Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

GIULIANI SU DOSSIER, DIMISSIONI SCAGLIUSI, TEATRO

vito-giuliani

ESCLUSIVO

Una causa legale in corso tra Giuliani e Colella: "Si, è vero, Eugenio è l'avvocato di Colella...ma sulle sue dimissioni scritte cose non vere".


“Perché non vanno alla procura? Facciamo una scommessa tutti e due? Quelli hanno paura, non sono consiglieri con le p**** com’ero io!”. A lanciare la sfida è il consigliere comunale Vito Giuliani. Nella nostra intervista esclusiva dice la sua a proposito dell’atteso dossier che l’opposizione starebbe preparando sui progetti firmati dal sindaco e sul conflitto d’interesse.

Giuliani propone, per la seconda volta - lo aveva fatto già nell’aprile del 2009 tramite un nostro articolo (vedi archivio) - il progetto Teatro del Mare (vedi foto in basso) di De Biase, che non prevede alcun abbattimento di muri laterali, come invece riportato erroneamente da un giornale locale. Infine, risponde alle nostre domande sulle volontà che Eugenio Scagliusi avrebbe espresso: abbandonare la carica di presidente del Consiglio.

Consigliere, che ne pensa delle dichiarazioni di Eugenio Scagliusi? Pare che voglia lasciare la presidenza del Consiglio.

“Da quello che mi risulta le dichiarazioni riportate dalla stampa non corrispondono a quello che lui ha dichiarato. Tanto è vero che io, nel corso di una conferenza di capigruppo ho chiesto ad Eugenio delle spiegazioni in merito. Lui ha riferito che quello che era stato riportato sui giornali non era proprio nelle sue intenzioni. Il fatto è stato gonfiato moltissimo.

Però l’intenzione c’è.

“No. Lui dice che gli sarebbe piaciuto trovarsi tra i consiglieri comunali per poter dare la sua risposta agli interventi delle opposizioni. Lo farebbe soltanto per dare una mano alla maggioranza. Per il resto credo che il suo ruolo sia giusto. Penso che lui sia stimato e apprezzato dalla maggioranza, quindi credo che non abbia nessun motivo. Non ti nascondo che qualche amarezza l’ha suscitata, questa intervista. Molti si aspettavano che lui ne parlasse con la maggioranza, prima che su un giornale. Però dice che quelle cose non le ha dette, è stato travisato, c’è molto di inventato in quell'articolo.”

Come mai proprio lei ha chiesto delle spiegazioni?

“Io gliel’ho chiesto in qualità di amico.

Proviamo a riflettere per la prima volta sulle motiviazioni di questa intenzione. Negli ultimi consigli comunali si sono registrate delle tensioni rispetto al regolamento che non viene applicato. Nelle discussioni e nei dibattiti vi scavalcate continuamente e qualcuno pecca di loquacità…

“No, Eugenio secondo me non lo fa per cattiveria. E’ molto rispettoso  dei ruoli, quindi rispetta e fa bene, rispetta fino alla nausea, è un eccessivo rispetto, perché Focarelli a volte interviene due tre volte. L’articolo 28 del regolamento indica espressamente come disciplinare gli interventi. Il regolamento l’ho fatto vedere ad Eugenio.”

Secondo voci di corridoio Eugenio Scagliusi, avvocato, ha preso parte a una causa contro di lei, in favore di Salvatore Colella, suo cliente. E’ vero che c’è una causa legale in corso tra lei e Colella?

“Si, è vero. Eugenio è l’avvocato di Colella.”

Facendo due più due, dicono che Scagliusi si sentirebbe un po’ in conflitto, come dire, vincolato. Questo sarebbe il vero motivo delle sue intenzioni di lasciare.

“No, non credo. Ti dirò che dicono di più. C’è chi dice che… no, vabbè, meglio lasciar perdere, anche perché la causa è ancora in atto. Comunque anch’io ho sentito dire in giro queste cose. Eugenio lo ritengo molto, ma molto al di sopra di queste cose”.

Passiamo al dossier dell’opposizione, che dovrebbe essere quasi pronto. Che ne pensa delle polemiche sui conflitti d’interesse di Bovino?

“Ti voglio invitare a leggerti l’atto notarile di Automody e dimmi, con molta onestà, dov’è il dolo. Prima gli hanno fatto fare l’atto notarile che andava in quella direzione e che parla chiaro, lui può fare gazebo, può fare quello e altro, però su autorizzazione del comune. Il comune altro ha chiesto e altro gli ha dato. E’ stato pompato tutto. Sono deluso dagli attacchi inconsistenti dell’opposizione. Guarda che io l’ho fatta l’opposizione. L’oppositore deve essere informato talmente bene da trovare quegli aspetti non condivisibili, che vanno in contrasto con gli interessi dei cittadini. L’opposizione coglie le cose essenziali, va in consiglio comunale e glielo fa quadrato, così come facevo io, ma sui fatti e sui contenuti. Sono tutte polemica sterili, inutili, che non producono risultati.”

A parte la tettoia di via Sarnelli, ci sono altri progetti firmati dal sindaco Bovino.

“Secondo me si stanno arrampicando sugli specchi. Questo dossier farà la stessa fine di quello dei Verdi...ricordi alle amministrative? Sono barzellette, chiacchiere. Angelo Bovino lo conoscono tutti. Angelo rinuncia ai lavori e l’ho visto io. Ma sai quanti lavori ha ceduto ad altri? Io non ho mai visto un ingegnere che consiglia ai suoi clienti di andare da altri. Si sta togliendo i lavori perché sa quali sono i suoi limiti. Gli altri sai come fanno, danno la firma a te e il progetto lo fa lo stesso, per vie traverse. Lui non le fa queste cose. E poi quel progetto (Automody, ndr) l’ha firmato sei anni fa, prima che diventasse sindaco. Gli altri quali sono? Secondo te, se Colella avesse davvero le p**** andrebbe alla procura. Io invece andavo alla procura…”

Non è detto che non lo facciano.

“No, no. Facciamo una scommessa tutti e due? Quelli hanno paura, non sono consiglieri con le p**** com’ero io. Quando devo fare la denuncia la faccio, però devo seguirla. Devi farlo come si deve, ci devi rimettere di spese, andare avanti e indietro… Loro non le fanno. Attaccando il sindaco, credono di ottenere qualcosa. Sono tentativi per indebolire il sindaco, farlo dimettere, creargli problemi. Non è così che si fa l’opposizione. Non puoi basare il tuo successo politico futuro denigrando altri. Devi acquisire la stima dalla gente per le denuncie che fai. Io la mattina giravo per il paese, i comizi miei erano tutti documentati.”

Lei dice che di lavori pubblici se ne sono fatti tanti. La sua ambizione era quella di fare l’assessore ai lavori pubblici…

“Sai perché? Hai presente la villa di via Mazzini? Lì ho curato io, ho controllato tutto, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Se tu prendi un appalto e sta scritto che la palma deve essere alta sei metri e il tronco venti, così dev’essere. Se poi è diversa costa di più e si rischia la speculazione sulle opere pubbliche.”

L’assessore ai lavori pubblici controllava?

“L’ho fatto io. Allora c’era Modesto Scagliusi. L’ho fatto io tranquillamente. Però i meriti vanno anche a lui, perché si fidava di me. Comunque abbiamo fatto tantissimo. Devi considerare che siamo partiti con un disastro ambientale mostruoso, subito dopo l’alluvione del 2006. Le strade di campagna erano disastrate, i ponti distrutti. Bisognava ricostruire muretti, ponti, asfaltare le strade. Stanziammo subito 600mila euro. Poi ci ritrovammo con il problema Tricom. Ti devo dire che non c’è stato un sindaco, uno solo, come Bovino che abbia avuto il coraggio di fare una ordinanza sindacale, rischiando sulla propria teatro-del-mare-de-biasepelle. Abbiamo rischiato di perdere 2,8 milioni di euro. Se ce ne siamo usciti dobbiamo ringraziare Bovino.”

La colpa della Tricom è della precedente amministrazione?

“Secondo te si va ad affidare un appalto del genere per 7milioni di euro all’anno, ad una ditta della quale non hanno verificato garanzie, consistenza economica. Facevano fidejussioni fasulle.”

Ha presentato di nuovo il progetto del teatro all’aperto. Dove troverete i soldi?

“Si, il teatro del mare è una mia idea. I disegni a colori che ti mostro sono dell’Ing. Gianni De Biase. Si potrà fare  teatro, pubblico spettacolo, musica leggera. Lo presenteremo in questi giorni alla regione, faremo una conferenza di servizi dove inviteremo tutti. Il finanziamento alla regione è sicuro. Costerebbe 450mila euro, tutto smontabile, in acciaio rivestito in legno. A fine stagione si smonta. E’ una struttura mobile. Gli stessi gradini della scalinata vengono prolungati per creare posti a sedere.”

teatro-del-mare-giuliani

 

Commenti  

 
#12 che vergogna! 2010-05-27 23:35
Sentire gli sproloqui di Giuliani ormai non mi fa ne caldo ne freddo. Quante cavolate!!! Ora dopo il piacere dato ai Laruccia del Covo dei Saraceni che si sono inpadroniti del parcheggio sul lungomare omenico Modugno, che hanno ridotto quella strada ad un viottolo avendo allargato i marciapiedi etc. abbiamo il buon gusto di proporre l'aniteatro del mare.... ma va bene così facciamo l'anfiteatro e poi portiamo a suonare chi?
Polignano ha altro a cui pensare, le strade fanno schifo, l'igiene cittadina lascia a desiderare ma il buon Giuliani, vuole lasciare la sua firma sulla città.. perchè non lo fa rispondendo alle lettere che noi cittadini io per primo gli abbiamo mandato nei mesi scorsi nella sua fatidica cassetta della posta per i reclami?
Faccia una cosa consigliere, si svesta i panni di moralizzatore e di uomo tutto d'un pezzo giri per la città e se trova qualcosa che non va (ANCHE A PERSONE A LEI VICINE) denunci tutto alle autorità competenti tanto solo Lei ne ha le p..le vero?
 
 
#11 mah...alla faccia 2010-05-27 17:08
ma guarda un po' che strano....manca l'avvocato difensore di giugliani...nessun commento da parte di ciccio...???e dire che si prodiga tanto a denigrare gli altri...e bè stavolta nn cè la fà a reggere il confronto,nn può arrampicarsi agli specchi...la gente sà cosa ha fatto *moderato*,e anzi cosa nn ha mai fatto x polignano,che è pari a zero,è solo pronto a sparare chiacchere!!!ma tu lo sai ciccio...eheheh
 
 
#10 zorro 2010-05-25 18:39
Vito Giuliani dice di essere giusto,forte , dice che le uniche verità sono quelle che escono dalla sua bocca , e che , lui ha le palle.
Ma allora ,è vero quando dicevi sui palchi tutto il male possibile di Bovino , tanto da meritarti una querela da questi?
oppure adesso che gli sei accanto e dici tutto il bene possibile?
Una cosa è certa in una delle affermazioni dicevi il FALSO:
a proposito di P...e, sostieni che Colella non le ha perchè non ha il coraggio di fare denunce.
A me risulta che Colella le denunce le fa, e tu ne sei stato destinatario in una di queste *moderato*.
Ormai ti conoscono tutti,leone all'opposizione , e *moderato* alla maggioranza
 
 
#9 prendolaresidenzaacellamare 2010-05-24 21:59
*moderato*. A lui va decisamenteil merito della sconfitta di Bovino nel 2004 (con ben altri uomini), non lo abbiamo dimenticato alla testa del corteo della vittoria insieme ad altri saltatori di fosso oggi con Bovino. per non parlare dei toni... *moderato*. A proposito di p... in oltre 30 anni di politica del Giuliani ci vogliono le p... per ricordarsi quanti salti di fosso abbia compiuto... ed allora... suvvia... affan... !
 
 
#8 nicolateofilo 2010-05-24 21:37
Caro 'vorrei capire', ho già spiegato le ragioni del taglio. Perchè il passaggio non è chiaro nemmeno nella registrazione. Però approfondiremo, tranquillo.
grazie e a presto.
nicola teofilo
 
 
#7 vorrei capire 2010-05-24 21:10
sono tantissimo curioso di sapere......
come mai nel periodo Tricom, l'UDC stava sempre dietro la porta del Sindaco...
Direttore, lei ha tagliato l'intervista, perche'.... ????
 
 
#6 mah...alla faccia 2010-05-24 19:02
caro barrister, il consigliere giugliani mi sà che si sia *moderato*!!!ma quando mai è stato lui al posto dell'ex assessore modesto scagliusi a occuparsi della villa di via mazzini!!!???e quando mai è stato così tanto amico di eugenio scagliusi??? roba da matti!!! ma x favore....qualkuno fermi quest'uomo,*moderato*...e x finire,adesso si diletta tanto a difendere il suo sindaco,ma quando alle amministrative in cui lui si candidò sindaco regalò 400 voti a di giorgio,x andare contro bovino,e difatti vinse di giorgio.ma và bè,atteggiamento tipico di chi volta bandiera facilmente...ma le persone nn dimenticano...
 
 
#5 Barrister 2010-05-24 13:29
Il consigliere Giuliani che chiede qualcosa ad Eugenio Scagliusi "in qualità di amico"? caspita che notizia venire a sapere che Vito Giuliani è tornato ad essere "amico" di Eugenio Scagliusi. Così come leggere che quelli dell'opposizione non sono consiglieri con le p.... come "era" (notare il mancato utilizzo dell'indicativo presente) il consigliere Giuliani. Caro consigliere, quando ha scoperto (ma è farina del suo sacco?) che la Tricom presentava "fideiussioni fasulle" ha avuto le p.... di andare in procura? cos'ha fatto in proposito? adesso scopriamo l'ambizione di ricoprire la carica di assessore ai lavori pubblici ma dalla lettura dei settimanali locali mi pare di ricordare che in passato ambisse a ricoprire l'incarico di assessore alla polizia locale vero? ritiene che sia sufficiente controllare l'esecuzione dei lavori per la "villa" (che paroloni per due aiuole quattro posti auto e tre panchine)di via Mazzini per poter ambire alla carica di assessore ai lavori pubblici? non occorrono forse capacità di programmazione e soprattutto conoscenze economiche e legislative per poter pianificare le opere da realizzare? o ritiene di poter demandare tutto ai dirigenti verso i quali evidentemente ripone tanta fiducia?
 
 
#4 lincatenato 2010-05-23 23:47
Caro Vito Giuliani, viste le tue opere architettoniche a dir poco mediocri, ti consiglio di fare solo politica, mentre le opere di architettura e urbanistica falle fare a chi ne sa piu' di te.
 
 
#3 nicolateofilo 2010-05-23 20:49
abbiamo eliminato il passaggio dell'Udc poichè risulta poco chiaro anche alla registrazione. Da approfondire.
a presto
La Redazione
 
 
#2 vorrei capire 2010-05-23 15:51
ho letto l'inervista....
veramente molto interessane sia per le sue idee e sia per i contentuti aspessi da Giuliani.
Solamente un suo passaggio relativo alla Tricom, non sono riuscito ad interpretare.
che significa ?..... l'UDC in quel periodo stava sempre dietro la porta del Sindaco .......
avevano interessi particolari ?
 
 
#1 sempre io francpape 2010-05-23 13:00
azz.....dimentica le lotte e gli scioperi proprio contro il sidaco bovino..."Vito il potere logora quelli che non l'hanno, se poi si partecipa giusto o sbagliato va bene comunque"...;-);-);-)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI