Giovedì 20 Giugno 2019
   
Text Size

CONSIGLIO COMUNALE: L'ANALISI DEL SEGRETARIO PD

domenico-scagliusi

"Si dà del mafioso ad un Consigliere, del “rimbambito” ad un altro; o ancora Dirigenti esprimono pareri, valutazioni, considerazioni personali sugli interventi dei Consiglieri Comunali."

E' un estratto dell'analisi del neosegratario Pd, Domenico Scagliusi, redatta a margine dell'ultimo consiglio comunale, sul quale torneremo nei prossimi giorni. Una riflessione sui temi oggetto di discussione, su alcuni argomenti di scottante attualità, e sulla bagarre di insulti ed espressioni usate durante l'assise. Pubblichiamo la lettera del segretario.

________________

LA POLITICA DEL MALGOVERNO

Assistere ad un Consiglio Comunale dovrebbe essere un momento di grande partecipazione alla vita cittadina, ma assistere alla massima assise cittadina che si è tenuta la scorsa settimana diventa l’ennesima pagina nera nella recente storia politica di Polignano a Mare.

È l’ennesimo caso di inettitudine di tutta l’Amministrazione Comunale, incapace di rispondere politicamente alle esigenze e alle richieste della società civile, un’Amministrazione sempre pronta a negare le proprie responsabilità e a farsi schermo di responsabilità che - sostengono - derivino dal passato, ma alle quali ancora il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri Comunali di centrodestra non hanno saputo - dopo tre anni di malgoverno - dare una soluzione. Non regge più questa giustificazione, che assomiglia ormai ad una banale bugia!

E così si fanno propri i meriti di opere pubbliche realizzate da gestioni amministrative passate, o grazie all’impegno di Assessori Regionali e Provinciali; ci raccontano di opere faraoniche da realizzare nei prossimi tre anni, e dimenticano di stanziare nel bilancio delle opere pubbliche anche solo un euro per la sistemazione della pista pseudo-ciclabile; ci presentano un bilancio che non tiene conto della manovra finanziaria appena varata dal Governo - e quindi inattendibile; ci ingannano con un bilancio in cui si iscrivono opere pubbliche che sarebbero dovute iniziare a gennaio 2010 e terminate ad aprile 2010 e delle quali non si vede nemmeno l’ombra di un cartello di inizio lavori, e che dubitiamo saranno mai realizzate.

Soprattutto AUMENTANO INGIUSTAMENTE LA TASSA DEI RIFIUTI DEL 20% a danno di tutti i poveri cittadini polignanesi, già martoriati dalla grave crisi economica, e che avevano subito un altro incremento di pari punti percentuali lo scorso anno!
Per non parlare, poi, delle espressioni usate in consiglio: si dà del mafioso ad un Consigliere, del “rimbambito” ad un altro; o ancora Dirigenti esprimono pareri, valutazioni, considerazioni personali sugli interventi dei Consiglieri Comunali.

E’ un’Amministrazione senza più maggioranza: lo ha dimostrato la votazione del bilancio, approvato con il voto favorevole di un consigliere di opposizione, mentre quelli di maggioranza se la danno a gambe levate!

Come se non bastasse, non vi è uno straccio di programmazione per l’estate e per il turismo (e non vi è alcuna posta significativa in bilancio per permetta uno sviluppo serio del settore turistico del nostro paese!), ma solo la certezza dei 5000€ dati ad un Direttore Artistico per redigere il programma dell’Estate Polignanese (già approntato dall’Assessore al ramo) e senza che venga data una scadenza entro la quale consegnare il programma.

E ricordo bene quando l’Assessore garantiva il calendario delle manifestazioni pronto per fine Aprile! Intanto lungimiranti amministratori sprecano soldi pubblici per un programmino radiofonico di tre ore al giorno (un totale di 12.000€, 2000€ per ogni ora di trasmissione!) che non ha portato nessun beneficio alla città, né tantomeno alle attività commerciali, ma che ha incrementato l’appeal di una nota marca di birra tra i giovani; si sarebbero potuti investire in progetti specifici per il contrasto del fenomeno dell’alcolismo.

A questo palese danno per la città si aggiunge il tradimento del mandato elettorale, cioè del patto fatto con gli elettori che hanno votato un preciso programma e del quale nulla è stato realizzato in tre anni di malgoverno.
Siamo stanchi di essere così malamente e maldestramente governati. In questa fase cruciale per Polignano, in cui a pagare la crisi - e la vostra miopia amministrativa - rischiano di essere ancora una volta i soggetti più deboli e precari, abbiamo bisogno di una classe di governo all’altezza della situazione, capace di gestire politicamente le esigenze che ogni giorno vengono palesate dai cittadini e di costruire un progetto a lungo termine per lo sviluppo del nostro amato paese.

Noi pensiamo altro. Pensiamo che quando si amministra si deve avere il coraggio di guardare lontano, di scegliere per i figli, di progettare davvero la città del futuro.

 

dott. Domenico Scagliusi
Coordinatore Circolo PD di Polignano

Commenti  

 
#6 &le stelle stanno a guardare.... 2010-06-18 15:19
x autogol...nn ho capito quello ke hai scritto!!!offside
 
 
#5 Cittadinanza Attiva 2010-06-17 22:33
Caro Domenico, dopo i nostri, non formali, auguri già inviatiti, vogliamo dirti che la tua analisi é da: buona la prima! Da anni non si assumevano chiare e precise posizioni prima e durante e non dopo! Speriamo che possiate continuare senza difficoltà e panegirici vari inventati da una partitocrazia viva e varia. Un esempio di partitocrazia: Il Sindaco Bovino e la sua coalizione che santificano Di Giorgio ex Sindaco, in campagna elettorale, pur di scalzarlo, lo criminalizzarono. Dicno la verità e sono credibili adesso oppure in quei giorni?
 
 
#4 autogol 2010-06-17 21:51
Mi piacerebbe che la redazione presentasse le foto,ci provo,Matarrese mah,
al centro il garante?un usuraio darebbe maggiori garanzie,l'altro chi è,
dove stava,qualche militante penso di conoscerlo....,,,dall'alto hanno imposto il messi-a,..sii..,gli hanno scritto gli stessi commenti,..si e poi.. ,basta aria fritta,ma una parola sua?il dottore ha detto:la pista PSEUDO ciclabile,.......e le lettere sono il nuovo?la persona capace
risponde alle domande a voce non manda lettere senza che nessuno ha fatto domande,domande senza nessuno dietro che metterebbero in evidenza la incompetenza con la politica
 
 
#3 diaboliko 2010-06-17 15:07
Auguri al nuovo segretario, innanzi tutto.
Devo però ricordargli che nel suo partito sono presenti ancora quelli che hanno svenduto il porto, hanno venduto i tributi alla TRICOM (si parla ancora dei rappresentati che sono andati a Genova...a far che?), che hanno dato vita ad assunzioni senza concorso..Il "nuovo" sei solo tu. Per essere "nuovi" ci vuole coraggio.
 
 
#2 elettore di centro sinistra 2010-06-17 13:43
dove sono i nomi che avevamo sentito, vedi Tommaso Colagrande, tagliate le gambe al vero nuovo, per questo segretario fantasma.
 
 
#1 un elettore di centro destra 2010-06-16 21:12
Complimenti segretario giusta analisi...ormai il naufragio è sotto gli occhi di tutti...manca solo che i dirigenti alzano la mano per votare!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI