DOMANI POLIGNANO IN BICICLETTA

bicicletta_-_Copia

DOMANI 11 OTTOBRE PASSEGGIATA ECO-CULTURALE, ASPETTANDO LA 60^ TARGA DEL CROCIFISSO

Su Polignanoweb, media partner, lo speciale della Targa del Crocifisso 2009 con foto storiche, albo d'oro, storia.

Domani, 11 ottobre, avrà luogo la passeggiata in bici ecologica con visita storico-naturalistica "POLIGNANO IN BICICLETTA", organizzata dall’A.S. Polisport Polignano, in collaborazione con Legambiente Circolo Hippocampus, AVIS e A.N.S.P.I., Salvalarte e Comune di Polignano, alla scoperta delle radici della civiltà rupestre, di ipogei, frantoi e siti paleolitici di Santa Barbara, dove un tempo gli archeologi si indaffaravano alla ricerca di qualche segno che confermasse il passaggio dell'uomo primitivo.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Ritrovo concorrenti alle ore 9.30 in piazza Aldo Moro a Polignano a Mare

  • Partenza: ore 10.00 piazza Aldo Moro
  • Arrivo previsto alle ore 12,30 in Via Martiri di Dogali

Itinerario: Via Neapolis – Via Rimembranza – Via V.C. Basile – SC Quintavalle – SC Santa Barbara

Arrivo Previsto ore 11,00: visita all’Ipogeo Manfredi, all’ipogeo Santa Barbara con annessa Masseria – Ristoro

Partenza dalla Masseria ore 11.45 con il seguente percorso: SC Santa Barbara – C.da Quintavalle – Via De Nicola – Via Sturzo – Via Longo – Piazza Marco Polo – Via Parco del Lauro – Largo Ardito –Via Garofalo – Via Ciasca  - Via Pompeo Sarnelli.

biciclettaOTTOBRE, MESE DI SALVALARTE - Non è casuale la scelta di includere Santa Barbara nell'itinerario ciclo eco-culturale. Ottobre, infatti, è il mese di Salvalarte. Salvalarte è la "veterana" tra le iniziative di Legambiente nel settore beni culturali.

Duplice il suo obiettivo: da una parte, segnalare le emergenze monumentali più a rischio e promuovere una campagna di sensibilizzazione per attivare i meccanismi per il loro recupero (vedi Santa Barbara e sito paleologico a Polignano). Dall'altra, far conoscere, promuovere e valorizzare anche quei beni culturali così detti "minori", al di fuori degli itinerari turistici tradizionali e sconosciuti al "grande pubblico", ma non per questo meno importanti.