Giovedì 23 Maggio 2019
   
Text Size

'TORRES VUOLE CONSENSO'. NUOVE ANTENNE

fabio-colella

ESCLUSIVO

'E' qualunquista! Non fidarsi dell'Arpa è come non fidarsi del presidente della Repubblica'

“E’ comunalissimo.” Si apre con un superlativo assoluto l’intervista esclusiva rilasciata a Polignanoweb dall’assessore Fabio Colella.  Per la prima volta 'stende' la sua opinione sul gran polverone sollevato dalle antenne e sbotta su Onofrio Torres, il consigliere di maggioranza.

“Le antenne devono sparire tutte dalla città” - disse Onofrio Torres ai nostri microfoni. Fabio Colella commenta con una smorfia: “parole buttate lì, a effetto, per attirarsi un po’ di consenso”.

Ci dica un po’, ma quel sito nelle vicinanze del campo sportivo dove sorgerà l’antenna è davvero comunale o è privato?

“E’ comunalissimo!”

Si può sapere il numero di particella e il punto esatto dell’antenna?

“Chiediamo chiarimenti all’ingegner Stama…ma il sito è pubblico, non è privato.”

Lei ha proposto l’intervento dell’Arpa come azione risolutiva. Onofrio Torres dice di non fidarsi dell’Arpa. Lei disse anche che se, stando ai rilievi dell’Arpa, l’antenna dovesse risultare dannosa, a quel punto bisognerebbe spostarla, con prevedibili contenziosi e oneri di spese.

“Innanzitutto dico che dubitare dell’Arpa è come dubitare del presidente del consiglio, dubitare del presidente della repubblica. L’Arpa è una istituzione preposta alla tutela della salute come obiettivo del suo lavoro, per cui è facile fare affermazioni del tipo - non mi fido dell’Arpa - o - le antenne tutte fuori dal centro. Dico, se fosse possibile tenerle tutte fuori raggiungendo lo stesso risultato della copertura nessuna amministrazione si sognerebbe di metterle all’interno del paese. Evidentemente se si decide di mettere una antenna in quella zona è perché c’è bisogno in quella zona di una copertura, visto che le antenne hanno un raggio d’azione di 4-500 metri.”

Eppure la comunità scientifica non si esprime unanimemente rispetto ai rischi delle antenne. Discorso a parte sono i cellulari che portati all’orecchio fanno malissimo, e questo sembra un tabù…

“Si, il cellulare fa malissimo, l’hanno detto i tecnici della Ericsson, l’ha detto Pasquale Fantasia... Però a tutti fa più comodo avere come punto di riferimento della propria guerra l’antenna. Siamo abituati invece a regalare il cellulare alla comunione, ai bambini. E’ molto più facile trovare l’errore nell’altro e non in se stessi, perché il cellulare lo usiamo tutti. Se tutta la popolazione venisse a consegnare i cellulari noi potremmo dire che non ne abbiamo bisogno e, solo allora, potremmo trovare le antenne fuori dal centro abitato. Gridare le antenne fuori è come dire, la benzina è troppo alta, piove governo ladro… sono frasi ad effetto che ormai non fanno più breccia su nessuno. Le persone hanno capito da sole a discernere la verità dal qualunquismo…”.

A proposito del suolo, della scelta su dove posizionare l’antenna, qualcuno, pure in consiglio, se l’è presa con i dirigenti, in questo caso con Stama. Perché Stama ha scelto quel sito piuttosto che quello indicato dal piano di zonizzazione?

“E’ stato scelto quel sito piuttosto che l’altro perché il campo sportivo fa parte di un progetto di riqualificazione dell’area. Andare a inserire quell’antenna all’interno del campo sportivo avrebbe viziato nel momento in cui quel progetto fosse stato finanziato. Progetto tra l’altro reinserito nel piano strategico ma che addirittura viene dalla vecchia amministrazione, la quale ci deve spiegare come fa nello stesso tempo a presentare un progetto per il campo sportivo e inserire quel campo sul piano di zonizzazione come punto di ubicazione dell’antenna.”

Ma sono fondi che non arriveranno mai…

“Non è detto. Il piano strategico è appena iniziato, i progetti sono stati presentati...”

Ma questi progetti non erano stati esclusi da quelli finanziabili?

“Non è stato ancora finanziato, forse non lo sarà, ma abbiamo delle buone potenzialità come per tutti i progetti presentati che vengano finanziati, che abbiamo i milioni di euro chiesti per spostare il depuratore per creare al posto del campo sportivo una struttura diversa, un anfiteatro.  Non è che l’ingegner Stama di sua spontanea volontà ha deciso di spostare l’antenna. Era forte di un piano di zonizzazione che aveva dato l’indirizzo politico grazie alla vecchia amministrazione. Noi abbiamo intenzione adesso di riprendere quel piano, di costituire il forum, di aggiornarlo.”

In che modo intendete aggiornarlo quel piano?

“Va rivisto, va inserito un controllo della parte politica, va aggiornato, va costituito il forum, sono tutte cose che faremo in questi mesi. Non si può più attendere, tra l’altro arriveranno altre richieste per altre antenne, quindi dobbiamo essere preparati e la popolazione deve essere partecipata delle scelte.”

Avete già ricevuto altre richieste di installazione antenne?

“Si. Credo ce ne sia una per un altro punto vicino il cimitero. Questo significa parlare seriamente del problema antenne, partecipandolo, creando incontri e forum.”

Perché non è mai stato costituito un forum per l’antenna di San Giovanni e per quella del campo sportivo come indicato nel piano?

“Il forum non è un momento che deve venire prima di ogni antenna. Il forum viene nel momento in cui si aggiorna il piano, che dovrebbe essere aggiornato ogni anno, in base alle necessità, ai piani stralcio presentati dalle aziende sulle aree scoperte.”

Torres comunque è contrario a prescindere. Dice che devono sparire, e con le antenne il depuratore…

“Guarda dire che devono sparire è assurdo. Le antenne sono ormai equiparate alle opere di urbanizzazione primaria, è come dire che devono sparire le fogne, le strade. Ripeto, buttare lì la frase a effetto per tirarsi u un po’ di consenso addosso credo non debba far parte del modus operandi di un politico che tiene a cuore la propria comunità. E’ una questione di rispetto anche nei confronti degli elettori.”

VEDI ANCHE INTERVISTA ONOFRIO TORRES E TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO ANTENNE

Commenti  

 
#25 gelataio 2010-06-27 11:50
Assessore......come mai ?
nonostante hai ripetutamente dichiarato che l'antenna verrà installata su suolo pubblico, ti rendi indisponibile nel comunicare il n° di Particella ?
Sarei curioso dell'esito di tale enigma, se lo è..... :D:D:D
 
 
#24 Mr. Polignano 2010-05-24 21:20
in merito alla trasparenza denunciata, potremmo sapere.....
al fine di una leggittima curiosità, il n° di particella dove verrà installata l'antenna ?
:o:o:sad::sad:
 
 
#23 Gordian 2010-05-24 19:41
Ancora con questa firma, a volte mi fai venire da ridere quando rileggo continuamente il discorso della firma...,comunque non insisto perchè tanto non capirai mai.
 
 
#22 colella fabio 2010-05-22 23:07
io so chi sono, ma tu chi sei, uno che non hai il coraggio di firmarsi, non ti mangio mica. capitani coraggiosi.
 
 
#21 da fast per Fabio Colella e Jack 2010-05-22 14:53
IO trovo invece che Fabio abbia (non voglio ancora usare il passato) le capacità e la voglia di fare, piuttosto spero non si trovi imbrigliato nel modo di fare dei nostri vecchi politici e sia costretto per forza di cose a comportarsi di conseguenza..Penso che Fabio sia ancora in tempo per dimostrarci di non essere diventato parte del "sistema".
 
 
#20 Gordian 2010-05-22 14:17
Riguardo alla frase preferisco non rispondere per non offendere così come stai facendo tu e come è il tuo solito ma tengo a precisare che c'è molta più cattiveria nella "tua" frase che in tutto quello che ho scritto io.
La gente non è stupida e ha già capito che persona sei quindi ti consiglio (se vuoi far carriera) di scrivere il meno possibile in modo da non farti conoscere molto dalla gente.
Non ho niente di personale contro di te, dico solo che faresti bene a scendere dal piedistallo e lo dico in modo del tutto pacifico.
 
 
#19 Gordian 2010-05-22 02:02
Riconosco solo la libertà di espressione e di critica che dà questo giornale e che tu non permetti.
Il mio intervento non voleva essere offensivo ma volevo solo dire che quello, non è il tuo posto e che quindi faresti bene a cederlo a qualcun'altro.
E' troppo facile quando qualcuno critica il tuo operato dire che è di un partito opposto al tuo oppure che non merita di essere ascoltato, anche se qualche volta non lo dici lo pensi e lo fai.
Rileggi ciò che scrivi ogni tanto...
 
 
#18 euphemio... 2010-05-21 21:26
carissima redazione e staff tutto, carissimo nicola, apprezzo notevolmente il vostro/tuo messagio, lo dico con sincera stima e grande amicizia; la cosa più bella che ne ricevo dal Vs/tuo messaggio, più di tutto, è il rispetto, la giusta e moderata interpretazione del mio amichevole messaggio... vivamente grazie!
p.s. convinto, ostinato, folle innammorato della mia più bella ragazza: il mio adorato POLIGNANO... per lui noi tutti troppo poco abbiamo fatto e dato sino ad oggi, ma lui a noi tutti tanto ha saputo dare, offerto e sopportato dobbiamo imparare in fretta a saperlo amare e rispettare sempre più... glielo dobbiamo.
 
 
#17 COLELLA FABIO 2010-05-21 21:19
Caro jack ti senti turbato dal fatto che non riesci ad offendere adeguatamente la mia persona, tuttavia non hai il coraggio di firmare le tue dichiarazioni.
dovresti ringraziare Teofilo che permette a te ed altri dietro i vostri nick name di dire tutte le carinerie che altrimenti non avreste il coraggio dire.
vivere è un lusso, molti di noi esistono (O. W.)
 
 
#16 Cittadinanza Attiva 2010-05-21 21:09
Al netto delle tante insulsaggini e banalità che vanno e si stanno raccontando i vari attori della vicenda (e delle vicende), rimane incontrovertibile un dato, il paese si sta interessando, confrontandosi e discutendo, grazie alla raccolta firme che gira nella comunità. Ad oggi, nonostante le pessime condizioni metereologiche, sono state raggiunte oltre mille firme, purtroppo in assenza di partiti politici, comitati ed organizzazioni ambientaliste e di vario conio! QUINDI SIETE INVITATI A FIRMARE PER FERMARLI.
 
 
#15 nicolateofilo 2010-05-21 20:52
Ragazzi, ve lo dico sinceramente. Noi siamo sempre grati a voi! Per noi i lettori non sono "parte terza allo scrittore", anzi, siete molto di più. Per la nostra linea editoriale siete parte prima.
Ho dovuto moderare il commento Jack non perchè mi faccia piacere la censura, al contrario. Vi invito solamente a rileggere il regolamento dei commenti. Purtroppo il commento in questione andava fuori tema, come a volte accade. Non si discuteva su eventuali dimissioni dell'assessore Colella, ma cerchiamo di attenerci all'argomento.

Comunque mi aspetto molto da voi, altro che parte terza. Siete la ragion d'essere di questo progetto editoriale, e senza di voi non sarebbe il giornale che noi tutti desideriamo!

Grazie ancora.
Con affetto,
nicola teofilo
 
 
#14 euphemio... 2010-05-21 20:30
cara redazione concordo pienamente con Jack... a voi sicuramente l'onere di vigilare per "moderare" ma tutto ciò, non può divenire un motivo di leggero accanimento... chiedo scusa per la franchezza partecipata! il pensiero per me è libero, tutelato priancora nella carta madre, pertanto con la "moderazione" senza "buona ragione" diverrebbe in caso limite censura, ma non è certo questo il caso, perchè se così fosse, ma ribadisco non lo è qui! comunque, non di certo, si riuscirebbe nel voler cambiare quello che pensa colui che scrive. poi dico i lettori sono parte terza allo scrittore e al soggetto richiamato dal suo stesso articolo, pertanto hanno facoltà di votare in "+" o in "-" a seconda se gli aggrada il pensiero esposto, in ultima sintesi può chiedere anche la censura... questo per me è la massima espressione democratica... comunque sempre grato per lo spazio concesso.
 
 
#13 Gordian 2010-05-21 14:38
Si ma non cancellate tutte le parole che si dicono però...
Non ho usate parole contenute nel vocabolario delle parole proibite quindi non vedo perchè devono essere cancellate, così la gente che legge non capisce. "Ridicolo" e "dimettere" non sono parole offensive, dovreste rimetterle al loro posto, qui sembra che non si riesca a scrivere più niente...
A questo punto fate giudicare ai lettori!
 
 
#12 mr.polignano 2010-05-21 13:28
ma possiamo sapere il n° di particella ?????:D:D:D
 
 
#11 pensoso 2010-05-21 03:37
Devo dire che noto del grottesco in tutta questa situazione. Sembra l’apoteosi delle contraddizioni dove tutto è il contrario di tutto. Non si riesce a capire come mai l’assessore all’urbanistica di un comune che ha bisogno di grandi opere, di sbloccare tante situazioni edilizie dormienti da anni, si preoccupa dell’installazione di un antenna facendo polemica con un altro politico di maggioranza. Se poi vogliamo entrare nel merito, che le antenne coprano sono 4-500 metri caro assessore, mi dispiace ma non riesco a crederlo, sarebbe come dire che sul rione Gelso ne serva una, poi un'altra ci vorrebbe al semaforo ed un'altra ancora su via Monopoli (penso che ad occhio e croce dal Gelso al semaforo siano anche più di 800-1000 metri). Considerando i 4 gestori principali, vorrebbe dire che noi in un chilometro (un chilometro perché nelle ipotesi di antenne omnidirezionali due che coprono 400 metri cadauna possono stare ad 800 metri) dovremmo avere 12 antenne; caro assessore qualcosa non quadra. Allora le consiglio vivamente di mettersi un po a studiare (partendo dalle particelle catastali del suo comunalissimo fazzoletto di terra) e di accettare l’invito di Torres (e anche di chi scrive e non solo) a valutare diverse e nuove soluzioni, senza che si metta a difendere un piano che innanzitutto non mi risulta abbia fatto questa amministrazione, ma in seconda battuta un piano che può sicuramente essere migliorabile.
Se poi mi paragona le antenne ad una urbanizzazione primaria, allora le rispondo di preoccuparsi di garantire prima le vere urbanizzazione primarie in molti territori del comune, e solo quando queste saranno efficienti, si preoccupi della similitudine filosofica tra un antenna ed un tronco di fogna a prescindere se un cittadino usi più volte una o l’altra. Il “diritto igienico-sanitario” sicuramente esiste (rifletta sul depuratore) il diritto telematico non mi pare sia stato ancora istituito e se poi dobbiamo scegliere tra un tronco di fogna ed una tacca su un cellulare…veda lei
 
 
#10 Gordian 2010-05-21 03:22
"Assessore" *moderato*(come in ogni tuo intervento).
Fai del bene alla comunità, *moderato*!
 
 
#9 sempre io Francpape 2010-05-20 22:21
assessore al solito.....na cachet.;-);-);-)
 
 
#8 gez 2010-05-20 17:52
mi fate solo ridere, e poi... bravo Fabio... non penso che te ne sei accorto solo adesso(n.b. TORRES)
 
 
#7 colella fabio 2010-05-20 15:59
caro Antonio, ho molto apprezzato il tuo commento, come riconosco al consigliere Torres da sempre una attenzione particolare a tutte le tematiche che attengono alla salute.
quello che mi premeva sottolianare e solamente la necessità, su questi temi, di non creare delle aspettative che oramai la normativa stessa non ci permette di attendere.
apriremo presto un tavolo tecnico con la popolazione e con tutta la parte politica per poter meglio gestire tutta la problematica che riguarda il settore "antenne" e sicuramente anche il "depuratore".
credo infine che questi temi devono appartenere alla gente nella misura di una condivisione quanto piu' ampia possibile, poichè le decisioni ricadono su tutti noi in maniera inevitabile.
mettere tutte le antenne fuori da centro abitato e lontano dai nostri cittadini è un sogno che oggi purtroppo la tecnologia non ci permette di realizzare, ma se mai fosse possibile, sicuramente la politica ha l'obbligo morale di percorrere la strada della massima garanzia per la salute dei cittadini.
chi in questo confronto all'interno della nostra maggioranza che amo definire "squadra" vede delle rotture, non capisce la vera ricchezza del confronto politico per chi condivide si un grande progetto ma che è pronto a scegliere sempre la condivisione come risultato e non come "partito preso".
grazie per il tuo commento, per me motivo di crescita politica e confronto serio e mai banale.
fabio
 
 
#6 Utente77 2010-05-20 14:52
Carissimo Assessore,
mi rincresce leggere tra le righe di questo articolo, che pur con la sua ricnosciuta correttezza politica, sia stato filoguidato in una polemica a distanza che nulla ha a che vedere con la salute della nostra comunità, ma mira neanche tanto velatamente a creare dissidi tra colleghi dell'attuale maggioranza di governo cittadino.
Sono daccordo con lei, quando dice che oggigiorno le reti di telefonia mobile siano equiparabili al resto delle urbanizzazioni primarie. Però un fatto è incontrovertibile: se è vero che la comunità scientifica non è unanimemente daccordo nel dissipare anche il minimo dubbio in merito al rapporto onde elettromagnetiche-salute della persona, allora è leggittimo e assolutamente apprezzabile che qualcuno si spenda nel tutelare con tutti i mezzi a sua disposizione la nostra comunità.
Ora, l'ARPA fornisce dei numeri ma non è scientificamente appurato che quei numeri siano risibili per la salute umana in proiezione temporale a medio lungo termine. Sbaglia lei, a dare per scontato e definitivo un giudizio basato su un numero, per ora francamente opinabile, senza voler entrare nel merito della imparzialità o meno dell'ente in questione.
Prevenire o meglio ancora correggere gli errori del passato non significa affatto raccattare consensi demagogicamente, o perlomeno non rientra nella nostra logica di pensiero (modus operandi, lo definisce lei).
Sensibilizzare la questione in modo da evitare nuovi futuri impianti nel nucleo urbano a tutto vantaggio dei Polignanesi è semplicemente un dovere per chi come lei è stato scelto dagli elettori per rappresentarli e se possibile tutelarli da qualsivoglia evenienza negativa si venga a palesare.
Spero che avrà modo di comprendere le reali intenzioni del consigliere Torres e ritrattare certe affermazioni che spesso sono estorte artatamente solo a vantaggio di chi vuole destabilizzare i rapporti ed il lavoro di questa compagine amministrativa.
Con rinnovata stima, la saluto cordialmente.
Antonio Sardano - Movimento Politico Schittulli
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI