Tornano gli sporcaccioni

Un zozzone mentre abbandona rifiuti

Le fototrappole non funzionano più. Bisogna intensificare i controlli

Purtroppo a quanto pare, quello di abbandonare i rifiuti in modo sconsiderato nei punti meno in vista, poco controllati o nelle campagne resta un fenomeno che non passa mai di moda. Pare che questa sia una abitudine ormai consolidata.

L'estate è arrivata, è tempo di pulizie e basta fare un giro nei punti critici coinvolti per accorgersi come nuovamente il paese sia assediato dagli sporcaccioni. Passato il fuggi fuggi perché correva voce delle fototrappole, il lupo che perde il pelo ma non il vizio è tornato al suo ingrato compito. L'abbandono del sacchetto e di ingombranti.

Questo fenomeno comporta delle considerazioni che vi dobbiamo prima di lasciare spazio alla nota del consigliere di opposizione Pellegrini, abbandonare i propri rifiuti in zone fuori mano piuttosto che avvalersi della raccolta differenziata dimostra una grande mancanza di rispetto e inciviltà nei confronti di un intero paese, delle forze che lavorano per questo e dell'ambiente.

È dimostrazione di non curanza, maleducazione non giustificabile dall'età, dimostrare rispetto delle regole e il primo passo per una società più civile, ed è questo il messaggio che gli adulti devono trasmettere ai propri figli. Se invece alle nuove generazioni diamo questo messaggio, sbagliato e irrispettoso nei confronti dell'ambiente in cui vivono, potremo certamente affermare il fallimento di ognuno di noi in questo.

Dal momento che la stampa ha il compito di essere portatrice non solo di notizie ma anche di messaggi che possano migliorare il contesto sociale pubblichiamo la nota proveniente, come vi accennavamo, da Domenico Pellegrini, consigliere di opposizione, che afferma: “ricevo ogni giorno numerose segnalazioni relative a questo fenomeno che a quanto pare è tornato alla ribalta, proprio l'altro giorno leggevo sulla Gazzetta del Mezzogiorno, dell'iniziativa del sindaco del comune di Noicattaro, mirata ad intensificare i controlli.

Infatti il primo cittadino, riportava la Gazzetta, ha instaurato una convenzione con le guardie ecozofile, per sostenere l'operato del Comando della polizia municipale, insieme essi hanno il compito di presidiare i luoghi critici come spiagge, campagne e verde pubblico.

Credo che è questo che manchi a Polignano in questo momento, sarebbe necessario mettere la polizia municipale nelle condizioni di poter operare sul territorio senza venir meno agli ulteriori compiti che questi ultimi hanno, d'altro canto però essendo in sottorganico sarebbe opportuno a questo punto intensificare i controlli attraverso la collaborazione con altre forze speciali. Noi di Forza Italia è quello che speriamo oltre alla necessità di far valere un unico principio: TOLLERANZA ZERO”.