Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

OPERAZIONE NEAPOLIS: OGGI SAPREMO TUTTO

operazione-neapolis-polignano

Pubblichiamo, in basso, il comunicato con il quale il 'misterioso' staff di Operazione NeaPolis annuncia per oggi, 23 giugno, la nascita del movimento politico. La conferenza stampa è prevista stasera alle ore 19 in piazza Trinità a Polignano.

A breve pubblicheremo l'intervista esclusiva rilasciata dal sindaco Bovino sul nuovo movimento politico e sulle dichiarazioni del presidente Eugenio Scagliusi, a proposito del radio tour costato 10mila euro (iva esclusa), la cui cifra rivelammo in uno scoop che, ricorderete, lanciammo qualche settimana fa.

VEDI ANCHE CAMPAGNA PUBBLICITARIA TEASER DELL'OPERAZIONE NEAPOLIS E MANIFESTI

*******

COMUNICATO

Nasce Operazione NeaPolis. Un'iniziativa sociale e di partecipazione, prima ancora che politica, per una nuova idea di Polignano e della polis, da elaborare con la città stessa. Nomi, obiettivi e riferimenti saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà Mercoledì 23 Giugno p.v. alle ore 19 in Piazza Trinità a Polignano.

Saranno presenti i promotori dell'iniziativa, tra cui Nicola Laricchiuta ed Eugenio Scagliusi.

Lo Staff di Operazione NeaPolis


Martha Medeiros in una delle sue poesie dice: “Lentamente muore chi non parla a chi non conosce”.

Con Operazione NeaPolis vogliamo fare questo: parlare a chi non conosciamo, dire loro qual'è la nostra idea di politica e di polis.

Vogliamo parlarne pensando proprio ad una “nuova” Neapolis, l'antico nome di Polignano.

Vogliamo spiegare a quanta più gente possibile la nostra idea di una “nuova” Polignano.

Come e qual è l'idea?

Unire ogni persona che ha cuore questa bellissima cittadina, gente che voglia far conoscere le proprie idee mettendole a disposizione del bene comune di questa NEAPOLIS che vogliamo e che deve rinascere dalle sue cristalline acque, ombrate da tante promesse fatte e mai mantenute. Mettere insieme ogni testa pensante di Polignano che sia disponibile a progettare e programmare il suo futuro e quello del proprio paese.

Non importa a quali schieramenti politici appartieni, l'importante è il Tuo pensiero e le Tue idee geniali da comunicare e su cui confrontarsi.

La genialità di un'idea nasce anche dalla sua semplicità.

Chiudere una piazza al traffico, pulire una strada, piantare un albero, sono tutte cose semplici ma geniali.

Siamo convinti che Polignano abbia bisogno di un “nuovo” piano Marshall!

Sapere su quante risorse contare e su quali persone disposte a lavorare è il nostro primo passo.

Abbiamo in testa una città diversa e una diversa idea di politica.

Per noi non basta solo il Tuo consenso, Vi vogliamo uniti, tutti, per un progetto comune di ascolto, ma anche uniti e coraggiosi nelle decisioni da prendere.

Da tempo in questo paese non si decide, si cerca solo di non scontentare gli elettori. Ma governare significa anche scontentare, se ciò è conforme all'interesse di tutti e non di pochi.

Operazione NeaPolis si propone di fare questo. Saremo nelle piazze e nei luoghi più importanti della città, ascolteremo idee e problemi di tutti, ma poi con il Tuo aiuto, decideremo!

Questa operazione politica riuscirà solo se coinvolgerà tutti.

Commenti  

 
#9 Nicola Laricchiuta 2010-06-25 22:28
grazie a tutti per l'attenzione rivolta ad Operazione Neapolis.Qualcuno mi conosce altri no !! Rispondo a qualcuno .... Operazione NeaPolis è l'unione tra concezione della nuova Polis e Neapolis come antico nome di Polignano. il quadro del Lorenzetti non è casuale vi vengono raffigurati cittadini in un bel paese in perfetta armonia ... un sogno ma ci si può lavorare. per quanto riguarda le idee Vi chiedo cortesemente di farVi vivi perchè le idee e le iniziative devono partire da tutti coloro che vogliono partecipare non dagli organizzatori ... altrimenti lo spirito di questo movimento non ha senso ... Richiedo a tuti di rimanere attenti sulle nostre pagine web e di proporre scrivendo sulle bacheche ... Operazione Neapolis è un foglio bianco sopra dobbiamo voler scrivere tutti... le idee e gli argomenti verranno presi dalle proposte fatte esclusivamente da voi!!! Gli argomenti più "gettonati" saranno quelli portati avanti !!! grazie a tutti ancora spero di poterVi conoscere presto di persona ... Nicola Laricchiuta.
 
 
#8 ippolito1 2010-06-24 02:56
Rispondo a Barrister, avete colto nel segno,almeno uno deve ammettere, la cattiva gestione. L'altro, il Signor Laricchiuta, non nuovo ad iniziative politiche, persona molto dotata, che ha subito sopra la propria pelle la gestione urbanistica scellerata dell'attuale amministrazione.Deve spronare
il presedente del consiglio comunale ad avere maggior controllo delle operazioni che in esso si verificano. Auguri di una proficua continuazione
dell'operazione Nea-Polis
 
 
#7 carlo de luca 2010-06-23 19:11
Mi è capitato, casualmente sotto gli occhi da pochi minuti, una piantina toponomastica patrocinata dal comune di Polignano a mare ed. maggio 2010, edita a cura di Spotpoint di Conversano.
Ho dato un’occhiata e ne ho ricavato un’impressione tutto sommato positiva, certamente ben più della nota e molto chiacchierata - fin dal suo nascere - guida turistica 2010, edita dal locale assessorato al turismo e presentata in anteprima alla BIT di Milano nel febbraio scorso.
Ma anche in detta piantina non si fa cenno al ponte borbonico a cinque arcate, di cui nulla si dice nei cenni storici e che viene sbrigativamente definito, nella toponomastica, ponte lama monachile.
È da evidenziare agli autori, che peraltro non grandi colpe hanno se non quella di aver pedissequamente seguito gli input istituzionali di vertice, che di lama monachile nelle carte d’epoca non si parla mai e che il toponimo ha una anzianità abbastanza recente. In passato si usava la locuzione, ancora utilizzata dai più anziani: basso porto o porto vecchio e mai cala monachile.
In ogni caso questa piantina, continuando nella spocchia risorgimentalista di damnatio memoriae a carico di chi fece più di tutti a beneficio di Polignano, con la costruzione dell’arditissimo e grandioso ponte e con la strada regia consolare da ritenere all’epoca, se rapportata all’oggi, una vera e propria autostrada, conferma che non c’è peggior sordo di chi non voglia sentire. È noto che numerosi sono stati gli interventi diretti ad ottenere una correzione della guida turistica con l’inserzione di una semplicissima errata corrige, ma ad oggi senza nessun risultato.
È auspicabile che almeno i nuovi progettisti neapolisiani comincino a differenziarsi dai precedenti gestori della cosa pubblica locale, anche intervenendo opportunamente - in vista del centocinquantenario dell’unità d’Italia - a difesa della verità storica dando la più pertinente denominazione ai due ponti che collegano il paese con il resto del territorio verso nord.
Anche da qui si potrà vedere se stiamo per assistere alla interpretazione della stessa musica suonata da direttori diversi o finalmente a un nuovo spartito ben interpretato da una nuova buona orchestra.
 
 
#6 carlo de luca 2010-06-23 18:07
perchè no? perchè non credere nel progetto abbozzato nel comunicato sopra riportato? qualunque cosa è meglio della morta gota nella quale si imputridisce giorno dopo giorno.
ci sarà tempo, eventualmente, per il disincanto e per saperne di più, ma mi auguro per il momento che si apra - sul serio - una nuova stagione a Polignano. Qualche perplessità ovviamente non manca, ma non la esplicito in mancanza di maggiori notizie. Attendo di conoscere meglio la cornice del quadro e soprattutto i dettagli per capire se prevale il chiaro o l'oscuro. In ogni caso sinceri auguri di buon lavoro a chi si sta cimentando in questa avventura alla luce del sole. Il che è già una grande e positiva novità.
 
 
#5 cittadino libero e sfiduciato 2010-06-23 02:35
Quante belle idee, quante belle parole parole.....peccato che restano solo idee, peccato che sono soltanto parole..... è proprio il caso di dire che tra il dire ed il fare ci corre di mezzo non il mare, ma l'oceano.
A teorizzare siamo un pò bravi tutti, ma è più importante mettere in pratica quello che si pensa, agire in linea con le proprie convinzionie tradurre le proprie idee in azioni concrete. La conosco la diversa idea della politica......e mi aveva entusiasmato, ci avevo creduto. Ma a questa idea non hanno fatto seguito le azioni, ma solo parole
 
 
#4 sgomento 2010-06-22 23:52
Per lo meno la campagna l'hanno azzeccata! Se hanno creato tutto questo interesse...
Speriamo che anche le idee siano decenti! E soprattutto speriamo di vedere gente nuova!!!
 
 
#3 Lettore1 2010-06-22 23:35
Domanda per gli organizzatori dell'iniziativa: NeaPolis deve intendersi come Nea-Polis vale a dire nuova concezione della città? o come Neapolis vale a dire l'antico nome di Polignano? Nel primo caso, che sarebbe poi quello che dovrebbe suscitare maggior interesse, mi piacerebbe capire come si possa teorizzare il concetto di Nea-Polis restando accanto al bottegaio moroso ed a quanti esprimono un concetto di politica affaristica finalizzata esclusivamente alla gestione del potere e dei propri affari
 
 
#2 Barrister 2010-06-22 23:30
Nel mio precedente commento avevo ravvisato la necessità che si tracciasse un solco profondo rispetto all'attuale maggioranza. Adesso che conosciamo almeno due nomi credo che da parte di uno di questi debbano essere pronunciate parole chiare. La ciliegina sarebbero le dimissioni dalla carica di presidente del consiglio ed una ammissione di responsabilità rispetto a certe scelte urbanistiche. Vedremo.
 
 
#1 ariamara 2010-06-22 21:13
ma noi abbiamo gia' votato per il Rinascemento........
..e lo abbiamo fatto, in quanto certi e fiduciosi dell'evoluzione e della sicerità di questo Proclamato Percorso Rivoluzionario.....
Amici,io direi di aspettare ancora un pò, per poi identificarci in un Era di" Corsi e Ricorsi Storici";-);-);-)::
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI