VITO MARINGELLI: 'OFFESI DAL COMUNICATO PD'

vito-maringelli

RAGGIUNTO ACCORDO: LA SIECO PAGHERA' AGLI OPERAI TUTTE LE INSOLVENZE

Vito Maringelli: 'Noi non rimpiangiamo la Sieco. Offesi dal comunicato del Partito Democratico'

 

“La mancanza della Sieco non si sente. Noi alla Teknoservice stiamo benissimo”. Vito Maringelli, rappresentante sindacale Cgil dei netturbini di Polignano protesta contro il comunicato del Partito Democratico diffuso la settimana scorsa in una nota scritta, dal nuovo segretario Domenico Scagliusi. Infine, tesse le lodi della nuova società di nettezza urbana, la Teknoservice, in servizio a Polignano dal 1^ luglio 2010.

“Ci sentiamo offesi dal comunicato del Pd, perché forse il segretario non è neppure a conoscenza di come siamo stati alla Sieco. Otto, nove mesi senza mezzi, camioncini distrutti, operai che lavoravano a piedi. E’ tutto documentato. Invece, con la Teknoservice lavoriamo a tempo pieno e ci troviamo benissimo”.

Così, dalle nostre colonne, Maringelli vuole ringraziare l’amministrazione comunale e la nuova ditta piemontese. “A nome di tutti i dipendenti, voglio ringraziare l’amministrazione, il sindaco e la Teknoservice che ci ha assunti a tempo pieno. Stiamo facendo qualche ora di straordinario con turni anche di notte. Da mezzanotte alle 6 e dalle 6 a mezzogiorno. Pagheranno tutti gli straordinari.”

Nel comunicato non c’è scritto che si stava meglio con la Sieco. E’ piuttosto una provocazione. Si dice che comincia a sentirsi la mancanza della Sieco…

“Non si sente proprio la mancanza della Sieco - risponde categorico Maringelli - perché Domenico Scagliusi non sa come stavano le cose con la Sieco. Ricordo un incidente negli ultimi giorni di appalto, quando un mezzo della Sieco con il freno a mano rotto si è schiantato contro un’auto davanti al comando dei vigili. Noi ne abbiamo viste di tutti i colori. E poi, si doveva dare almeno il tempo alla Teknoservice. La nuova gestione è partita il primo luglio, nemmeno una settimana fa. Il comunicato del Pd è stato inviato il giorno dopo l’inizio dei lavori. Ora va tutto bene, la città è pulita i cassonetti sono vuoti. Quelli della Teknoservice sono pure delle brave persone.”netturbini-giuseppe-romito

'LOPPOSIZIONE CI HA SEMPRE IGNORATI' - In conclusione, Maringelli critica duramente l’opposizione: “Loro non si sono mai interessati del caso nostro. L’unico che ha speso qualche parola per noi è stato Franco Frugis. Nessuno si è mai interessato dei soldi che doveva la Medusa, di gente a cui hanno tagliato la luce, con insolvenze di mutui.”

 

ACCORDO RAGGIUNGO CON LA SIECO - Il 2 luglio scorso, alle ore 10, nella sede di Triggiano della Sieco, l’azienda che si è occupata dei rifiuti prima della nuova Teknoservice, è stato raggiunto l’accordo tra i vertici aziendali e i sindacati. Si sono incontrati i rappresentanti del sindacato CGIL, Pietro Barile, e per la Fiadel Giuseppe Romito (foto a destra) con il signor Pazienti Marco Giovanni, amministratore unico della Sieco, Avesani Roberto e Lerario Alessandro.

Non ci saranno risvolti legali sulle insolvenze di pagamento, come aveva minacciato Romito nella nostra intervista l’indomani della firma del contratto con la Teknoservice.

"A seguito dell’avvenuta cessazione del contratto di appalto con il comune di Polignano – si legge nella nota firmata dai rappresentanti aziendali e sindacali - in data 30 giugno 2010 si è discusso sulle modalità di erogazione di tutte le spettanze maturate dai lavoratori della Sieco. Si è stabilito di pagare le competenze maturate entro e non oltre il 16 luglio 2010 (pagamento della mensilità di giugno), entro e non oltre il 23 luglio 2010 (pagamento della quattordicesima), entro il 20 agosto 2010 (pagamento delle ferie, permessi, tredicesima). Entro settembre le parti si incontreranno per eventuali mensilità pregresse."

L’accordo raggiunto è stato ora depositato alla Camera del Lavoro.

 

VEDI ANCHE L'INTERVISTA A CIRO TRIA DELLA TEKNOSERVICE

VEDI ANCHE IL COMUNICATO DEL PARTITO DEMOCRATICO