Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

SCAGLIUSI: 'GESTIONE AFFARISTICA'.

mimmo-scagliusi-pd

E’ ancora presto per le nomine dei candidati sindaci. Tanto per il centro-destra quanto per il centro-sinistra. Noi non avevamo dubbi, per via dell’attesa di sviluppi - terzo polo e Di Giorgio (ma non solo lui) - permettendo.

A confermarlo è il segretario del Partito Democratico dott. Domenico Scagliusi che, nella nostra intervista esclusiva, parla di “priorità dei programmi”, annuncia una imminente conferenza stampa, accusa l’amministrazione Bovino di gestione “affaristica e clientelare”, smentisce le voci sull’invio di sms e le pressioni nel centro-sinistra per far convergere il voto della CNA su Leo Benedetti.

Com'è andato l'agognato e atteso incontro tra 'leaders' del centrosinistra?

“L'incontro non è agognato, né tantomeno atteso. L'incontro di martedì è stato routinario, come se ne fanno in tutti i partiti o in tutte le coalizioni che si rispettino”.

Come mai tutte queste bocche cucite? Cosa dovranno aspettarsi gli avversari del centrodestra e forse anche del centro? E ai cittadini poi, nessuno ci pensa? Cosa c'è che dovrebbero sapere di queste riunioni per formare future coalizioni e che dovranno poi amministrarci?

“Ma quali bocche cucite! Non abbiamo niente da nascondere. Si tratta di un dialogo tra le forze politiche che hanno espresso in questi anni la volontà (ed hanno con diversi atti dimostrato) di essere alternativi all'Amministrazione Bovino e pronti ad allearsi per creare un nuovo progetto politico per il bene di Polignano e dei cittadini.
Dovranno aspettarsi un gruppo compatto e unito da un programma ben preciso, programma che conterrà le linee guida per delineare lo sviluppo economico, turistico, sociale, abbandonando una concezione affaristica e clientelare che ha caratterizzato questi tre anni di gestione della "cosa pubblica".
Noi stiamo lavorando per i cittadini: i nostri sforzi si concentrano proprio su questo. Partire dall'ascolto della base, della società civile, dei bisogni dei polignanesi è la priorità di un partito come il Partito Democratico, motore di una coalizione di centro-centrosinistra in cui la parte moderata è importante tanto quanto la compagine di sinistra. La nostra priorità oggi è definire la coalizione e il programma. Solo dopo si discuterà sulla figura di un leader che assuma la responsabilità, davanti ai partiti e agli elettori, di mantenere gli impegni del programma. Quello sarà il nostro candidato Sindaco!
Quello che c'è da sapere lo diremo presto in una conferenza stampa che stiamo preparando, nella quale smentiremo anche quanto affermato dal Sindaco nella conferenza di fine anno.”

Come vanno i rapporti all'interno della coalizione?

“I rapporti sono ottimi: il confronto tra le diverse identità e le diverse sensibilità dei partiti che comporranno la futura coalizione sono momenti di crescita per tutti. Sono sicuro che in squadra, lavorando in team, riusciremo a fare un ottimo lavoro.”

E tra Sel e liste civiche è davvero pace fatta?

“Questa è una domanda che dovreste rivolgere al segretario di SEL! Penso che la "Primavera" di Mancini sia più di una civica, nel senso che è ben strutturata sul territorio, ha una sua storia e non nasce e muore solo per le votazioni. Pertanto se la "Primavera" rimane fedele a quello che ha rappresentato fino a questo momento sul territorio, non ci saranno problemi di sorta ad accoglierla in coalizione. Il discorso potrebbe invece cambiare nel caso in cui la lista si "imbastardisca", venga inquinata da altri personaggi che mal si amalgamerebbero con il nostro progetto, un progetto, ripeto, composto da partiti di centro e di centrosinistra, un mix di forze moderate che strizzano l'occhio agli amici di sinistra!”

Di Giorgio rinnoverà la tesserà nel Pd o formerà una coalizione alternativa al centrosinistra?

“Anche noi leggiamo i giornali e i siti web tanto quanto voi. E' prematuro parlare dei potenziali movimenti politici di un iscritto del PD. Non vedo che motivo avrebbe il dott. Di Giorgio nel non rinnovare la tessera, nel fare mosse che lo possano allontanare dal Partito Democratico, né tantomeno nell'impegnarsi nel creare il terzo polo, visto che nessuno vuole privarsi dell'appoggio e dell'esperienza politica del Dottore.”

Come mai durante le elezioni della CNA vi siete schierati dalla parte di Leo Benedetti, inviando sms ai compagni del centrosinistra?

“Lei mi invita a smentire categoricamente, una volta e per tutte, l'appoggio a Benedetti nell'elezione del CNA. Le vostre fonti non sono state controllate: dal nostro "quartier generale" non sono partiti sms in appoggio di nessun candidato, né il nostro partito si è mosso per sostenere l'uno o l'altro candidato. Anzi, un consiglio al neo presidente del CNA Leo Benedetti, a cui va il mio augurio per un proficuo lavoro: tenere fuori dalla porta del CNA la politica, sotto qualunque forma, garantendo così l'indipendenza dell'associazione, per il bene delle categorie che da oggi il Presidente rappresenterà!”

Risponda al sondaggio: due candidati sindaco ideale o probabile del centrodestra. Fuori i nomi.

“Non mi interessano i candidati di centrodestra... siamo pronti ad accogliere qualsiasi sfida elettorale!”

 

Link alle notizie correlate:

VEDI ANCHE ELEZIONI CNA: SMS, SANTINI, CAFFE'. A CACCIA DI VOTI

L'ULTIMO INCONTRO DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA

IL SONDAGGIO SUI CANDIDATI SINDACI E I COMMENTI

VEDI ANCHE DOMENICO SCAGLIUSI SU AGAPE: 'UNO SCEMMPIO'

MANIFESTO SENZA UDC SULLA 'SPECULAZIONE EDILIZIA'

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI