Giovedì 23 Maggio 2019
   
Text Size

NASCE L'IDV: PARATA DI IMPRENDITORI E POLITICI

italia-dei-valori-polignano TURISMO, EDILIZIA PRIVATA, CONFLITTO D'INTERESSI, RIFIUTI.

Zazzera: 'Siamo alla fine del berlusconismo'.

In platea ci sono i vittiani e digiorgiani. All'esterno tanti curiosi e i soliti 'volponi'.

 

Si è costituito il nuovo circolo cittadino dell’Italia dei Valori, titolato alla memoria di Renata Fonte.

Sono cinque gli ‘amici’ polignanesi che hanno deciso di avviare le procedure per costituire il soggetto politico, un tempo retto dal consigliere Salvatore Colella, vicino ai moderati di Pisicchio. Nell'italia dei valori che sarà, gravitano nuove e vecchie conoscenze della politica locale: Nico Amodio, Nicola Menna, Gianni Capobianco, Franco Simone e il giovanissimo Nicola Tanese.

Durante la conferenza stampa di ieri sera, ospite d’eccezione al Covo dei Saraceni c'era l’onorevole Pierfelice Zazzera. Presenti anche il consigliere comunale di Monopoli Giuseppe Ciaccia.

Seduti in prima fila, tra il pubblico, tanti curiosi e soprattutto pezzi del futuro centrosinistra polignanese ancora da incollare: Domenico Vitto, Simone Di Giorgio, il segretario Pd Domenico Scagliusi, Angelo Focarelli, Franco Mancini, Domenico Pellegrini, e tanti altri.

All'esterno, non sappiamo quanto casualmente, abbiamo sorpreso una parata di imprenditori e di esponenti politici vicini a tutte le aree: Lorenzo Lamanna, Vincenzo Divella, Gianni De Biase. Che l'autunno caldo sia già iniziato?

QUESTIONE RIFIUTI - “La questione dei rifiuti è sotto gli occhi di tutti – ha aperto i lavori Nicola Menna – Tanti articoli di giornali locali hanno sottolineato le lacune e le imperizie di una classe dirigente comunale”.

“Il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ha lasciato in ogni cittadino il dubbio sulla qualità di un servizio fatto con metodi arcaici e poco consoni ad un paese che vuole dare risalto alle sue strade e al decoro della città.”

Nicola Menna, attivista, lo abbiamo spesso riconosciuto in prima fila tra le nostre colonne, nello spazio commenti. Oltre ai rifiuti, ha rilanciato una nuova idea del ciclo e utilizzo del rifiuto, della raccolta e trasformazione. “Serve un minimo di programmazione turistica - ha poi osservato - Abbiamo assistito a giri in trenini folclorisitici da parte di politici sorridenti ma poco avvezzi a gestire un’organizzazione degna di questo nome. Spese inutili da parte del Comune per un direttore artistico che nulla da dato in termini di progettazione e salto di qualità.”

L’ASSESSORE IN PERENNE CONFLITTO D’INTERESSI – “L’assessore in perenne conflitto d’interessi”. Così, Nicola Menna si auspica che per il futuro “oltre a brochure o presenze in Fiere, l’Assessore Ruggiero, in perenne conflitto di interessi, organizzasse seriamente un tavolo di concertazione con le strutture presenti anche per differenziare e calmierare i pressi dei b&b, strutture che – ha aggiunto – tutti chiamano b&b ma che nella realtà non lo sono, nessun controllo vige su di essi e sui costi”.

A breve particolari e approfondimenti:

NICO AMODIO SU EDILIZIA PRIVATA E MANIFESTI SCHITTULLI

FRANCO SIMONE E L'ESTASI POLIGNANESE

GIANNI CAPOBIANO SUL 118 E SERVIZI SANITARI

NICOLA TANESE SUI GIOVANI E LA DROGA

PIERFELICE ZAZZERA: 'Siamo alla fine di Berlusconi. Dobbiamo liberarci del berlusconismo...'

Commenti  

 
#23 antonio-43 2010-09-24 23:50
x "da bene discutiamo". Non mi va di intraprendere alcun dialogo con chi non ha il coraggio di firmarsi e nè tanto meno desidero farlo con "Lei". In ogni caso, le dico che se il mio commento la fa ridere può fare a meno leggerlo o commentarlo. Inoltre, le devo dire e sono sicuro che la parola "bussines", scritta in quel modo, è certamente arrivata ai soggetti interessati. Per chi vuol fare politica locale, Provinciale, Regionale o Nazionale non sono le "esse" in più o in meno che potranno ostacolare il progetto di far parte ad un Partito. In politica e nella vita sociale è molto importante far valere la propria coerenza, i principi sani, i valori ed i sentimenti di un vero "UOMO" altruista. Un famoso oratore polignanese quando faceva i suoi comizi diceva: "ho caduto a terra o sono caduto a terra sempre a terra sono andato"....diventò Sindaco di Polignano!!! Quindi, quello che vale è il concetto e non la forma grammaticale o ortografica. Infine, Di Pietro ha la Sua credibilità personale acquisita in Magistratura, nella sua vita sociale e in politica. Io ho la mia credibilità (e coraggio da vendere) acquisita in 42 anni di attività lavorativa e di spiacevoli sacrifici a servizio dell'intera Società. A questo punto e tra non molto potrò fare politica e continuare la mia missione a servizio della cittadinanza e del territorio di Polignano. Egregio signor "da bene discutiamo" prima di fare delle illazioni improprie si guarda allo specchio e poi venga da me per offrirle, anche, un buon caffè speciale dal "super mago del gelo". Io ho il coraggio di firmarmi....Andrea Spinelli e sono abituato a non criticare negativamente o correggere nessuno....
 
 
#22 terminetor 2010-09-24 14:28
associare ilgruppo idv agli imprenditori fuori mi sembra pretestuoso einopportuno.i giornalisti per dare una corretta informazione dovrebbero prima verificare quello che scrivono,non ventilare ipotesi senza alcun fondamento.perchè il giornalista non ha chiesto all'idv o agli imprenditori se erano li per lo stesso motivo.vedo con rammarico che feltri ha fatto scuola.
 
 
#21 :Allesterno, non sappiamo quanto casualmente, abbiamo sorpreso una parata di imprenditori e di esponenti politici vicini a tutte le aree 2010-09-24 13:11
forse tutti si aspettavano la solita conferenza stampa, fatta da 2 o tre persone, senza contenuti fattivi e solo una parata di "stelle". Spiazzati! è stata una bella serata fatta di politica e di temi in cui la politica deve spaziare. C'erano tanti politici e imprenditori? Forse la curiosità era tanta, confrontarsi non è un male. Il male sarebbe stato se quei personaggi non li avessimo visti in pubblico ma in qualche stanzetta angusta a confabulare.
 
 
#20 bene discutiamo 2010-09-23 22:59
poi visto che c'è bisogno di gente di cultura medio alta ,le consiglio di scrivere con più attenzione la parola business ,lei l'ha scritta BUSSINES, se vuol fare politica.
 
 
#19 cittadino skifato 2010-09-23 22:59
non a caso uso tale pseudonimo per postare. Sono totalmente skifato da tutto questo parlare a sproposito: gente ke parla senza un minimo di cognizione, pronta a sparare non appena si muove qualcosa, pronta ad intervenire demolendo sempre e comunque. Ank'io ero presente la sera della presentazione del circolo IDV ed ho notato queste persone fuori dal Covo. Ma il sig. giornalista ha omesso dire che tali persone erano lì solo per pura coincidenza perchè sicuramente aveva da discutere problemi loro ed affermare che ci fosse una parata di imprenditori è solo pretestuoso ed in malafede.
 
 
#18 bene discutiamo per spinelli 2010-09-23 15:15
poi siete voi che dovete dare credibilità a Di Pietro.
 
 
#17 bene discutiamo per spinelli 2010-09-23 15:07
il tuo commento è ridicolo,
non vedo l ora che la legalità sia ripristinata,sto già tremando.
ora riprendo le tue parole:"La pacchia è finita per tutti Voi, preparatevi al peggio perchè le bufere si avvicinano. Basta con i bussines e sistemi balordi che avete usato è giunta l'ora della "Giustizia" e della "Verità"
Poi riprendo le parole dell' articolo:All'esterno, non sappiamo quanto casualmente, abbiamo sorpreso una parata di imprenditori e di esponenti politici vicini a tutte le aree: Lorenzo Lamanna, Vincenzo Divella, Gianni De Biase. cosa ci fanno? premesse di business
 
 
#16 Polignano turistica 2010-09-23 00:29
Vogliamo gente competente e di cultura almeno di livello medio e soprattutto non vogliamo vedere gente nota tra i "banchi"!
Adesso ci siamo veramente rotti i c......i !!!
 
 
#15 andrea 2010-09-22 23:23
Non posso che complimentarmi con l’amico da uno “sfogo”, si vede che trattasi di persona con un certo livello culturale medio alto e di una coerenza con se stesso nel dichiararsi di essere né di dx e né di sx. Ha ragione su tutto il suo commento critico e giusto, è da apprezzare quando c'è gente che scrive certi post. Infatti, cerchiamo un pò tutti quanti a non ripetere sempre le stesse lamentele e gli stessi post negativi nei confronti di chi ha il coraggio di esporre le proprie idee. Impariamo a dimostrare all’esterno, per chi ci guarda e ci ascolta, prima la nostra faccia e poi criticare il prossimo. E’ facile censurare l'operato di chi si espone in un modo o nell’altro, tanto l’anonimo non è mai giudicato da nessuno perché non ha il coraggio di mettere a repentaglio la propria identità. Per chi si preoccupa della nascita del nuovo circolo dell’IDV può rimanere tranquillo e sereno, perché i soggetti che l’hanno costituito la credibilità se la dovranno guadagnare con i fatti e non con i pettegolezzi o con le critiche architettate. C’è il bravo “Di Pietro” che penserà a coordinare la politica che sarà adottata dalle risorse umane locali. Basta pensare alla sua credibilità acquisita in tanti anni di “Magistratura” e non solo, ma soprattutto sarà necessario credere nei suoi ideali ed ai suoi valori umani. Quindi, lui sarà la garanzia e la guida per tutti coloro che crederanno nella nuova politica dell’I.D.V., e sicuramente si noterà nella nostra società più legalità, giustizia, sicurezza e meno sistema “mafioso”. E' necessario anche un monito agli amici degli amici, ai loro parenti e soprattutto ai loro simpatizzanti: "La pacchia è finita per tutti Voi, preparatevi al peggio perchè le bufere si avvicinano. Basta con i bussines e sistemi balordi che avete usato è giunta l'ora della "Giustizia" e della "Verità". Questo è il pensiero di Andrea Spinelli
 
 
#14 uno sfogo 2010-09-22 20:22
e basta però con questa storia del direttore artistico...non vi stancate di dire sempre lo stesso fatto a commento di ogni articolo! che poi, quando il centrosinistra ha governato che impronta culturale ha lasciato in eredità? quali progetti sono stati colpevolmente interrotti dall'attuale governo? io non sono nè di destra nè di sinistra (perchè da nessuno mi sento rappresentato) e se Polignano è in ritardo di 15 anni rispetto ad altri Paesi limitrofi in tema di programmazione turistica e culturale la colpa è delle persone che da 15anni fanno politica e amministrano questo paese..cambiano sigle e casacche, si sparano addosso e/o vanno a braccetto MA SONO SEMPRE GLI STESSI..dalla B alla V, passando per tutto l'alfabeto! mea culpa tutti dovrebbero fare, rimboccarsi le maniche e lavorare nell'interesse del paese, invece di andare in giro ad attaccare manifesti imbrattando i muri, querelandosi a vicenda e non so quali altri scempi..così, forse, fra cinque, sei anni raccoglieremo qualche frutto.
 
 
#13 Povera Polignano 2010-09-22 17:02
Sappiamo tutti che chiunque fosse arrivato come direttore artistico non avrebbe cambiato niente perchè appunto ci vuole un progetto per Polignano e non un semplice calendario eventi oppure una estate Polignanese.
Il marcio deriva dal basso livello culturale dei nostri capetti locali, quando li vedi per strada sorridono a 48 denti per via delle loro furbate che arricchiscono magari l'amico o il parente e affossano sempre di più il paese.
Qui a Polignano avrebbe fatto schifo anche il direttore artistico più famoso al mondo, tanto sappiamo chi dirige la nostra baracca.
 
 
#12 bene discutiamo per mario c. 2010-09-22 16:32
colella è riuscito ad essere candidato sindaco nelle file dell'IDV raccoglindo il 25% dei consensi, quindi chiedo ,riuriscirà mai questo nuovo IDV ad avere un candidato sindaco ? non credo, allora di cosa stai parlando?
Costretto ad allearsi a VItto,non credo.
scusi ma questa IDV con chi si dovrebbe alleare con Vito Giuliani?
Poi scrivi che se dovesse fare la stessa cosa di colella perderebbero di credibilità, ma se sono appena nati come fanno ad avere credibilità,quella si guadagna nel tempo.
 
 
#11 quante chiacchiere inutili......... 2010-09-22 14:18
un augurio per la ripresa attività, di questi signori che credo non siano nuovi alla politica ma nemmeno accomunabili al vecchio coordinamento cittadino dell'IDV. Volti più o meno noti, ex consiglieri, vedo dalla foto anche un giovane.
Speriamo solo che tutti mantengano le promesse e vediamo un centro sinistra coeso e pieno di progetti nuovi per polignano
 
 
#10 terminetor 2010-09-22 13:36
mettiamoli alla prova prima di giuducarli,è facile criticare stando comodamente seduti in poltrona.molte volte bisogna metterci la faccia.
 
 
#9 per povera polignano 2010-09-22 11:56
l'ultimo solone che abbiamo avuto a Polignano venuto dall'esterno e con fantomatiche competenze (direttore artistico) si è intascato la parcella ma, non ha prodotto un fico secco. Condivido che la proliferazione dei partiti non cambia le cose ma, speriamo che il buon "Di Pietro" faccia buona scuola ai suoi e li spinga a comportamenti diversi alzando il "livelo" come scrivi anche culturale.
 
 
#8 Mario C. 2010-09-22 11:38
Voglio rispondere a simpatizzante lui dov'era quando il partito di Colella gestiva IDV, dopo il flop delle amministrative hanno iniziato ad abbandonare il coordinatore del partito lasciandolo solo, ed è stato costretto ad avvicinarsi a Vitto, non è che succede anche questa volta, perdereste di credibilità. Chiaritele prima queste cose. Buona fortuna!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#7 Povera Polignano 2010-09-22 02:20
Serve un progetto! non un "minimo di programmazione turistica".
Caproni!! Tutti!!
Ma forse non arrivate a capire neanche la differenza, siete una massa di caproni e pecoroni.
Qui bisogna fare pulizia ancor prima che si creino questi partiti del cavolo, mentalità tutta polignanese, quindi di livelo molto scarso!
Per favore fate di tutto per far gestire il paese a gente competente che magari anche se polignanese sia stata fuori paese ed abbia visto altre realtà e soprattutto ami il confronto=ricchezza in genere, cosa che qui non si usa fare, qui di solito si ignora tutto.
 
 
#6 ariamara 2010-09-21 18:34
una altra rimpastata.....
 
 
#5 dawn 2010-09-21 18:28
@residente
Che il problema dei rifiuti riguardo anche altri paesi è vero ma non per questo non può essere uno dei problemi preoccupanti per Polignano (mal comune mezzo gaudio?). Proprio la disorganizzazione turistica di Polignano è anche composta dalla cattiva gestione dei rifiuti.
 
 
#4 simpatizzante IDV 2010-09-21 16:26
a Polignano l'IDV è sempre esistita, oggi si è solo riorganizzata.
Carissimo Maro Mario C., Un partitino che nelle scorse elezioni Regionali a Polignano ha preso il 5,1% senza propri candidati e senza una sezione funzionante visto l'abbandono di Colella, non può chiamarsi partitino. Un partito che in questi anni ha sempre lottato sul territorio per la legalità e la democrazia rinasce oggi, a Polignano con l'intento primario di fare politica cercando di influire nelle scelte politiche della città, e creando nuovi spazi di discussione che continueranno anche dopo le elezioni perchè un Partito non è una lista civica.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI