un nuovo appalto? Esiste già una bozza di capitolato? Quali i punti di forza che il Comune di Polignano si appresta a chiedere ai partecipanti? Si potrà realizzare il sogno dei "bidoni zero" per strada? Quali gli strumenti per incentivare la raccolta differenziata?  Ci sarà una nuova proroga alla TeknoService? E per quanto tempo? Ci troveremo nuovamente come lo scorso anno in piena estate con l'emergenza rifiuti?

Avverto dunque la responsabilità di non dover consentire che anche quest'anno si assista ad uno spettacolo negativo ed indecoroso per la nostra splendida cittadina. La posta in gioco è altissima e non posso rassegnarmi all'idea che le storture mentali di certa vecchia politica spingano la comunità polignanese verso la rassegnazione, verso una ordinaria sopravvivenza, verso una perdita della speranza di dare la possibilità di un sistema migliore! Sono certo che come me la pensi anche la stragrande maggioranza dei polignanesi!

Ci sono cose rispetto alle quali, egregio signor Sindaco, le nostre “casacche politiche” dovrebbero perdere colore e le persone che le indossano guardarsi negli occhi e decidere insieme, per amore della propria terra.

Chiedo dunque a Lei di essere da esempio per la sua maggioranza: convochi un tavolo tecnico con i rappresentanti delle associazioni di categoria, i rappresentanti dei cittadini, la società civile, le opposizioni per discutere e valutare l'opportunità di un appalto che impegni Polignano per i prossimi sette anni e per apportare insieme le giuste misure correttive per far vincere l'interesse collettivo!

Domenico Scagliusi

Segretario PD - Circolo di Polignano a Mare


Link alle notizie correlate:

VEDI ANCHE SCAGLIUSI: 'SIAMO ALLA FINE DEL BOVINISMO'

RIFIUTI: LA FOTODENUNCIA DI SCAGLIUSI

LA REPLICA DELLA TEKNOSERVICE: PAESE PULITO POLITICA STRUMENTALE

TEKNOSERVICE: IMPRESE CHE MANOMETTONO I DATI DELLA DIFFERENZIATA

MARINGELLI: OFFESI DAL COMUNICATO PD

I NUOVI BIDONI: FOTO E DENUNCIA DEL PD