Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

‘NON CANDIDARTI PIU' PAPA'... PER FAVORE!!!’

lelio-ramunni-foto

Il presunto scandalo di Parentopoli divide non solo il popolo reale, ma soprattutto quello virtuale. L’assenza di pubblico in conferenza stampa, benché a porte aperte, è un segnale forte.

Alla lettera provocatoria del consigliere Pd Angelo Focarelli ‘Mettiti in lista papà… per favore’, pubblicata su facebook, l’altro ieri ha fatto seguito la risposta piccata e implorante di Lelio Ramunni, figlio del consigliere comunale dott. Ramunni, uno dei quattro ‘ripescati’ nella graduatoria del concorso per istruttore amministrativo, e finito nel ciclone subito dopo il provvedimento del sindaco e della giunta valido per estendere le assunzioni ad altre quattro unità.

Oltre a Lelio Ramunni, passano i secondi e terzi classificati del concorso per Istruttore Contabile, rispettivamente Galluzzi Giampaolo figlio dell’ex assessore Nicola Galluzzi e Paolo Scagliusi, nipote dell’attuale assessore ai lavori pubblici Raffaele Scagliusi. Un salvagente anche per Cinzia Torres, terza nel concorso per due geometri, all’esito del quale Ivan Persic e Roberta Zupo arrivarono rispettivamente primi e secondi.

Tanto la lettera di Focarelli che pubblichiamo in separata sede con annessa intervista, che quella di Ramunni, fanno proseliti sul web e incetta di commenti rilasciati a margine. Uno spartiacque sembra segnare i due mondi: l’uno a favore dell’amministrazione, con messaggi di solidarietà per Lelio Ramunni, l’altro a favore del consigliere di opposizione.

Lelio Ramunni tra l’altro era apparso poco entusiasta già l’indomani all’esito del concorso. Accarezzò il sogno, senza farcela per una manciata di punti. Alla fine la spuntò il putignanese Troilo Alessandro. Il risultato apparve per alcuni una sorta di discriminazione al contrario: punito perché figlio di un consigliere.

Oggi Lelio Ramunni è uno dei quattro premiati. Per lui forse è una rivincita, per altri è solo un privilegiato. Uno scandalo.

Intanto, pubblichiamo integralmente la lettera aperta di Lelio Ramunni che implora a suo papà di non candidarsi più. Nel dettaglio della missiva, Lelio se la prende con la stampa, in particolare con un “sedicente cronista radiofonico e televisivo” reo di “terrorismo informatico ‘ad personam’ solo perché, il suo progetto, anch’esso vincitore di un finanziamento regionale, secondo Ramunni non sarebbe così “famoso” e di successo come il suo progetto, quello di Verdeacqua Turismo s’intende. Facile immaginare a quale giornalista alluda il neo assunto istruttore direttivo.


 

LA LETTERA DI LELIO RAMUNNI

Lettera aperta di un figlio che scrive al genitore politico, stanco di dover subire continuamente critiche ed essere additato come “privilegiato” pur essendosi laureato in economia con 110 e lode a circa 600 km da qua, pur avendo studiato e lavorato all’estero per più di 2 anni, pur avendo imparato 3 lingue straniere, pur avendo vinto, come altri 400 giovani (chissà forse tutti figli di politici), un progetto regionale scritto e redatto con le proprie forze, pur avendo investito nel turismo e cercato di offrire servizi adeguati ai nostri visitatori, pur essendosi impegnato tanto nello sport e promosso lo stesso e pur avendo superato un concorso PUBBLICO per diplomati…

Caro papà,
mi sono stancato di sentire gente buona solo a sparlare e a criticare il prossimo, la stessa gente che ti fa complimenti o ti è solidale il giorno prima e il giorno dopo ribalta la realtà e ti si mette contro, seguendo il gregge e cavalcando il più bieco degli opportunismi. Sono stanco di quella gente che ha sempre vissuto alle spalle e all'interno della politica elemosinando un tozzo di pane (o un luogo "ginnico") e esaltando il politico benefattore, pronta a poi biasimarlo e oltraggiarlo verbalmente nel momento in cui il tozzo di pane non glielo si da più…Sono stanco di questi pseudo-giornalisti che scrivono (“copiano” come amanuensi) su giornaletti locali il cui unico fine è creare lo scandalo per vendere qualche copia in più e guadagnare qualche euro in più, visto che quelli elargiti dalle forze politiche ora di destra ora di sinistra non sono più sufficienti…Sono esausto di un sedicente cronista radiofonico e televisivo che ha adottato un terrorismo informativo “ad personam” solo perché, a mio avviso, il suo progetto, anch’esso vincitore di un finanziamento regionale, forse non è così “famoso” e di successo come al mio, sono stanco dell’ipocrisia di questa gente che prima firma una lettera contro l’assessore al turismo perché ha affidato direttamente ad una società esterna la creazione del logo dell’assessorato al turismo di Polignano e la stampa della guida turistica senza alcun bando pubblico o concorso di idee..e, dopo pochi mesi, usufruisce dello stesso trattamento “meritando” 3000 euro per la creazione di un logo ESTASIANTE… Sono stanco di questa gente secondo cui chi ha un parente in politica, o un parente dipendente comunale,… (o manda la figlia a danza o il figlio a calcetto con un figlio/a di un politico o dipendente comunale).. dovrebbe essere segregato in un ghetto come se fosse un lebbroso o un mafioso e non lavorare, non organizzare alcun evento, non fruire degli stessi diritti di tutti gli altri cittadini… non dovrebbe avere praticamente contatto con la realtà… Ti posso chiedere una cosa caro papà... ma te la chiedo con il cuore e con la disperazione di chi non ce la fa più e non ne può più di questa situazione...  aiutami.... cerca di cambiare le tue passioni... non candidarti più papà...

 

Commenti  

 
#7 ex dipendente TRICOM 2010-10-24 12:42
Da quale pulpito viene la predica..............!!!!!!!!!!!!
chi semina vento raccoglie tempesta............!!!!!!!!!!!!
GIUDICATE VOI!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#6 epifani 2010-10-22 17:14
***
Comunque io sono una persona adulta e purtroppo disoccupata con figli ultra maggiorenni e sto chiedendo a loro la cortesia di mettersi in politica per poi candidarsi affinchè possano sfruttare questa scorciatoia per sistemare nel mondo del lavoro il loro PAPA'.
 
 
#5 x sportelli 2010-10-22 14:04
si;
si;
si;
si;
si;
procediamo.
 
 
#4 geometra? 2010-10-22 14:02
dottore 110 e lode in economia e commercio, ***
 
 
#3 euphemio... 2010-10-21 23:23
carissimo LELIO RAMUNNI, personalmente non ho motivo di dubitare della tua preparazione curricolare... detto ciò sarebbe stato bello, leale e corretto che tu, dando ulteriormente merito alla tua preparazione, nella tua lettera ideale al "Tuo Papà politico", l'avessi suggerito di continuare a fare politica, dando però il massimo del suo contributo, nell'interesse di tutta la gente e di tutti quei valori veri di libertà e democrazia in cui anche tu Lelio credi, affinchè, tutta la gente onesta quanto te Lelio, non abbia più da ridere sul fatto che in quel *** ciao Lelio sono convinto che al tuo papà potrai suggerire qualcosa in più piccolo e umile con il mio contributo.
 
 
#2 ing. aldo sportelli 2010-10-21 18:10
*** Il problema è uno solo:
1. Il bando è stato fatto secondo norme di legge?
2. La commissione è stata nominata nel rispetto del regolamento?
3. La selezione è stata fatta con criteri uguali per tutti?
4. Il ripescaggio era scritto nella norma di bando?
5. C'è materia che possa interessare la Procura Contabile e quella Penale?
Date le 5 risposte e procedete.
Grazie.
 
 
#1 Iscritto IDV 2010-10-21 16:54
nulla questio, sulla lettera, una forma che ricalca quella di Focarelli,
non fare più politica papà è un'esortazione ormai tardiva, caro Lelio.
Ormai questo è il tuo anno fortunato.
La tua laurea (meritatissima) equivale a tante altre lauree e forse sarebbe stato opportuno un concorso come impiegato presso l'assessorato al turismo che come istruttore contabile del Comune.
Comunque essendoci come paletto solo il diploma complimenti.
Sicuramente sarà stato un riconoscimento al merito ma, permettimi di dire che sono i modi con cui si è arrivati a tale scelta a lasciare tutti di sasso.
Dei posti così importanti dal punto di vista economico e del lavoro andavano elargiti senza dubbi nella mente dei più.
Non era meglio estendere questa possibilità agli over 35?
Non era meglio prevedere per tempo questo fabbisogno?
Non era meglio una commissione esterna giudicante?
Sai Lelio, il dubbio nasce proprio da questo.....
chi ha preso questa decisione di allargare il fabbisogno a boccie ferme e con graduatorie già fatte?
Questa è un'estte ricca per te, ne sono felice.....
***
un'estate che ti vede campione!
pensa un pò anche a chi come te ci credeva e per chissà quale motivo oggi torna a rimboccarsi le manchei per cercarsi un modesto lavoro a pochi euro.
*** finito l'anno di formazione e lavoro chi arriva faccia tornare tutti a casa e poi a vedersi ma accadrà? Chissà?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI