Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

IL BILANCIO DI MONTALBO': 'ANNO DA RICORDARE'

montalb_cittattivo_640_x_300

IL BILANCIO DI FINE ANNO DELL'ASSESSORE MONTALBO'

'Nel 2011 punterò al pasto domiciliare'

 

L’assessore Paolo Montalbò e il Movimento Schittulli - che in consiglio comunale conta tre esponenti di maggioranza ma un solo assessorato - tracciano un bilancio amministrativo di fine anno. Positivo, secondo il primo cittadino, che nella conferenza di fine anno, stamani, non ha risparmiato attestazioni di elogio per i servizi sociali a Polignano. A breve renderemo un resoconto della conferenza fiume del sindaco.

E’ stato un anno importantissimo per i servizi sociali – dichiara l’assessore Montalbò – Siamo al compimento di tutto il lavoro programmato negli ultimi anni. Penso ai piani sociali di Zona con servizi programmati nel 2008 e oggi a pieno regime”.

Quattro servizi in particolare sono nell’elenco delle cose fatte. “Servizi nuovi per la storia di Polignano – osserva Montalbò – Non erano mai stati programmati prima. Per la prima volta abbiamo garantito l’assistenza domiciliare (ADS) e l’ADI (assistenza domiciliare integrata), un servizio garantito per 27 persone in grande difficoltà, servite direttamente in casa da professionisti. Abbiamo pubblicato un bando, di tutti i casi rilevati nessuno è rimasto fuori. Non ci sono liste d’attesa; prima venti, poi ventisette casi. Quello dell’ADS è un servizio che Monopoli e Conversano avevano da 15 anni, mentre Polignano era il fanalino di coda.”

“Nei Piani di Zona Polignano oggi abbaia, rivendica i suoi diritti, non è seconda a nessuno”. L’assessore Montalbò sfodera con orgoglio altri risultati e obiettivi futuri nell’ambito dei servizi sociali e si dice rammaricato per il servizio ADI (Assistenza domiciliare infermieristica) : “questo è il vero aspetto negativo – fa notare – perché l’ASL non ci da gli infermieri. Abbiamo varato la seconda triennalità dei Piani di Zona, e potremmo anche denunciare l’ASL. Ci auguriamo che Gigantelli, il nuovo direttore del distretto sociosanitario ci dia le giuste risposte”.

L’elenco prosegue con il servizio di ASS (Assistenza specialistica per le scuole); 22 casi in tutto seguiti con particolare attenzione da educatori affiancati a insegnanti di sostegno.

“Dedichiamo attenzione anche ai minori a rischio con il servizio di assistenza domiciliare educativa per cinque soggetti. Polignano - prosegue - ha per la prima volta un centro d’ascolto per le famiglie, mentre nel 2011 lavoreremo per diffondere la cultura dell’affido, mettendo a bando un centro affidi. Andremo nelle scuole per promuovere la cultura dell’affido. Ancora nel 2011, apriremo un centro maltrattamenti e abusi e devo dire che ci sono associazioni come Safiya che si muovono già su questo solco. Per cominciare faremo un monitoraggio.”

Possiamo vantare una vicinanza alla gente, al mondo del disagio, della disabilità, alle fasce deboli e agli anziani – conclude l’assessore Montalbò – L’Informahandicap per esempio, si è rivelato un successo. E’ stata una mia scommessa riuscita, con l’avvocato Ciccio Magistà che riceve in studio da più di un anno. Nel 2011 punterò al pasto domiciliare da assegnare in base al reddito.”

Quanto al mondo del disagio giovanile l’assessore non ha alcuna delega. Lo stesso Movimento Schittulli - che con tre consiglieri è il ‘fattore socialista’ di questa amministrazione, che spesso assurge al ruolo di grillo parlante e che vanta tutta una serie di attività nell’ambito sociale e del terzo settore - cos’altro avrebbe potuto fare in differenti ambiti se avesse avuto ulteriori risorse o deleghe?

VEDI ANCHE BILANCIO 2009: BENE CULTURA E SERVIZI SOCIALI

Commenti  

 
#16 fran 2011-03-27 12:50
grande Paolo !!!!
candidati a Sindaco!!!!
sei l'unico che fa fatti non parole!
 
 
#15 Cittadinanza Attiva 2011-01-04 16:33
Incredibile, censurate tre post di seguito e date una risposta banale. Quelli che leggeranno la risposta, non avendo letto i nostri post (é deontolgia giornalistica?), che cosa capiranno? Comunque, come detto nell'ultimo post inviato, a queste condizioni non invieremo altri post sui vari argomenti.
 
 
#14 X Cittadinanza Attiva 2011-01-03 15:46
Non so chi sia, visto che non risiedo o non conosco nessuno di Polignano.
Non ho modo di risponderle, come solitamente faccio a chi si rivolge a me, visto che lei non è un utente registrato e non conosco il suo indirizzo di posta elettronica.
Detto questo, chi opera nel campo commenti NON sono chi pensa lei e le dirò che, nonostante l'estrema difficoltà nell'entrare nell'ideologia della Vostra Cittadina, cerco di 'calmare' quel clima di astio e di estrema accusa che spesso ritrovo nei commenti, eliminando anche termini che potrebbero sollevare ambiguità e quindi inutili polemiche lontane dagli argomenti trattati.Quindi non sono solo i suoi commenti ad essere moderati e/o censurati, ma di chiunque si allontana dal regolamento. Mi perdoni il mezzo, ma era l'unico modo per 'rispondere' ai suoi scritti, rivolti a me/noi, non pubblicati.
Grazie e spero di continuare a leggere i suoi contributi.
 
 
#13 acido post-veglione 2011-01-03 12:31
Grande Paolo,
visto che ci sei, potresti fare qualcosa contro un altro male SOCIALE del paese: quelli che prestano soldi a STROZZO e mettono famiglie alla fame.
Buon lavoro
 
 
#12 Freelander 2011-01-02 22:53
la stima per Paolo Montalbò è una cosa a parte, ma purtroppo non credo che sia lui ***.
Ricordati che sei nato nel sociale.
 
 
#11 -gli sprovveduti- 2011-01-02 15:33
Sìììììì, hanno ragione gli amici commentatori che l'unico e valido è la persona di Paolo Montalbò, degno del ruolo che svolge e del carisma che possiede. Non degno il suo gruppo che rappresenta.....
 
 
#10 giambattista giulian 2011-01-02 11:50
come al solito io ci metto la faccia e gli anonimi attaccano...
In primo luogo in non ho preconcetti policiti, ma personali. Ho grandi pregiudizi nei confronti di chi amministra questo paese da tanti anni, e L'assessore Montalbò NON è tra questi.
Visto che lo considero una persona seria, a differenza della sua maggioranza, lo invitavo a prendere coscienza di altre problematiche sociali.
Penso che maggiore umiltà sia sempre consigliabile, non si può andare in giro a dire che ci sono risultati mirabolanti, i cittadini non li vedono...
 
 
#9 mina 2011-01-02 11:19
Dovevate aprire un nuovo ospedale a Polignano, quindi ciò lascia intendere che sareste in grado anche di aprire un asilo, che rispetto ad un nosocomio è piccola cosa.... ;-) :eek: :D
 
 
#8 x Giamb. Giuliani 2011-01-01 17:23
*** Lei ignora molte dinamiche del Sociale perchè Itaca serve per l'Ambito l'ADE (Assistenza Domiciliare Educativa) con 5 casi serviti sul territorio e -in stretta sinergia con l'Assessorato- è nelle scuole per promuovere la cultura dell'Affido, oltre ad aver varato il CENTRO ASCOLTO FAMIGLIE. Dimentica poi che l'ASILO, una parolaccia da sempre per Polignano è in arrivo FINALMENTE GRAZIE all'Assessore Montalbò che lei, oltremodo e per preconcetti politici che la rappresentano, infanga. Sull'Asilo si informi, Montalbò l'ha portato a polignano, non menta a se stesso.
Sulle donne che devono lasciare il lavoro per crescere i figli...lei pensa che Politiche comunali diano sostegno a questo? E' fuori traccia, ha toppato Caro Giuliani. ***
 
 
#7 Carlo Venneri 2010-12-31 17:05
***** !
Continuate a distorcere l'informazione, il disagio giovanile è un problema che anzichè dimunuire è peggiorato e questo grazie a voi.
Il turismo che poteva farci risollevare un pò? dov'è finito? siete incapaci e dovreste lasciare il posto a qualcun'altro per il bene del paese e della gente.
Fatevi un giro in paese e vedete il risultato!
p.s.
Forse tra di voi l'unico che mostra un minimo di interesse verso i cittadini è l' Ass.re Montalbò
 
 
#6 Pamela 2010-12-31 17:03
In giornata di bilanci,e visto il link al termine dell'articolo,approfitto per chiedere una cosuccia...Se del disavanzo di 96.108,33 euro annunciato al termine del 2009, 45mila circa dovevano essere destinati alla Fondazione Pino Pascali,nel 2010 l'altra metà come è stata spesa? E son stati poi effettivamente destinati alla Fondazione quei 45mila?
 
 
#5 -gli sprovveduti- 2010-12-31 16:57
La cosa più antipatica è quanto un venditore di chiacchiere per "vendere" il proprio prodotto esclama per iscritto delle illazioni contro le "Istituzioni". Le Istituzioni locale sono: l'amministrazione comunale, la P.M., i CC. ect. ect.. A noi concittadini di polignano risulta che, per esperienza vissuta, sia la P.M. e sia i CC. ect. non hanno mai girato le spalle ai vari problemi dei cittadini polignanesi e non, anzi si sono sempre impegnati e prontamente hanno risolto con tenacia ogni determinazione per la soluzione della questione in corso. A questo punto, è d'obbligo chiedere al Signor Onofrio qual'è quella "ISTITUZIONE" CHE GIRA LE SPALLE AL CITTADINO????? Siamo in attesa di riscontro, con stesso mezzo. Grazie
 
 
#4 giambattista giulian 2010-12-31 15:12
vorrei ricordare all'assessore Montalbò che, al contrario di quello che dice, Polignano è ancora subalterno a Monopoli e Conversano per una serie si servizi fondamentali di sostegno all'infanzia. Il progetto Itaca le dice nulla? A Polignano non esiste assistenza per donne lavoratrici con figli, non ci sono asili nido, una donna che vuole diventare madre deve licenziarsi. Sono lodevoli le iniziative a sostegno degli anziani, ma il vero volontariato è quello che non chiede nulla in cambio, non quello di chi coltiva solo il proprio orticello elettorale...
 
 
#3 mina 2010-12-31 10:23
Parole, parole, soltanto parole, e promesse da marinai, mentre io sono orgogliosa di potervi giudicare.
ORAZIO,sono daccordissimo con te e se ciò
ti consola, sono arrivati alla frutta tempo di consegnare le bomboniere e si torna a votare. Il popolo è SOVRANO.....
 
 
#2 Onofrio 2010-12-31 07:01
Sono orgoglioso di far parte del movimento Schitulli perchè è un gruppo di giovani sempre in crescita che ha lavorato e sostenuto l'assessore Montalbò in tutte le iniziative a favore della comunità, sopratutto la gente che cerca un aiuto nelle istituzioni è a volte si girano le spalle ai problemi, perchè non ci appartengono, questo non è costume del Movimento Schitulli perchè i problemi della gente sono i nostri problemi.Il movimento Schitulli è rappresentato degnamente in Giunta dall'assessore Paolo Montalbò ai servizi sociali e in consiglio comunale dai 3 consiglieri di maggioranza (Onofrio Torres, Nico Giuliani, Donato Pedote). E voglio ricordare tante iniziative a favore del centro sociale, un centro frequentato dai nostri nonni che in questi anni hanno avuto un ruolo sempre attivo nella comunità Polignanese.
 
 
#1 orazio 2010-12-30 19:37
Anno da ricordare e da non dimenticare per i ***...............
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI