Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

CENTROSINISTRA CONTRO AGAPE: DOCUMENTO IN REGIONE

centro-sinistra-polignano

Parentopoli, pista ciclabile, rifiuti, porto: tutto sulla conferenza del centrosinistra. "Finalmente uniti!"

Giovani e candidature, VITTO: 'Ci sono tanti consiglieri che prendono tanti più voti di quelli che sono gli operai che hanno'.



Il centrosinistra di Polignano si è presentato alla stampa dopo aver siglato il patto con un documento firmato dai segretari dei partiti: Api, Idv, Pd, Psi, Primavera in Movimento, Sel, Verdi. Un calderone di liste e di nuovi e vecchi personaggi della politica, che dovrà inevitabilmente andare incontro a una sintesi: la prima vittima, lo ricordiamo, è l’Udc, partito firmatario dei primi due manifesti, poi inspiegabilmente uscito di scena.

Ci sono i segretari, alcuni più o meno compìti e abbottonati nel ruolo; non ci sono invece i leader dei partiti. Emergono alcune forzature, i segnali della politica che si fa sempre più ‘leaderista’ e meno legata al ruolo tradizionale dei partiti e delle rispettive segreterie.

L' 'ESPOSTO' ALLA REGIONE CONTRO AGAPE' - La novità è che tutti i partiti del centrosinistra polignanese, da quelli presenti in aula e quelli ‘extraparlamentari’, hanno protocollato da poco alcune osservazioni alla Regione Puglia per “impedire lo scempio edilizio Parco dei Trulli”, il piano di lottizzazione approvato alla vigilia di Natale al posto del vecchio progetto Agape, sulla complanare per Cozze.

In conferenza stampa si parla soprattutto di pista ciclabile “un ridicolo cordolo in cemento”, di rifiuti e tanto altro. Esplode il caso ringhiere sul ponte dei lungomari, dove i lavori vanno avanti spediti in concomitanza con una controversia legale intentata da privati cittadini. Focarelli su facebook non usa mezzi termini: “Quelle ringhiere fanno schifo!”. “Sono il segno del cemento e dell’alluminio” - è la metafora si Scagliusi.

Dito puntato contro la Teknoservice che “si era impegnata a rimuovere o a riattivare le isole ecologiche del lontano 2000 con la scheda magnetica in dotazione, mai entrate in funzione”. Sulla questione rifiuti c’è Nico Amodio (Italia dei Valori) osserva: “La ditta non ha rispettato il capitolato: i cassonetti sono piccoli e in plastica anziché in lamiere. La tarsu è aumentata del 20%”.

'PATTO NON PER DIVIDERE POLTRONE' - Il segretario Scagliusi parla di “malversazioni che i polignanesi devono subire da questa amministrazione”. Alla fine assicura: “il nostro non è un patto per dividere poltrone. Noi ci presenteremo al popolo in maniera diversa. Abbiamo bisogno di teste pensanti. Tutti e sette i partiti hanno sottoscritto alcuni punti che ci stanno a cuore e che l’amministrazione non è riuscita a portare avanti.”

VOTO LIBERO E CANDIDATURE - Si preferisce rinviare il dibattito sul candidato sindaco. Si apre un piccolo dibattito sulla retorica dei giovani e delle candidature, come se il problema fosse quello dei giovani piuttosto che della libertà delle candidature e quindi del voto. Vitto si inserisce nel dibattito: “Ci sono tanti consiglieri che prendono tanti più voti di quelli che sono gli operai che hanno”. Flavio Oliva (Verdi) e Gianni Pugliese (Api) chiariscono sulla presenza costante in politica di vecchie conoscenze come Lomelo e Colella: “Loro non hanno potentati alle spalle da difendere!”.

'PARENTOPOLI' - Non è una questione d’età pure per Paolo Mazzone (Sel) che si rivolge ai possibili candidati del centrodestra: “si parla dei vari Torres, De Donato, Scagliusi… E’ bene che si candidino e giustifichino al paese le cose fatte. … Torres è stato silente sullo scandalo parentopoli. Il consigliere Ramunni ha detto che suo figlio (vincitore del concorso comunale dopo la delibera approvata per lo scorrimento delle graduatorie) è il migliore di questo paese…“.

'STIAMO TUTTI UNITI' direbbe Morandi. “Vedere il centrosinistra unito, insieme è qualcosa di bellissimo - appare commosso il prof. Oliva - magari fosse così anche a livello nazionale”. Stefano Martinelli (Psi) ammette: “Dopo tante critiche, finalmente ci siamo. Il centrosinistra è realtà. Ci sono diverse anime, non nascondiamo le diversità. Ma abbiamo parecchi punti in comune”. Franco Mancini (Primavera in Movimento) molto vicino all’ex sindaco Di Giorgio sul quale si concentrerà l’attenzione nella imminente fase di tesseramenti del Pd, si auspica un “nuovo centrosinistra restaurato”: “siamo insieme dopo tante peripezie”.

L'AFFARE PORTO E VILLETTE - L'esponente API ricorda l’epopea del porto, con una società dove pian piano il comune si è visto ridurre le quote di partecipazione (dal 51% allo zero): “Posto barca in concomitanza di villette, come palazzi venduti con annesso posto auto. Noi – giura l’esponente API – tutto ciò lo impediremo!”.

Commenti  

 
#16 x UP 2011-03-11 12:34
Ma se non hanno ancora avuto le autorizzazioni e peraltro non sono nemmeno proprietari dei terreni...come fai a dire che sei andato a cercare lavoro?? Con chi hai parlato? Forse con i trulli?? Assurdo...
 
 
#15 ariamara 2011-03-10 10:18
fu affidata la tecnostruttura ( ex palazzetto)...in quanto la società militava in serie A e lo meritava.
Adesso che affonda in serie C, è anche giusto, che gli amici la ristabilizzano ;-)
 
 
#14 up 2011-03-06 10:44
per la mano d'opera vai tu stesso sul posto a chiedere lavoro come ho fatto io e senti le risposte
per il progetto leggiti come era e come è
stato modificato , sono atti pubblicati
 
 
#13 x UP 2011-03-04 11:26
e dove li hai trovati scritti questi fatti?
Dove starebbe scritto che la manodopera è a basso costo e di fuori Polignano??

Saresti così gentile da indicarmi precisamente dove lo hai letto..
 
 
#12 UP 2011-03-03 12:11
X SPERANZOSO ,da quel che leggo rispetto al progetto originario le possibilità di lavoro pare siano diventate quasi nulle , muratori ed impiantisti a basso costo che vengono da fuori ( come già avviene a " neapolis " ) a costruire villette vista mare da vendere a caro prezzo a gente di città .
 
 
#11 TERMINETOR 2011-03-02 12:48
X matematico

Mi dispice doverti dire che la politica non è una scienza esatta,dove 2+2 non sempre fa 4,da come parli deve darti fastidio che gente che dovrebbe fare politica X il cosiddetto bene del paese sia uscita dal guscio e da quel torpore che avvolge la vita politica di questa cittadina.Se gente come Flavio Oliva e Nico Amodio che hanno avuto esperienza con la prima amministrazione Di Giorgio a parer mio la migliore degli ultimi 30 anni decide di rimettersi in gioco,perchè non dargli fiducia?Non mi sembra che loro ci abbiano lucrato dalla loro attività di consiglieri comunali a differenza di altri.
Questa è gente che ci prova a cambiare le cose pur nel loro piccolo,tu invece quale contributo dai???Non mi sembri certo un cuor di leone,se tutti dico tutti me compreso collaborassimo, forse e sottolineo forse avremmo un classe dirigente migliore di questa.
 
 
#10 giovane speranzoso 2011-02-28 17:54
Da Polignanese, vorrei solo dire che proprio per i giovani di Polignano non sarebbe male avere a disposizione una struttura come Parco Dei Trulli che nel bene e nel male offrirebbe posti di lavoro al mio paese, posti di lavoro che sarebbero ben diversi da quelli offerti al momento, non tutti desiderano essere chini da mattina a sera, e nonostante i molteplici sforzi a mio avviso in questo paese ci saranno solo posti di lavoro offerti dagli esportatori, per carita' nulla da eccepire, pero' sappiamo tutti che le svolte nei paesi vengono dalle grandi opere, forse qualcuno di voi farebbe una bella figura se a volte trovasse meno cavilli burocratici e proponesse qualcosa di suo, cosa che mai avviene se ben mi ricordo, ed io non sono di parte ma sono senza speranze che e' diverso, non fate migrare i giovani di polignano altrove, cercate di trattenerli qui, perche' solo noi siamo la risorsa per questo paese, confido ancora in alcuni politici Polignanesi e spero di vedere infrastrutture in grado di poter collocare Polignano al centro dell'attenzione turistica, piu' di quanto lo sia adesso, tante buone cose a tutti.
 
 
#9 Nico Amodio 2011-02-28 13:08
Per gli amici che hanno voluto rispondermi.
Cari amici come ho sottolineato nel mio precedente intervento non ho niente contro l'azienda TEKNOSERVICE ne contro i dipendenti della stessa azienda.Voglio ribadire il concetto:Esiste un capitolato di appalto che secondo me va fatto rispettare,ora chi deve vigilare su questo?Se prima i dipendenti erano part time è svolgevano egregiamente il loro lavoro,a maggior ragione ora che hanno un contratto full time le cose dovrebbero funzionare meglio non vi pare?Esiste un sistema per ottimizare tempi e metodi di lavoro,questo viene utilizzato?Ringrazio sia l'azienda sia i lavoratori del servizio da loro svolto,ma devo ribadire che non lo fanno mica GRATIS.Secondo me dopo l'aumento della TARSU mi sarei aspettato unmiglioramento del servizio che francamente io non ravvedo.Se per voi il servizio è soddisfacente allora dichiaratelo,la mia vuole essere una critica costruttiva non fine a se stessa,la critica deve essere fatta come in questo caso per spronare chi di dovere a migliorare il servizio.Voglio concludere dicendo,che le osservazioni da voi fatte riguardo sia la TEKNOSERVICE che i lavoratori sono leggermente maliziose,non è mia intenzione creare un conflitto con loro.Piuttosto era uno stimolo oltre che una critica al sindaco e all'assesore di competenza affinchè le cose possano migliorare.P.S.NESSUNO é DEPOSITARIO DELLA VERITà ASSOLUTA.
 
 
#8 Matematico 2011-02-27 20:27
Penso che chi sedeva lì quella sera, eccezion fatta per vitto, mancini e focarelli, non possa raccogliere più di 50 consensi a testa...non rappresenta nessuno, non abbia consenso elettorale, ****...
Cari lettori, con il taglio della legge elettorale, dove non potranno essere eletti più di 15 consiglieri, molti cambieranno hobby, anche nel centrodestra...
Molti si sono vestiti da reclutatori di bravi ragazzi ma in realtà contano poco, poco, poco! ...come si fa ad essere eletti segretari o coordinatori di partiti senza contare nulla!
 
 
#7 ruge 2011-02-26 16:26
l'unico mezzo porto che avevamo era a san vito , ora è dei privati...è tutto dire..., zona tra l'altro senza fogna ancora
 
 
#6 Cittadinanza Attiva 2011-02-25 22:11
Pur apprezzando lo sforzo di metter/vi/ci(?) insieme, chiediamo chiarezza programmatica e di sviluppo eco-sostenibile di cui sareste proponenti e portatori. Partendo dalla costa e sua tutela integrale. Qualche autocritica per le scelte del passato non sarebbe male, anzi! Spiegateci la dichiarazione di: "un nuovo centro-sinistra restaurato". Qualcuno vuole riproporre vecchi giochini partitocratici? Bovino, propose il rinascimento. Voi, la restaurazione! Le parole sono pietre, quindi chiaritevi e spiegate.
 
 
#5 x Nico Amodio 2011-02-25 16:23
mi piace il tuo modo di fare i conti, dimostraro lo stesso candore di un bimbo, purtroppo non è così semplice, ci sono i costi di conferimento che umentano ed altre piccole varianti, ma non vorrei che il discorso si faccia troppo complesso.
i lavoratori fanno il loro dovere, anche quando facevano il part time, in realta lavoravano full, invece di criticarli potresti ringraziarli.
 
 
#4 alex 2011-02-25 12:49
Sono 20 anni che sento il discorso della raccolta differenziata, riciclo perfetto.
Vi voglio far notare che in questi anni tutti i governi che hanno amministrato Polignano si vantavano sui vari programmi elettorali di questa bellissima parola "raccolta differenziaata". Ma voglio dire avete notato qualche cambiamento, solo aumenti.
 
 
#3 Un cittadino 2011-02-25 12:45
Caro Amodio voglio solo ricordare che la teknoservice è una società piemontese che da servizio in quasi tutte le regioni, ha preso il servizio rifiuti a costo zero e nello stesso tempo ha assunto ben 38 operatori ecologici con contratto a full time dando lavoro a tante famiglie di Polignano, basta vedere il periodo di crisi che stiamo attraversando, e sopratutto con mezzi nuovi e casonetti nuovi, forse l'unica pecca, te ne do atto è quella che l'assessore al ramo Scagliusi Raffaele non ha letto il capitolato, perchè nel capitolato è scritto che la pulizia dei casonetti e delle piazzole dove sono ubicati i cass. devono essere puliti almeno 2 volte al mese e questo non avviene. Voglio ricordarti che a Polignano abbiamo un'associazione, Legambiente che ha fatto assieme alla Comandante dei vigili urbani una formazione per quanto riguarda la differenziata sia nelle scuole che sui media. Sono d'accordo che c'è stato un piccolo aumento, ma da cittadino posso dire che il servizio funziona regolarmente, e per il ritiro di alcuni rifiuti speciali sono sempre a disposizione in collaborazione con i vigili urbani. Secondo me darei dei consigli a questa amministrazione più utili per il paese del tipo: verde pubblico, spostamento delle antenne dal centro abitato, pip, porto turistico che secondo me non partirà mai. In bocca a lupo per il nuovo partito.
 
 
#2 alex 2011-02-25 12:35
Per carità tutte bravissime persone dietro a quel tavolo.
Ma credo che il popolo vuole vedere le sciabole non i foderi.
 
 
#1 Nico Amodio 2011-02-25 10:28
Vorrei fare una precisazione.Il dito non era puntato contro la teknoservice,e noto che un azienda cerca di trarre il maggior profitto con il minimo sforzo.Un amministrazione che si rispetti fa in modo che il capitolato d'appalto sia rispettato in toto non parzialmente.Trovo riduttivo il modo il modo in cui è stato riassunto l'intervento sui rifiuti,non è solo una questione di cassonetti di plastica o di lamiera,più piccoli o più grandi,abbiamo riferito i dati rigurdanti la differenziata degli anni 2009 e 2010 e ci è sembrato giusto rimarcare che la differenza in percentuale fra gli anni in questione è solo del 2x100.Se teniamo conto che la TARSU nel frattempo è aumentata del 20X100 per un servizio sostanzialmente simile a quello offerto dalla ditta che prima della Teknoservice curava lo stesso,con l'aggravante che prima i lavoratori erano part time mentre ora sono full time,secondo me era lecito aspettarsi un servizio migliore.Voglio rimarcare la mia convinzione che se tutti svolgessero il propio ruolo con impegno senza superficialità e arroganza si renderebbe ai cittadini un servizio quanto meno sufficente.Fare la differenziata in modo corretto è una risorsa non per l'ambiente ma anche economicamente,il riciclo corretto di carta,vetro,plastica,portano denari nelle casse comunali.Se la differenziata non viene effettuata correttamente diventa una spesa il conferimento in discarica.Ringrazio per l'ospitalità,resto a disposizione per eventuali chiarimenti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI