Mercoledì 16 Gennaio 2019
   
Text Size

PASSA IL BILANCIO DI PREVISIONE: DIBATTITO

consiglio-comunale-maggioranza-bilancio

Corrono voci su imminente rimpasto di giunta


Il consiglio comunale approva un bilancio di previsione 2011 dissanguato dai tagli. Undici voti favorevoli, tre contrari, dopo quattro ore di dibattito che il sindaco Bovino definisce “di qualità”.

In realtà nel corso delle discussioni si registrano le assenze e gli interventi sottotono, il solito fuggi fuggi quando prendono la parola i dirigenti, gruppi di maggioranza e opposizione separati che confabulano e colleghi che tentano di cogliere il senso dal labiale, trame e sguardi incrociati di fuoco. Insomma, più che qualità, è caos calmo.

 

PIANO TRIENNALE OPERE PUBBLICHE – Raffaele Scagliusi elenca le opere pubbliche in previsione e quelle avviate alla conclusione per il 2011: asilo nido, strade disastrate da sistemare, progetto di piazza Aldo Moro, ricongiungimento dei due lungomari, piazza del Cristo, progetto bagni al rione Gelso, rondò, sottovia e cavalcavia, mercato generale in via Conversano, museo Pascali nell’ex mattatoio, piazza a largo Ardito.
lomelo-consiglio-bilancio-previsione-2011

 

“Entro l’estate – promette l’assessore – apriremo il ponte di ricongiungimento dei lungomari”.

“Bilancio e piano delle opere da manovra elettoralistica – sentenzia Salvatore Colella (Api) – la verità è che siamo gli ultimi a fare rondò e cavalcavia, rispetto agli altri paesi. E’ manovra di propaganda perché dal piano si nota un impegno corposo per il 2011 e scarso per il 2012-13. Come a dire spendiamo tutto lo spendibile oggi, poi la prossima amministrazione che verrà si arrangerà”.

E’ dello stesso avviso Mimmo Lomelo (Verdi) che lo trova poco lungimirante, il bilancio: “qualche assessore ha pensato al proprio orticello, piuttosto che programmare per una visione più duratura nel tempo. Si pensa al proprio tornaconto elettorale”.

BILANCIO AL SANGUE - Il bilancio piange, per via dei tagli dovuti anche alle minori entrate (vedi articolo sui tagli), che lasciano poco sperare. Qualcuno ci spera ancora: Bovino ringrazia Matteo Colella: “illustrando il bilancio si è sforzato di dare qualche speranza… che c’è” - giura il sindaco.

VEDI TUTTI I TAGLI DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2011

 

Commenti  

 
#2 Polignano turistica 2011-04-16 13:51
Non esiste una sola cosa che non abbia priorità a Piazza Aldo Moro.
E' una idea assurda che non serve assolutamente a nessuno, forse un pò al settore turismo ma molto poco ai cittadini.
Bisognerebbe avere un pò di cura (attualmente inesistente) alle cose che già abbiamo, non servono queste iniziative poco lungimiranti o per niente.
Noi abbiamo comunque un inverno lungo, piovoso e maledettamente freddo e umido, quindi, una volta realizzata questa Piazza A.M. pedonale poi in inverno come si fa???
Chiedo per favore di rivedere questo progetto ridicolo e portare avanti il discorso costiero in modo da poter vivere con una certa tranquillità e comodità sia il periodo invernale che il periodo estivo.
Aprite gli occhi ogni tanto altrimenti potete comunque rivolgervi agli esperti che vi possono dare una grossa mano sulle iniziative da portare avanti.
Come al solito state facendo un altro grosso errore difficilmente rimediabile.
 
 
#1 UP 2011-04-16 10:20
rondò e cavalcaviasottovia sono prioritari rispetto alla piazza
spero se ne rendano conto
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI